jump to navigation

TV USA Gazette #266 – Charlie Sheen insulta Chuck Lorre, sospesa la produzione di Due uomini e mezzo – FOX rinnova American Dad – ABC Family ordina The Lying Game – ABC riduce No Ordinary Family – FX ordina il pilot Powers – Aggiornamenti casting: Minnie Driver nel pilot Hail Mary; Don Johnson nel pilot Mann’s World; Ioan Gruffudd nel pilot Ringer – Video: The Event 28/02/2011

Posted by 2345 in Animazione, Cinema e TV, Serie cult, TV USA, TV USA Gazette, Video e trailer.
trackback

Questo spazio raccoglie le principali notizie dell’ultima settimana relative alla programmazione TV dei network statunitensi più importanti. Se cercate il calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della settimana ed una panoramica dei dati di ascolto delle serie più viste al momento, visitate l’angolo TV USA Giorno per giorno mentre per rumours e anticipazioni visitate lo spazio TV USA Spoilers.

  • Charlie Sheen insulta Chuck Lorre, sospesa la produzione di “Due uomini e mezzo”
    In una escalation senza precedenti di insulti e parole di fuoco, la situazione tra Charlie Sheen e la produzione di Due uomini e mezzo è degenerata al punto da portare alla sospensione della sit-com, che potrebbe quindi essersi già conclusa con l’episodio andato in onda lo scorso 14 febbraio.
    In quella occasione Chuck Lorre aveva terminato l’episodio con una delle sue solite vanity card in cui, scherzosamente o no, asseriva che gli avrebbe dato fastidio se Sheen fosse vissuto più a lungo di lui, dati gli stili di vita estremamente diversi.
    Sheen in tutta risposta lo ha insultato pesantementem in una surreale intervista al famoso programma radio di Alex Jones, arrivando a definirlo un clown ed un ciarlatano.

    Questo è uno dei pochi complimenti che questo clown mi dà in quasi dieci anni. L’ho messo in imbarazzo di fronte ai suoi ragazzzi ed al mondo, guarendo ad una velocità che la sua mente inevoluta non è riuscita a realizzare. Ho magicamente trasformato le sue lattine vuote in puro oro e la gratitudine che ho avuto da questo ciarlatano è stata quella di non fare il suo lavoro, che è scrivere.

    L’attore ha continuato senza freni, parlando male delle donne (le ha definite “pezzi di m***a”) e della Alcolisti Anonimi (asserendo di essersi riuscito a curare da solo “in un nanosecondo”) e confermando le preoccupazioni espresse anche dal padre Martin Sheen, che ha definito la sua dipendenza come una forma di cancro che lo sta divorando.
    La risposta da parte di CBS e Warner Bros. TV (rete e studio di produzione dietro alla sit-com) non si è fatta attendere ed è stata la più dura possibile: la produzione della sit-com è stata sospesa per questa stagione e i quattro episodi che dovevano essere girati durante il mese di marzo non verrano più prodotti. Rimane aperta la possibilità di un’eventuale nona stagione ma, al momento, sembra estremamente improbabile e l’unica via sarebbe quella di scegliere un nuovo attore per il ruolo sostenuto da Sheen. Un bel danno economico per entrambi che avevano nella sit-com uno dei loro show più seguiti e remunerativi.

    La cosa non è comunque finita qui, dato che l’attore ha prontamente risposto alla decisione presa da network e studio rilasciando un’ulteriore intervista, ancora più pesante, a TMZ: “Odio violentemente Chaim Levine (n.d.r. vero nome di Chuck Lorre). È un uomo stupido, stupido… Quel pezzo di m***a ha preso soldi dal mio portafogli, dal portafogli della mia famiglia e, più importante, da quello della mia seconda famiglia, il portafogli della mia troupe. Potete dirgli una cosa: ‘Io lo possiedo’.” L’attore ha pubblicato anche una lettera aperta in cui invita i suoi fan a riunirsi per protestare e ha concluso lanciando una sfida fisica a Lorre: “Se vince, allora può lasciare il mio show“.
    In un’altra intervista al tabloid online Radar ha poi dichiarato di essere già in serie trattative con HBO per uno show da mezz’ora, intitolato “Sheen’s Corner”, dove verrebbe pagato 5 milioni di dollari ad episodio; cosa poco verosimile dato che il suo contratto con Warner Bros. è ancora vincolante e il canale cavo non ha confermato la notizia. Infine, in evidente stato confusionale, ha dichiarato che martedì si presenterà regolarmente al lavoro, come programmato, mentre la sera sarà ospite di una puntata speciale del programma giornalistico di ABC “20/20”.
    Lorre (nella foto sopra) si è definito estremamente colpito dagli insulti dell’attore; l’autore ha in pratica dato una seconda chance alla carriera di Sheen, facendolo diventare l’attore più pagato della televisione con un compenso di oltre 1,2 milioni di dollari ad episodio, ed è stato ora parte integrante della decisione di sospendere la sit-com. Ricordo che l’autore è dietro anche a The Big Bang Theory, altro grosso successo CBS, e la nuova promettente Mike & Molly.
    È davvero questa la fine di Due uomini e mezzo? In attesa di nuovi sviluppi, per ora sembra proprio così.
  • FOX rinnova “American Dad”

    FOX ha rinnovato la seria animata “American Dad” per una settima stagione di 22 episodi che andranno in onda durante la stagione televisiva 2011/12. Con questo rinnovo, tutte le vecchie serie animate della domenica torneranno a settembre ma, dato l’ordine tardivo per “American Dad” e i tempi di produzione lunghi di una serie animata, è probabile che solo parte dei nuovi episodi andranno in onda il prossimo anno, con i restanti in pole position per la stagione successiva. È sin dalla sua nascita, avvenuta in midseason dopo il Super Bowl 2005, che il numero di episodi produttivi di ogni stagione di “American Dad” viene suddiviso tra due stagioni televisive.
    FOX potrà tamponare il buco in palinsesto con le due nuove serie animate “Allen Gregory” e “Napoleon Dynamite“.
  • ABC Family ordina “The Lying Game”

    Dopo The Great State of Georgia, The Nine Lives of Chloe King e Switched at Birth, ABC Family ha ordinato la nuova serie The Lying Game. Il pilot What Would Jane Do rimane ancora con una possibilità di ordine, dal momento che il canale cavo ha esteso l’opzione sul cast degli attori.

    The Lying Game
    Emma, una ragazza in affidamento dall’animo gentile, scopre di avere una gemella sorella identica, Sutton, che è stata adottata da una famiglia ricca e sembra vivere una vita ideale.
    Dopo essersi conosciute, Sutton chiede ad Emma di prendere il suo posto per qualche giorno così che lei possa indagare sulla misteriosa identità della loro vera madre. Dopo che Sutton manca l’appuntamento che le ragazze si erano date, Emma decide di svelare la sua vera identità nella speranza di ritrovare la sorella e scoprire il vero motivo per cui sono state separate alla nascita.
    Prodotta dalla Alloy e Warner Horizon TV, la serie è basata su una serie di libri di Sara Shepard (Pretty Little Liars). Chuck Pratt Jr. (Ugly Betty) ha scritto la sceneggiatura.
    Nel cast Alexandra Chando (Così gira il mondo), Andy Buckley (The Office), Helen Slater (“Supergirl”), Blair Redford (90210), Sharon Pierre-Louis (Lincoln Heights), Kirsten Prout (Kyle XY), Alice Greczyn (Lincoln Heights) e Allie Gonino (10 cose che odio di te).
  • In breve:
    ABC ha ridotto il numero di episodi della serie No Ordinary Family da 22 a 20.
    Il network ha inoltre annunciato un episodio extra di Private Practice per il prossimo 17 marzo alle 21.00. Di seguito andrà poi una replica di Off the Map.
    NBC ha rinnovato le serie reality “The Biggest Loser”, “The Sing-Off” e “Who Do You Think You Are?”.
    Syfy ha annunciato che gli ultimi dieci episodi inediti di Stargate Universe andranno in onda a partire dal prossimo 7 marzo. Il canale cavo ha inoltre acquistato i diritti per le repliche della serie Terminator: The Sarah Connor Chronicles che debutteranno il prossimo 7 aprile.
    TBS ha deciso di non ordinare una seconda stagione di Glory Daze.
    La prima stagione della serie comedy aveva esordito con 1,8 milioni spettatori ma è poi scesa ad una media di 1,1; i dati miglioravano con l’aggiunta delle registrazioni e aveva un publico di età giovane (intorno ai 25 anni) ma evidentemente non sono bastati per un rinnovo. L’attore Chris D’Elia è già nel cast del pilot NBC di Whitney Cummings mentre TBS ha in preparazione due nuovi pilot di genere comedy, Hound Dogs e The Wedding Band.

  • I nuovi progetti dei canali cavo

    Il canale cavo ha ordinato il pilot Powers, basato sulla graphic novel di Michael Bendis e Michael Avon Oeming.
    La serie è incentrata su una coppia di detective che si occupano di casi riguardanti individui con abilità speciali, in un mondo dove i superpoteri sono ababstanza comuni.
    Una produzone Sony TV scritta da Charles H. Eglee (The Shield, Dexter, The Walking Dead) e diretta da Michael Dinner (Chicago Hope, Justified)

Di seguito qualche ultima notizia sparsa relativa ai casting, divisi tra quelli delle serie già esistenti e degli episodi pilota o nuove serie in produzione in queste settimane.
Occhio ad eventuali SPOILER!


  • In breve:
    Bailey Chase (Saving Grace) farà parte di un arco di episodi della nuova stagione di Damages.
    Michael McMIllian (True Blood) sarà opsite di un episodio della sit-com Hot in Cleveland.

  • Di seguito trovate una lunga panoramica di notizie di casting dai nuovi pilot in preparazione in questo periodo. Dato il numero elevato, ho omesso in alcuni casi trame (di cui ho già parlato nei precedenti “TV USA Gazette) o dettagli sui ruoli assegnati. Nelle prossime settimane pubblicherò cinque appuntamenti extra di questo spazio, dedicati ai cinque network, con schede dettagliate e foto dei nuovi progetti.

    Notizie casting:
    Kiefer Sutherland, dopo la conclusione di 24, potrebbe presto tornare in televisione. L’attore, adesso è ufficiale, sarà il protagonista del pilot Touch, creato da Tim Kring (Heroes) per FOX (che già trasmetteva 24). Prodotto da 20th Century Fox TV e Chernin Entertainment, il pilot narra di un padre (interpretato da Sutherland) che scopre che suo figlio autistico e muto è in grado di prevedere eventi prima che questi accadano.
    A causa degli impegni dell’attore, occupato a Broadway con il revival di “The Chamionship Season” di Jason Miller, la produzione del pilot dovrebbe iniziare tra maggio e giugno e questo significa che, se ordinata, la serie arriverà in midseason nel 2012.
    Kring è alla sua prima sceneggiatura sin dai tempi di Heroes mentre Charles McDougall (che ha diretto i pilot di Desperate Housewives, The Good Wife e The Chicago Code) è in trattative come regista.
    Minnie Driver (The Riches – nella foto a destra) sarà la protagonista del pilot Hail Mary, progetto CBS guidato da Ilene Chiken (The L Word).
    La Driver sarà una mamma single di Atlanta che farà coppia con un truffatore per risolvere omicidi.
    Alan Tudyk (Dollhouse e prossimamente in “Transformers: Dark of the Moon”) farà parte del cast del pilot Suburgatory, progetto ABC e Warner Bros. TV di Emily Kapnek. Tudyk sarà un vecchio amico di college di George, padre della protagonista Tessa (Jane Levy).
    Jenna Elfman, protagonista di Dharma & Greg e Accidentally on Purpose (nella foto a sinistra), è in trattative per il pilot Bad Mom, potenziale sit-com ABC.
    Ryan Hansen (Veronica Mars) sarà il protagonista maschile del pilot Lovelives, potenziale sit-com NBC. L’attore è già nel cast di Friends with Benefits, sit-com NBC che non ha ancora una data di partenza.
    Silas Weir Mitchell, visto in Prison Break, sarà uno dei protagonisti del pilot Grimm, di NBC.
    Don Johnson (Miami Vice) farà parte del cast del pilot Mann’s World (NBC).
    Christina Ricci è in trattative per il pilot Pan Am (ABC).
    Christian Borle sarà il protagonista maschile del pilot Smash (NBC), accanto a Debra Messing.
    Bonnie Somerville (Cashmere Mafia) sarà nel cast del pilot Other People’s Kids (ABC).
    Julie White sarà nel cast del pilot Smothered (ABC).
    Beverly D’Angelo sarà nel cast del pilot senza titolo di Whitney Cummings (NBC).
    Elyes Gabel (Identity) e Lina Esco (Cane) saranno nel cast del pilot Exit Strategy (FOX).
    Jazz Raycole, Robbie Benson e Anna Popplewell saranno nel cast del pilot Brave New World (NBC).
    Katie Finneran sarà una delle due protagoniste del pilot I Hate My Teenage Daughter (FOX).
    Loretta Devine (Grey’s Anatomy) rimpiazzerà Meagen Fay nel ruolo di zia Honey nella serie The Great State of Georgia. La Fay aveva sostenuto il ruolo nel pilot.
    Elizabeth Bogush (The Forgotten) è l’ultima aggiunta al cast del pilot Big Mike (A&E).
    Laura Bell Bundy è l’ultima aggiunta al cast del pilot Hound Dogs (TBS).
    Kevin Hart sarà nel cast del pilot Little in Common (FOX).
    Jo Koy farà parte del cast del pilot Are You There Vodka? It’s Me, Chelsea (NBC).
    Russell Hornsby (Lincoln Heights) e Bitsie Tulloch (Quarterlife) faranno parte del cast del pilot Grimm (NBC).
    Ioan Gruffudd (“I Fantastici Quattro” – nella foto a destra) farà parte del cast del pilot Ringer (CBS), accanto a Sarah Michelle Gellar.

Il prossimo 7 marzo su NBC torna The Event con un doppio episodio.
Eccovi un trailer ed un’anteprima:


Fonti statunitensi delle notizie riportate: The Hollywood Reporter, Variety, Entertainment Weekly, Hollywood Entertainment Breaking News.
Per un calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della settimana ed una panoramica dei dati di ascolto dei telefilm più visti al momento visitate lo spazio periodico “TV USA Giorno per giorno” di questo blog. Per un aggiornamento sugli ascolti del giorno prima dei cinque principali network USA visitate invece il semi-quotidiano “TV USA Giorno per giorno Flash”. Per rumours e anticipazioni visitate lo spazio TV USA Spoilers.

Annunci

Commenti»

1. enry - 28/02/2011

NOF passa da 22 a 20 episodi. E da 20 passerà alla chiusura.
Bene l’episodio extra di PP, almeno si rimette a pari con Grey’s.
Torna The Event… oddio me ne ero dimenticato! Non mi ricordo quasi più dove eravamo rimasti.

pali - 28/02/2011

idem io… mi sa che mi riguarderò l’ultimo episodio trasmesso prima di ricominciare… ho un vuoto pazzesco (e così credo anche milioni di americani)

Dave1311 - 28/02/2011

appunto per questo credo che gli ascolti saranno ancora più bassi di quelli degli episodi precedenti

2. gino - 28/02/2011

The event fa la fine di flashforward.

3. Alex - 28/02/2011

scusate ma cosa è una vanity card?

ABREdoskoi - 28/02/2011

anch’io me lo sono chiesto e ho cercato su google. La risposta l’ho avuta con la ricerca immagini: la vanity card è il logo della casa di produzione di Lorre formata dal nome e da un breve testo, evidentemente diverso ad ogni puntata.

Manu - 01/03/2011

sono dei pensieri di lorre che appaiono alla fine di ogni sua sit-com, sempre diversi.

4. Mickele - 28/02/2011

The event è brutto?


Rispondi a Manu Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: