jump to navigation

TV PAY – Su Disney Channel arriva “Fish Hooks – Vita da pesci” 01/04/2011

Posted by Antonio Genna in Animazione, Cinema e TV, Comunicati, Interviste, TV ITA, Video e trailer.
trackback

Arriva da oggi ogni venerdì alle ore 18.50 sul canale digitale pay Disney Channel la nuova serie animata “Fish Hooks – Vita da pesci” (titolo originale “Fish Hooks”), ambientata all’interno di un acquario ed incentrata sulle vite di tre pesci adolescenti, Bea, Milo e Oscar, e delle loro avventure scolastiche.
A seguire, maggiori informazioni sulla serie, che andrà poi in chiaro su Rai 2, con un’intervista ai creatori Noah Z. Jones e Maxwell Atoms.

DA VENERDI’ 1° APRILE, ORE 18.50
LA NUOVA SERIE ANIMATA DISNEY

Episodio inedito ogni venerdì, ore 18.50

Sbarca in esclusiva su Disney Channel, il 1° aprile 2011, alle ore 18.50 (TBC), la nuova esilarante serie “Fish Hooks – Vita da pesci” che segna il grande ritorno dell’animazione sul canale. Ambientato all’interno di un acquario, il racconto naviga intorno alle vite di tre adolescenti, Bea, Milo e Oscar, e delle loro avventure scolastiche… naviga, appunto, perché i tre sono pesci! Bea è la diva che sogna di diventare una famosa attrice; Milo è un “ragazzo” brillante che ama i propri amici incondizionatamente e Oscar, fratello di Milo, timido e appassionato di videogame, è segretamente innamorato di Bea.

Una serie per ragazzi, dove tre adoloscenti in cerca della loro identità, impareranno il valore dell’amicizia e l’importanza della famiglia, storie in cui potersi identificare, contraddistinte da una forte  dose di divertimento e humor.

Nata dalla mente creativa dell’illustratore e autore di libri per bambini Noah Z. Jones e con Maxwell Atoms al suo fianco (“The Grim Adventures of Billy & Mandy”),  la serie è stata realizzata in animazione 2D su uno sfondo di collage fotografici, un innovativo mix di animazione digitale che sprigiona vitalità ed energia. Carl Greenblatt e Bill Reiss sono i due registi.

SINOSSI – La serie si svolge in un universo avventuroso, un gigantesco acquario situato al centro del negozio di animali Bud’s Pet Shop. I divertenti episodi raccontano le vicende dei tre BFFs (best fish friends, migliori amici di… pinna) alle prese con le sfide e le conquiste quotidiane di questa cricca di pesciolini-matricole al liceo Freshwater.  Tra gli episodi, citiamo: i tentativi di Milo di raggiungere la fama nella squadra di calcio della scuola; la corsa contro il tempo di Bea per fermare l’editrice dell’annuario scolastico, Mitilla, prima che pubblichi una sua brutta foto; l’escursione di gruppo alla Foresta dei Criceti; la decisione di Oscar di diventare un pesce “gotico”; e infine Bea che si impunta per essere trattata da adulta – finché non si accorge che non le conviene.

E come se gli anni dell’adolescenza non fossero sufficientemente movimentati, il trio utilizza delle speciali tute “terrestri” (con tanto di zainetti pieni d’acqua) per trasformarsi in pesci fuor d’acqua e avventurarsi nei territori inesplorati del negozio di animali, un luogo bizzarro, surreale e occasionalmente pericoloso dove fronteggiano gli attacchi delle aragoste giganti e di Wilford, il gigantesco gatto che si aggira per il negozio – per non parlare delle tante altre sorprese.

PERSONAGGI

Bea, una “ragazza” dagli atteggiamenti molto divistici, che sogna di diventare la più importante attrice del mondo

Milo, un “ragazzo” brillante e ottimista che ama i propri amici incondizionatamente;

Oscar, fratello di Milo, appassionato di fantascienza e segretamente innamorato di Bea.

Mitilla,un’ostrica, una ragazzina strabica e sempre ottimista; anche a proposito delle sue possibilità di entrare nella squadra delle cheerleaders. E’ innamorata di Oscar e gli ha costruito addirittura un altare.

Tentaculus, un polipo, un bulletto sempliciotto, dotato di otto braccia, che parla di sé in terza persona e sotto sotto nasconde un’intelligenza e un cuore grande, sempre alla ricerca del modo migliore per esprimersi.

Diva, una vongola, la migliore amica di Bea, indipendente, attenta e pronta a dire sempre la sua.

Koi, una carpa, una dolce teenager, che borbotta sempre, ma è pronta a dare una mano agli amici.

Sig. Baldwin, un cavalluccio marino, insegnante alla Freshwaters, perennemente in crisi esistenziale.

Preside Stickler, un riccio di mare, paranoico e autoritario, sempre a gridare ordini alla sua assistente, l’infermiera Fishington.

Coach Salmons, un salmone, il dinamico insegnante di educazione fisica, motivatore nato, fanatico dei diagrammi delle piramidi alimentari. Il suo motto è “Muovete le Pinne!”.

Sig. Cozza, una cozza, un’insegnante di recitazione che si preoccupa di dare il massimo ai propri studenti, ma strilla i suoi messaggi positivi come un sergente istruttore.

PRODUZIONE

NOAH Z. JONES
Autore e co-produttore esecutivo

Noah Z. Jones è autore e co-produttore esecutivo della serie animata Disney Channel “Fish Hooks: vita da pesci”.  Jones, autore/illustratore/animatore decise di guadagnarsi da vivere come artista dopo aver partecipato a una gara scolastica di disegno: il suo “mostro” si piazzò al quarto posto, su cinque partecipanti.

Da bambino, la passione di Jones per il disegno si nutriva principalmente di film su mostri e dinosauri, e sulle figurine Wacky Packages. L’autore racconta che poteva trascorrere ore studiando i libri di Maurice Sendak, Richard Scarry e Mercer Mayer. Le sue illustrazioni, davvero uniche, hanno contribuito al successo di progetti pluripremiati per clienti come Nickelodeon, PBS e Disney. I suoi folli personaggi, sviluppati sul web, gli sono valsi riconoscimenti internazionali e sono diventati popolari stampe per T-shirts in tutto il mondo.

Jones ha la straordinaria abilità di cambiare stile sia a livello digitale, sul computer, che più tradizionalmente nel disegno a matita, dimostrando una grande versatilità. I suoi libri “Not Norman,” “The Monster in the Backpack,” “Welcome to the Bed and Biscuit,” e “Those Shoes” – tutti realizzati con autori diversi – mostrano la sua capacità di affrontare ogni storia con uno sguardo nuovo.  Oltre al suo lavoro nell’ambito dei libri per bambini, Noah Z. Jones dedica parte del suo tempo a collaborazioni con clienti commerciali, allo sviluppo della sua personale collezione di idee e personaggi strambi, e a coltivare la sua simpaticissima vena di follia.

MAXWELL  ATOMS
Produttore esecutivo

Maxwell Atoms è produttore esecutivo della serie televisiva animata firmata Disney Channel “Fish Hooks: vita da pesci.”  E’ inoltre la voce di due personaggi della serie, Bo Gregory e Razor.

Atoms cresce a Colorado Springs, in Colorado, e inizia la sua carriera nello spettacolo con uno stage alla Film Roman, dove disegna i personaggi di “The Twisted Tales of Felix the Cat”.  Rivela le sue doti artistiche anche nella realizzazione degli storyboard di “Mucca e Pollo” e di “I Am Weasel” per Hanna-Barbera, prima di creare “The Grim Adventures of Billy & Mandy” e “Evil Con Carne” per Cartoon Network.

Tra i suoi meriti come doppiatore ricordiamo Jeff the Spider, e Piff in “The Grim Adventures of Billy & Mandy,” Cod Commando in “Evil Con Carne,” e molti altri personaggi nel film televisivo “Billy & Mandy’s Big Boogie Adventure.”

Atoms si è laureato in animazione presso la University of The Arts di Philadelphia, e rivela che la sua principale ispirazione nel disegno a fumetti risale ai tempi della scuola e alla passione per il surrealismo, per i monster movie e per i vecchi cartoni animati del sabato mattina.

Ora un’intervista ai due creatori.

Com’è stato lavorare con Disney Channel Studios?
Noah: E’ stato bellissimo. Ho sempre sentito parlare della Disney come di una grande corporation di cui avere paura, ma in realtà non è stato così. E’ stata una grande fonte di sostegno, mi ha sempre supportato nelle decisioni creative e ha sempre creduto in  quello che avremmo prodotto.
Maxwell: Ho sempre voluto lavorare in Disney ed, effettivamente, mi sento come in famiglia.

Quali sono le fasi principali di creazione di un episodio di una serie animata e, nello specifico, di Fish Hooks?
Noah: All’inizio ci incontriamo in una stanza dove buttiamo giù delle idee e cerchiamo di creare una storia. Una volta prodotta, si porta allo storyboarder, che impiegherà sei settimane per realizzarla, viene presentato allo staff e si decide chi/come/quanto includerlo. Successivamente, si passa a lavorare sugli sfondi, sui personaggi e si manda il tutto in Canada, dove si occupano dell’animazione. Nel frattempo, noi continuiamo a lavorare sulle voci e sui personaggi. E’ un lavoro costante.

Dove traete ispirazione per le storie?
Maxwell: Cerchiamo di prendere spunto dalle esperienze vissute al liceo, pensando alla vita tipica degli adolescenti, ma dobbiamo sempre tenere a mente che tutto si svolge in un acquario. Questo crea lo spunto per tante altre storie.

Chi si occupa della sceneggiatura degli episodi?
Noah: Se ne occupa di un team composto da quattro scrittori che lavorano con me, Adam e altri due directors. Poi c’è lo storyboarder, che si occupa del dialogo, a cui contribuiamo anche noi. E’ tutto molto collaborativo, c’è il contributo da parte di tutti.

Da ragazzi avete vissuto le stesse situazioni dei tre protagonisti?
Noah: Sicuramente. Ero sempre nervoso con le ragazze. Sono stato vittima di atti di bullismo e ho sempre avuto voglia di essere normale. Credo sia qualcosa in cui ognuno può identificarsi.

Fish Hooks presenta un’inedita mescolanza di animazione tradizionale e digitale. Ti va di parlarcene?
Maxwell: E’ uno show estremamente moderno, dà un senso di manualità, di cose fatte a mano. Ovviamente non c’è tutto quel collage di colla e forbici che ci poteva essere in passato perché è tutto computerizzato, ma di sicuro è un mix di high- technology e low- technology.

Fish Hooks punta molto sull’ironia e su un umorismo surreale. Qual è il tipo di reazione che volete suscitare?
Noah: Possiamo dire che vogliamo essenzialmente sorprendere il pubblico. Se il pubblico immagina già come va a finire, decade la sorpresa. Vogliamo quindi che gli spettatori non si aspettino cosa accadrà.
Maxwell: Vogliamo sorprendere noi stessi innanzitutto. E’ così che ragioniamo.

Quali sono i valori su cui si basa Fish Hooks?
Noah: L’amicizia è il valore principale dei tre protagonisti, sempre leali e che cercano sempre di aiutarsi tra loro. Ciò che cerchiamo di mostrare è che bisogna seguire i propri sogni ed è bello vedere come ognuno dei nostri personaggi cerca di raggiungere questo obiettivo.

I protagonisti di Fish Hooks hanno caratteri ben definiti. Cosa puoi raccontarci di loro?
Maxwell: Bea vuole perseguire il suo sogno di diventare un’attrice ed è molto concentrate su sé stessa. Oscar non si sente molto a suo agio, cerca sempre di identificarsi nella vita liceale e cerca di dimostrare la lealtà a Milo. E’ innamorato di Bea. Infine, c’è  Milo che è il classico ragazzo tutto festa che cerca di divertirsi al massimo nella vita.

Che consiglio potete dare ai giovani che vorrebbero intraprendere la vostra carriera?
Noah: Credo che ci si debba esercitare il più possibile. Anche quando si sta al telefono o davanti alla tv, tenete sempre con voi un blocco per gli schizzi e continuate a disegnare. Usate sempre la fantasia.
Maxwell: Se amate disegnare e raccontare storie, passate ai fatti. Oggi, grazie a Internet, si possono avere più contatti, quindi si può raggiungere in fretta il proprio scopo.

A seguire, uno sneak peek della serie.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: