jump to navigation

Cinema futuro (1.250): “Scream 4” 11/04/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Video e trailer.
trackback
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end“Scream 4”

Uscita in Italia: venerdì 15 aprile 2011 (in contemporanea mondiale)
Distribuzione: Moviemax

Titolo originale: “Scream 4”
Genere: horror / thriller
Regia: Wes Craven
Sceneggiatura: Kevin Williamson (basato sui personaggi da lui ideati)
Musiche: Marco Beltrami
Durata: 102 minuti
Uscita negli Stati Uniti: 15 aprile 2011
Sito web ufficiale (USA): cliccate qui
Sito web ufficiale (Italia): cliccate qui
Cast: David Arquette, Neve Campbell, Courteney Cox, Emma Roberts, Rory Culkin, Nico Tortorella, Hayden Panettiere, Anthony Anderson, Alison Brie, Adam Brody, Marielle Jaffe, Erik Knudsen, Mary McDonnell, Marley Shelton, Shenae Grimes, Lucy Hale, Brittany Robertson

La trama in breve…
In questo quarto capitolo della saga meta-horror diretta da Wes Craven, Sidney è divenuta autrice di un manuale di auto-aiuto, e come ultima tappa del tour promozionale del libro torna proprio a Woodsboro. Lì riallaccia i contatti con lo sceriffo Linus e sua moglie Gale, e anche con la giovane cugina Jill e la zia Kate. Ma, con il ritorno di Sidney a casa, tornano anche gli omicidi di Ghostface, che pare prendere di mira il liceo frequentato da Jill.
Il nuovo episodio dell’acclamato franchise, che negli anni ’90 ha inaugurato un nuovo filone horror, è stato scritto dal creatore originale della serie, Kevin Williamson, ed è diretto dal maestro della suspense, nonché regista della prima trilogia, Wes Craven.  Nel film recitano Neve Campbell, Courteney Cox, David Arquette, Emma Roberts, Hayden Panettiere, Rory Culkin, Anthony Anderson, Adam Brody, Mary McDonnell, Marley Shelton, Nico Tortorella, Marielle Jaffe, Kristen Bell, Anna Paquin, Lucy Hale, Shenae Grimes, Aimee Teegarden e Brittany Robertson.

I primi tre capitoli…

SCREAM – Chi Urla Muore

Release 1996 (USA)
$ 173.000.000 Incasso mondiale

  • Durante le riprese sono stati utilizzati 200 litri di sangue finto.
  • Originariamente SCREAM – Chi Urla Muore era intitolato SCARY MOVIE, questo titolo venne poi utilizzato per i film parodia di SCREAM e di altri titoli di questo genere.
  • Wes Craven TROVÒ la maschera di Ghostface in un negozio della California mentre stava cercava i luoghi più adatti alle riprese esterne del film.
  • La maschera di Ghostface è ispirata al dipinto di Edward Munch “L’Urlo”.
  • Il personaggio del killer è ispirato all’omicida della Florida conosciuto come lo squartatore di Gainesville (Gainesville ripper).
  • Nella scena in cui il killer sfonda la finestra con la testa e Casey lo colpisce in viso con il telefono, il costume di Ghostface c’era proprio Wes Craven. Queste sono le regole dei film horror, come indicato nel film:
    – 1. Non riuscirai a sopravvivere se avrai rapporti sessuali
    – 2. Non riuscirai a sopravvivere se farai uso di droghe e alcol
    – 3. Non riuscirai a sopravvivere se dirai “Torno subito!”
    – 4. Sono tutti sospettati.
    Due regole aggiuntiveprovenienti dal killer:
    – 5. Non sopravviverai se chiederai “Chi è?”
    – 6. Non sopravviverai se uscirai per capire da dove proviene uno strano rumore.
  • Tutte le telefonate dell’assassino vennero realmente effettuate da Roger Jackson sul set con un telefono cellulare. Un giorno la produzione venne contattata dalla polizia per sapere chi fosse il proprietario del telefono perché pensavano si potesse trattare di un vero assassino.
  • Drew Berrymore e Neve Campbell non incontrarono mai Roger Jackson, l’attore che interpretava “la voce” in SCREAM, prima dell’inizio delle riprese. In questo modo, ogni volta che parlavano altelefono con l’assassino, potevano realmente avere la sensazione di  confrontarsi con un killer.
  • Drew Barrymore venne inizialmente scelta per il ruolo di Sidney Prescott (che, in seguito, andò a Neve Campbell) ma la Barrymore convinse la produzione che se avesse interpretato Caseysarebbe riuscita a far credere al pubblico che poteva succedere qualsiasi cosa.
  • Per rendere l’interpretazione di Drew Barrymore più convincente, il regista Wes Craven, sapendo che Drew è un’animalista convinta, le raccontò storie di violenza e crudeltà subite dagli animali.
  • La scena in cui il telefono cade dalle mani di Billy e colpisce in testa Stu è totalmente accidentale, ma Wes Craven trovò la reazione di Stu così realistica che volle tenerla.
  • Courtney Cox e David Arquette si sono conosciuti ed innamorati proprio sul set di SCREAM. Nel 2000 si sono sposati ma hanno dovuto limitare la loro luna di miele a causa dell’inizio delle riprese di SCREAM 3.
  • SPOILER. Ci sono 8 omicidi nel film: Maureen Prescott, Steven, Casey, The Principal, Tatum, Kenny, Stu (secondo killer), Billy (primo killer).
  • SPOILER. Secondo la stesura iniziale, Linus (David Arquette) doveva morire a causa di una coltellata alla schiena. Il regista Wes Craven decise di girare una scena in cui Linus, ancora vivo, veniva trasportato in ospedale, in modo da poter decidere all’ultimo momento se salvarlo o meno. Allo screen-test il pubblico apprezzò talmente tanto il personaggio di Linus che convinse Wes Craven ad aggiungere, nel montaggio finale, la scena in cui Linus si salva.  Guardando attentamente la sequenza in cui Gale (Courteney Cox) viene spinta da Billy e cade addosso a Linus si può notare che quest’ultimo non respira. Prima che venisse aggiunta la scena finale, ogni volta che veniva mostrato il corpo di Linus dopo l’accoltellamento, si presupponeva fosse morto e non svenuto.
  • SPOILER. La scena in cui il killer è nascosto alle spalle di Randy è l’unica in cui la persona che indossa il costume è uno degli attori e non uno stunt man. Skeet Ulrich chiese espressamente di poter interpretare almeno una volta Ghostface.
  • SPOILER. La morte di Arthur Himbry venne aggiunta dopo che Bob Weinstein notò che per più di 30 pagine nessuno veniva assassinato e fece notare a Kevin Williamson che “qualcuno doveva essere ucciso”.

SCREAM 2

Release 1997 (USA)
$ 172.000.000 Incasso mondiale

  • Durante le riprese sono stati utilizzati 120 litri di sangue finto.
  • Fino all’ultimo giorno di riprese il cast non venne informato di chi fosse il killer Le ultime 10 pagine dello script vennero consegnate al coast al ridosso del giorno delle riprese. A tutto il cast venne chiesto di firmare un contratto che impediva di parlare del film e dell’identità di Ghostface fuori dal set e con i media. Quando una bozza della sceneggiatura finale finì su internet, rivelando l’identità di Ghostface, Kevin Williamson fu costretto a fare alcune frettolose modifiche. Questo vuol dire che il film iniziò la produzione senza che la sceneggiatura fosse completa.
  • Molte delle scene esterne sono state girate al college femminile di Atlanta, Agnes Scott. Le statue gotiche che si vedono nel campus Agnes vennero portate lì per girare il film e sorvegliate da un guardiano.  Venne chiesto ai studenti del Campus di non toccarle durante la festa estiva ma alcuni di loro riuscirono ad eludere la sorveglianza e le travestirono e decorarono.
  • Le regole per il sequel di un horror – come stabilito da Randy nel film – sono
    (1) il numero delle vittime deve essere sempre maggiore e
    (2) le scene riguardanti gli omicidi devono essere sempre più elaborate e con più sangue.
    La terza regola è stata tagliata nel film, ma viene mostrata nel trailer.
    “3. Mai, mai in nessun caso supporre che il killer è morto”.
  • In molte scene della sceneggiatura di Kevin Williamson si leggeva semplicemente: “Wes Craven lo renderà terrificante”.
  • Tutti gli attori provinati per la parte di Derek dovettero provare la scena nella caffetteria dove il personaggio cantava “I Think I Love You”, senza accompagnamento.
  • L’idea di un sequel venne allo sceneggiatore Kevin Williamson mentre stava scrivendo lasceneggiatura di SCREAM – Chi Urla Muore (1996), quando ebbe la sensazione che c’era ancora molto altro da raccontare. Le riprese di SCREAM 2 (1997) iniziarono solo 6 mesi dopo l’uscita del primo capitolo e l’uscita fu fissata a meno di un anno di distanza rispetto al primo capitolo della saga.
  • SPOILER. I dieci omicidi del film si susseguono secondo il seguente ordine: Maureen Evans, Phil Stevens, Cici, Randy, primo Bodyguard, secondo Bodyguard, Hallie, Derek, Mrs. Loomis (secondo killer), Mickey (primo killer).
  • SPOILER. Nella prima bozza di sceneggiatura il film si intitolava Sequel di SCREAM e aveva 3 diversi assassini: Derek, Hallie, e Cotton.

SCREAM 3

Release 2000 (USA)
$ 161.000.000 Incasso mondiale

  • Durante le riprese sono stati utilizzati 40 litri di sangue finto.
  • Le regole del sequel di un sequel di film horror sono:
    (1) il killer deve essere un super uomo – le coltellate o i proiettili non saranno mai abbastanza per finirlo
    (2) chiunque, compreso il protagonista, può morire
    (3) il passato vi tornerà a perseguitare.
  • Nel film Gale fa riferimento alla relazione tra Brad Pitt e Jennifer Aniston, co-star con Courteney Cox nella serie “Friends”.
  • La canzone “Red Right Hand” è presente in tutti e tre i film della saga.
  • SCREAM 3 aprì a $34,7 milioni di dollari, il maggior incasso che la Miramax avesse mai ottenuto fino a quel momento nel week end di uscita.
  • La Miramax organizzò una proiezione stampa solo due giorni prima la data di uscita per cercare di proteggere i segreti del film.
  • Wes Craven girò tre differenti finali del film e non disse al cast quale dei tre sarebbe stato usato nella versione finale.
  • SCREAM 3 non ebbe un test screening con il pubblico. Il cast e la troupe del film videro il film finito solo in occasione della premiere.
  • Patrick Dempsey è stato assunto il giorno prima dell’inizio delle riprese. Ha avuto una notte per imparare tre scene particolarmente pesanti con dialoghi molto impegnativi.
  • Il personaggio del regista, interpretato da Lance Henriksen, è un omonimo John Milton, il famoso scrittore inglese 17 ° secolo. Questo autore John Milton è meglio conosciuto per il suo poema “Paradise Lost”. In “Paradise Lost “, Satana inganna Adamo ed Eva facendogli scegliere la tentazione rispetto all’Eden divino. La loro decisione ne determina l’espulsione dall’Eden ed li segna con la perenne macchia del peccato. “Paradise Lost”, suggerisce il dibattito relativo alla questione se sia meglio essere cattivi che buoni. Il regista John Milton in Scream 3 (2000) inganna Maureen Prescott facendole credere che può avere successo a Hollywood in cambio favori sessuali. In un modo simile ad Adamo ed Eva, Maureen perde la sua innocenza per false promesse di grandezza, ricevendo le parti solo nei film di Milton. Come conseguenza della suo essere stata corrotta da Milton, Maureen Prescott abbraccia pienamente la promiscuità, come evidente dalla trama trilogia di Scream.
  • SPOILER. Nel film si susseguono 10 omicidi: Christine, Cotton Weary, Sarah Darling, Steven Stone, Tom Prinze, Angelina Tyler, Tyson Fox, Jennifer Jolie, John Milton, Roman Bridger (Killer).

SCREAM 4
La Produzione

Quindici anni dopo SCREAM-CHI URLA MUORE – il primo episodio della franchise che iniziava con la celebre, terrificante telefonata che ha cambiato il genere horror per sempre – il regista Wes Craven, lo sceneggiatore Kevin Williamson e gli attori Neve Campbell, Courteney Cox e David Arquette fanno il loro ritorno in un nuovo e audace capitolo dell’amatissima serie.
L’impatto che ha avuto SCREAM è innegabile: I film della saga hanno dato vita ad un genere cinematografico totalmente nuovo, ridefinendo il genere horror per una nuova generazione di spettatori, ed hanno anche il merito di aver lanciato le carriere di molti giovani attori. In un’era di reboot e remake, SCREAM 4 rende sapientemente onore ai propri fan con un sequel brillante e irriverente, al pari dell’originale.
La saga di SCREAM si è sempre basata sulla spontaneità.  Wes Craven riteneva che l’approccio utilizzato da Kevin Williamson fosse geniale e inconsueto. “Bisogna tornare con qualcosa per cui valga la pena tornare”, commenta Craven, sottolineando gli alti standard imposti dai film che hanno preceduto SCREAM 4.  “Ci si rivolge ad una nuova generazione di fan, ma anche a coloro che hanno visto i tre episodi precedenti, oltre a tutti gli altri film che sono usciti nel corso degli ultimi dieci anni. Era essenziale che il film fosse buono, almeno quanto quei film, e anche di più”.
Con Craven e Williamson a bordo, gli interpreti originali della saga di SCREAM hanno accolto la sceneggiatura di Williamson con entusiasmo, e hanno immediatamente colto l’opportunità di rivisitare i loro ruoli iconici in un mondo completamente nuovo ed estremamente moderno. I personaggi, nati oramai quindici anni fa, sono stati uno degli elementi centrali nel corso della stesura della sceneggiatura.  “Questo film è molto più simile al primo SCREAM che agli altri due che l’hanno seguito”, puntualizza Arquette.  “E’ una nuova generazione. E’ qualcosa di totalmente nuovo. C’è più tecnologia, ci sono più film e più media da prendere in giro”.
La Cox era impaziente di tornare a vestire i panni di Gale Weathers, anche per il piacere di rincontrare il cast e la truppe.  “La gente parla continuamente di ‘rifare le cose’, ma questo è uno di quei film che mi sarebbe davvero piaciuto tornare a interpretare, perché ci siamo divertiti talmente tanto a fare i primi tre”, afferma la Cox.
Così come negli undici anni che sono trascorsi dall’uscita di SCREAM 3 è cambiato il panorama dei film horror, sono cambiate anche le vite degli indimenticabili protagonisti del film. In questo capitolo della saga, infatti, incontriamo Linus, Gale e Sidney in fasi totalmente diverse e nuove delle loro vite.  Sidney Prescott è l’autrice di un bestseller su come superare i traumi personali. “Si trova in una fase della sua vita completamente diversa ed è riuscita ad accettare ciò che le è accaduto”. Spiega la Campbell.  “Ha trovato il modo di accettare il passato ed ha scelto di aiutare le persone che hanno una storia simile alla sua.  All’inizio del film, Sidney è occupata nel tour di presentazioni del suo libro”.
Mentre Sidney ha trovato il successo, lo stesso, invece, non si può dire di Gale.  “Ha attraversato il tipico blocco degli scrittori”, spiega la Cox riferendosi a Gale.  “Ha scritto sei libri ma ora è a corto di idee’. Vive in questa piccola cittadina di Woodsboro ed è piuttosto infelice”.
Per la Cox, Arquette e la Campbell tornare a interpretare i loro ruoli non è stato affatto difficile, soprattutto perché la franchise è tornata nelle mani di due maestri del genere: Craven e Williamson.  “Quando un regista come Wes e uno sceneggiatore come Kevin danno vita a questo mondo è facile entrare in questi personaggi”, puntualizza Arquette.
SCREAM 4 riunisce il trio originale di protagonisti, ma conta anche su un gruppo di nuovi attori di talento: nel film, infatti, Ghostface torna dal passato e si scontra con una nuova generazione di ragazzi.
Tra i nuovi membri del cast, troviamo Emma Roberts nel ruolo di Jill, la cugina di Sidney. Jill è la ragazza di Trevor Sheldon, interpretato da Nico Tortorella.  “Trevor ha una grande energia, è lui l’uomo del campus, e per tutto il tempo non fa altro che cercare di riconquistare l’amore di Jill”, spiega Tortorella.  “Di fronte alle persone nasconde i suoi sentimenti, ma quando si trova da solo con lei le dimostra tutto il suo affetto”.
Hayden Panettiere interpreta Kirby, una ragazza dura, sveglia, senza peli sulla lingua, appassionata di cinema.  “E’ sfacciata, è forte ed è furba”, dice la Panettiere riferendosi al personaggio di Kirby.
Erik Knudsen interpreta Robbie, il più abile in materia di tecnologia tra tutti i ragazzi di SCREAM 4.  “Uno degli elementi importanti di questo film è dato non solo dall’effetto dei film su questi personaggi ma anche da quello di internet e dal fatto che questi film ne sono stati risucchiati. E’ lui che fa da ponte tra queste due generazioni.  Si è divertito molto ad interpretare questo ruolo”, racconta Craven riferendosi a Knudsen.
Completano il cast di SCREAM 4 l’esordiente Marielle Jaffe, (la Lucy Hale di “Pretty Little Liars”), Brittany Robertson (“Life as We Know It”), Aimee Teegarden  (“Friday Night Lights”)  e Shenae Grimes (“90210”).
L’attrice due volte candidata agli Oscar, Mary McDonnell, interpreta zia Kate, la madre di Jill.  Alison Brie, la star di “Mad Men” e “Community”, interpreta Rebecca, la publicist di Sidney.  “E’ molto ambiziosa. E’ intraprendente. Adora Gale Weathers.  La ammira e vuole essere come lei”, dice Brie riguardo al suo ruolo.
Poi ci sono i tre nuovi poliziotti che cercano di mantenere l’ordine in tutto questo caos: Marley Shelton, Anthony Anderson e Adam Brody.  Brody, da lungo tempo fan di SCREAM, era emozionato all’idea di entrare a far parte della sua amata franchise. “Quando andavo al liceo adoravo questi film, ed ora è fantastico e quasi surreale recitare accanto agli stessi attori che interpretavano quei personaggi. E’ un’esperienza favolosa”, afferma Brody.
Anderson era felice di far parte di un progetto così leggendario e brillante.  “Ci sono un sacco di colpi di scena nel corso della storia”, afferma Anderson.  Ma SCREAM 4 non sarebbe un film della franchise di SCREAM senza i suoi famosi cammei: tra tutti, quelli dell’attrice premio Oscar Anna Paquin e quello di Kristen Bell, la star di NON MI SCARICARE.

SCREAM 4 è stato girato nell’estate del 2010, ad Ann Arbor, nel Michigan.  La produzione ha attirato molti fan della serie, i quali speravano di poter vedere da vicino Sidney, Gale, Linus o Ghostface.  Il bello di SCREAM è l’arte della sorpresa, perciò tutti coloro che hanno preso parte alla produzione hanno mantenuto il più assoluto silenzio riguardo ai segreti e ai colpi di scena contenuti nella sceneggiatura.
Eppure, Craven ha saputo estendere l’esperienza del set e, occasionalmente, ha  provocato le sue legioni di fan su Twitter.  E’ così è entrato a far parte della stessa tecnologia che SCREAM 4 biasima aspramente.  “Ho passato molto tempo su Twitter per questo film”, ricorda Craven.  “Ci sono delle tecnologie che influenzano gli eventi che si verificano nel mondo. E questo è uno degli elementi più importanti di questo film. Le nuove generazioni hanno a disposizione degli strumenti totalmente nuovi per comunicare”.
Il Direttore della Fotografia di SCREAM 4, Peter Deming, è lo stesso di SCREAM-CHI URLA MUORE, SCREAM 2 e SCREAM 3. “Peter Deming è la spina dorsale del look del film. Si è unito al primo SCREAM a metà percorso”, racconta con entusiasmo Craven. “E’ lui che ha conferito al film il suo look ricco e straordinario. Usiamo delle lenti anamorfiche per conferire al film il suo tocco widescreen, esasperato. Il tutto è montato assieme in maniera strepitosa. E’ una cosa meravigliosa riuscire a fare esplodere il terrore. E tutto questo, per gran parte, è merito del lavoro di Peter Deming”.
Anche la Cox era estremamente felice di tornare a lavorare assieme a Craven.  “Sono passati circa dieci anni da quando abbiamo girato SCREAM 3 e non credo che lui sia affatto cambiato”, dichiara la Cox riferendosi al regista.  “E’ molto divertente, ironico e mi fa ridere”.
Craven ha un legame profondo con Sidney, Gale e Linus, e con gli attori che li interpretano. “L’atmosfera che si respira è rilassata e familiare”, racconta Craven riferendosi a Campbell, Cox e Arquette.  “Credo di sapere come tirar fuori il meglio  da loro e loro sanno come tirar fuori il meglio da me. I personaggi sono diventati celebri e sono molto ricchi.  Con loro tre mi piacerebbe lavorare sempre”.
“In questo business non si ha sempre l’opportunità di fare un’esperienza come questa”, spiega Arquette parlando di SCREAM e del posto che il film si è guadagnato nella storia del cinema.  “Lavori con persone con le quali hai lavorato per sedici anni di seguito. E’ qualcosa di speciale. Sarei dovuto morire nel primo SCREAM.  Ma Wes disse, ‘Giriamo una scena in cui tiriamo fuori Linus ed è ancora vivo.’ E da lì in poi la mia vita è cambiata per sempre”.

Il trailer italiano:


Trame ed altre informazioni sono tratte dal materiale stampa relativo al film.
Per consultare le uscite dell’ultimo week-end italiano visitate lo spazio “Al cinema…”, per gli incassi del box office, trailer e notizie dal mondo del cinema andate allo spazio settimanale “Cinema Festival”.

Commenti»

1. ezio - 12/04/2011

Aspettavo questo film da anni. Spero che le aspettative siano soddisfatte.

2. Mikele - 12/04/2011

NN VEDO L’ORA!!! XD


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: