jump to navigation

TeleNews #28 – Berlusconi insulta Lerner: “Lei conduce un postribolo televisivo” – Trafugata la salma di Mike Bongiorno – I padroni di Sanremo – Morgan a Chiambretti Night – Alessia Marcuzzi resta a Mediaset – La TV in edicola: il ritorno di Jovanotti – Grande Fratello 2010/11 puntata 15: eliminata Olivia; Nando: “Marghe’ sono stato confuso” – Amici puntata 3: esce Diana, e Platinette si spoglia per protesta 25/01/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Giornali e riviste, TeleNews, TV ITA, Video e trailer.
trackback

Lo spazio “TeleNews – Notizie dal mondo della televisione” raccoglie – segnalandone le fonti di provenienza – notizie ed argomenti vari, legati al mondo dello spettacolo e della televisione italiana e straniera, e che finora non hanno trovato posto in altri appuntamenti abituali del blog.
Se avete segnalazioni da fare, lasciate il vostro messaggio qui.

  • Berlusconi insulta Lerner in diretta: “Lei conduce un postribolo televisivo”
    Silvio Berlusconi perde le staffe e telefona in diretta lunedì sera a “L’Infedele” di Gad Lerner insultando la trasmissione, il conduttore e anche gli ospiti, o meglio le ospiti, definite “cosidette signore”. Mentre si parlava del caso Ruby, ormai alla fine del programma, il premier chiama in studio. Lerner non si aspetta la valanga che lo avrebbe investito di lì a poco, dopo un saluto tirato. “Una trasmissione disgustosa, una conduzione spregevole, turpe, ripugnante”, è l’incipit del presidente del Consiglio che poi continua: “Ho sentito delle tesi false, lontano dal vero ho visto una ricostruzione della realtà lontano dal vero”. Lerner non perde la testa e resta pacato chiedendo solo a Berlusconi perché non va dai giudici. Ma il premier non sente nessuno e continua la sua prepotente intemerata e al conduttore replica: “Io so quello che sto dicendo lei no”. Poi prosegue: “Avete offeso la signora Minetti che è una splendida persona, intelligente, preparata seria. Si è laureata con 110 e lode, di madre lingua inglese e si è pagata gli studi lavorando. Vale molto di più delle cosidette signore presenti”. Ovvero Carmen Llera Moravia, Ilaria D’Amico, Lucrezia Lante della Rovere e la “rottamatrice del Pdl” Sara Giudice ( a parte Iva Zanicchi e Maristele alle quali però il premier non si riferiva). A questo punto Lerner replica: “Le signore non sono cosidette e lei è un cafone”.
    Ma il premier è fuori dalla grazia di Dio e va avanti ribadendo ancora una volta di aver avuto solo “rapporti di amicizia e di affetto” sia con Nicole che con le altre “ospiti”. Il finale è ancora più sconcertante. “Finisco – dice Berlusconi – invitando l’onorevole Iva Zanicchi ad alzarsi e venire via da questo postribolo televisivo”. L’eurodeputata del Pdl si alza, difende Berlusconi ma alla fine non obbedisce e resta in studio fino alla fine della puntata.
    Per il capo del governo, quella di stasera, è la terza ‘incursione’ a sorpresa in diretta televisiva degli ultimi sei mesi, non contando il tentativo respinto da Floris della settimana scorsa. La prima, altrettanto accesa, fu il due giugno scorso quando a far andare su tutte le furie il presidente del Consiglio fu un servizio di Ballarò sulla manovra economica. A novembre, invece – ma sempre a Ballarò – è stato un reportage sull’emergenza rifiuti. Cambiano gli argomenti, ma cambia di poco o nulla il copione. E anche stasera, a ‘sfumare’ lo sfogo del premier, è stato immancabilmente il suono della linea telefonica interrotta.
    (fonte: “La Repubblica”, 25 gennaio 2011)
  • Trafugata la salma di Mike Bongiorno
    Scoperta choc nel cimitero di Dagnente, piccola frazione di Arona, sul lago Maggiore: la tomba che ospita la salma di Mike Bongiorno, scomparso nel settembre di due anni fa, è stata trafugata. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri. Per ora non si conoscono i particolari del singolare furto anche se il caso ha immediatamente riportato alla mente degli investigatori un altro clamoroso colpo che venne messo a segno dieci anni fa sempre in un cimitero della zona, a Meina, dove venne trafugata la bara di Enrico Cuccia, il presidente di Mediobanca, per chiedere un riscatto. Allora i due autori del furto vennero arrestati.  Bongiorno, stroncato da un infarto mentre si trovava a Montecarlo, avrebbe potuto essere sepolto al Famedio, nel cimitero monumentale di Milano, ma proprio per rispettare la sua volontà era stato scelto il piccolo cimitero con vista sul lago. A Dagnente c’è la villa della moglie, Daniela Zuccoli e lì il presentatore ha vissuto molti momenti felici, dal matrimonio del figlio Nicolò al battesimo dei tre nipotini.
    “Siamo sgomenti e increduli. Ci siamo raccolti in famiglia davanti all’accaduto”. Lo ha detto all’ANSA Michele Bongiorno junior, figlio primogenito di Mike Bongiorno. “Non ci sono parole per commentare l’accaduto – ha aggiunto – è successo questa notte e l’abbiamo saputo un’ora fa. Adesso ci sono le forze dell’ordine che se ne stanno occupando, noi non abbiamo davvero parole”.
    (fonte: “La Repubblica”, 25 gennaio 2011, articolo di Meo Ponte)
  • I padroni di Sanremo
    Il Festival di Sanremo è uno show televisivo mostruoso e incontenibile, che si rinnova ogni anno, nel 2011 in calendario dal 15 al 19 febbraio, su un copione consolidato, ma con continui, stravaganti aggiornamenti. Le canzoni, da tempo, paradossalmente abbassano gli ascolti, quindi, ecco la prima finzione, sono ormai solo un pretesto televisivo per il varietà, gli ascolti si inseguono con ospiti a sorpresa e provocazioni: da Gorbaciov a Tyson, dal Moulin rouge a Dita Von Teese, regina del burlesque, dal caso Morgan a Belen, entrambi profumati di scandalo, fino ai temi esistenziali più delicati, l’eutanasia, l’emarginazione dei gay, perfino le guerre, la fame nel mondo!
    E i cantanti, una volta al centro della manifestazione? Tra quelli pomposamente definiti big (a ciascuno, un rimborso spese di ben 48 mila euro) molti sono privi di appeal o stanchi e logori: dagli eterni Al Bano e Patty Pravo ad Anna Oxa e Luca Barbarossa, da Max Pezzali a Francesco Tricarico e Anna Tatangelo. Mentre gli altri, i giovani, nella categoria debuttanti, spinti da umano entusiasmo e inoculate illusioni, pur di farsi scegliere e promuovere a Sanremo sono pronti a sacrificare i risparmi loro, dei parenti, degli amici e le risorse degli sponsor (da 100 mila fino a, si mormora, mezzo milione di euro). Mentre i grandi cantanti, quelli affermati e prestigiosi, a Sanremo non vanno mai: non solo i leggendari Celentano e Mina, ma anche Ligabue, Ramazzotti, Laura Pausini, Rossi, Zero, Dalla, De Gregori, Baglioni, Milva, Conte… Non partecipare a Sanremo è uno status symbol!
    I veri big non vogliono confondersi con l’armata brancaleonide che si forma nei cinque giorni della competizione: un circo, grottesco e patetico, non solo di assistenti e addetti stampa, pierre, parrucchieri e sarti, ma anche questuanti e lacchè, maghi e maghe, intrallazzatori di ogni risma. In una mescolanza ibrida, degna di un piccolo e moderno inferno dantesco, si danno appuntamento mercanti, puttane, lenoni, affaristi di varia caratura, truffatori, vecchie glorie che non accettano l’oblio, autori e scribacchini, ragazzette spudorate, smidollati ambiziosi, trans smaniosi, pornodivi, facce di tolla disposte a tutto pur di trovare una foto con un autografo, autisti, guardie del corpo, smerciatori di coca e di eroina; e, ovviamente appresso a tutti, giornalisti, fotografi, radio e telecronisti, firme famose e rappresentanti delle testate più improbabili.
    Il Festival nacque un lunedì sera, il 29 gennaio 1951. Presentava Nunzio Filogamo: tre serate dal salone delle feste del casinò, per assistere il pubblico pagava 500 lire a biglietto, seduto ai tavolini del bar. Formula supereconomica: 20 canzoni, tutte affidate all’interpretazione di Nilla Pizzi, che vinse con Grazie dei fior, ad Achille Togliani e al duo Fasano. Certo, nessuno, quella sera, poteva immaginare che in pochi anni la minuscola rassegna, apparentemente senza pretese, sarebbe diventata il massimo evento della vita musicale italiana. Se il lussuoso budget televisivo è oggi di 18 milioni e mezzo, le cifre del business, strabilianti, vanno ben oltre: immenso è infatti l’indotto, tale da condizionare il lucro o il flop delle case discografiche e le carriere dei cantanti, con un giro di affari (tra radio, tv, diritti vari, tour, serate, edizioni) calcolato tra i 100 e i 150 milioni di euro.
    Sanremo divora e metabolizza tutto, niente è come sembra. Il chiasso per le canzoni e per la gara, gli antagonismi tra i divi, da qualche anno il crescente e morboso gusto per il gossip, i retroscena, le relazioni amorose, i capricci dei protagonisti, le polemiche sugli ascolti televisivi sommergono tutto ciò che altrove sarebbe pesantemente al centro di cronache nere e giudiziarie. L’episodio più tragico resta quello della morte misteriosa di Luigi Tenco, nell’edizione del 1969. In coppia con Dalida, Tenco proponeva Ciao, amore ciao, eliminata con 38 voti appena su 900. Dopo l’esibizione, Dalida trovò il cadavere di Tenco nella camera 219 dell’hotel Savoy. Versione frettolosamente ufficiale: suicidio con un colpo di pistola alla tempia. Eppure, dopo più di quarant’anni c’è chiè convinto, con validi indizi, che il cantautore sia stato ucciso.
    Un giornalista, Paolo Festuccia della Stampa, del tutto estraneo agli interessi che ruotano attorno al Festival nel mondo musicale, ha provato ad analizzare meticolosamente il reticolato di affari, il colossale business gestito da chi ha il privilegio di organizzare la manifestazione. E ha scoperto che, grazie a una curiosa attribuzione di potere di voto (e di veti) ai componenti dell’orchestra, non dovrebbe essere arduo prevedere e stabilire il percorso delle canzoni in gara (gli orchestrali, infatti, sono scelti dal direttore d’orchestra, scelto a sua volta dagli organizzatori). Non meno arbitrario appare, nel regolamento, il criterio di selezione dei cantanti per la categoria giovani, privo com’è di riconoscimenti oggettivi per il merito: tant’è che numerosi sono già gli esposti e le proteste per discutibili eliminazioni.
    Il retroscena è che il direttore di Raiuno, Mauro Mazza, ha deciso, di fatto, di affidare senza limiti l’organizzazione del Festival al cosiddetto direttore artistico Gianmarco Mazzi e a Lucio Presta. Mazzi non ha un curriculum illuminato da rilevanti successi: ha collaborato ad altri festival, ma ha vinto con Paolo Bonolis, una garanzia, e la straordinaria Antonella Clerici (anche se il mio giudizio può sembrare viziato dal fatto che anch’io curavo quelle edizioni, i risultati parlano chiaro)o floppato (con Giorgio Panariello, vedere intervista alla pagina seguente), a seconda della personalità, decisiva, del conduttore di turno. Discussa da sempre, poi, la decisione di affidarsi a una direzione artistica esterna, quando in Rai sono numerosi i dirigenti competenti, oppure, come suggerito ancora a dicembre da un consigliere di amministrazione, Antonio Verro, basterebbe affidarsi al prestigio di un personaggio super partes, per esempio Renzo Arbore.
    Pur privo di un ruolo ufficiale, Presta è il vero dominus nell’ombra: rappresenta il fior fiore di personaggi televisivi e sa bene come far pesare questo potere. A Sanremo e nei palinsesti. Nulla si muove senza la sua volontà e il suo consenso: ingaggi, conduttori, autori, cantanti, ospiti, strutture di lavoro. Mai, neanche autentici boss come Gianni Ravera (Forlani)e Adriano Aragozzini (De Mita), in passato godettero di un simile potere, nonostante il sostegno, all’epoca decisivo, dei leader della vecchia Dc.
    Come finirà? Intorno al caravanserraglio, alla vigilia è diffuso lo scetticismo. A cominciare dal Quirinale: Giorgio Napolitano (che avrebbe gradito ben altra celebrazione del 150esimo anniversario dell’unità d’Italia) non ha risposto finora alle sollecitazioni a intervenire. Quanto agli ascolti, basteranno le chiacchiere, sia pur pruriginose, legate a Elisabetta Canalis e Belen,e ai loro fidanzati, George Clooney e Fabrizio Corona, per emulare lo straordinario successo di Antonella Clerici nel 2010? Gianni Morandi nel 1972 partecipò per la prima volta come cantante, 39 anni dopo torna come conduttore: perché ha accettato, come si dice in gergo, «di metterci la faccia?» Per un compenso, 800 mila euro, inferiore a quello di Bonolis, Baudo e Fazio? O per il business indotto? Risposta elementare: se vince, sarà una medaglia in più; se fa flop, non pagherà dazio, il suo vero mestiere è un altro. Intanto Lucio Presta, come un novello «Grande Gatsby», non porta più l’amata pistola, ma dal suo faraonico yacht impartisce ordini minuziosi. A Mazzi ha suggerito di pretendere un contratto biennale: non si sa mai. E su questo,e su altro, si è accesa la curiosità di chi non si lascia incantare dalla suggestione, sempre più démodé, del circo e delle canzonette.
    (fonte: “Panorama”, 21 gennaio 2011, articolo di Cesare Lanza)
  • Morgan a “Chiambretti Night”
    Morgan è intervenuto domenica scorsa alla registrazione della puntata di “Chiambretti Night” in onda venerdì prossimo su Canale 5.
    Interpellato da Piero Chiambretti, nella sua “prima volta” a Mediaset, Morgan ha scherzato: “Potrei anche chiudere la mia carriera qui”.
    Poi su Sanremo con Patty Pravo: “andremo com…patti”.
    Sull’intervista che creò scandalo e l’eliminazione da Sanremo l’anno scorso: “si è chiuso un cerchio. Quello che ho fatto in questo anno lo rifarei. E’ successo. Nietzsche diceva che bisogna dire sì alla vita, anche se si è sbagliato”.
    Sul matrimonio: “è un gran risparmio di carabinieri, è farsi la guardia l’un l’altro. E’ il contratto per eccellenza. Io sposo la convivenza”.
    Infine Morgan ha suonato al piano una sua personalissima “marcia nuziale” ai “promessi sposi” Eleonora Abbagnato e Federico Balzaretti, ospiti in studio.
    (fonte: com. stampa Mediaset, 23 gennaio 2011)

  • Non arriva a fine mese la vincitrice di “Italia’s Got Talent”
    Dalle stelle alla fatica di arrivare a fine mese. “Dopo aver vinto ‘Italia’s Got Talent’, – spiega la cantante lirica Carmen Masola al settimanale “Diva e Donna” – non ho più sentito nemmeno Maria De Filippi che aveva prodotto il talent show, oltre a essere in giuria con Gerry Scotti e Rudi Zerbi. Tutti i concorrenti di ‘Amici’ dicono che Maria ti segue sempre, invece con me non è stato così”.  La vincitrice del programma “Italia’s Got Talent” Carmen Masola, paragonata da molti a Susan Boyle, arrivata alla fama internazionale grazie alle doti canore. “In trasmissione mi dicevano: ‘vivrai di musica’, ma oggi sono disoccupata. Dopo il programma sono rimasta sola e senza successo”.  La cantante spiega anche che “con i soldi vinti a ‘Italia’s Got Talent’ sono riuscita a saldare molti debiti, ma ora non arrivo a fine mese. Hanno fatto poca pubblicità al mio album ‘Vissi d’arte’: c’è gente che mi chiede ancora quando uscirà e altri che non lo trovano nei negozi”. La cantante prova a darsi delle spiegazioni: “Forse il meccanismo del programma non ha funzionato: capisco che ‘Italia’s Got Talent’ possa essere stato un esperimento televisivo, ma – conclude – non si può giocare con le vite degli altri creando illusioni”.
    (fonte: TgCom – “Diva e Donna”, 24 gennaio 2011)
    A seguire, la risposta diffusa dall’ufficio stampa di “Italia’s Got Talent”.

    In merito alle dichiarazioni rilasciate al settimanale “Diva e Donna” da Carmen Masola, vincitrice della prima edizione del talent show “Italia’s Got Talent”, si precisa quanto segue:
    “Carmen Masola ha vinto un premio del valore di centomila euro e ha ottenuto un contratto di un anno con la major discografica Sony.
    I giudici Scotti, De Filippi e Zerbi (con il pubblico, via televoto), sono strati il tramite dell’eventuale successo della cantante Masola, consegnandole un premio in denaro che non farebbe  certo presupporre un disagio economico a distanza di soli otto mesi. Carmen ha avuto inoltre, fuori dal regolamento del programma, la promessa, immediatamente mantenuta, della realizzazione di un disco per il quale proprio uno dei giudici, Rudy Zerbi, ottenne la produzione e la cura di un Maestro come Celso Valli, numero 1 della produzione musicale italiana nel mondo, che ha appunto firmato il disco della signora Masola.
    Spiace vedere come un talento della portata di Carmen versi in difficoltà ma il rammarico della produzione non può certo essere quello di averle dato un’occasione di tale portata che forse oggi lei confonde con “illusione” ma la produzione di un disco, un contratto discografico con una grande etichetta e centomila euro sono tutt’ altro che un’illusione.
    Purtroppo le delusioni che chi vorrebbe vivere d’arte spesso è costretto a subire, a volte offuscano la vista al punto di accusare gli unici che ti hanno dato forse la sola  vera occasione.
    Se a Carmen mancano risposte lavorative riguardo agli investimenti pubblicitari e quant’altro, forse però le domande andrebbero rivolte  alla casa discografica con cui Carmen ha un contratto. Ma questo comporterebbe meno clamore suoi giornali?
    (fonte: uff. stampa “Italia’s Got Talent” – 25 gennaio 2011)
  • E’ quasi fatta per Fiorello (gratis) a Sanremo
    La prima serata è quella decisiva. Partire bene, con una buona audience, può essere decisivo per tutta l’edizione del Festival. Non a caso, spesso, in passato l’ospite d’apertura è stato Fiorello. Anche stavolta dovrebbe essere così. Nonostante, nell’ultimo intervento affidato a “Vita & Pensiero”, la rivista dell’università Cattolica, abbia parlato del timore di fare flop che assale i big, lui compreso, ora Fiorello vuol farsi rivedere in tv (non si vive di soli spot), in attesa di un possibile ritorno in radio.
    Dopo la visita di Morandi a Cortina d’Ampezzo per convincerlo, il numero uno degli showman italiani sta definendo i dettagli della sua partecipazione che, quasi certamente, avverrà a titolo gratuito.
    (fonte: “Il Giornale”, 24 gennaio 2011, articolo di Maurizio Caverzan)
  • Alessia Marcuzzi firma per altri tre anni con Mediaset
    Intervistata da Tv Sorrisi e Canzoni, in edicola da oggi martedì 25 gennaio, Alessia Marcuzzi difende questa edizione del “Grande Fratello” soprattutto dopo le polemiche sulla bestemmia di un concorrente espulso: «Quest’anno abbiamo voluto dare un segnale affinché non si dica che ogni anno il GF è peggio degli altri anni». Sui concorrenti accusati di volgarità dice: «Ci chiedono sempre bravi ragazzi, laureati, non aggressivi, che non abbiano un’immagine volgare, ma gli autori devono dare uno spaccato della nostra società. Noi li mettiamo i ragazzi laureati, ma poi vengono eliminati dal pubblico… Il pubblico vuole vedere il concorrente ruspante, quello buffo, che non sa parlare bene l’italiano. Perché si ride di più».
    Sul regolamento che viene modificato di puntata in puntata la conduttrice spiega: «Non possiamo permetterci di rendere prevedibile il gioco, i concorrenti sono cresciuti a pane e GF e sono furbi, sanno come muoversi, come agire sulle nomination, così di puntata in puntata spiazziamo i loro giochi».
    Circa il suo futuro al GF la Marcuzzi afferma: «Tutti gli anni dicono che è la mia ultima edizione», mentre sul suo ipotetico passaggio in Rai precisa: «Ho appena firmato con Mediaset un contratto per altri tre anni. Sono qui da quando avevo 23 anni, faccio un lavoro di squadra e faccio quello che l’azienda mi chiede».
    Infine sulla concorrenza con “L’isola dei famosi” che debutterà il 14 febbraio su Raidue la conduttrice rivela: «Non sono preoccupata, noi continuiamo così. Mi dispiace solo che il lunedì sera ci siano due reality, nella controprogrammazione a volte lo spettatore non ha la possibilità di vedere cose diverse».
    (fonte: com. stampa Mondadori, 24 gennaio 2011)

LA TV IN EDICOLA

  • “SORRISI E CANZONI TV” n°5/2011
    Il numero in edicola dedica la copertina a Lorenzo “Jovanotti” Cherubini, in occasione del suo nuovo album dance “Ora”.

SPAZIO REALITY

GRANDE FRATELLO 2010/11 puntata 15

  • Eliminata Olivia; Nando: “Marghe’ sono stato confuso”
    La quindicesima puntata del Grande Fratello doveva essere una serata dedicata ai chiarimenti, su tutti quello fra Nando e Margherita, ma ancora una volta lo studio si è trasformato in un’arena dove Pietro e Giuliano, come due leoni liberati dalla gabbia della Casa, hanno litigato con forza un po’ tutti.
    Così dopo cento giorni di reality, il traguardo è stato tagliato ieri sera alla mezzanotte, chi è rimasto dentro ha forse un po’ meno voglia di litigare (anche lo stesso Davide “addolcito” da Erinela), mentre chi è fuori è rimasto così come si erano fatti conoscere.
    Davide: «Mi sono innamorato di Erinela»
    «Quasi non ti riconosco più» esordisce la Marcuzzi parlando del “nuovo” Davide che in quest’ultima settimana si è completamente lasciato andare alla passione con Erinela. Il diretto interessato è convinto: «Sono innamorato. Trovo in lei tutto quello che vorrei da una donna» e la bolognese conferma gli stessi sentimenti. Spettatrice di questo nuovo amore è ancora una volta Rosa: «Il brutto per me perchè è come se fossi costretta a vedere un film che non vorrei guardare». La nuova relazione però ha destato disappunto non solo per la casertana, ma anche per gli altri inquilini: i due “piccioncini”, infatti, si sono completamente isolati: «C’è chi fa il Grande Fratello e chi il “Grande Albergo”» commenta Roberto.
    Come promesso alla vigilia, la Marcuzzi sottolinea come le parole e il comportamento usato da Davide con Erinela abbiano molte analogie con quanto già vissuto dal catanese con Rosa e Olivia. Viene così mostrato un video dove frasi tipo “Non riesco a starti lontano”, “Sei bella e intelligente”, “Io voglio solo te” si ripetano in tutte e tre le storie. Davide replica: «Dipende anche dai momenti e dai modi con cui sono state dette», ma Erinela non sembra preoccuparsi: «Non mi interessa di niente, nè di quelle immagini. Mi vivo Davide ora».
    Nando a Margherita: «Mi sono rincoglionito»
    E’ il momento del primo grande chiarimento della serata. Nando ha la possibilità di chiarirsi con Margherita e, soprattutto, tentare di mostrare il proprio pentimento per averla lasciata. Alla speaker di Varese viene mostrato un video di “Domenica Cinque” dove una ragazza sostiene di aver avuto una relazione con l’operaio di Pomezia. «Che schifo – commenta Margherita che aggiunge in maniera ironica: «Ma almeno sceglitene una bella, è un cesso».
    Dietro la parete mobile, oltre alla bambola Carlotta, compare anche Nando visibilmente emozionato. Il ragazzo cerca di spiegare, incalzato dalle domande della concorrente, il suo comportamento e la lettera di addio: «Ho avuto paura. Non è vero niente di quello che ho scritto nella lettera, mi pento di quello che ho fatto. Ti ho seguito durante tutta la settimana. Non ho donne, ho solo te, tu mi devi credere, io ti aspetto fuori, poi vedi tu se darmi la possibilità!». Ma Margherita insiste: «Dimmi perché dopo tre giorni?! Spiegamelo!» e lui, non sapendo più che parole utilizzare, si arrende a un diretto: «Mi sono rincoglionito, come te lo devo dire?».
    Olivia eliminata, Biagio rimane nella Casa
    Arriva il momento dell’eliminazione. Il televoto settimanale ha visto contrapposti Biagio e Olivia. Dopo il solito rito in cui vengono mostrati i commenti dei loro coinquilini (Olivia passa per persona che mette “zizzania”, Biagio per uno che «sente figo ma non lo è»), arriva la busta in studio. A dover abbandonare la Casa di Grande Fratello è Olivia che perde definitivamente la possibilità di aggiudicarsi il montepremi finale.
    Pietro a muso duro con il fratello di Guendalina
    Accolto da un «Sei bellissimo» entra in studio Pietro, squalificato due settimane fa per bestemmia. Il ragazzo sembra tranquillo, ma basta poco per accenderlo. Il primo battibecco va in scena con Sheila: «Ho letto su una rivista che hai detto “l’unico difetto di Ilaria è Pietro Titone”. Ti piacerebbe avere quel difetto vero?». La “gossippara” della Casa cerca di controbattere, ma il toscano la chiude in un angolo: «Sei uscita cinque puntate fa, ora grazie a me sei riuscita a farti inquadrare. Basta così».
    Chiarita la sua relazione con Ilaria («La prossima settimana andiamo a convivere a Milano»), la Marcuzzi non poteva non tirare in ballo la storia con Guendalina: «Che cosa sarebbe successo se non fosse entrata Ilaria?». Pietro, ancora sprezzante, replica: «Avremmo fatto tre bambini, no? Non so che cosa sarebbe potuto succedere». Viene data la parola al fratello della mamma romana che attacca subito il toscano: «Tu hai usato mia sorella!». L’ex concorrente del Grande Fratello non ci stà, si alza e va a muso duro verso il fratello di Guendalina: «E’ lei che ha usato me. E anche tu mi stai usando, perchè vuoi sempre essere in televisione. Ho sentito che hai detto che ti sarebbe piaciuto uscire con la mia Ilaria. Non te la puoi neanche sognare».
    La prova di maturità con guest star a sorpresa
    Confermando le anticipazioni della vigilia Luca & Paolo, Ambra Angiolini e Ricky Memphis mettono in atto un’incursione dentro la Casa: i quattro, tutti protagonisti del film “Immaturi” in questi giorni al Cinema, compongono la commissione d’esame che deve testare la conoscenza di Guendalina, Raoul e Nathan. La gag è al limite dell’imbarazzante con Raoul che non ha dubbi sulla posizione geografica della Sicilia, senza parlare della coniugazione dei verbi. Sembra di rivivere una puntata de “La Pupa e il Secchione” quando Nathan scambia Dante Alighieri per Picasso o quando crede che Cicciolina sia Lady Diana. Proprio su quest’ultima domanda Raoul scalpita dal banco perchè sembra particolarmente preparato sul tema della pornografia.
    Giuliano: «Io sono il numero uno, voi uno zero»
    Dopo Pietro, arriva il turno dell’ex gigolò eliminato lunedì scorso al televoto. Già in settimana Giuliano aveva invitao in Casa un videomessaggio al veleno nel quale non ha risparmiato commenti cattivi per nessuno. Ora gli tocca guardare un video che raccoglie le parole non proprio gentili degli altri inquilini. «Di tutto quello che dicono loro a me non frega un cavolo, sono sicuro di me. Io vivo e lascio vivere. Non provoco mai, non rispondo mai» continua a insistere il “sosia di Malgioglio” sicuro di se stesso. Poi gli scontri con Clivio («Ma torna a dormire, è la prima volta che ti vedo sveglio da quando ti conosco», Jimmy («Per me lui è solo un pagliaccio e mi è sembrato anche gay: mi voleva sempre baciare») e Angelica («Non ti ho mai vista baciare Ferdinando con la stessa intensità con cui hai baciato le donne»). Ferdinando però riesce a pungerlo nel vivo: «Giuliano, come si sta fuori?», ma lui conclude: «Io sono il numero uno e voi uno zero. Punto!».
    Matteo e l’amore per Francesca
    In studio arriva Matteo, anche lui accolto dai cori di apprezzamento del pubblico femminile. Il tema che lo riguarda ovviamente si concentra sull’amore per Francesca e, per questo motivo, gli viene mostrato un video con immagini inedite della sua fidanzata: «Nella Casa eri il mio sostegno, il mio ossigeno. Sono qui per dirti grazie perchè hai scelto me. Oggi vedo esaudirsi la mia preghiera, incrociando gli occhi di un principe che ha in sè i valori e i sacrifici di una famiglia meravigliosa. Un principe che con la sua forza nobilita ogni suo gesto e io non so cosa ho fatto per meritarmi la sua dedizione. Ciao amore». Infine, a sorpresa, l’abbraccio con la sua amata in studio.
    La bellissima fidanzata di Andrea: «Ti amo»
    Roberto nella scorsa puntata aveva insinuato un tradimento della fidanzata dell’italo-giapponese, Silvia ha deciso di dire la sua con un videomessaggio. «Non credere a quello che ti hanno detto. Non ti devi preoccupare di me. Sono qui che ti aspetto», lo rassicura la ragazza e rivolta a Roberto in inglese: «Fatti gli affari tuoi…». Andrea commosso: «E’ un’emozione fortissima, ne avevo proprio bisogno perché mi mancava troppo». Allo scoccare della mezzanotte Andrea festeggia il compleanno in diretta, tra gli abbracci degli amici in Casa.
    Tre concorrenti in nomination
    Mentre dura ancora l’immunità per alcuni concorrenti, i nominabili di questa settimana sono: Andrea, Jimmy, Nathan, Roberto e Biagio. Come era immaginabili a rischiare l’eliminazione saranno gli ultimi tre arrivati: Biagio, Nathan e Roberto.
    (fonte: “La Stampa”, 25 gennaio 2011 – articolo di Fulvio Cerutti)

AMICI 2010/11 puntata 3

  • Esce Diana Del Bufalo, e Platinette si spoglia per protesta
    Con l’eliminazione di Diana Del Bufalo, la decima edizione di Amici perde non solo una cantante, ma anche un personaggio. Talvolta così “strana” da non poter credere che ci sia, ma che ci faccia. Però diversa dalle altre concorrenti e, anche per questo, Platinette ha reagito spogliandosi per protesta alla sua eliminazione.
    La sua uscita è avvenuta in una serata speciale per la categoria dei cantanti: Marco Carta, Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Valerio Scanu e Marco Mengoni sono stati gli ospiti eccezionali della puntata che hanno dovuto esibirsi in duetto con le voci dei concorrenti ancora in gara. Immancabile che, in una puntata di questo tipo, la parte di ballo sia rimasta un po’ in secondo piano anche perchè, come ammette la stessa Maria De Filippi, l’attenzione è quasi sempre più sulle liti fra Cannito e la Celentano che sulle prove dei ragazzi.
    Il duetto Annalisa-Alessandra Amoroso con “Immobile”
    Iniziano i duetti con i “big”. La prima ad esibirsi nel duetto è Annalisa che canta “Immobile” con Alessandra Amoroso. L’esibizione è preceduta da un rvm che racconta il momento dell’incontro tra le due ragazze. La vincitrice dell’ottava edizione di Amici non riesce quasi a parlare, travolta dalle emozioni che forse le ritornano fuori rientrando in una realtà che l’ha resa grande. Platinette coglie l’occasione per dare un consiglio ad Annalisa: «Se puoi fatti scorticare la pelle come fa Alessandra. Tu hai la bravura, ma ti devi fare un po’ pelare dalla vita. Perchè se non riesci a farlo, allora non potrai cantare come lei».
    Il duetto Virginio-Emma Marrone con “Calore”
    Sempre nella seconda sfida, c’è il secondo duetto della serata: Virginio canta “Calore” con Emma Marrone, la vincitrice della nona edizione di Amici. Mara Maionchi commenta così la loro prova: «Complimenti, Emma sa che cosa è l’erotismo. Lo conduce molto bene. E’ molto convincente. In quello che canta si capisce che cosa vuole».Anche tu Virginio ha cercato di stare alla sua altezza, devi fare ancora uno sforzo ma io credo che ci sei vicino» . Un po’ meno convinto Platinette: «Virginio, scongelati un po’. Hai di fronte una specie di tizzone ardente e tu sembra che manco la vedi».
    Il duetto Diana-Marco Carta con “Dentro ad ogni brivido”
    Marco Carta ha scelto di duettare con Diana perchè è «svampitissima, non ci sta con la capoccia come me». I due si esibiscono sulle note di “Dentro ad ogni brivido”. Mentre Mara Maionchi e Platinette fanno i complimenti ai due cantanti, si consuma l’ennesimo siparietto di Diana. Rudy Zerbi, infatti, si dice disponibile a lasciare campo a Marco Carta nel cuore di Diana, ma la ragazza non ci sta e preferisce ancora il suo “proffi”.
    Il duetto Antonella-Valerio Scanu con “Tutte le volte che”
    Il cantante vincitore di Sanremo 2009, con un look da “leoncino” sceglie Antonella perchè «al momento sento di dire molte cose, abbiamo molte cose in comune». Il commento spetta a Luca Jurman: «Sono molto contento del percorso che sta facendo Antonella, anche se devo dire che questa sera ha commesso un paio di errorini. Ma va bene così»
    Il duetto Francesca-Marco Mengoni con “Un giorno qualunque”
    E’ il momento dell’unico outsider della serata fra i big: entra infatti Marco Mengoni, vincitore di X Factor, il talent rivale della Rai. Per farlo sentire a suo agio Maria De Filippi gli fa subito notare che in commissione c’è Mara Maionchi, ma il ragazzo sembra molto rilassato visto che si improvvisa in una imitazione della produttrice. Il secondo classificato a Sanremo 2009 ha scelto di duettare con Francesca con cui condivide la passione per i capelli sparati. Il brano scelto è “Un giorno qualunque”. Il primo giudizio è ovviamente quello della Maionchi: «Devo dire che Francesca è stata brava. Cantare con Mengoni è una disgrazia, nel senso che lui è un fuoriclasse assoluto». Platinette si spinge oltre: «E’ un bel matrimonio. Non solo fra talent differenti, ma anche fra due cantanti. Qui c’era il rischio di strafare, ma così non è stato».
    Altro duetto tra Virginio ed Emma con il brano “Cullami”
    Virginio ha la possibilità di esibirsi nuovamente con la vincitrice della passata edizione del talent show. Al termine della prova, cantata sulle note di “Cullami”, il ragazzo chiede il parere di Zerbi che si dice soddisfatto: «Sono contento che tu mi dia la possibilità di parlare di te perchè nelle ultime settimane non ne ho avuto occasione. Sinceramente, te lo dico ora, ho visto che la forza che dovevi tirare fuori e di cui parlavamo tanto tempo fa l’hai fatta con tutte le scelte che hai preso e stai dimostrando che hai una cosa dentro, meravigliosa, che stai tirando fuori. Sono molto, molto orgoglioso di te. Bravo Virginio».
    La squadra bianca vince la sfida
    In questa serata dominata dai duetti e intervallata dalle sfide di ballo, al solito contraddistinte dalle litigate fra Cannito e la Celentano, è comunque previsto il giudizio finale della serata: è la squadra bianca a vincere la puntata. Dovrà dunque uscire uno dei concorrenti della squadra avversaria. In base al nuovo meccanismo di eliminazione, però, tutti i componenti della squadra blu possono esibirsi. I bianchi indicano subito Francesca e la ragazza si esibisce contrapposta a Virginio sulle note di “The wall” e la commissione ritiene abbia superato la prova. Come per la ragazza leccese, poi tocca ai suoi compagni di squadra che risultano tutti “promossi”. L’unico a non doversi esibire è Denny che ha goduto dell’immunità.
    Diana viene eliminata e Platinette si spoglia
    Tocca quindi alla commissione esterna decidere chi sia meno meritevole di rimanere all’interno del talent show fra i quattro componenti della squadra blu che si sono esibiti. Nel rush finale che vede contrapposte Francesca e Diana è quest’ultima ad avere la peggio e a dover lasciare il programma. Scatta improvviso lo show di Platinette che si spoglia per protesta che rimane a torso nudo in bretelle: «Non è per fare una scena, che tanto a quest’ora non serve a nessuno. E’ solo per sottolineare per l’ennesima volta che la diversità, intesa come quella di Diana, non viene premiata di fronte a un talento completo, una donna che sa essere spiritosa. Emergono i soliti stereotipi che non sopporto. Preferisco la sua diversità che è completezza dell’artista. Questo mi fa inc***. Lei ha tutto e deve andare via! perchè quando si facevano i musical una così sarebbe stata preziosa? Sarebbe preziosa tutt’ora, questa è una perdita. Solo perchè lei non è conforme agli altri talenti, solo perchè lei non è magra come tutte le altre, non è strafig* come tutte le altre, però è bella, è brava e parla un bell’italiano, parla e canta in inglese come nessun’altra. Ditemi perchè?». Diana è corsa ad abbracciarlo e l’eclettico opinionista del programma ha salutato tutti ed è andato via.
    (fonte: “La Stampa”, 24 gennaio 2011 – articolo di Fulvio Cerutti)


Segnalazioni da proporre per questo spazio? Scrivete subito all’indirizzo e-mail di questo blog.

Annunci

Commenti»

1. Fasbi - 25/01/2011

Che ci fà Bondi ad Amici:D

2. enry - 25/01/2011

Disgustosa la vicenda della bara di Mike…
Molte dure le parole di Carmen Masola , mi dispiace per lei.
GF contro Isola…. scelta assurda e scorretta verso i telespettatori. La maggior parte delle persone (come me) segue entrambi i reality e quindi che farà? Non si può nemmeno vederne uno il giorno dopo, non è una fiction! Spero che cambino idea, anche perchè pure dal punto di vista degli ascolti questa scelta farà male ad entrambi (ma soprattutto all’Isola credo).

Paolo - 25/01/2011

Sarà stata anche una grande Platinette (e lo è stata) ma che spettacolo impietoso vederla in quelle condizioni.

Sull’Isola vs. GF: a me non dispiace (non seguendo il GF) però effettivamente potevano evitarsela. Guarda al lato positivo: il giorno dopo ci leviamo in una sola volta i soliti commenti dei criticoni pseudo-acculturati che criticano reality e poi guardano Zelig e/o telefilm come Heroes. ;)

enry - 25/01/2011

Si, per fortuna avevo già digerito!!

Ahah bella frecciata… ma io come farò????? Cioè sul serio, non so cosa guarderò.

3. IRapeYourMind - 25/01/2011

Ma chi è la tizia di “IGT”?
Ahahahaha ma trovati un lavoro invece di lamentarti se sei così idiota da non saperti gestire tra soldi e lavoro reale ed immaginario non s che dire.

4. zia-assunta - 25/01/2011

Platinette dovrebbe avere la decenza di sparire dalla tv, il Cavaliere vergognoso come al solito ma presto finirà.

5. warrior - 25/01/2011

Vergogna per ciò che è successo alla bara Mike Bongiorno…Nemmeno da morto una persona può riposare…SCHIFO!!!

Scusate la battuta di spirito…Ma la Zanicchi in questa foto sembra un trans…Ma che l’è successo? ahahahahahaha XD

6. cescocesto - 25/01/2011

berlusconi ormai è fuori controllo.

interessante l’articolo su sanremo, che quest’anno è flop annunciato.

zia-assunta - 25/01/2011

la prima andrà bene poi non so.

7. burchio - 25/01/2011

solo cose interessanti(a parte i riassunti della settimana:D)

sanremo…ovvio che è solo un gran giro di soldi e basta, altrimenti non lo farebbero neanche + a sanremo. è al pari di missitalia programmi obsoleti tenuti su dal “giro di indotti”

IGT, sicuramente una cantante lirica è difficile da smerciare, non mi sembra poco aver azzerato i debiti, penso che l’intervista sia scritta un po’ coi piedi…giusta la frecciatina che dice che la maria ti segue…ti segue se fai soldi sennò ti butta(ma a me non stupisce neanche sto fatto), ha fatto bene a dirlo, magari qualcuno la sente e non va ai provini.in tv ormai c’è di tutto ed è in continuo cambiamento, chi va in tv deve arraffare il bottino e goderselo in maniera oculata fino a che dura.

berlusconi no comment non ha altro da fare che telefonare a tutte le trasmissioni in diretta

mike povero mike…bisognerà modificare la sigla R.I.P. xkè coi cervelli del 2011 neanche nella tomba sei in pace e al sicuro. che schifezza.

8. ABREdoskoi - 25/01/2011

La Masola non so cosa pretendesse: ha vinto, ha avuto un contratto e fatto un disco. Il suo risultato l’ha raggiunto, no? Già io non mi ricordavo nemmeno il nome, se la gente non sa nemmeno che è uscito il disco, vuol dire che il successo non è arrivato. Fine. Che si metta l’anima in pace. Cara Carmen, tu non arrivi alla fine del mese, ma mica solo tu, sai? Almeno non hai più i debiti, ringrazia quello.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: