jump to navigation

Charts Time #152 – Le classifiche di CD, DVD e Blu-ray, libri più venduti in Italia dal 27 dicembre 2010 al 2 gennaio 2011 11/01/2011

Posted by Antonio Genna in Blu-ray Disc, Charts Time, Cinema e TV, DVD, Libri, Musica.
trackback

Charts Time Questo spazio è dedicato alle classifiche settimanali di musica, film e libri più venduti al momento nel nostro Paese, in base agli ultimi dati di vendita disponibili scelti tra le varie rilevazioni effettuate in Italia. Se cercate anche gli incassi cinematografici italiani (e statunitensi), li trovate ogni settimana in “Cinema Festival”.
Tutte le classifiche qui riportate sono relative alla
settimana 52/2010, dal 27 dicembre 2010 al 2 gennaio 2011 .

CDCD MUSICALI – TOP 20 ARTISTI
La classifica è basata su rilevazioni Top of the Music – AC Nielsen.
Tra parentesi, accanto al titolo del CD e al nome dell’interprete, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Michael”, Michael Jackson (3)
  2. “Chocabeck”, Zucchero “Sugar” Fornaciari (1)
  3. “Arrivederci, mostro!”, Ligabue (2)
  4. “Casa 69”, Negramaro (5)
  5. “Il mondo in un secondo”, Alessandra Amoroso (8)
  6. “Segreto amore”, Renato Zero (4)
  7. “21:00 – Eros Live World Tour 2009/10”, Eros Ramazzotti (6)
  8. “Il Volo”, Il Volo (20)
  9. “Ivy”, Elisa (7)
  10. “Progress”, Take That (9)
  11. “Sale el sol”, Shakira (13)
  12. “Yes You Live”, Mario Biondi (10)
  13. “Greatest Hits 1992-2010 – E da qui”, Nek (17)
  14. “Inaspettata”, Biagio Antonacci (12)
  15. “Re Matto Live”, Marco Mengoni (14)
  16. “Work in progress”, Lucio Dalla e Francesco De Gregori (11)
  17. “In & Out of Consciousness: The Greatest Hits 1990-2010”, Robbie Williams (19)
  18. “1999-2010 The Greatest Hits”, Cesare Cremonini (27)
  19. “Per niente stanca”, Carmen Consoli (30)
  20. “Loud”, Rihanna (38)

CDCD MUSICALI – TOP 10 COMPILATION
La classifica è basata su rilevazioni Top of the Music – AC Nielsen. La sigla “OST” indica una colonna sonora originale.
Tra parentesi, accanto al titolo del CD, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Hit Mania 2011” (4)
  2. “GameStop Vol. 2” (1)
  3. “Hot Party Winter 2011” (6)
  4. “Io canto Christmas” (2)
  5. “Io canto – 2^ edizione” (3)
  6. “Lo Zoo di 105 – Vol. 4” (10)
  7. “Zecchino d’Oro – 53^ edizione” (5)
  8. “Passione – OST” (7)
  9. “Papeete Beach Vol. 14” (13)
  10. “Ti lascio una canzone” (8)

topdigitalMUSICA – TOP DIGITAL DOWNLOAD
La classifica è basata su dati FIMI – Nielsen Soundscan International.
Tra parentesi, accanto al titolo del brano, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Tutto l’amore che ho”, Jovanotti (1)
  2. “Tranne te”, Fabri Fibra (3)
  3. “La notte”, Modà (5)
  4. “Firework”, Katy Perry (4)
  5. “Ogni tanto”, Gianna Nannini (7)
  6. “The Time”, Black Eyed Peas (8)
  7. “Hello”, Martin Solveig feat. Dragonette (16)
  8. “Barbra Streisand”, Duck Sauce (13)
  9. “Only Girl (In the World)”, Rihanna (10)
  10. “Hold My Hand”, Michael Jackson feat. Akon (9)

dvd-musicaliDVD MUSICALI
La classifica è basata su rilevazioni Top of the Music – AC Nielsen.
Tra parentesi, accanto al titolo del DVD, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata nella Top 10.

  1. “Michael Jackson’s Vision”, Michael Jackson (Sony) (2)
  2. “Michael Jackson’s This Is It”, Michael Jackson (Sony Pictures) (1)
  3. “Parole di Lulù”, Niccolò Fabi (Universal Music) (3)
  4. “Amiche per l’Abruzzo”, artisti vari (Warner Music Italy) (4)
  5. “Pulse”, Pink Floyd (EMI) (6)
  6. “U2 360 at the Rose Bowl”, U2 (Universal Music) (7)
  7. “21:00 – Eros Live World Tour 2009/10”, Eros Ramazzotti (Sony) (5)
  8. “Live in Bucharest”, Michael Jackson (Sony) (12)
  9. “Io canto”, artisti vari (EMI) (10)
  10. “Live at Pompeii”, Pink Floyd (Universal Pictures) (11)

dvd-blurayDVD VIDEO E BLU-RAY DISC
La classifica è basata su dati Univideo – Media Control GfK international.
Tra parentesi, accanto al titolo del DVD o Blu-ray Disc, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata nella Top 10.

  1. “The Twilight Saga: Eclipse” (Eagle Pictures) (1)
  2. “La Bella e la Bestia” (Walt Disney HE) (3)
  3. “Shrek – E vissero felici e contenti” (Paramount HE) (2)
  4. “Avatar – Extended Collector’s Edition” (20th Century Fox HE) (4)
  5. “L’apprendista stregone” (Walt Disney HE) (6)
  6. “A Christmas Carol” (Walt Disney HE) (5)
  7. “Toy Story 3 – La grande fuga” (Walt Disney HE) (7)
  8. “Robin Hood” (Universal Pictures) (9)
  9. “The Karate Kid – La leggenda continua” (Sony Pictures) (NE)
  10. “Fantasia” (Walt Disney HE) (8)

libriLIBRI
La classifica è basata su rilevazioni dell’istituto Demoskopea di Milano in base all’analisi effettiva delle copie settimanali vendute in un campione di 120 librerie a rotazione, ed è pubblicata sull’inserto settimanale “Tuttolibri” del quotidiano torinese “La Stampa”.
Tra parentesi, accanto al titolo del libro, è indicata la posizione dell’ultima classifica pubblicata; NE indica una nuova entrata nella Top 10.
Queste rilevazioni vanno dal 19 dicembre 2010 al 1° gennaio 2011.

  1. “Benvenuti nella mia cucina”, Benedetta Parodi (Vallardi) (1)
  2. “I dolori del giovane Walter”, Luciana Littizzetto (Mondadori) (6)
  3. “Il cimitero di Praga”, Umberto Eco (Bompiani) (2)
  4. “Appunti di un venditore di donne”, Giorgio Faletti (Baldini Castoldi Dalai) (3)
  5. “Io e te”, Niccolò Ammaniti (Einaudi) (7)
  6. “Cotto e mangiato”, Benedetta Parodi (Vallardi) (4)
  7. “Le ricette di casa Clerici”, Antonella Clerici (Rizzoli) (5)
  8. “La caduta dei giganti”, Ken Follett (Mondadori) (8)
  9. “Il cuore e la spada”, Bruno Vespa (Mondadori) (NE)
  10. “I segreti del Vaticano”, Corrado Augias (Mondadori) (NE)

Per consultare la classifica degli incassi cinematografici italiani (e statunitensi) di ogni week-end visitate l’appuntamento “Cinema Festival”.

Commenti»

1. cescocesto - 11/01/2011

la amoroso regge in classifica, gli altri amici tutti risucchiati.
contento per elisa, anche se mi rifiuto di comprare l’ennesimo “greatest hits di canzoni suonate in acustica”.

solo io trovo inquietante la copertina del cd di michael jackson?

enry - 11/01/2011

Ivy è bello, io l’ho preso perchè sono un suo super fan, però in effetti non aggiunge nulla di nuovo.
Benedetta Parodi inarrestabile, benissimo anche la Littizzetto.

IRapeYourMind - 12/01/2011

Con tutto il rispetto ma se non conosci la differenza tra un album registrato in studio ed un album acustico bhè mi spiace per te.
Tutti sono in grado di fare un album in studio (tipo l’80% dei cantanti di Amici) ma in pochi sono in grado di fare un album acustico, un ascolto all'”MTV Unplugged” dei Nirvana dovrebbe farti capire la differenza tra un Alessandra Amoruso qualsiasi ed un Cantante, va bhè non volevo entrate in polemica su certi nomi ma m’è scappato.

Paolo - 12/01/2011

Non credo che Cescocesto non sappia la differenza tra un album girato in studio e un live.
Penso invece che si riferisse più che altro al fatto che è uscito un The Best solo un paio di anni fa e ora questa ennesima raccolta sembra solo una furbata per compensare il mezzo flop dell’album dell’anno scorso (aka Elisa deve pur mangiare!). Francamente anche io che la adoro ho pensato la stessa cosa e lo comprerò magari più in là, quando calerà di prezzo.

Poi certe stoccate da te che sei persona intelligente francamente non me le aspetto: si parla di Amici sapendo qual è il (presunto) livello artistico e non credendo di parlare di miti musicali di ben altra caratura. ;)

IRapeYourMind - 12/01/2011

Più che altro m’è scappato l’involontario paragone era per portare un esempio di un album registrato in acustica che è chiaramente il migliore del genere.
Non era mia intenzione svilire Cescocesto ed evidentemente non ho colto a cosa si riferisse.

Ad esempio io i live non li sopporto, a parte rari casi è difficile trovare un pubblico adatto, sia per motivi di acustica che per i motivi più disparati, ma gli album acustici sono qualcosa di fenomenale che fanno davvero capire le qualità canore dei cantanti.

enry - 12/01/2011

Beh allora, chiariamo le cose.
Ivy non è assolutamente un Greatest Hits di Elisa. L’unico Best Of che ha fatto è stato “Soundtrack 96-06” uscito nel 2006. Questo è un album acustico, tipo Lotus del 2004 e, per il tipo di artista che è Elisa, questo tipo di lavoro è perfetto.
In più oltre al cd che contiene 17 pezzi contiene pure un dvd con un minifilm. Insomma una chicca per i fans!
Cmq l’ultimo album, Heart, non è stato affatto un mezzo flop dai.. oltre 200.000 copie vendute con due soli singoli estratti (pure bruttini).

Paolo - 12/01/2011

IRapeYourMind

Sono d’accordo con te sul valore degli album unplugged e per i live effettivamente riesco ad ascoltare per intero solo quelli di concerti a cui sono effettivamente stato.

Enrico

Quando ti toccano Elisa dai il meglio di te! Me l’ero scordato… :)

IRapeYourMind - 12/01/2011

Parlando dell’Unplugged dei Nirvana se non l’hai mai sentito è straconsigliato.
Credo sia impossibile rimanere impassibili alle ultime canzoni soprattutto, una cosa da brividi.

enry - 12/01/2011

Eh si caro! Elisa non si tocca! ;-)

cescocesto - 12/01/2011

alòr.. vediamo di rispondere a tutti:

@IRYM: la so la differenza tra un album in studio e uno acustico, e anche la differenza di valore artistico tra un qualsiasi ex-concorrente di amici e un cantante con la C maiuscola ;)
amo gli album acustici, sono quelli che preferisco, ma il mio commento non era contro gli album acustici, ma riferito al fatto (e paolo c’è andato vicino con la sua spiegazione) che, dopo un greatest hits (soundtrack del 2006) e un album di inediti (heart dell’anno scorso), avrei preferito da elisa un altro album di inediti.. mentre questo, uscito molto a ridosso del precedente, anche a me ha puzzato di mera operazione commerciale. (anche se poi, a bocce fredde e con i dati di heart alla mano, probabilmente non è così)
sono sicuro che non ci siamo capiti e so che non volevi offendere. :)

@paolo: grazie di essere intervenuto in difesa :) hai colto bene quel che volevo dire, e hai fatto un’ottima “traduzione”!
confermo che parliamo di amici consci del valore dei partecipanti della trasmissione, è solo un po’ di (in)sana passione per i talent.

@enry: io come paolo pensavamo che heart fosse stato flop, eppure dati alla mano è (più o meno) nella media dei precedenti album. con tre singoli (anche “someone to love” è uscito come singolo) usciti passati in radio relativamente poco (tranne “ti vorrei sollevare”) e una sonorità un po’ diversa dal solito, pensavo fosse andato peggio. (diciamocelo, pessima la scelta dei singoli)
sarà che non ho apprezzato particolarmente alcuni riarrangiamenti di lotus (hallelujah e rock your soul in primis), ma sono un po’ diffidente nei confronti di questo album.. (per quanto sia “chicca” e quindi alla fine lo comprerò lo stesso)

enry - 12/01/2011

No, Heart non è stato decisamente un flop. Per essere precisi ha venduto all’incirca 210.000 copie, un buonissimo risultato dire (anche se inferiore al boom di Soundtrack trascinato dalla mega hit “Gli ostacoli del cuore”).
Si, mi ero scordato di “Someone to love” che sinceramente non si sono filati di pezza. “Ti vorrei sollevare” è stato un buon successo mentre “Anche se non trovi le parole” è andata bene solo in radio. Sicuramente c’erano pezzi molto più validi in Heart, “Vortexes” e “Forgiveness”, ma sarebbero state scelte più rischiose in quanto meno commerciali.
Lotus invece a me era piaciuto molto, ho apprezzato quasi tutti i riarrangiamenti.
Per concludere Ivy te lo consiglio, anche per il dvd molto bello.

cescocesto - 12/01/2011

“someone to love” credo di averla sentita una volta in radio.. vedo però che concordi con me sui pezzi più validi dell’album (forgiveness è decisamente il mio preferito, sarei curioso di sentirla rifatta in ivy senza anthony), a cui aggiungerei this knot.
forse la mia idea di flop è stata influenzata dal fatto che al concerto di firenze il palazzetto era un po’ vuotino e c’era molta meno gente rispetto al mechanical dream tour.
a questo punto, la domanda da cui dipende il mio acquisto di ivy: com’è il pezzo cantato con fabri fibra?

enry - 12/01/2011

Il pezzo cantato con Fabri Fibra non è altro che un un “remix” di “Anche se non trovi le parole”, di cui dicevamo prima. In pratica è il pezzo in versione live con Fibra che ci rappa sopra.Il titolo infatti è “Anche tu, anche se (non trovi le parole)”.
Forgiveness cantata da sola è ancora più bella per me.
Cmq ho già preso i biglietti per l’Ivy Tour, che sarà acustico e si svolgerà in teatro… sbavo!

cescocesto - 13/01/2011

il tour in teatro ha sicuramente un gran fascino.. speriamo venga anche a livorno! (questo mi ricorda che il primo concerto che vidi fu proprio per il tour di lotus.. io e un mio amico trovammo gli ultimi due biglietti rimasti il pomeriggio stesso!)

enry - 13/01/2011

Si caro. Il 3 e 4 maggio al Teatro Goldoni mi pare.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: