jump to navigation

Dig News #108 – Marzo 2011 – I canali di documentari Premium Gallery (in partenza oggi 1° marzo) 01/03/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Dig News, TV ITA.
trackback

Nel terzo dei cinque spazi relativi al mese di MARZO 2011 in cui presento la programmazione dei canali digitali terrestri, ecco le notizie disponibili sui film e sui principali programmi in onda sui nuovi canali di documentari del bouquet a pagamento Mediaset Premium Gallery, in partenza proprio oggi.
I programmi indicati vengono spesso replicati ad altri orari nel corso della settimana, per maggiori informazioni consultate le vostre guide TV.


BBC Knowledge è la rivoluzione del factual entertainment.
Grazie a una straordinaria combinazione di documentari  e programmi non-fiction, accompagna i telespettatori  alla scoperta della natura da una prospettiva nuova e accattivante. Diversità e varietà sono gli ingredienti principali: ecco perché proponiamo la più ampia gamma di programmi che svelano il mondo della natura, della scienza e della tecnologia passando dall’avventura e dalla storia.
Grazie al carisma e alla passione di presentatori di fama internazionale, i nostri programmi trasmettono grandi idee e sono capaci di allargare gli orizzonti verso esperienze inimmaginabili. Crediamo che la conoscenza sia un appassionante viaggio di scoperta condivisa e che  BBC Knowledge non smetterà mai di suscitare stupore, sorpresa e meraviglia per il nostro universo e il posto  unico che noi occupiamo al suo interno.

Dal lunedì al venerdì alle 21.00
Sintonizzatevi su BBC Knowledge dal lunedì al venerdì alle 21.00 per godervi una magnifica programmazione di ampio respiro che esplora grandi idee e allarga gli orizzonti dei telespettatori: dalle meraviglie delle scoperte scientifiche, al maestoso spettacolo del regno animale, passando per i momenti chiave della storia e avventure adrenaliniche.

DOCUMENTARI

Gli spettacolari fenomeni della natura
Da venerdì 4 marzo 2011
I grandi eventi della natura concede ai telespettatori l’opportunità di assistere sia a spettacoli naturali di dimensioni epiche, che a quelli più intimi, cui si riesce a partecipare soltanto raramente.
Dai desolati ghiacci artici, al cuore fiammeggiante delle pianure africane, dalle intricate foreste amazzoniche alle caverne dell’Asia sud-orientale, le sei puntate di questo programma rivelano i paesaggi, i suoni e i drammi più spettacolari del mondo animale.
Questa serie ha il sapore di una passeggiata indimenticabile nella natura selvaggia, dell’osservazione emozionante dei fenomeni naturali che accadono costantemente intorno a noi.
In qualsiasi periodo dell’anno, milioni di creature si spostano in cerca di cibo o di riparo o semplicemente per la stagione dell’accoppiamento. Alcuni si spostano da soli o in piccoli gruppi, altri in enormi greggi, per terra, aria e acqua, I Grandi Eventi della Natura segue il viaggio eroico di diverse specie animali: alcune dovranno percorrere soltanto poche centinaia di metri, mentre altre attraversano l’intero pianeta, da un capo all’altro.
Tutti hanno bisogno di nutrirsi e ognuno di loro ha un sistema diverso per procacciarsi il cibo. I Grandi Eventi della Natura osserva i cacciatori, gli animali che si cibano di carogne e gli erbivori e le strategie che mettono in atto non solo per nutrirsi ma anche a sfuggire ai predatori. Vedrete i grandi cacciatori, la lotta per la sopravvivenza e l’emozione mozzafiato della battaglia estrema, in cui l’unica alternativa è uccidere o essere uccisi.
Una co-produzione BBC/Discovery Channel in collaborazione con Wanda Films

Rift Valley: il cuore selvaggio dell’Africa
Da martedì 1 marzo 2011
vista dallo spazio, la Rift valley si estende per migliaia di chilometri, dal mar Rosso fino alla foce del fiume Zambesi, e si presenta come un paesaggio variegato con vulcani in eruzione, montagne ammantate di foreste, splendide valli, praterie rigogliose, enormi laghi e fiumi impetuosi.
Ospita la più alta concentrazione di specie animali del pianeta tra cui leoni, coccodrilli, elefanti, ippopotami, stormi di fenicotteri e popolazioni nomadi di allevatori di bestiame come i Masai: una terra in continuo tumulto geologico.
Rift Valley: il cuore selvaggio dell’Africa conduce i telespettatori in un mondo nuovo, caratterizzato da esotici estremi, in cui le forze della natura hanno modellato il paesaggio e hanno dato vita al vivaio dell’evoluzione: la vera culla dell’umanità.
Una co-produzione BBC/Animal Planet

Le meraviglie del sistema solare
Da lunedì 7 marzo 2011
Enormi fontane di ghiaccio a 100 km di altitudine, un oceano nascosto sotto una crosta di ghiaccio, tempeste tre volte più grandi della terra di colore rosso fuoco a causa di un vortice di polveri e gas, vulcani immensi che riuscirebbero ad offuscare il monte Everest: una serie capace di allargare gli orizzonti e di rivelare l’autentica e straordinaria bellezza del nostro sistema solare.
In viaggio dal Sole alle estremità più recondite di Nettuno, Tutte le Meraviglie del Sistema Solare prende avvio dalle ultime scoperte scientifiche cui si è approdati grazie ai segnali inviati dalla flotta di sonde, di veicoli spaziali e telescopi che attualmente orbitano nello spazio.
Grazie alla conduzione del Professor Brian Cox e all’utilizzo di straordinarie immagini d’avanguardia inviate direttamente dallo spazio, insieme all’innovativa tecnologia CGI ciò che è statico diventa drammatico. Queste immagini rappresentano la piattaforma di lancio di un viaggio straordinario verso i pianeti e le lune oltre i confini del mondo che conosciamo, all’esplorazione dei più maestosi, bizzarri e potenti fenomeni naturali.
Insieme a queste immagini strabilianti e autentiche, vengono mostrati i luoghi della terra più estremi che servono per rivelare miracoli un tempo ritenuti impossibili. Per più di cinque episodi, la serie esplora in che modo questi fenomeni – mai visti prima – hanno allargato i nostri orizzonti, svelandoci nuove informazioni sui pianeti, i loro satelliti e sul modo in cui hanno assunto la conformazione attuale.
La serie si dedica anche all’osservazione del contesto più ampio: studia il modo in cui le forze naturali hanno modellato la bellezza e l’ordine dal caos spaziale e soprattutto si sofferma sul fatto che il nostro pianeta non si trova in un isolamento edulcorato ma è strettamente connesso al resto del Sistema Solare e come questo rapporto di correlazione abbia contribuito a dare vita al paradiso che chiamiamo Terra.
Una co-produzione BBC/Science Channel

Come limitare la sovrappopolazione  sulla Terra (Horizon)
Mercoledì 2 marzo 2011
La popolazione mondiale è in crescita costante e nei prossimi quarant’anni potrebbe arrivare a superare i 9 miliardi. Partendo dal dato delle 400.000 nascite giornaliere, sir David Attenborough si chiede come sia possibile riuscire a limitare la
sovrappopolazione sulla terra.
Nel corso di questo affascinante documentario, lo stimato naturalista
e presentatore britannico, considera i problemi che dobbiamo
affrontare come rappresentanti di una specie in continuo aumento.
Dal Messico alla Spagna, dalla Cina al Ruanda, ecologisti,
demografi, agricoltori, ingegneri e specialisti nella programmazione
delle nascite offriranno il loro contributo per descrivere le sfide che ci
attendono a fronte di una popolazione in rapida espansione.
Dal fiume Colorado colpito dalla siccità che non riesce più ad irrigare
le aziende agricole da cui dipendono milioni di americani, a Città del
Messico che tenta di gestire il razionamento idrico, questo
programma mostra che le conseguenze derivanti dalla scarsità di
risorse riguardano gli abitanti dell’intero pianeta.
Tuttavia, non si può sfuggire al futuro che ci attende. Horizon rivela
che mentre paesi tanto diversi tra loro come il Canada, la Turchia e
la Russia stanno negoziando i diritti per la vendita delle acque dolci
alle nazioni colpite dalla siccità, sempre più numerose, i paesi più
ricchi del Medio Oriente stanno progettando impianti solari per la
dissalazione dell’acqua al fine di ricavare acqua dolce e fornire
irrigazione alle aziende agricole del deserto. Anche le innovazioni
che stanno emergendo nelle politiche sociali e nella cooperazione
globale fanno spazio alla speranza. La ricerca scientifica ha
dimostrato che nelle aree del mondo in cui le donne sono
alfabetizzate ed emancipate, dove è possibile accedere
liberamente ai servizi di programmazione familiare, è stata
registrata una diminuzione del tasso delle nascite.
Il controllo della popolazione è forse un dovere che spetta a
ognuno di noi? David Attenborough si chiede se dobbiamo
impegnarci a limitare le dimensioni delle nostre famiglie per il bene
dell’intera umanità e la sopravvivenza del pianeta Terra.
Una produzione BBC

L’avvento del  capitalismo in Cina
Da giovedì 3 marzo 2011
Le vicende del più impressionante ribaltamento della storia mondiale: il passaggio dal partito Comunista Cinese al capitalismo.
Quando, nel 1976, il Presidente Mao morì, il nocciolo duro del partito era determinato a portare avanti la Rivoluzione Culturale, obbligando il ceto medio ad abbandonare il lavoro e a dedicarsi all’agricoltura. Tuttavia, il compagno Deng Xiaoping – in precedenza un alleato chiave di Mao, che divenne successivamente un critico della sua politica – pensava che la loro linea politica fosse folle: il paese aveva assistito al collasso delle produzioni alimentari e l’industria era in ginocchio.
Con l’aiuto dell’Ufficio politico, Deng incitò i contadini a riprendere possesso degli appezzamenti di terreno che avevano ceduto alle comuni; creò le Nuove Zone Economiche, che aprirono le porte alla tecnologia occidentale e agli investimenti, consentendo alla Cina di iniziare a produrre merci destinate all’esportazione. Queste riforme indirizzarono il paese verso quello che sarebbe stato uno degli sviluppi economici più rapidi al mondo.
Dieci anni dopo le riforme, l’eredità di Deng fu macchiata dalla brutalità di Piazza Tienanmen. Le proteste scaturirono dalla disoccupazione e dalla corruzione dilagante. Nel bel mezzo del collasso del Regime comunista in Russia e nel resto dell’Est Europa, Deng era determinato a mantenere il controllo centrale del partito in Cina e ordinò alle truppe dell’esercito di aprire il fuoco sulla folla. Quello che seguì fu la catastrofe: i colleghi dell’Ufficio politico additarono le sue riforme economiche come la causa dei problemi sociali che attanagliavano il paese e le bloccarono. Gli investitori stranieri si vanificarono.
Tuttavia Deng non si arrese. Fino all’età di novant’anni, continuò a battersi per l’attuazione delle riforme economiche, affermando che senza gli investimenti provenienti dall’estero e le imprese private, lo stato comunista cinese sarebbe crollato. Morì nel 1997 ma riuscì comunque a vedere la Cina che era riuscita a consolidare la sua posizione come un’economia in costante crescita e che era diventata maggiore concorrente degli Stati Uniti.
Arricchito da interviste con i rappresentanti del governo cinese, con gli imprenditori, gli operai che contribuirono alla realizzazione delle riforme di Deng e con i comuni cittadini che, in seguito alle riforme, assistettero al cambiamento delle proprie vite, questo programma racconta la storia dell’ascesa della Cina verso lo status di superpotenza economica, rimanendo al contempo, almeno teoricamente, un regime comunista.
Una produzione Brook lapping per BBC in collaborazione con France 2, vpRo, sRC/CBC, svt, sBs-tv australia, nRK, RtBF, DRtv e yle tv1

BBC Knowledge rivela
tutte le domeniche alle 21.00
Preparatevi a rimanere stupiti, commossi, stupefatti da questi documentari provocatori e ricchi di spunti di riflessione, che seguono i percorsi degli individui e delle loro storie straordinarie, per la prima volta sugli schermi italiani.

Louis Theroux – la città drogata di metanfetamina
Domenica 6 marzo 2011
Louis Theroux visita la valle Centrale di California, che ospita le città rurali più povere d’america, in cui la dipendenza da crystal è tra le più elevate di tutti gli stati Uniti.
A Fresno, Louis vede una comunità devastata da questa droga estremamente economica ma capace di causare forte dipendenza. È difficile trovare qualcuno la cui vita non sia stata toccata da questa sostanza. Entrando in città, Louis tocca con mano le conseguenze dell’abuso di crystal quando alcuni tossicodipendenti lo invitano nelle loro case. E’ circondato dalla follia quotidiana della dipendenza e dallo stordimento causato da questa droga, che sta distruggendo la società.
Louis vede l’impatto della sostanza attraverso gli occhi della polizia locale e incontra Diane e Karl, una coppia che è riuscita a mandare avanti il proprio matrimonio nonostante i 25 anni di dipendenza da crystal e la perdita della custodia dei loro cinque figli.
Al centro residenziale di recupero Westcare, Louis vede in prima persona il lavoro che viene fatto per contrastare la devastazione causata da questa droga. Gestito da ex-tossicodipendenti, il centro offre un programma di riabilitazione della durata di sei mesi.
Louis vede anche le incredibili difficoltà che il centro deve affrontare, come, ad esempio, i dipendenti di lunga data che si avvicinano ripetutamente ai programmi di riabilitazione, giovani famiglie di dipendenti da crystal, bambini nati tossicodipendenti e madri che stanno cercando di prendersi cura di loro e di guarire dalla loro schiavitù.
La tossicodipendenza viene messa a nudo, quando Louis cerca di scoprire le storie e le persone che stanno dietro questa droga.
Prossimamente – unitevi a Louis su BBC Knowledge mentre indaga su altri due fatti affascinanti e provocatori:
Louis Theroux – la famiglia più odiata d’America
Louis Theroux: Un posto per pedofili
Una produzione BBC

Mogli in Offerta sul Web
Domenica 13 marzo
L’amore a portata di biglietto aereo? Il programma Mogli in offerta sul Web esplora la moderna realtà dei matrimoni combinati: uomini in cerca di amore, donne che cercano un futuro migliore e le agenzie che li aiutano a incontrarsi.
Il film segue le vicende di due americani che si cimentano in un viaggio inusuale e ricco di emozioni alla ricerca del vero amore, nella città industriale di Togliatti, conosciuta come la ‘Detroit russa’.
Dal primo incontro faccia a faccia con la potenziale consorte alle promesse finali che suggelleranno la loro unione, Mogli in Offerta sul Web offre una panoramica straordinaria su cosa si è disposti a fare per trovare compagnia per la vita.
Durante il film vengono narrate anche le vicende delle donne che si nascondono dietro i profili online e mostrate le ragioni che spingono migliaia di loro ancora single a sposare uomini più anziani che non parlano la loro lingua.
Dalle gemelle ventiduenni che non riescono a trovare un partner adatto in università alle ultra-trentenni che cercano disperatamente di costruire una famiglia. Ogni anno, circa 10.000 donne straniere si sposano con uomini americani. In quasi tutti i continenti esistono delle agenzie che promettono una vita migliore a centinaia di donne provenienti dai paesi in via di sviluppo. Ma non tutte le storie sono a lieto fine, alcune si rivelano fatali.
Dave Knabel, un cliente di un’agenzia matrimoniale internazionale diventato a sua volta un sensale e sua moglie, la russa Elena, ci rivelano le sfide e le prassi di questo settore industriale; mentre Layli Miller-Muro, fondatore del Tahirih Justice Center, un gruppo per la consulenza legale delle donne immigrate, considera i pericoli che alcune devono affrontare quando la fiaba si trasforma in un incubo.
Una produzione Rodzinski entertainment/psG Films per National Geographic Channel Us

Onde anomale
Domenica 27 marzo 2011
C’è un inquietante mistero nascosto negli abissi: navi che affondano nei fondali dell’oceano e molte che scompaiono nel nulla senza lasciare traccia. Da secoli i marinai hanno attribuito tali sparizioni a onde leggendarie di dimensioni mostruose, ma gli scienziati hanno sempre liquidato le loro spiegazioni come impossibili.
Nel 1979, il München, una nave da carico tedesca è stata inghiottita dal mare, con tutto l’equipaggio. Nessuno riuscì a capire le cause dell’evento, ma i lupi uomini di mare ritenevano che fosse stata affondata da una sola onda anomala: un enorme muro d’acqua di dimensioni paragonabili a quelle di un palazzo.
Secondo le teorie tradizionali, un’onda di questo tipo può colpire una volta ogni 10.000 anni. Dopo lunghe ricerche scientifiche, gli esperti credevano di essere riusciti a dimostrare che i racconti dei marinai su imponenti muri d’acqua, dal punto di vista fisico, erano semplicemente eventi impossibili. Così, proprio come le sirene e i mostri marini, gli oceanografi hanno ignorato queste leggende. Fino al 1995, quando su una piattaforma petrolifera in Norvegia è stata misurata un’onda che ha confutato interamente le teorie tradizionali. Era un muro d’acqua molto più alto e verticale di quello che si sarebbe potuto prevedere, non sarebbe dovuto esistere. Da quel momento, varie linee da crociera, tra queste anche la QE2, si sono imbattute in queste onde mostruose in mare aperto.
Oggi, man mano che vengono raccolte nuove prove, è iniziata la corsa per cercare di capire le modalità e le ragioni che causano queste onde inconsuete. A quanto pare, uno scienziato della Marina americana è approdato alla soluzione dell’enigma.
Una co-produzione BBC/tlC

La Terra del Futuro
1 marzo alle 17.55
Uno straordinario e autorevole approfondimento dell’impatto reale che il riscaldamento globale avrà sul mondo futuro e gli sviluppi avveniristici che, con molta probabilità, riuscirebbero ad alterarne il corso.
Questo efficace documentario, piacevolmente sincero e ottimista, esplora il futuro del nostro pianeta, a fronte del continuo aumento delle temperature: di questo passo, nei prossimi 40 anni, saliranno di uno o due gradi, e arriveranno a tre gradi per la fine del secolo.
In base alle ultime ricerche condotte da prominenti scienziati, l’impatto sul nostro pianeta di un aumento delle temperature pari a tre gradi sarebbe catastrofico. Infatti, la vita naturale, come la conosciamo adesso, potrebbe scomparire per sempre con l’accelerazione incontrollata del cambiamento climatico.
Ma questa ipotesi non si deve necessariamente verificare: infatti è possibile tenere il cambiamento climatico sotto controllo, perché ancora non è irreversibile. Poiché è necessario prevenire ulteriori danni agli ecosistemi e alle società umane, l’aumento globale della temperatura deve essere stabilizzato e, se possibile, retrocedere.
Girato in zone chiave in tutto il mondo e grazie all’utilizzo creativo della tecnologia CGI, questo documentario offre ai telespettatori la più accurata analisi visiva del futuro del pianeta. Vengono mostrate le più recenti scoperte di tecnologia intelligente concepite, sviluppate e testate attualmente in tutto il mondo. La scienza può offrirci delle soluzioni per un futuro più sostenibile, la domanda è: possiamo adottarle e implementarle su una scala abbastanza ampia? Adesso è il momento di agire.
Una co-produzione BBC/Discovery Channel

Gli oligarchi russi e la  loro storia
6 marzo, ore 21.55
la storia segreta del gioco di poker con la posta più alta al mondo, da cui dipende il fato dell’intera nazione russa.
Il Presidente Putin e sette tra gli uomini più ricchi al mondo sono rimasti intrappolati nella battaglia per governare la Russia. Da un lato, c’è il Presidente, appoggiato da un popolo disgustato dalla scoperta che il paese era, di fatto, tenuto in pugno da sette uomini; dall’altra ci sono i miliardari che stanno dispiegando tutto il loro potere e la loro ricchezza per cercare di riappropriarsi del controllo con la forza.
Con la connivenza del governo russo, i cosiddetti “oligarchi” controllano circa il 70% dell’intera economia: dal petrolio al gas, dai metalli rari al commercio, dai tessuti alla lavorazione del cibo, dal mercato immobiliare ai media.
Analogamente ai baroni ladroni del XIX secolo e dei primi decenni del XX secolo in America – Canergie, Rockefeller e Astor – hanno raggiunto il potere grazie a una serie di sotterfugi, una combinazione di corruzione, influenze meschine, negoziazioni illegali, intimidazioni e pura e semplice mancanza di scrupoli.
Adesso la loro storia viene raccontata attraverso materiale d’archivio e interviste con i protagonisti stessi, ma anche con giornalisti, esponenti della politica russa, banchieri, economisti, investigatori di polizia e gli uomini e le donne che “i padrini” hanno scavalcato, assunto o annientato nella loro ascesa verso il vertice.
Una produzione Oxford Film and Television per BBC

Guerre climatiche
27 marzo, ore 21.00
È il più grande giallo della storia della scienza. oggi, finalmente, una guida tanto attesa ci rivela tutto quello che c’è da sapere sul cambiamento climatico.
Nei primi anni ’70 gli scienziati lanciavano l’allarme che ci saremmo avviati verso una nuova era glaciale. Oggi, sono conviti che la maggiore minaccia per la popolazione mondiale sia il riscaldamento globale. Tra questi due estremi, fino a tempi molto recenti, sul tema del cambiamento climatico ha regnato la confusione più assoluta.
Al Gore lo ha definito la più grande minaccia che il pianeta dovrà affrontare. David Bellamy invece lo liquida come un fenomeno di cui non dovremmo preoccuparci affatto. Alcuni sostenevano che avrebbe causato la desertificazione dell’Inghilterra; altri invece che il pianeta sarebbe diventato più umido; altri ancora affermavano che era tutta colpa dell’uomo e infine che l’uomo non aveva alcuna colpa.
Considerando la quantità di informazioni contrastanti, non ci sorprende il fatto che gli scettici rimanessero nell’ombra a farsi beffe di tutto ciò che udivano, sostenendo che il cambiamento climatico fosse semplicemente una storia ideata per seminare il terrore da una manciata di scienziati che cercavano di farsi un po’ di pubblicità.
Oggi, dopo 30 anni, sappiamo la verità. Il pianeta si sta riscaldando e l’umanità è la causa di questo fenomeno. Allora perché ci è voluto così tanto per comprendere la gravità della minaccia rappresentata dal riscaldamento globale?
Questa serie autorevole compie un viaggio intorno al mondo per mappare questo sorprendente sviluppo scientifico e per mostrare in che modo siamo arrivati a sapere ciò che sappiamo. Nel corso di tre episodi – L’inizio della battaglia (The Battle Begins), La resistenza (Fight back) e La lotta per il futuro (Fight for the future) – il programma ci spiega come siamo riusciti a prendere coscienza del fatto che il cambiamento climatico sia davvero in corso e analizza le prove della responsabilità dall’uomo, per chiedersi, infine, quanto siamo vicini al punto di non ritorno.
Consultando gli scettici e i sostenitori di tutti gli schieramenti del dibattito, questo documentario ci spiega come la questione scientifica dal più consistente peso politico dei giorni nostri sia stata ora apparentemente risolta: la guida definitiva e più tempestiva al cambiamento climatico.

Il Diario dei Grandi Felini
Dal 2 marzo alle 17.15
la vera soap opera della natura, Il Diario dei Grandi Felini segue le vite di straordinari leoni, leopardi e ghepardi che vivono nella riserva di masai mara.
Toto, il cucciolo di ghepardo, ha solo cinque settimane. È talmente piccolo che si può portare sul palmo di una mano. E’ una facile preda per gli agguati di leoni, iene e degli altri predatori e le sue possibilità di sopravvivere durante Il Diario dei Grandi Felini sono al cinquanta percento Chui, il maschio di leopardo, sta crescendo in fretta ed è quasi grande come sua madre: Quando inizierà ad andare a caccia da solo?
Notch, il leone, è il capo solitario del suo branco. Essere il capo non è facile: deve fronteggiare le ingerenze da parte dei maschi rivali e le incessanti dispute all’interno del suo gruppo di grintose leonesse.
Una produzione BBC in collaborazione con Discovery Channel

L’Europa Selvaggia
Dall’8 marzo 2011 alle 17.15
alla scoperta della storia dell’europa, dalla nascita del continente fino ai giorni nostri.
Un viaggio epocale indietro di tre miliardi di anni, attraverso paludi tropicali, ere glaciali, passando per diverse civiltà e rivoluzioni per rivivere gli eventi che hanno modellato i paesaggi e la natura dell’Europa. Nessun altro continente presenta una tale varietà di paesaggi, di flora e fauna in uno spazio così ristretto. Da dove deriva questa incredibile diversità dell’Europa?
Un documentario che partendo dai punti di riferimento dei giorni nostri va indietro nel tempo alla ricerca di indizi che potrebbero collegarli alla drammatica creazione delle fondamenta dell’Europa.
Una co-produzione BBC/Discovery Channel/oRF/ZDF

Vipere Letali
14 marzo alle 17.15
Soltanto pochi luoghi sulla terra sono al sicuro dalla vipera velenosa. I rappresentanti di questa specie sono serpenti pericolosi estremamente diffusi ed abbondanti sul nostro pianeta. Le vipere vivono ovunque dalle ghiacciate regioni artiche, passando alle giungle più umide per arrivare ai deserti più torridi. si nutrono della più grande varietà di prede: pesci, uccelli, insetti e scimmie. Riescono a nuotare, scavare, a strisciare su un lato sulle dune e ad avvilupparsi fino alle sommità degli alberi.
Come predatori, sono dotati di grande pazienza e di velocità fulminea e colpiscono dopo essere rimaste in attesa – inosservate e invisibili – per tendere un agguato alla preda. Questa caratteristica le rende particolarmente pericolose per gli umani.
Temute e rispettate come gli animali velenosi che predominano in natura, le vipere hanno sviluppato delle zanne mobili canicolari nella parte anteriore della bocca, che vengono ruotate verso l’esterno e poi verso l’intero, quando l’animale si lancia per sferrare l’attacco. Il veleno della vipera è un autentico surrogato di armi chimiche: alcuni colpiscono i nervi, causando la paralisi degli arti, vertigini, nausea, smarrimento, allucinazioni e dolori fortissimi. Alcuni fanno esplodere le vene, causando emorragie interne di enormi dimensioni. Altri colpiscono i muscoli e gli altri tessuti dando avvio ad una sorta di autodigestione del corpo della vittima. Coloro che sopravvivono al morso di una vipera potrebbero ritrovarsi senza le dita o con arti parzialmente scarnificati.
Vipere Letali è un documentario sul veleno: mostra come, quando e perché viene usato, come agisce e in che modo si ripercuote sulla vita delle vipere ma anche di coloro che si trovano accanto a loro.
Una co-produzione BBC/Discovery Channel

Da Sydney a Tokyo con qualsiasi mezzo
Dal 2 marzo alle 20.05
Questo programma di viaggio diverso dagli altri, vede protagonista Charley Boorman in viaggio da sydney a tokyo, che tenta di risalire le coste del pacifico, usando mezzi di trasporto locali – alcuni molto entusiasmanti, altri
estremi, ma tutti straordinari.
In Australia, Boorman risale la costa in autostop fino a Byron Bay e assiste alla vita quotidiana dei Royal Flying Doctors, quando fanno visita alle cliniche degli aborigeni nelle zone più remote del paese, per poi volare, dalla penisola di Cape York, in Papua Nuova Guinea con un aereo di ricognizione della marina.
In Papua Nuova Guinea, Boorman tocca con mano la varietà che questo paese è capace di offrire. Il suo affascinante viaggio prosegue tra una visita alle tribù che vivono nella giungla recondita insieme a un antropologo e la navigazione lungo la costa su una nave per il trasporto delle banane.
La traversata approda in Indonesia, dove incontra i costruttori di imbarcazioni di etnia konjo nell’isola di Suwalesi e assiste alle bizzarre celebrazioni funerarie dei Toraja. Dopo aver attraversato l’oceano per sbarcare nelle vicine Filippine, si unisce prima alla marina durante un giro di perlustrazione e poi a un gruppo di motociclisti locali chiamati Mad Dogs.
Il viaggio deve continuare e una volta approdato a Taiwan, Charley tocca con mano il contrasto tra il treno proiettile ultramoderno e i sentieri di montagna
sporchi e malridotti. L’ultima tappa è in Giappone, dove Charley viaggia a bordo di uno dei Decotruck in stile giapponese prima di dirigersi a Tokyo con il più famoso mezzo di trasporto nipponico: la motocicletta.
Questo viaggio straordinario rende giustizia alla ricchezza culturale e alla diversità che si incontrano lungo il percorso, mentre lo stile informale e la battuta pronta di Charley Boorman garantiscono abbondanti risate per tutto il tragitto.
Una produzione Big Earth per BBC

Alla Scoperta dell’Himalaya con Michael Palin
Dal 10 marzo alle 20.05
Michael Palin si imbarca in un’avventura di oltre 2000 chilometri attraverso una regione ricca di suggestione, maestà e mistero.
toccando con mano situazioni di estrema ricchezza ed estrema povertà, di caldo soffocante e freddo artico. ancora una volta l’ex-Monty Python firma questo programma con il suo stile inconfondibile caratterizzato da umorismo e saggezza.
Durante il viaggio, attraversa l’Afghanistan, la temuta Zona della morte in India vicino alla base del Monte Everest, passando dalla capitale del Buthan prima di approdare sul Golfo del Bengala. Tra i momenti più emozionanti ricordiamo: una mattinata in compagnia di un dentista di strada a Peshawar, la visita a Dharmsala per un’udienza con sua Santità, il Dalai Lama; un trekking di 10 giorni fino al campo base di Annapurna; le particolarità della vita tribale sull’altopiano tibetano all’estremo confine orientale dell’Himalaya; l’ospitalità dei membri della famiglia reale in Buthan; muoversi all’interno dell’habitat dei panda rossi e l’arrivo in Bangladesh, dove i grandi fiumi dell’Himalaya sfociano nel Golfo del Bengala, giusto in tempo per i monsoni.
Una produzione Prominent Television per BBC

I Giorni che hanno fatto tremare il Mondo – Serie 1 e 2
Dal 2 marzo alle 19.10
Gli eventi che hanno segnato il mondo: dalle tragedie storiche ai trionfi della ricerca scientifica. Esistono dei simboli del nostro tempo che se collegati tra loro rappresentano un sunto degli eventi che hanno caratterizzato il XX secolo: ognuno di questi due giorni ha cambiato la vita di milioni di persone, per sempre. Conquiste incredibili, azioni di sconvolgente brutalità, le icone del cambiamento in un mondo spietato e le storie che tengono viva la speranza, tutte fanno parte dei temi che sono i protagonisti di questi avvincenti programmi.
Momenti come la liberazione di Nelson Mandela, l’uccisione di Martin Luther King, il primo messaggio radio che ha attraversato l’Atlantico, il superamento della barriera del suono, la prima reazione nucleare e l’atterraggio sulla luna, vengono analizzati attraverso la ricostruzione drammatica, i racconti dei testimoni oculari e attraverso materiale d’archivio.
Una produzione Lion Television per BBC in collaborazione con  the History Channel

James May ai Confini con lo Spazio
2 marzo alle 19.30
all’appassionato dello spazio James May (Top Gear) viene data la rara opportunità di volare verso il punto più vicino allo spazio che un aereo possa raggiungere, in uno dei velivoli simbolo del XX secolo: l’aereo spia U-2. ma non sarà una passeggiata. prima di poter volare, infatti, James sarà sottoposto a un programma di allenamento estenuante con l’aeronautica americana.
Il programma accompagna James per tre giorni dell’allenamento: proprio come un membro dell’equipaggio dell’Apollo che si prepara per andare nello spazio,il suo corpo deve prepararsi ad affrontare le condizioni estreme cui sarà esposto.
Dall’aula alla cabina di pilotaggio, James impara ad affrontare l’ipossia, ad adottare le procedure di fuga di emergenza e segue anche una lezione di sopravvivenza, nel caso in cui debba essere espulso nello spazio.
L’aereo spia U-2 è un ritrovato della Guerra Fredda. Progettato per non essere intercettato dai missili, dai radar o dagli aerei da combattimento, spia gli avversari degli Stati Uniti dagli anni ’60. In parte jet da combattimento, in parte aliante, riusciva a rimanere in volo in maniera tanto sottile che gli altri aerei sarebbero semplicemente caduti dal cielo, infatti era notoriamente molto difficile da pilotare.
Mentre James indossa la sua tuta spaziale, il programma lo segue durante il volo a oltre 25.000 metri dentro la stratosfera. Viaggiando a una velocità due volte superiore a quella di un jumbo e in alto, nel punto più distante dalla terra che si riesca a raggiungere con un aeroplano, James vede la curva della superficie terrestre sotto l’aereo e sopra di lui nient’altro che l’oscurità dello spazio.
L’aereo U-2 è un trionfo dell’ingegneria, che ha raggiunto i limiti estremi della tecnologia aerospaziale. Portandolo in luoghi che soltanto una manciata di civili hanno avuto l’opportunità di vedere, su questo aereo James vede la Terra dalla stessa prospettiva in cui l’hanno vista gli astronauti.
Una produzione BBC


DISCOVERY WORLD è il nuovo canale di documentari del gruppo Discovery Networks, disponibile dal 1° marzo in esclusiva sulla piattaforma pay DTT Mediaset Premium.

Discovery World si rivolge a un pubblico curioso e desideroso di andare oltre la superficie dei fatti per scoprire di più sugli eventi del mondo in cui viviamo. Un canale adatto a tutta la famiglia che racconta storie incredibili e consente di compiere un viaggio avvincente tra storia, archeologia, biografie, avventura, natura e grandi scoperte dell’umanità.
Con Discovery World si arricchisce ulteriormente il portfolio di canali del gruppo Discovery in Italia che già comprende: 4 canali sulla piattaforma SKY (Discovery Channel, Discovery Science, Discovery Travel&Living e Animal Planet) e Real Time, sul digitale terrestre free, su Sky e su TivùSat.

Discovery World rappresenta il mondo in cui viviamo con un linguaggio moderno e uno stile coinvolgente che caratterizza l’inconfondibile stile Discovery: la spettacolarità delle immagini si accompagna a un grande impatto emotivo grazie ai racconti dei diretti protagonisti, persone eccezionali che guidano il telespettatore alla scoperta di tutta la meraviglia del mondo che ci circonda.
Discovery World si pone come lo specchio di un mondo in continuo movimento – spiega Antonella d’Errico, VP Channels Discovery Networks Sud Europa – Eventi del passato che hanno contribuito a definire il mondo di oggi, fatti di attualità che aiutano a comprendere il presente e affascinanti proiezioni di quello che sarà il nostro futuro”.

Il palinsesto di Discovery World si sviluppa in serate tematiche che consentono ai telespettatori di approfondire ogni giorno un diverso aspetto della realtà, attraverso una molteplicità di programmi originali e di alta qualità che attingono alla grande tradizione di contenuti propria di Discovery, media company leader mondiale per contenuti non fiction.
Discovery World viaggia nei luoghi più spettacolari del nostro pianeta (Discovery Atlas India, Australia, Africa); racconta il mondo animale in tutti i suoi aspetti (John Lydon: insetti da incubo, La tigre dai denti a sciabola, Api assassine, Vivere con un gorilla) e gli eventi più violenti e sconvolgenti in natura e non solo (Tornado Road, Anatomia di un disastro); svela i misteri della nostra storia (History Files: bombardamento di Beirut, A caccia di nazisti, Titanic) e della preistoria (Mammiferi contro dinosauri, La valle dei T-rex); scava nelle civiltà del passato (Josh Bernstein: i misteri della storia, I misteri dell’Egitto); spiega le strategie di guerra più segrete (Tutto sulle armi, Kill zone); aggiorna sulle scoperte dell’uomo (Tecnologie del futuro, Prototipi da strapazzo); informa su grandi eventi d’attualità (Guerra alle baleniere) e racconta straordinarie avventure (Surviving Alaska, Walking the Amazon).

LA PRIMA SERATA DEL CANALE:

DOCUMENTARI

JOHN LYDON: INSETTI DA INCUBO
Il padre del Punk e voce dei Sex Pistols ci presenta i suoi “incredibili” amici
Dal 1° marzo, ogni martedì alle ore 21.00

In “JOHN LYDON: INSETTI DA INCUBO” lo stravagante ed eccentrico presentatore, meglio conosciuto come Johnny Rotten, dissacrante cantante degli storici Sex Pistols, parte alla ricerca delle creature più schifose e spaventose d’America. Nel corso delle puntate si innamora delle tarantole, indaga sulla maledizione della zanzara, si trova in uno spazio chiuso insieme a 3.000 creature assetate di sangue, si avventura nel deserto di notte alla ricerca di uno degli scorpioni più grossi e letali d’America e si trova faccia a faccia con un mega insetto distruttivo nel bel quartiere francese di New Orleans. In questa serie, che non è certo adatta a tutti, Jonny ci conduce in un viaggio molto personale, ironico e inedito e dove esamina i raccapriccianti insetti che popolano gli Stati Uniti.

TUTTO SULLE ARMI
Equipaggiamenti, armi e tattiche militari
Dal 2 marzo, ogni mercoledì alle ore 21.00
“TUTTO SULLE ARMI”
ci porta all’interno di alcuni tra i più famosi corpi speciali degli eserciti americani come le Special Forces o le Elite Troops. Gli equipaggiamenti, le armi, le tattiche militari, i punti di debolezza e quelli di forza e tutto il necessario che guida le forze speciali nelle battaglie e nelle missioni più delicate.

KILL ZONE
Interviste, immagini e protagonisti delle pericolosissime missioni di guerra
Dal 2 marzo, ogni mercoledì alle ore 21.55
“KILL ZONE”
segue le storie delle missioni delle Forze Speciali e dei Marine americani in diverse “zone di morte” sparse in tutto il mondo, nel tentativo di eliminare i ribelli nemici che ne tengono in ostaggio la popolazione. Il principale punto di forza del nemico sta nel nascondersi abilmente tra la popolazione terrorizzandola e tenendo le persone in ostaggio nella loro area d’azione. Attraverso interviste approfondite e immagini vere,conosciamo i soldati coinvolti in queste pericolosissime azioni. Ogni puntata segue le truppe speciali protagoniste nelle missioni tristemente note di Tal Afar, Desert Storm, Panama e Baghdad.

TECNOLOGIE DEL FUTURO
Come sarà il mondo dei prossimi 100 anni?
Dal 3 marzo, ogni giovedì alle ore 21.00
“TECNOLOGIE DEL FUTURO”
ci conduce in un viaggio nel futuro tra scienza e fantascienza, cercando di illustrare i progressi tecnologici di cui presto godremo. Come sarà il futuro del nostro pianeta? Come sarà il mondo dei prossimi 100 anni? Città costruite sotto l’oceano, turismo spaziale, treni a velocità supersonica, medicine che allungano la vita, intelligenza artificiale sono alcune delle ipotesi non troppo impossibili di “TECNOLOGIE DEL FUTURO”. Computer grafica, tecnologia avanzate e proiezioni ingegneristiche contribuiscono a creare una serie altamente visionaria e affascinante.

HISTORY FILES
Uno sguardo nuovo sui personaggi che hanno cambiato la storia
Dal 4 marzo, ogni venerdì alle ore 21.00
“HISTORY FILES”
racconta la Storia attraverso le testimonianze: ogni appuntamento (di due episodi ciascuno) guarderà ad un evento storico “chiave” e lo ricostruirà esattamente, con un esame dettagliato di prove  archeologiche e di interviste a testimoni oculari, con filmati originali, fotografie e ricostruzioni in 3D. Uno sguardo nuovo su personaggi e i simboli che hanno cambiato la storia, il costume e la società. Indagheremo sul mistero della morte di Tutankhamun e sulla costruzione del Colosseo nell’antica Roma, fino ad arrivare ad esaminare personaggi e casi più recenti, come l’attacco a Pearl Harbor, i segreti di Adolf Hitler, l’assassinio di JFK e la misteriosa morte di Lady Diana.

JOSH BERNSTEIN: I MISTERI DELLA STORIA
L’Indiana Jones dei nostri tempi ci svela antichi misteri irrisolti
Dal 5 marzo, ogni sabato alle ore 21.00

Josh Bernstein è un esploratore dei nostri tempi, un Indiana Jones in carne e ossa. In questa serie Josh ci porta in terre lontane e ci racconta antichi misteri irrisolti con ricostruzioni e racconti affascinanti. Nessuna location è troppo lontana per Josh, nessuna cultura è troppo esotica e nessun obiettivo è irraggiungibile. Ogni episodio è un viaggio indimenticabile, cercheremo di capire i misteri delle mummie, la vita segreta dei gladiatori dell’antica Roma, gli oscuri guerrieri delle nuvole affrontati e sconfitti dall’impero Incas fino alla ricerca della leggendaria arca di Noè.

GUERRA ALLE BALENIERE
La Sea Shepherd Conservation Society contro il massacro illegale di balene
Dal 6 marzo, ogni domenica alle ore 21.00
“GUERRA ALLE BALENIERE”
è un documentario che testimonia le importanti attività della SEA SHEPHERD, un’organizzazione di attivisti e volontari animalisti volta a fermare il massacro illegale delle specie minacciate in estinzione. Un viaggio nelle acque antartiche, al confine estremo della terra per denunciare al mondo intero e sabotare la controversa caccia alle balene perpetrata dalle navi giapponesi. Ogni settimana le telecamere di Discovery World seguono il lavoro dei cosiddetti ecopirati, guidati dal capitano Paul Watson, in un turbine di azioni mozzafiato e colpi di scena. Vedremo quali mezzi estremi e pericolosi SEA SHEPHERD utilizza per combattere la caccia alle balene, la distruzione degli habitat naturali e la violazione delle leggi vigenti nelle acque, cosiddette internazionali. Tra le tecniche maggiormente aggressive adottate dagli attivisti: speronamenti, danneggiamenti ed affondamenti delle baleniere, disturbi al processo di lavorazione delle carcasse dei cetacei e persino incursioni fisiche e vere e proprie aggressioni a bordo delle navi nemiche. Usando “qualsiasi mezzo necessario” per raggiungere l’obiettivo, i membri dell’equipaggio rischiano l’osso del collo arrampicandosi a bordo delle baleniere giapponesi per presentare le loro richieste…ma spesso finiscono per essere presi in ostaggio e rischiano la vita finendo nelle acque ghiacciate dell’Oceano Antartico.

TORNADO ROAD
I fenomeni meteorologici più spettacolari e micidiali del mondo
Dal 7 marzo, ogni lunedì alle ore 21.00
“TORNADO ROAD”
è la serie mozzafiato che porta i telespettatori al centro delle più violente manifestazioni di Madre Natura. In ogni episodio i cacciatori di tempeste seguono il percorso devastante di un tornado nella speranza di riuscire ad analizzarne la potenza e la forza, e si sfidano in una lotta all’ultimo scatto fotografico. Negli Usa la chiamano “Tornado Alley”: si tratta della regione che dal Texas si estende attraverso Oklahoma, Nebraska e Kansas, caratterizzata da una peculiare combinazione di variabili geografiche e climatiche che portano alla formazione delle tempeste più spettacolari e distruttive. Questi studiosi lo fanno a scopo di ricerca, in nome della scienza, per amore del pericolo, per pura adrenalina:  l’esperienza eccitante della caccia rappresenta un obiettivo comune a tutti.


Trame e notizie tratte dal materiale stampa diffuso dalle emittenti, aggiornato alla data di pubblicazione di questo articolo.
Se siete appassionati di film e cinema, visitate gli altri spazi a tema di questo blog. Se invece cercate notizie sulla programmazione dei canali digitali satellitari visitate lo spazio Dig News del blog.

Annunci

Commenti»

1. ame - 01/03/2011

devo essere sincero, un bel colpo per mediaset premium. detto da uno “sky-tutta la vita” e poi questa cosa dei “nuovi” canali cinema al posto di cinema mania ed italia mi puzza…
meno male che sullo sport non c’è proprio paragone..

Angelo - 01/03/2011

Ciao perché ti puzza la rinomina di due canali cinema? Si allineano con la sorella inglese io la vedo così… Tu cosa pensi?

2. Pasquale Curatola - 01/03/2011

Anch’io me ne sono occupato, a suo tempo. Dobbiamo però ricordare che oggi parte anche ME, che eredita lo spazio e la mission di Mediashopping (http://pasqualecuratola.wordpress.com/2011/01/27/dal-1%C2%B0-marzo-2/).
Bel blog, Antonio, complimenti!

3. ABREdoskoi - 01/03/2011

secondo me questo aiuterà ad abbonarsi a MP: anni fa, quando facevo il promoter per Sky molto mi dicevano di essere interessati ai documentari visto che in tv non c’erano molte offerte in questo senso.

4. Angelo - 01/03/2011

Il problema sono i costi dell abbonamento… DOC intrat calcio 29 euro su SKY contro gallery calcio 3o euro senza o con poco Hd


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: