jump to navigation

TV – Italia 1 rispolvera le “repliche della sera precedente”: da lunedì 7 marzo cambia ancora la mattina del canale 27/02/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, TV ITA.
trackback

Italia 1Italia 1 continua a non brillare negli ascolti, soprattutto il daytime è lontano dai fasti di un tempo: per l’ennesima volta arriva un cambiamento nella programmazione mattutina.
Da lunedì 7 marzo 2011 il canale rimuove le repliche della serie Una mamma per amica con Lauren Graham e il film della mattina, e lancia per la prima volta il concetto di “repliche della sera precedente”, trasmettendo dal lunedì al venerdì la programmazione di telefilm e programmi proposti in prima e seconda serata il giorno prima (che per il lunedì mattina è il venerdì precedente).
Ecco dunque cosa andrà in onda dal lunedì al venerdì alle ore 08.45 alle 12.20:

  • Lunedì:
    ore 08.45 Telefilm: “Dr. House – Medical Division”
    ore 09.40 Telefilm: “Grey’s Anatomy” (due episodi)
    ore 11.30 Telefilm: “The Closer”
  • Martedì:
    ore 08.45 Telefilm: “CSI: NY” (due episodi)
    ore 10.40 Telefilm: “Fringe” (due episodi)
  • Mercoledì:
    ore 08.45 Attualità: “Mistero”, con Raz Degan
  • Giovedì:
    ore 08.45 Varietà: “Le Iene Show”, con Ilary Blasi, Luca e Paolo
  • Venerdì:
    ore 08.45 Documentari: “Wild – Oltrenatura”, con Fiammetta Cicogna

Difficile che le repliche vadano in onda in forma integrale, dato che programmi come “Le Iene Show” trasmettono spesso in seconda serata servizi molto forti per il prime-time, figuriamoci per la mattina… ed anche serie come “The Closer” e “Fringe” hanno diversi contenuti non adatti al daytime. L’ennesimo esperimento avrà vita breve?

Annunci

Commenti»

1. IRapeYourMind - 27/02/2011

Ma dai non è malvagia come idea

2. Ale - 27/02/2011

Secondo me sarà breve, speriamo che tornino i cult come “Starsky e Hutch”, “A-Team” e “Supercar”, siete d’ accordo ?

Jo3y - 27/02/2011

Ma direi anche basta. Sono serie degli anni ’80 e mica si può andare in continuazione con l’usato sicuro, pietà!

IRapeYourMind - 27/02/2011

Ancora?
E basta.

Piuttosto repliche di roba che non fanno da anni o roba che hanno in magazzino a marcire che so Istant Star.

3. burchio - 27/02/2011

l’sperimento durerà fino a quando qualcuno del moige non prenderà il raffreddore e guarderà italia1 a quell’ora

4. FraRaven - 27/02/2011

non male come idea, anche se non ha senso replicare closer e fringe per poi censurarli e le iene al mattino?!perchè le gilmore girls non andavano bene?
e poi dopo glee non avevano detto che andavano in onda gli inediti di gossip girl seguiti da repliche? o dovremo aspettare dopo smallville? mah sempre più convinto di guardare in streaming e tv pay,pagherò ma almeno mi assicuro la visione

Antonio - 27/02/2011

Gli ascolti di Glee sono stati disastrosi: Italia 1 è corsa ai ripari virando verso i polizieschi (ma CSI: Miami fa quanto o meno ancora rispetto a Glee…),.

5. Paul - 27/02/2011

L’idea non mi dispiace affatto|

6. ¡MarKos! - 27/02/2011

Bella idea. Ovvie le censure.

7. fabions - 27/02/2011

Italia 1 si sbrighi a mettere Gossip Girl 3 nella programmazione del pomeriggio !!!

8. zia-assunta - 27/02/2011

la seconda rete del più importante gruppo televisivo che si riempie di repliche……..vergogna!!!!!!!!!!!

Paolo - 27/02/2011

Anche la seconda rete della televisione di Stato di cui paghiamo il canone è piena di repliche. E anche in prima serata.

zia-assunta - 27/02/2011

la Rai non ha i soldi che ha Mediaset e non ha un contratto con la Warner di esclusiva.

zia-assunta - 01/03/2011

concordo con Antonio.

Mickele - 27/02/2011

Concordo!

Mickele - 27/02/2011

Con paolo.

pali - 27/02/2011

però se le repliche della seconda rete di stato non facessero ascolti soddisfacenti non le proporrebbero……

Mickele - 27/02/2011

Sono repliche in prima serata su un canale di cui paghiamo il canone. Cose tutte italiane, nn meniamo il can per l’aia.

gibi7 - 28/02/2011

C’è poco da menare il can per l’aia se purtroppo i polizieschi, anche in replica, fanno più ascolti degli inediti delle serie tv di altro genere, e il canale deve raggiungere un certo target di share.

L’unica speranza è che questi programmi che non trovano spazio sui canali maggiori vengano trasmessi su canali con obiettivi d’ascolto inferiori.

enry - 27/02/2011

Quotissimo Paolo!
Tra tutte e due non so quale sia peggio… forse Italia 1 fa più spostamenti è vero, ma non è solo colpa sua se tutto quello che propone ultimamente a livello seriale floppa (e intanto TVD e Glee sono state trasmesse fino alla fine).
Rai 2 (CBS Italy) punta solo sui cadaveri amati dai vecchi e ci credo che così va sul sicuro.

Sim - 27/02/2011

ma anche Sky di prima serata mette repliche dei vari polizieschi di Raidue perchè fanno + ascolti, se quella è la logica che ci possiamo fare? ma almeno Raidue ha programmi inediti la mattina..

pier - 06/03/2011

si il programma con Magalli! E poi dovrebbe essere la rete giovane, ormai pago il canone solo per Rai4 e Rai5!

Antonio - 28/02/2011

Questi sono gli inconvenienti delle stagioni statunitensi di 22-24 episodi, che obbligano i network USA, e di conseguenza le reti italiane, a riempire il palinsesto di repliche.

I polizieschi possono piacere o non piacere, ma sembra proprio che piacciano ai più, vedendo gli ascolti delle repliche su Rai 2, e tra una settimana partono tante serie inedite come potete leggere nell’ultimo Telefilm News.

Non sono per nulla d’accordo sul “Tra tutte e due non so quale sia peggio… forse Italia 1 fa più spostamenti è vero” di Enry…con le decine di variazioni, sospensioni e spostamenti delle ultime settimane operate da Italia 1 – e io le noto tutte elaborando i dati per il blog – non c’è proprio storia. Italia 1 ha mantenuto Glee solo per uno scatto di orgoglio, dato che ha pagato tanto la serie e non poteva spostarla altrove, e The Vampire Diaries solo per far comodo a Paperissima: tutto il resto è stata una sospensione continua, che senso aveva togliere al venerdì Nip/Tuck inedito dopo un solo episodio, programmare alcune settimane di film, e ora allo stesso orario mettere The Closer inedito?
Anche i polizieschi, sia inediti che in replica, su Italia 1 non attirano più i milioni di appassionati di un tempo (e su questo blog, navigando nei post passati, potete vederne anche gli ascolti)…e purtroppo è colpa della pessima gestione della rete, che è ormai alla deriva pur non avendo “vincoli istituzionali” come le reti Rai, piene di programmi parlamentari e rubriche “imposte dall’alto”.

enry - 28/02/2011

Antonio cosa ho detto? Che Italia 1 fa più spostamenti, come hai detto tu… ma almeno ogni tanto ha il coraggio di osare. Poi non me ne frega niente della rete, saranno anni che non guardo più nulla su Italia 1. Però la differenza sostanziale è che Rai 2 pago per vederla, Italia 1 no. Su questo non si può soprassedere.
TVD e Glee sono rimaste in onda per i motivi da te detti? Ok però intanto i, pochi, fan che volevano vederle tutte hanno potuto farlo.

Antonio - 28/02/2011

Il canone Rai è purtroppo una “tassa di possesso dell’apparecchio televisivo”, lo paghi anche se ignori i canali Rai e vedi solo gli altri.
D’accordissimo per il resto, peccato che nel caso di Italia 1 ci siano due esempi (TVD e Glee) di serie mantenute, ed almeno 25 controesempi di serie interrotte/sospese improvvisamente: chi visita questo blog potrà aver saputo in anticipo le variazioni di palinsesto, ma complessivamente i comportamenti di Rai 2 ed Italia 1 nei riguardi degli spettatori non sono assolutamente paragonabili.

Paolo - 28/02/2011

Rimane il fatto che parliamo di repliche in prima serata su una rete di cui sono COSTRETTO a pagare il canone.
E per me su questo non c’è storia.
Italia 1 è una rete commerciale: se voglio la guardo, se no lascio perdere. Nessuno mi obbliga.
Con RaiDue no. E non ci sono scusanti che tengano. Nemmeno quelle che i polizieschi funzionano perchè – per me – è giocare facile. Potrei farlo anche io un palinsesto così.
Quindi orgoglio o no,

Paolo - 28/02/2011

Mi si è tagliato una parte del mess. :)

dicevo, orgoglio o no, a me spettatore basta che mi abbiano tenuto in onda Glee o TVD o Bones su Rete 4.
Mentre mi gira non poco e trovo più grave che la sera mi debba vedere le repliche di Senza Traccia piuttosto che le repliche al mattino di Italia 1 (di roba nuova poi tra l’altro, dopo anni di solite repliche di serie anni ’80. Quindi non capisco le lamentele o il “vergogna!”).

Poi a me frega poco sia dell’una che dell’altra, dato che li trovo ormai due canali ugualmente pessimi per diversi motivi.

Antonio - 28/02/2011

Questione di punti di vista: secondo me la Rai ottimizza bene quel poco che ha (e i polizieschi rendono benissimo in prime-time, non avendo praticamente film da programmare), e trovo molto, ma molto più grave che Mediaset tenga decine e decine di serie e sit-com nel cassetto e abbia una programmazione così improvvisata che cambia quasi di settimana in settimana (e le repliche mattutine non saranno MAI in versione integrale, per cui non è nemmeno rispettoso verso i telespettatori).

Se non si considera il magazzino di film e telefilm a disposizione di ciascuno non si può mai fare un discorso obiettivo, e spesso si parla in favore di un’emittente o dell’altra solo se si ha simpatia per i telefilm polizieschi o per le serie teen.

Paolo - 28/02/2011

Io non ho simpatie per canali o generi, ripeto. Inoltre ho professato più volte il mio amore per i polizieschi (e quelli CBS sono i migliori in onda sui grandi canali). Quindi non si tratta di essere prevenuti ma solo di guardare i fatti:
• Repliche in prima serata su un canale di Stato=GRAVE, GRAVISSIMO anzi.
• Repliche di prima mattina su una rete commerciale=opinabile sicuramente ma decisamente meno grave. E cosa altrettanto importante, lo fanno con i loro soldi non con i miei.

Mia opinione da spettatore ovviamente. :)

enry - 28/02/2011

Io ho un’antipatia per i cadaveri drama è vero, ma cmq non guardo quasi più nemmeno i teen drama. E ora sto iniziando pure a vedere dei crime (Body of Proof, Rizzoli & Isles e da domenica anche Hawaii). Parlo in base a quello che vedo, non ho antipatie verso un canale in particolare, anzi in realtà guardo più Rai 2 che Italia1. Se mi lamento lo faccio con cognizione di causa, poi ovviamente è solo il mio parere.

9. Fasbi - 27/02/2011

Ma dai mi piaceva “Una mamma per amica” a quell’ora. Mi guardavo solo una parte di puntata, ma mi piaceva, anche perchè non ho mai seguito la serie.
Poi ste repliche saranno cancellate subito e saranno pure censurate. E decidetevi!!
Prima seguivo Prison Break (eliminato) adesso Una mamma per amica (eliminato)…e che ball.

10. Monica V - 27/02/2011

Sarei anche d’accordo sull’idea delle repliche dei telefilm e programmi del giorno prima su Italia 1 perchè questo consentirebbe di recuperare episodi che si sono persi per tante ragioni, io per esempio la scorsa settimana mi sono persa i due episodi inediti di Fringe, ma come già detto da qualcuno di voi c’è il problema che essi sono poco adatti ad una programmazione mattutina dati i contenuti un pò forti. Mi sa che non dura molto la cosa e poi da quando inizia? Da lunedì 28 febbraio?

11. Monica V - 27/02/2011

Ah, scusa Antonio, non avevo letto che nel titolo avevi messo la data d’inizio della nuova mattina di Italia 1.

12. Manu - 27/02/2011

Ottima idea.
sempre repliche sono, ma almeno sono repliche di roba nuova.

13. alef - 28/02/2011

bell’idea, fa un po’ rai4 però non è proprio da network storico. Ma meglio sicuramente di chi campa con le repliche in prime time.

14. Cloe - 28/02/2011

puo essere una buona idea ma le Gilmore Girls non andavano cosi male dai…

Julian - 28/02/2011

Infatti, di tanto in tanto a mi piaceva seguirlo, pur avendo i dvd e averlo visto svariate volte :(
L’idea in sè non è malvagia, per lo meno Italia 1 ne ha avute di peggiori, ma è qualcosa che mi interessa poco visto che non ho molto da vedere in quella rete e, tra +1 e registrazione, si riesce tranquillamente a non perdere nulla. Comunque posso capire che dopo averle provate tutte senza sortire effetti concreti, tentino anche questa strada.

15. dDan - 28/02/2011

rai e mediaset hanno 3 canali che vengono riempiti a stento.
questa situazione paradossale non può che essere risolta cedendo uno dei 3 generalisti.
Ciò favorirebbe la pluralità in italia e probabilmente anche l’aumento di qualità dei palinsesti.

Ripeto, 6 canali generalisti per 2 network credo siano troppi.

16. Thunder - 01/03/2011

Il fatto è che, al di là dell’emorragia d’ascolti causata da fattori contingenti (frammentazione del pubblico tra digitale e pay tv, telefilm recuperabili tramite fonti alternative o in esclusiva pay e il web come piattaforma più seguita dai giovani), il crollo totale di Italia Uno è imputabile soprattutto al network stesso. Se negli anni e decenni passati avesse avuto una programmazione meno variabile, se le serie tv non fossero state costantemente oggetto di spostamenti, tagli, posizioni in palinsesto sempre diverse da una stagione all’altra, sospensioni di mesi e anche di anni, forse Italia Uno avrebbe mantenuto fidelizzazione maggiore. Avrebbe avuto la sua erosione d’ascolti come le altre emittenti, ma non tanto estrema. Invece è finalmente arrivato il conto da pagare. Dopo aver preso per anni a pesci in faccia il pubblico e soprattutto i fans dei telefilm e dei cartoni, ora quel pubblico è migrato in massa altrove. Difficile recuperi i telespettatori giovani e giovanissimi. Ora per sopravvivere dovrebbe puntare su un target medio-giovane e programmazione più generalista. Stendo un velo invece sugli attuali dirigenti Mediaset, che non paiono brillare in competenza… E poi continuare a mettere mano ai palinsesti dimostra solo la loro principale attività: improvvisare.

Raidue non tratta bene i telefilm, eccetto i procedurali. Le repliche in prima serata servono per ottimizzare prodotti e costi, e gli ascolti danno ragione, fin qui sono d’accordissimo. Ma Raidue nel complesso è diventata una rete talmente sciatta e affidata a direttori non all’altezza, da non avere identità da troppo tempo.

17. gino - 01/03/2011

curioso che il curatore di questo articolo parli di simpatie e antipatie quando è il primo ad essere iperentusiasta x le scelte di raidue e sempre sarcastico nei confronti di mediaset.

concordo con chi dice che non è per niente una cattiva idea e chi dice altrimenti è quantomeno sospetto.

Sim - 03/03/2011

e allora è meglio tvblog che è un’esaltazione continua di merd@set? ma per favore..

18. tutti_e_nessuno - 02/03/2011

L’idea è fantastica, ma come c’è scritto nell’articolo alcuni programmi non sono adeguati alla fascia protetta… per cui se trasmettono le cose tagliuzzate dalla censura, ma che diamine trasmettono a fare? E poi Mediaset Extra che ci sta a fare? Come ho già detto idea buonissima, ma che non viene sfruttata per niente. Se vogliono fare ascolti riorganizzassero meglio i palinsesti e dessero un calcio in quel posto alla censura trasmettendo i programmi integrali ad un orario decente per un pubblico adeguato. Perchè ad esempio trasmettere I Griffin alle 13 e poi tagliarlo tutto perchè troppo volgare non ha nessun senso… ed invece di trasmettere sempre le stesse cose trite e ritrite alle 19, tirassero fuori dal cilindro vecchi telefilm come “Pappa & Ciccia” e cose che non fanno più da tantissimo, ma che si possono ancora guardare tranquillamente.

Igor - 17/03/2011

Ma Pappa & Ciccia fa ca**re, può piacere solo a gente che non sa usare correttamente il congiuntivo come te.

Ma trasmettere le Iene al mattino è improponibile. Dovrebbero interromperle alle 10.30, dopodiché trasmettere altro

19. Titty - 02/03/2011

Non sono daccordo io rivoglio una mamma per amica. M;i sveglio ogni mattina alle 8:30 per rivederle e adesso voi cancellate tutto :-(!!!!!

20. Marty - 02/03/2011

Nooooooooooooooo, a me le Gilmore girls piacevano un sacco, ora che sono in maternità…se i programmi non li guardo la sera figuriamoci se me li sorbisco la mattina come repliche….le iene poi!!!! ma un po’ di tranquillità non la trovano sti qua di Italia 1!!!!! Uffaaaaaaaaaaa che schifezza!!

21. Mariangela - 03/03/2011

per favore italia uno lasci le Gilmore Girls.si pensi che la mattina vedono la tv anizani,donne casalinghe o in maternità che non vogliono sorbirsi documentari selvaggi o peggio cadevari sgozzati.
W Una mamma per amica!!!!

22. sara - 03/03/2011

era molto meglio se lasciavano le Gilmore girls quei programmi non sono adatti a quella fascia oraria!!! Rivogliamo le Gilmore!!!

23. Gianluigi - 05/03/2011

sapete come si chiama la canzone dello spot che hanno usato per publicizzare questa iniziativa?

24. AnitaLiga - 05/03/2011

no dai rivogliamo le Gilmore!!una volta mettono una replica decente…uffaaaaaaaaaaa!

25. flavia - 06/03/2011

Ottima idea, certo spererei che evitassero tagli. Per alcune sere le repliche sono necessarie: ad esempio da lunedì 7/3 tre canali free trasmettono episodi inediti: Ghost whisperer su rai2, pushing daisies su la5 e csi:ny su italia1. Con le repliche non c’è il rischio di perdersi nulla!

PS: Antonio, non so se già sai che in questi giorni italia1 sta finalmente trasmettendo le famose ultime 4 puntate di party of five!!

26. Francesca Cheri - 07/03/2011

certo che togliere una mamma per amica all improvviso non va bene..c è anke chi non guarda le puntate in prima serata figuriamoci le repliche..l unica serie carina che avevano messo l hanno sospesa x repliche della sera precedente?? e allora il canale la 5 a cosa l hanno fatto?!? potevano almeno spostarlo al pomeriggio al posto di camera caffè o quella telenovela stile il mondo di patty…


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: