jump to navigation

Cinema Festival #205 – Box Office del 21-23 gennaio 2011 – Polemiche sull’Onda calabra di Cetto La Qualunque – I poster: Drive Angry 3D, East Fifth Bliss – Varie dal mondo del cinema (due nuovi film di Matrix?, Anthony Hopkins sarà Hitchcock, The Other Side of the Wind) – Le uscite USA del 28 gennaio 2011: The Rite, The Mechanic, From Prada to Nada 26/01/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema Festival, Classifiche, Film, Video e trailer.
trackback

cinemafestival Questo spazio amplia le informazioni già presenti negli altri appuntamenti dedicati al Cinema di questo blog, e propone le classifiche del box office italiano e statunitense dello scorso week-end, una nuova locandina di film prossimamente in uscita ed i trailer originali dei film in uscita nel prossimo week-end negli Stati Uniti (per i film in uscita in Italia visitate lo spazio settimanale Al cinema…).

BOX OFFICE ITALIA
Week-end 21 – 23 gennaio 2011

Irrompe in vetta alla classifica “Qualunquemente”, la nuova commedia con Antonio Albanese/Cetto La Qualunque, che ottiene la notevole media per copia di 9.793 €; scende in seconda posizione la commedia italiana “Che bella giornata” con Checco Zalone, che ormai è il film italiano più visto di sempre anche in termini di pubblico; terzo posto per la nuova commedia italiana “Immaturi”, con Ambra Angiolini, Raoul Bova, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu (7.733 € la media per copia); soltanto quinto, e sotto il milione di euro, il nuovo film di Michele Placido “Vallanzasca – Gli angeli del male”. Fuori dalla Top 10 altre due nuove uscite del week-end, il dramma “Segui il tuo cuore” con Zac Efron (undicesimo, con 135.279 €) ed il nominato agli Oscar “La donna che canta” (dodicesimo, con 74.919 €).
Escono dalla Top 10 invece “La Banda dei Babbi Natale”, che dall’ottavo posto passa al 19°, e “The Tourist”, dal nono posto al 26°. La commedia italiana “Benvenuti al Sud”, rimasta soltanto in tre sale, è arrivata al totale complessivo di 29.811.877 €, e fatica a raggiungere l’obiettivo di scavalcare in classifica dei film italiani più visti della storia l’ormai secondo classificato “La vita è bella” di Roberto Benigni (a quota 31.479.000 €).
Gli incassi sono basati su dati Cinetel. Tra parentesi, accanto al titolo dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Qualunquemente” (NE) 5.395.840 € (Tot. 5.395.840)
  2. “Che bella giornata” (1) 4.332.063 € (Tot. 38.656.790)
  3. “Immaturi” (NE) 3.278.926 € (Tot. 3.278.926)
  4. “Vi presento i nostri” (2) 1.104.532 € (Tot. 4.027.282)
  5. “Vallanzasca – Gli angeli del male” (NE) 986.324 € (Tot. 986.324)
  6. “Hereafter” (3) 722.592 € (Tot. 6.663.076)
  7. “Animals United” (NE) 620.299 € (Tot. 620.299)
  8. “La versione di Barney” (5) 485.779 € (Tot. 1.686.726)
  9. “L’orso Yoghi 3D” (6) 478.657 € (Tot. 1.352.616)
  10. “Skyline” (4) 316.937 € (Tot. 1.448.019)

BOX OFFICE USA
Week-end 21 – 23 gennaio 2011
Unica novità della Top 10 direttamente in testa: è la commedia romantica “No Strings Attached” con Natalie Portman e Ashton Kutcher, che però non arriva a 20 milioni di dollari complessivi; scende al secondo posto l’action-comedy “The Green Hornet” con Seth Rogen e Jay Chou; perde una posizione anche la commedia “The Dilemma” con Vince Vaughn e Kevin James.
Gli incassi sono basati su dati forniti da Box Office Mojo, e sono indicati in milioni di dollari. Tra parentesi, accanto al titolo originale dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “No Strings Attached” (NE) 19,65 (Tot. 19,65)
  2. “The Green Hornet” (1) 17,67 (Tot. 63,01)
  3. “The Dilemma” (2) 9,10 (Tot. 32,74)
  4. “The King’s Speech” (4) 7,85 (Tot. 57,31)
  5. “True Grit” (3) 7,33 (Tot. 137,96)
  6. “Black Swan” (5) 5,86 (Tot. 83,25)
  7. “Little Fockers” (6) 4,32 (Tot. 141,11)
  8. “The Fighter” (9) 4,16 (Tot. 72,68)
  9. “Yogi Bear” (8) 3,81 (Tot. 88,64)
  10. “Tron Legacy” (7) 3,64 (Tot. 163,20)

OSCAR 2011, LE NOMINATION
Le ho presentate ieri pomeriggio… leggetele in questo post.

RAZZIE AWARDS 2011, LE NOMINATION
Le ho presentate lunedì… leggetele in questo post.

POLEMICHE SULL'”ONDA CALABRA” DI CETTO LA QUALUNQUE
Sulla re-interpretazione di ‘Onda calabra’, la colonna sonora del nuovo film di Antonio Albanese, divenuta un vero e proprio tormentone, è polemica. Tanto che Peppe Voltarelli, ex-cantante della band Il Parto Delle Nuvole Pesanti che ha lanciato il brano originale scrive una una lettera aperta al regista di ‘Qualunquemente’ sottolineando che la sua rivisitazione ha stravolto “il significato originario” e poetico della canzone che parla di ragazzi che emigrano in Germania.

Non la pensano però così i membri attuali del gruppo musicale, da cui Peppe Voltarelli si è separato sei anni fa. “Abbiamo appreso con grande stupore – scrivono in una nota i componenti della band, Salvatore De Siena, Mimmo Crudo e Amerigo Sirianni – che il nostro ex cantante Peppe Voltarelli in una lettera aperta rivolta ad Antonio Albanese ha asserito che la nuova versione sarebbe una macchietta e gag cabarettistica e che per questo e non per soldi lui non avrebbe dato il consenso all’opera. Ci sia consentito di dissentire totalmente da questo giudizio artistico e da questa ricostruzione della vicenda, non per spirito polemico ma per tutelare le ragioni del Parto delle Nuvole Pesanti e soprattutto per amore di verità”.
Fra le dichiarazioni del ‘Parto’ trova spazio la difesa del personaggio Cetto La Qualunque “simbolo d’inciviltà politica e culturale, si badi non solo calabrese ma nazionale” e l’idea che la versione “Qualunquemente Onda Calabra”, pur essendo “una versione parzialmente diversa dall’originale per testo e stile”, oltre che funzionale al film sia “identica all’originale per lo scopo che persegue, che è quello di denunciare la realtà attuale, con la speranza di un domani migliore”.
“Siamo convinti – evidenziano inoltre – che la versione del film non pregiudichi affatto lo spirito del brano originale”, poiché “il film di Albanese, oltre ad essere una grande opera cinematografica, è anche un autentico gesto d’amore di Antonio verso il Sud, e ci pare davvero offensivo considerare il film macchiettistico”.
A giudizio del Parto delle Nuvole Pesanti, infatti “criticare il film di Albanese e la versione modificata di Onda Calabra significa mettersi dalla parte di chi, come il presidente del Consiglio, ma anche di certi intellettuali partenopei di sinistra, critica Roberto Saviano per avere dato un’immagine negativa della Campania, di Napoli e dell’Italia invece di prendersela con chi quell’immagine la deturpa ogni giorno”.
Infine i membri della band si soffermano sulla paternità dell’opera: “è frutto collettivo”, sottolineano, del progetto Parto delle Nuvole Pesanti e non dei singoli autori.
Quanto poi alla polemica legata alla richiesta di permesso di utilizzo e modifica dell’opera effettuata dalla Fandango, produttrice del film, fanno sapere di essere stati contattati “sin dall’inizio e informati dalla Fandango circa le intenzioni di Albanese. Non solo – proseguono – ci è stato chiesto anche di partecipare e collaborare alla rielaborazione del brano però purtroppo ciò non è stato possibile proprio per la indisponibilità di Voltarelli che non se la sentita di collaborare con il Parto per ragioni a noi rimaste sconosciute. E sin dall’inizio eravamo ben coscienti che la modifica del brano avrebbe avuto il marchio ironico di Albanese ma tutti abbiamo dato l’ok lo stesso alla modifica in modo consapevole”.
(fonte: Adnkronos – 24 gennaio 2011)

IL POSTER
“Drive Angry 3D”
Nello spazio dedicato alle nuove locandine originali di prossimi film in uscita, questa volta ecco il poster del film action-thriller “Drive Angry 3D”, in uscita negli Stati Uniti il 25 febbraio 2011.
Il film, girato in 3-D, diretto da Patrick Lussier e da lui co-sceneggiato insieme con Todd Farmer, vede nel cast Nicolas Cage, Amber Heard, Charlotte Ross, Billy Burke, William Fichtner, Katy Mixon, David Morse, Christa Campbell, Jack McGee, Pruitt Taylor Vince e Marc Macaulay.
Milton (Nicolas Cage) fugge dall’Inferno e vuole vendicarsi degli uomini che hanno ucciso sua moglie e rapito sua figlia: ad inseguirlo arriverà il “Contabile” (William Fichtner), operatore soprannaturale di Satana che ha il compito di riportarlo indietro.

“East Fifth Bliss”
Vi presento anche il poster di “East Fifth Bliss”, un film indipendente di prossima uscita negli Stati Uniti, diretto da Michael Knowles e da lui co-sceneggiato con Douglas Light (quest’ultimo è autore del romanzo su cui il film è basato). Nel cast Michael C. Hall, Sarah Shahi, Lucy Liu, Brie Larson, Chris Messina, Rhea Perlman, Peter Fonda, Christian Campbell, Brad William Henke e Monique Dupree.
E’ protagonista Morris Bliss (Michael C. Hall), un trentenne che guarda la sua vita dipanarsi in modo comico dopo aver iniziato una relazione con la figlia di un suo ex-compagno di liceo.

VARIE DAL MONDO DEL CINEMA

  • DUE NUOVI FILM DI “MATRIX”? REEVES SMENTISCE
    Neo sta per tornare in due nuovi film della saga di ”Matrix”. Lo ha annunciato lo stesso Keanu Reeves intervenendo alla London School of Performing Arts. L’attore ne avrebbe già parlato con i fratelli Wachowski, e sembra, scrive ”Digital Spy”, che ci sia già un accordo di massima tra i tre sull’inizio delle riprese.
    Dopo la diffusione della notizia, è stato Reeves stesso a smentire l’intera notizia, ffermando di non aver mai parlato di due nuovi capitoli in lavorazione, dato che l’incontro pubblico sopra citato alla London School of Performing Arts non ha mai avuto luogo.
  • ANTHONY HOPKINS SARA’ HITCHCOCK
    Anthony Hopkins è in trattative per interpretare il maestro della suspense Alfred Hitchcock in ”Alfred Hitchcock and the Making of Psycho”, adattamento dell’omonimo libro di Stephen Rebello. Lo riporta ”The Hollywood Reporter”.
    Sacha Gervasi dovrebbe dirigere il progetto, che interessa molto alla Paramount Pictures. Il libro di Rebello raccontava di come Hitchcock, all’apice della sua carriera, avesse deciso di girare un piccolo horror (Psycho appunto). Nessuno studio voleva finanziarlo, cosi’ il maestro si intestardi’ producendolo da solo. Lo script di John McLaughlin (che ha co-sceneggiato Black Swan) sara’ piu’ incentrato sulla relazione tra il maestro e la moglie Alma Reville.
  • ANCHE BON JOVI NEL “CAPODANNO A NEW YORK”
    Ci sarà anche Jon Bon Jovi a festeggiare quest’anno “il capodanno” con Robert De Niro, Ashton Kutcher, Michelle Pfeiffer, Hilary Swank, Lea Michele, Abigail Breslin, Sofia Vergara, Jessica Biel, Sarah Jessica Parker, Halle Berry, Zac Efron e Sienna Miller. Ovvero col nutritissimo cast di “New Year’s Eve”, la commedia romantica firmata dallo specialista Garry Marshall, già al timone del precedente “Appuntamento con l’amore / Valentine’s Day”, che di questo nuovo progetto può essere considerato il prequel. La formula almeno è la stessa: un rimpasto di vecchie e nuove glorie hollywoodiane protagoniste di storie d’amore che s’intrecciano a New York. Jon Bon Jovi almeno fa eccezione: è sì una star, ma solo in campo musicale. Ingaggiati anche Seth Meyers e l’attore tedesco Til Schweiger (era il sergente Stiglitz in “Inglourious Basterds”). Il film è atteso nella sale americane il 9 dicembre di quest’anno.
  • QUENTIN TARANTINO PREMIO ALLA CARRIERA AI CESAR
    Sarà il regista americano Quentin Tarantino a ricevere il prestigioso premio alla carriera ai Cesar, gli Oscar del cinema francese, che si terranno il prossimo 25 febbraio a Parigi. Lo ha reso noto il produttore Alain Terzain presidente dell’Accademia delle Arti e Tecniche del Cinema aggiungendo che “con questo premio l’Accademia vuole ricompensare un grande artista internazionale”.
  • ANCHE I PRODUTTORI AMERICANI PREMIANO “IL DISCORSO DEL RE”
    Continua il successo di critica per “The King’s Speech” (‘Il discorso del Re’), il film di Tom Hooper con Colin Firth che ha vito il premio della Producers Guild of America (l’associazione dei produttori cinematografici e televisivi degli States). Il film, che uscirà nelle sale italiane venerdì prossimo, ha gia’ conquistato un Golden Globe come miglior attore per Colin Firth, Cinque British Independent Film Awards, un Wafca (l’associazione dei critici di Washington) a Colin Firth come miglior attore e adesso il Pga.
    La pellicola ha anche quattro candidature per la Screen Actors Guild Awards, in programma a Los Angeles il 30 gennaio, e 14 nomination per il Bafta Film Awards, che si terra’ il 13 febbraio a Londra. “The King’s Speech” racconta la storia di re Giorgio VI, padre di Elisabetta II, e della sua battaglia per superare la balbuzie, con l’aiuto di un logopedista non ortodosso, interpretato da Geoffrey Rush. Nel cast anche Helena Bonham Carter che interpreta moglie del re, la regina Elisabetta, diventata successivamente nota come la Regina Madre.
  • “THE OTHER SIDE OF THE WIND”, ARRIVA IL FILM INCOMPLETO DI ORSON WELLES?
    “The Other Side of the Wind”
    , il film che Orson Welles cominciò a girare nell’agosto del 1970 senza mai portarlo a conclusione, potrebbe finalmente arrivare nelle sale cinematografiche. Lo ha riferito a The Observer un avvocato di Los Angeles, Kenneth Sidle, che si è occupato dell’annosa controversia sui suoi diritti. The Other Side of the Wind racconta le ultime ore di vita di un vecchio regista, interpretato da John Huston, che tenta disperatamente di restare sulla cresta dell’onda.
    Si dice che Welles lo abbia descritto così a Huston: “parla di un bastardo di regista…pieno di sé, uno che prende la gente, la crea e la distrugge. E’ un film su noi, John”. Voci di una possibile distribuzione di questa pellicola, che é rimasto sepolta in un magazzino fino ad oggi, si sono susseguite nel corso degli anni, ma un controversia legale tra i detentori dei suoi diritti ha bloccato ogni tentativo.
    Ma ora l’avvocato Kenneth Sidle ha detto: “Stiamo negoziando per portare il film nelle sale. Entro poche settimane dovremmo risolvere tutti i problemi”. Il figlio di John Huston, Danny, dice di aver visto alcune sequenze del film giudicandole “assolutamente affascinanti” ed ha ricordato che Welles aveva dato ampie indicazioni per il montaggio a Peter Bogdanovich, che aveva anche lui una parte nel film.
    Secondo l’avvocato Sidle, il montaggio del film potrebbe essere completato prima mandarlo nelle sale, ma c’é chi, come la montatrice Françoise Widhoff che ha collaborato con Welles in F For Fake, sostiene che il pubblico dovrebbe vedere il girato originale.

(fonti: ComingSoon, Adnkronos, Ansa – 22-25 gennaio 2011)

IL WEEK-END USA
Le uscite del 28 gennaio 2011

Ecco il trailer di tre film in uscita negli Stati Uniti venerdì prossimo: l’ultimo titolo uscirà soltanto in alcune zone del Paese.

“The Rite”, thriller New Line Cinema diretto da Mikael Håfström, con Colin O’Donoghue, Anthony Hopkins e Ciarán Hinds: Michael Kovak (Colin O’Donoghue ) è un disilluso seminarista americano che frequenta una scuola di esorcismo in Vaticano e finirà per scontrarsi con le forze demoniache…

“The Mechanic”, action CBS Films diretta da Simon West, con Jason Statham, Ben Foster e Donald Sutherland: un cecchino d’elite (Statham) mette sotto la sua ala un apprendista (Foster) che ha un legame con uno dei suoi precedenti obiettivi.

“From Prada to Nada”, commedia Lionsgate diretta da Angel Gracia, con Camilla Belle, Alexa Vega e Kuno Becker: due sorelle viziate, Nora (Belle) e Mary Dominguez (Vega), rimangono senza soldi dopo la morte improvvisa del padre, e per questo motivo sono costrette a trasferirsi da una loro zia nella parte orientale di Los Angeles.


Per approfondire quali nuovi film potete trovare ogni settimana in uscita nei cinema italiani visitate gli spazi “Cinema futuro” e “Al cinema…” del blog.

Commenti»

1. enry - 26/01/2011

Di altri due Matrix non se ne sente proprio il bisogno… sinceramente pure il secondo e il terzo non sono stati chissà che gran film.
Cmq mi pare di aver letto che la notizia sia già stata smentita.

ABREdoskoi - 26/01/2011

io mi addormentai a metà del primo…

enry - 26/01/2011

Il primo a me è piaciuto molto, è stato un film simbolo di quegli anni…

cescocesto - 27/01/2011

il primo mi piacque, il secondo così così.
del terzo ho il dvd ma non ho mai sentito la necessità di vederlo.
non sentirò la mancanza dei due sequel.

2. advanced85 - 26/01/2011

Dopo quasi 2 mesi The King’s Speech ancora incassa e anche tanto…;)


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: