jump to navigation

Libri – Tabitha Suzuma “Proibito” 07/03/2011

Posted by Antonio Genna in Libri.
trackback

Il romanzo “Proibito” (Mondadori; titolo originale “Forbidden”, traduzione di Lorenzo Borgotallo; 360 pagine, prezzo di copertina 16 €), scritto da Tabitha Suzuma, nata nel 1975 a Londra da madre inglese e padre giapponese (questo è il suo primo libro pubblicato in Italia), lascerà sicuramente il segno.
Lochan non si è mai sentito a suo agio nel mondo esterno, e ritiene tutti gli altri degli “alieni”: soltanto a casa riesce ad essere se stesso. La sedicenne Maya è una ragazza sensibile e molto più matura di quello che la sua età farebbe pensare. Lochan e Maya sono fratelli, e hanno altri tre fratellini da accudire: Kit, Tiffin e Willa sono la loro ragione di vita e la loro preoccupazione più grande, da quando il padre li ha abbandonati per una nuova famiglia e la madre ha iniziato a bere, si è trovata un altro uomo e a casa non c’è mai.
Le giornate passano, e per i due giovani ha senso soltanto essere vicini, stare insieme contro tutto e tutti. Per Maya il fratello Lochan è anche il migliore amico, e per Lochan la sorella Maya è l’unica confidente: la loro complicità li trascinerà in un vortice di sentimenti, fino a quando non accadrà un evento irreparabile, inatteso ma in qualche modo anche molto naturale, già “proibito” prima di aver luogo.
Al centro del romanzo un incesto consenziente, seguito naturale dell’innamoramento tra un fratello e una sorella: la consapevolezza di un amore sbagliato ma irresistibile, dal primo bacio “talmente bello da morire” che è a metà tra gioia e dolore, alla prima volta definita “il nostro amore, il nostro primo assaggio di libertà, persino il sole sembra illuminarci col suo consenso”. Rivolto ad un pubblico giovanile, il libro esula sicuramente con molto coraggio dai temi tipici di questo segmento di mercato, con tante scene descritte in modo molto delicato e ricco di passione, fino alla tragedia di un finale molto doloroso e poco prevedibile.

Commenti»

1. Trisha - 08/03/2011

Ho letto questo libro e devo dire che la tematica non é per niente facile, senza dubbio coraggiosa ma rischiosa. Arrivata ad un certo punto della storia ho sperato in qualcosa che chiaramente non sarebbe mai potuto accadere. Una storia che fa molto riflettere. L’autrice é riuscita a fare una stupenda caratterizzazione dei personaggi: intensi, autentici, fragili e umani. L’incesto é il tema principale ma non mancano argomenti come l’abbandono, la depressione, i tipici problemi adolescenziali. Commovente.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: