jump to navigation

Cinema futuro (1.154): “Kill Me Please” 10/01/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Video e trailer.
trackback
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end“Kill Me Please”

Uscita in Italia: venerdì 14 gennaio 2011
Distribuzione: Archibald Film

Titolo originale: “Kill Me Please”
Genere: commedia
Regia: Olias Barco
Sceneggiatura: Olias Barco,
Virgile Bramly e Stéphane Malandrin
Durata: 95 minuti
Uscita in Francia: 3 novembre 2010
Sito web ufficiale (Belgio): cliccate qui
Sito web ufficiale (Italia): nessuno
Cast: Aurélien Recoing, Benoît Poelvoorde, Muriel Bersy, Nicolas Buysse, Ingrid Heiderscheit, Jérôme Colin, Ewin Ryckaert, Stéphane Malandrin, Virgile Bramly, Gérard Rambert, Stéphanie Crayencour

—-> Venerdì 14 gennaio alle ore 20.30 al Cinema Eden di Roma, in occasione della prima proiezione del film, saranno presenti i doppiatori italiani (Angelo Maggi, Franco Zucca, Christian Iansante, Leslie La Penna, Paolo Marchese e altri), ai quali il pubblico potrà rivolgere delle domande.

La trama in breve…
Medico all’avanguardia, il Dr. Kruger (Aurelien Recoing) vuole dare un senso al suicidio.  Il suo sogno è creare una struttura terapeutica dove darsi la morte non sia più considerata una disgrazia, ma un atto consapevole svolto con assistenza medica.
La sua clinica esclusiva richiama l’attenzione di un gruppo di strani personaggi, accomunati dal desiderio di morire: un famoso comico con un cancro incurabile, un commesso viaggiatore che cela sordidi segreti, un ricco erede lussemburghese, una bella ragazza con manie autolesioniste, un vecchio cabarettista berlinese dalla voce rovinata e un uomo che ha perso tutto nel gioco d’azzardo, moglie compresa.
Dopo essersi consultati con Kruger sulle motivazioni che li spingono a farla finita, ciascuno di loro ha diritto a esprimere un’ultima richiesta: un pranzo speciale con cibi e vini raffinati; una squillo; o qualche altra fantasia. Ma nelle isolate montagne dove il dottore ha inteso realizzare il suo sogno del suicidio perfetto, è ancora la Morte a decidere quando colpire.
Commedia in bianco e nero, nerissima e irresistibile, grottesca e scorrettissima.  Il primo titolo doveva essere Dignitas, che è il nome reale dell’associazione svizzera per l’eutanasia assistita.

NOTE DI REGIA
Rendendo la morte una  procedura sanitaria, nel desiderio che svanisca nei confini degli ospizi, la società è quasi riuscita a farci credere che il passaggio nel nulla sia una formalità medica, e che potremmo, un giorno, andare a suicidarci in una “clinica specializzata” nello stesso modo in cui andiamo in vacanza.
Attraverso un feroce umorismo dark, questo film ci spinge a mettere a confronto il nostro sogno di una sparizione piacevole con la banale realtà della nostra mortalità. È per questo motivo che il film è stato girato in uno stile simile al documentario – utilizzando una telecamera leggera, avvicinandosi molto agli attori – ma senza voyeurismo, affinché la verità di una morte senza dolore appaia ciò che è realmente: una farsa macabra.
Il regista ha mantenuto una narrazione realistica anche nella sua eccessiva stranezza, facendo sprofondare i personaggi nell’orrore: “Qui, in questo film, la tensione drammatica è concepita come una scala a chiocciola. Gira in tondo e in tondo, eppure sale sempre, finché non ti fa girare la testa quando arriva al suo apice. Poi, quando cadere nello straordinario diventa inevitabile, il film continua per la sua strada verso l’assurdo e a volte, divertendoci.”

Il trailer italiano:


Trame ed altre informazioni sono tratte dal materiale stampa relativo al film.
Per consultare le uscite dell’ultimo week-end italiano visitate lo spazio “Al cinema…”, per gli incassi del box office, trailer e notizie dal mondo del cinema andate allo spazio settimanale “Cinema Festival”.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: