jump to navigation

Cinema Festival #209 – Box Office del 18-20 febbraio 2011 – Festival di Berlino 2011, i vincitori – Il poster: Battle: Los Angeles – Varie dal mondo del cinema (uscita anticipata per Hugo Cabret, Gatsby 3D, Lovecraft) – Chiude a Pisa il più antico cinema italiano – Le uscite USA del 25 febbraio 2011: Drive Angry 3D, Hall Pass, The Grace Card 23/02/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema Festival, Classifiche, Festival, Film, Premi, Video e trailer.
trackback

cinemafestival Questo spazio amplia le informazioni già presenti negli altri appuntamenti dedicati al Cinema di questo blog, e propone le classifiche del box office italiano e statunitense dello scorso week-end, una nuova locandina di film prossimamente in uscita ed i trailer originali dei film in uscita nel prossimo week-end negli Stati Uniti (per i film in uscita in Italia visitate lo spazio settimanale Al cinema…).

BOX OFFICE ITALIA
Week-end 18 – 20 febbraio 2011

Ancora in vetta la commedia italiana “Femmine contro maschi” diretta da Fausto Brizzi ed interpretata da un cast che comprende Claudio Bisio e Luciana Littizzetto, che è quasi giunto a 10 milioni di euro; al secondo posto la nuova commedia “Amore & altri rimedi” con Jake Gyllenhaal e Anne Hathaway; in terza posizione il thriller drammatico “Il cigno nero” con Natalie Portman e Mila Kunis; quarto il western “Il Grinta” dei fratelli Coen. Fuori dalla Top 10 le altre novità del week-end: l’italiano “Il padre e lo straniero” (16° con 71.280 €), “The Shock Labyrinth 3D” (17° con 68.913 €), la commedia “Come lo sai” (18° con 64.916 €) e il candidato a quattro premi Oscar “Un gelido inverno” (20° con 53.107 €).
Gli incassi sono basati su dati Cinetel. Tra parentesi, accanto al titolo dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Femmine contro maschi” (1) 1.347.585 € (Tot. 9.853.594)
  2. “Amore & altri rimedi” (NE) 1.274.948 € (Tot. 1.274.948)
  3. “Il cigno nero” (NE) 1.098.966 € (Tot. 1.098.966)
  4. “Il Grinta” (NE) 1.041.563 € (Tot. 1.041.563)
  5. “Sanctum 3D” (2) 712.375 € (Tot. 2.483.876)
  6. “Immaturi” (3) 690.213 € (Tot. 14.172.819)
  7. “Il discorso del Re” (5) 563.575 € (Tot. 4.361.535)
  8. “Sono il numero quattro” (NE) 526.131 € (Tot. 526.131)
  9. “I fantastici viaggi di Gulliver” (4) 503.766 € (Tot. 2.821.511)
  10. “Qualunquemente” (NE) 286.774 € (Tot. 15.615.058)

BOX OFFICE USA
Week-end 18 – 20 febbraio 2011
Nel week-end più lungo del President’s Day (i dati del giorno festivo di lunedì non sono considerati negli incassi sotto), prima posizione per l’action-thriller “Unknown”con Liam Neeson e Diane Kruger; secondo posto per l’action fantastico “I Am Number Four” con Alex Pettyfer e Timothy Olyphant; stabile al terzo posto il film d’animazione Disney “Gnomeo and Juliet” con le voci originali di James McAvoy e Emily Blunt.
Gli incassi sono basati su dati forniti da Box Office Mojo, e sono indicati in milioni di dollari. Tra parentesi, accanto al titolo originale dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Unknown” (NE) 21,85 (Tot. 21,85)
  2. “I Am Number Four” (NE) 19,44 (Tot. 19,44)
  3. “Gnomeo and Juliet” (3) 19,15 (Tot. 50,17)
  4. “Just Go With It” (1) 18,47 (Tot. 61,03)
  5. “Big Mommas: Like Father, Like Son” (NE) 16,30 (Tot. 16,30)
  6. “Justin Bieber: Never Say Never” (2) 13,30 (Tot. 48,18)
  7. “The King’s Speech” (6) 6,52 (Tot. 103,24)
  8. “The Roommate” (5) 3,90 (Tot. 32,50)
  9. “The Eagle” (4) 3,64 (Tot. 15,15)
  10. “No Strings Attached” (7) 3,08 (Tot. 65,99)

FESTIVAL DI BERLINO 2011, I VINCITORI
Il film iraniano Nader and Simin, A Separation di Asghar Farhadi (foto sotto) ha vinto l’Orso d’oro della 61° edizione del Festival di Berlino. Premiati con l’Orso d’argento anche l’intero cast femminile (Leila Hatami, Sarina Farhadi e Sareh Bayat) e maschile (Payman Moadi, Shahab Hosseini, Babak Karimi). L’Orso d’argento per la miglior regia è andato a Ulrich Koehler per il film “Sleeping sickness”, mentre il premio della giuria è stato assegnato a The Turin Horse del regista ungherese Bela Tarr.
Durante la premiazione, uno degli attori iraniani ha ringraziato in italiano Isabella Rosellini, membro della giuria, e citando Giorgio Strehler ha detto: “E’ nella peggiore situazione che un artista dà il meglio di sé”.
Da parte sua, Farhadi ha fatto un unico riferimento alla situazione politica del suo Paese: “Gli iraniani sono un grande popolo e stanno dimostrando anche di essere un popolo paziente”. Ma ha parlato anche di Jafar Panahi, suo collega agli arresti domiciliari in Iran e ‘giurato’ virtuale al Festival: “Penso sempre a lui e spero che prima o poi tutto si risolva per il meglio”. Farhadi aveva vinto l’Orso d’argento come miglior regista nel 2009 per “A proposito di Elly”.
Premiato anche un pezzo piccolissimo d’Italia con il riconoscimento per la sceneggiatura  a The forgiveness of blood, del regista Joshua Marston. Un film coprodotto dalla Fandango di Domenico Procacci, che racconta un’Albania inedita, dove convivono modernità e tradizione e si praticano ancora faide che risalgono al Medioevo.
(fonte: Repubblica.it – 19 febbraio 2011)

IL POSTER
“Battle: Los Angeles”
Nello spazio dedicato alle nuove locandine originali di prossimi film in uscita, questa volta ecco il poster dell’action fantascientifico “Battle: Los Angeles”, in uscita negli Stati Uniti l’11 marzo 2011.
Il film, diretto da Jonathan Liebesman e scritto da Christopher Bertolini, vede nel cast Aaron Eckhart, Ramon Rodriguez, Will Rothhaar, Cory Hardrict, Jim Parrack, Gino Anthony Pesi, Ne-Yo, James Hiroyuki Liao, Bridget Moynahan e Noel Fisher.
Il film segue le vicende di un plotone di Marines statunitensi che dovrà affrontare un’invasione aliena nella città di Los Angeles.

VARIE DAL MONDO DEL CINEMA

  • USCITA ANTICIPATA (NEGLI USA) PER “HUGO CABRET”
    Hugo Cabret, adattamento 3D firmato Scorsese del libro illustrato di Brian Selznick, uscirà il prossimo 23 novembre anziché il 9 dicembre e sarà distribuito non più dalla Sony ma dalla Paramount. Lo rende noto la stessa major. La Sony non poteva assicurare alla GK Films, casa di produzione del film, la data d’uscita più propizia, ovvero i weekend successivi al Thanksgiving, quando ad andare al cinema in America sono soprattutto le famiglie. Nello stesso periodo la Sony distribuirà nelle sale statunitensi Arthur Christmas e la Disney The Muppets. Senza dimenticare il prequel del Pianeta delle scimmie e la commedia prodotta da Todd Philips Project X, entrambi dati in uscita il 23 novembre. Film che potenzialmente si rivolgono allo stesso pubblico di Hugo cabret. C’è da chiedersi allora se il cambio di uscita del nuovo lavoro di Scorsese (deciso per evitare la concorrenza nelle sale della commedia corale di Garry Marshall, New Year’s Eve) sia stato una decisione assennata. Nel cast di Hugo Cabret – che in italia uscirà con 01 – ci sono Asa Butterfield, Chloe Moretz, Sacha Baron Cohen, Ben Kingsley, Jude Law ed Emily Mortimer.
  • FORGOTTEN HAILEE
    Il romanzo da cui tutto parte è ancora inedito: Forgotten, opera d’esordio di Cat Patrick (in vendita da giugno), è già stato opzionato dalla Paramount. Che ne farà un film interpretato dalla giovanissima Hailee Steinfeld, fresca candidata all’Oscar come miglior attrice non protagonista per Il Grinta dei fratelli Coen, pellicola che l’ha vista esordire sul grande schermo.
    Forgotten è incentrato sulla sedicenne London Lane, ragazza affetta da un insolito disturbo: ogni notte la sua memoria si azzera e il giorno dopo “ricorda” solo avvenimenti futuri e persone che ne saranno protagoniste…
  • GATSBY 3D A SYDNEY
    Sarà girato alla fine di quest’anno a Sydney Il Grande Gatsby 3D, adattamento stereoscopico del romanzo di Scott Fitzgerald diretto da Baz Luhrmann e interpretato da Leonardo Di Caprio. Lo riporta il The New Zealand Herald. Progetto gigantesco quello della Warner Bros., che prevede 17 settimane di riprese più 30 di post-produzione, 275 unità da impiegare in fase di pre-produzione (che inizierà a marzo) più di 400 – tra cast e manovalanza – nel pieno della lavorazione e 150 nella fase successiva, quella dell’editing e degli effetti speciali. Nei panni di Daisy Buchanan l’attrice Carey Mulligan.
  • CANNES 2011, GONDRY PRESIEDE LA GIURIA DEI CORTOMETRAGGI
    Il regista francese Michel Gondry guiderà la giuria dei cortometraggi e della Cine’fondation del 64mo Festival di Cannes (12-22 maggio), capeggiata in passato da Atom Egoyan, Hou Hsiao Hsien, Martin Scorsese e John Boorman.  Con i suoi sette film, diversi corti e settanta video musicali, Gondry, che è anche musicista, ha creato negli anni un universo visivo dominato dai sogni e dall’utopia. Nel 2001 In 2001, il suo primo film, Human Nature era stato selezionato da Cannes, dove il cineasta era tornato nel 2008 – in concorso in Un Certain Regard – con Tokyo!. Nel 2009 infine aveva portato fuori concorso sulla Croisette il documentario The Thorn in the Heart.  Molto apprezzato anche in America, Gondry aveva diretto Jim Carrey nella commedia Se mi lasci ti cancello, Oscar alla sceneggiatura (Charlie Kaufman) nel 2004. Nel 2006 aveva cercato di bissare con L’arte del sogno, mentre nel 2008 firma la regia di Be Kind Rewind. Il suo ultimo film, The Green Hornet, e’ stato anche il suo piu’ grande successo commerciale. Al Centre Pompidou di Parigi Gondry ha appena avviato la sua Amateur Film Factory, come parte del Nouveau Festival (in programma fino al 13 marzo con una retrospettiva sui suoi film), una sala, meglio un set cinematografico, a disposizione di aspiranti attori e registi che potranno utilizzarlo per realizzare un corto in tre ore.
  • JOHN AUGUST RISCRIVE LOVECRAFT
    Un anno e mezzo fa, Ron Howard aveva annunciato che sperava di dirigere The Strange Adventures of HP Lovecraft, dall’omonima serie a fumetti della Image Comics, scritta da Mac Carter.
    Ma ormai Howard è impegnato con la riduzione cinematografica di The Dark Tower di Stephen King. E a quanto pare sembra che il progetto sia adesso passato nelle mani dello sceneggiatore/regista John August, noto per le sue collaborazioni con Tim Burton e per la regia di The Nines.
    La storia raccontata nei fumetti vede lo scrittore di Providence alla prese con gli orrori da lui scritti nei suoi libri. La sceneggiatura su cui lavorerà August è opera dello stesso Carter. Sembra però che August si limiterà a riscrivere il copione e non dirigerà il film, ancora in cerca di un regista.
  • E’ MORTO IL PRODUTTORE DI “NARNIA”
    Il produttore del film ‘Cronache di Narnia’, Perry Moore, 39 anni, è stato trovato morto oggi nel suo appartamento di Soho, a New York. Lo ha riferito il tabloid newyorkese Daily News, precisando che la causa della morte sarebbe da attribuire ad una overdose di un farmaco denominato OxyContin, un oppiaceo dagli effetti analoghi a quelli della morfina. Moore è stato trovato svenuto dal suo compagno, Hunter Hill, con il quale aveva diretto di recente ‘Lake City’, un film con Sissy Spacek, Keith Carradine e Dave Matthews uscito negli Usa nel 2008.
  • JENNIFER ANISTON VENDE CASA
    Jennifer Aniston ha deciso di vendere a 42 milioni di dollari la sua amatissima e lussuosissima proprieta’ di Beverly Hills, acquistata nel 2006 per 13,5 milioni di dollari e poi completamente ristrutturata. Lo riferisce il ‘Los Angeles Times’, spiegando che recentemente l’attrice della popolare serie ‘Friends’ ha spiegato in un’intervista di volere qualcosa di piu’ semplice e di volersi cercare un posto a New York, citta’ in cui e’ cresciuta.

(fonti: Adnkronos/Cinematografo.it, Ansa, ComingSoon – 19-22 febbraio 2011)

PISA, DOPO UN SECOLO CHIUDE IL CINEMA “LUMIERE”
L’ultimo spettacolo è stato domenica 14 febbraio, ed è forse destinato a non riaprire più il cinema più antico d’Italia, e tra i più antichi al mondo ancora in funzione. Il “Lumière” di Pisa alza bandiera bianca, «stritolato dalle logiche mercantili» spiega amareggiata Daniela Meucci, amministratore unico della Lumière srl, la società che dal 2004 gestisce il locale.
«La verità – afferma – è che gli addetti ai lavori parlano di film e cultura solo ai festival, ma poi la distribuzione, anche dei circuiti d’essai, segue unicamente le logiche del profitto e le monosale rischiano di chiudere ovunque».
Il “Lumière” nacque il 16 dicembre 1905 con il nome di “Primario Cinematografo Lumière” in una parte dei locali, opportunamente ristrutturati, dell’ex Caffè dell’Ussero, a due passi dal Lungarno, prima di spostare l’ingresso poco più in là, nel vicolo dei Tidi, nel cuore del centro storico pisano. Per decenni ha resistito sul mercato, alternando le gestioni e imboccando, per un periodo, anche la strada dei film a luci rosse per frenare l’emorragia di clienti.
Dal 2004 la Lumière srl lo ha riportato in vita, dopo una chiusura di qualche anno, ristrutturandolo e ripristinando una sorta di percorso “museale” nella storia del cinema. Nei prossimi mesi la gestione potrebbe essere rilevata da una società disposta a trasformarlo in cafè-chantant. Ma il grande schermo sarà solo una scenografia e niente di più.
«Mi piacerebbe che si facesse vivo qualche distributore nazionale di film per salvare il “Lumière” – dice Agostino Agostini, uno degli eredi del fondatore del cinema pisano – e farne una di quelle sale-boutique, così come avviene all’estero, dove si tutela il patrimonio storico-culturale di un paese»
(fonte: “Gazzetta del Sud”, 15 febbraio 2011)

IL WEEK-END USA
Le uscite del 25 febbraio 2011

Ecco il trailer di tre film in uscita negli Stati Uniti venerdì prossimo.

“Drive Angry 3D”, action Summit Entertainment diretto da Patrick Lussier, con Nicolas Cage, Amber Heard e William Fichtner: Milton (Cage) è un delinquente che fugge dall’inferno per un’ultima possibilità di redenzione. L’uomo dovrà evitare che il culto che ha ucciso sua figlia sacrifichi il bambino di quest’ultima entro tre giorni: nell’impresa sarà aiutato da una giovane cameriera (Heard) e dalla potente auto dell’ex-fidanzato, e i due dovranno affrontare il capo del culto, la polizia ed un killer (Fichtner) che vuole restituirlo al Diavolo.

“Hall Pass”, commedia New Line Cinema diretta da Bobby e Peter Farrelly, con Owen Wilson, Jason Sudeikis e Christina Applegate: due uomini sposati (Wilson e Sudeikis) hanno la libertà di impegnarsi in una settimana di rapporti extra-matrimoniali, ma non saranno così contenti quando anche le rispettive mogli inizieranno a divertirsi per conto loro…

“The Grace Card”, dramma Samuel Goldwyn Films diretto da David G. Evans, con Michael Joiner, Mike Higgenbottom e Louis Gossett Jr.: l’accoppiata potenzialmente infiammabile tra un poliziotto veterano (Joiner) che piange la morte del suo figlio ed una stella in ascesa del corpo (Higgenbottom) che è anche un pastore part-time.


Per approfondire quali nuovi film potete trovare ogni settimana in uscita nei cinema italiani visitate gli spazi “Cinema futuro” e “Al cinema…” del blog.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: