jump to navigation

Edicola – “xL” #62, speciale – gennaio 2011: “Buon compleanno David Bowie” 08/01/2011

Posted by Antonio Genna in Musica, XL.
trackback

xLDi seguito presento la copertina, l’elenco dei contenuti e l’editoriale del direttore del numero in versione pocket 62 – Speciale – Gennaio 2011 del magazine “xL”, mensile di musica, cinema, fumetti, spettacolo e moda edito da Gruppo Editoriale L’Espresso, soltanto oggi in vendita in edicola in allegato obbligatorio al quotidiano “La Repubblica” eccezionalmente al prezzo di 1,50 €, e da domani per tutto il mese a 0,50 €.

Buon compleanno David Bowie! Sabato 8 gennaio l’artista inglese compie 64 anni. Per celebrarlo XL ha deciso di dedicargli la copertina del numero speciale di gennaio allegato a Repubblica per il solo giorno dell’8 a euro 1,50 e successivamente in edicola per tutto il mese (in formato pocket) a 0,50 euro. XL ripercorre la carriera dell’icona glam che ha cambiato per sempre la musica anche attraverso le testimonianze di musicisti italiani che lo hanno vissuto, come Morgan, Francesco Bianconi, Enrico Ruggeri, Beatrice Antolini, Boosta dei Subsonica. Mentre i fumettisti di XL lo reinterpretano a modo loro.
Da un anniversario all’altro con i vent’anni dall’uscita di Nevermind, il disco dei Nirvana simbolo del grunge. Un volume ne celebra i protagonisti attraverso delle immagini eccezionali e l’introduzione di Thurston Moore dei Sonic Youth che XL pubblica in esclusiva. A quella rivoluzione rock si sono ispirati anche i Verdena, che tornano dopo quattro anni con un nuovo, doppio album, Wow, di cui hanno parlato con XL.
Nel numero in edicola anche le interviste a Heike Has The Giggles, Quintorigo e Juliette Lewis, Mark Ronson, White Lies, Alan McGee, Salem, Anna Calvi e Wanda Jackson.
Per il cinema, una storia di serial killer spiantati nella Scozia di inizio Ottocento. Si intitola Ladri di cadaveri e così il regista-mito John Landis è tornato sugli schermi. Il regista francese Michel Gondry, invece, si confronta con un mondo nuovo per lui, quello dei supereroi, in The Green Hornet. Mentre lo shakespeariano Kenneth Branagh affronta il mito di Thor, il paladino più epico della Marvel.
Ancora supereroi ma della musica nel libro Beatles a fumetti che ripropone le strisce più celebri dedicate ai Fab Four nella storia del fumetto.
Sempre libri con un grande ritorno: Michel Houellebecq ha da poco pubblicato La carta e il territorio con cui ha vinto il premio Goncourt. Lo ha intervistato per XL un altro scrittore, Marco Philopat.
Per i game, in anteprima mondiale il terzo capitolo della serie di Uncharted, saga da sette milioni di copie. Un’avventura rocambolesca per Ps3 fra le più attese di questo 2011 appena iniziato.
A seguire, l’editoriale del direttore Luca Valtorta.
 

Perché amiamo David Bowie, i “Ragni da Marte”, tutti gli alieni e chi non ha paura di osare

In Fanteria dello spazio di Robert A. Heinlein  la Terra combatte con gli aracnidi guerrieri del pianeta Klendathu. Da cui, pare, venne ispirato il giovane David Bowie per gli “Spiders from Mars” del suo Ziggy Stardust. Del resto se c’è un personaggio nel mondo della musica che ha incarnato l’idea di futuro questo è David Bowie,  il più postmoderno tra gli artisti e il più poliedrico. Questa multiformità rappresenta bene quella che Zygmunt Bauman definisce come «un’epoca che ci offre una libertà di scelta mai goduta prima, ma che ci getta in uno stato di incertezza mai prima d’ora così angoscioso». In cui «tutte le autorità di cui potremmo fidarci sono messe in discussione e nessuna sembra forte abbastanza da offrirci il grado di rassicurazione che andiamo cercando». Alcuni intellettuali, in questi anni, hanno celebrato “l’era del vuoto”, “l’impero dell’effimero”, “la sostituzione dell’etica con l’estetica”, agitando nel contempo l’allarme contro “i ragni da Marte” (i “diversi” in qualsiasi forma) in funzione strumentale. Noi, con Bauman, siamo convinti che sia venuto il momento di «strappare la maschera delle illusioni; riconoscere certe pretese come false e certi obiettivi come non desiderabili». La consapevolezza di cosa sia importante e/o desiderabile si raggiunge anche attraverso cose che oggi non vengono inquadrate nell’ambito della politica e di cui spesso vi parliamo su questo giornale: musica, cinema, letteratura, arte, social network (sul nostro profilo Facebook stiamo ospitando le iniziative degli studenti scesi in piazza e invitiamo tutti a partecipare). Vogliamo anche salutare la creatività che non guarda solo al mercato. Cose come il nuovo, irragionevole doppio album dei Verdena o gli strani suoni dei Salem. I tormenti neoesistenziali dei White Lies, le parole di un provocatore come Houellebeq e gli Heike Has The Giggles, una band italiana giovanissima che ha fatto più di 200 concerti in giro per il mondo. Per questo diciamo, oggi con maggior forza: buon compleanno David Bowie. E con lui celebriamo tutti quelli che non hanno paura di osare.

Infine, il sommario di questo numero.

POSTA
La posta 

Mondo

Futurama di Bruce Sterling

La Nera di Carlo Lucarelli

I Love Zombies di Niccolò Ammaniti

Pop Up! di Mika

Cartoline di Carmen Consoli

I Mostri contro il Trio Medusa

VOLUME
ZOOM

David Bowie di Christian Zingales, Flavio Brighenti, Andrea Silenzi, Emiliano Coraretti, Alfredo d’Agnese, Mauro Petruzziello

Funk & soul covers di Alberto Castelli

Grunge di Thurston Moore

Verdena di Lorenza Biasi

Heike Has the Giggles di Diego Malara

Quintorigo di Emiliano Coraretti

Mark Ronson di Gianni Santoro

White Lies di Giulio Brusati

Alan Mcgee di Valerio Mattioli

Salem di Antonio Vivaldi

Anna Calvi di Deborah Ameri
Wanda Jackson di Deborah Ameri

The Watcher di Valeria Rusconi
HITS

Playlist di Emiliano Coraretti

Classic Cover di David Vecchiato

VIDEODROME
John Landis di Valerio Mattioli

The Green Hornet di Diego Malara

Thor di Roberto Croci

Skyline di Roberta Valent

Strisce di AlePOP, Corradi, Creanza, Diavù, Giacon, Giorgini, Maicol & Mirco, Tuono Pettinato

Beatles a Fumetti di Enzo Gentile

Rocky di Martin Kellerman

Toys di Davide Vecchiato

The cult

MOVIMENTI
Hip hop contro la camorra di Daniele Sanzone 

Houellebecq di Marco Philopat

Torah Bright di Lorenza Biasi
Viaggi: Mauritius di Alessandra Roncato

TEKNO
Uncharted 3 di Sergio Pennacchini

Hardware

Grand test auto a cura di Alessandra Roncato

Pit Stop di Paolo Volpato

GLAM
MODA: Back(on)stage

We are all made of stars di Roberto Croci

Dettagli

Beauty Case

SELECTER

Piombo Diario della crisi: le storie “da una dimensione a lato” raccontate da Boosta dei Subsonica

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: