jump to navigation

Edicola – “Le Scienze” n°513, maggio 2011: “La colonna sonora dell’universo” 07/05/2011

Posted by Antonio Genna in DVD, Le Scienze, Libri, Scienza e tecnologia.
trackback

Ecco la copertina, i principali contenuti ed una descrizione degli allegati facoltativi del numero 513 – Maggio 2011 del mensile “Le Scienze”, edizione italiana del prestigioso “Scientific American”, già in edicola da qualche giorno. La rivista è pubblicata dal Gruppo Editoriale L’Espresso ed in vendita al prezzo di 3,90 €.

Nel numero di «Le Scienze» di maggio in edicola:

La colonna sonora dell’universo

Uno dei grandi obiettivi della cosmologia è riuscire a osservare le onde gravitazionali, che con un’analogia si possono paragonare a potenti suoni emessi dal cosmo. Fino a oggi però gli scienziati sono riusciti solo a osservare gli effetti indiretti di queste onde elusive, nessuno strumento appositamente costruito è stato in grado di rilevarle direttamente. Ma la caccia continua, e una missione pianificata da ESA e NASA, battezzata LISA, cercherà di rilevare le onde gravitazionali generate da sorgenti di diverso tipo, sia all’interno sia all’esterno della nostra galassia.

Su numero di «Le Scienze» di maggio inoltre:

Malattie in provetta. Un uso innovativo di cellule staminali ricavate da tessuti adulti promette di accelerare lo sviluppo di farmaci per patologie debilitanti.

Diavoli, entropia e la corsa verso lo zero assoluto. Un esperimento mentale del XIX secolo è diventato una tecnica di laboratorio per raggiungere temperature estremamente basse, e ha aperto la strada a nuove scoperte e applicazioni.

Neurobiologia della forza d’animo. Dopo un lutto o un altro trauma emotivo, la maggior parte delle persone riesce a superare il dolore in tempi brevi.

Nuove ipotesi su Stonehenge. Un numero sempre maggiore di esperti ritiene che il celebre cerchio di pietre facesse parte di una struttura cerimoniale molto più ampia.

I contenuti di questo numero:

Editoriale
di Marco Cattaneo

Edicola

Intervista
Geni per l’agricoltura

di Angela Simone

Made in Italy
Principi attivi amici dell’ambiente

di Letizia Gabaglio

Scienza e filosofia
Il secchio di Newton e la metafisica

di Elena Castellani

Appunti di laboratorio
Un marcatore per il trauma?

di Edoardo Boncinelli

Il matematico impertinente
Ippocrate, chi era costui?

di Piergiorgio Odifreddi

Astri & Particelle
Benzina per l?esplorazione

di Roberto Battiston

Homo sapiens
Nuova data per il cranio di Ceprano

di Giorgio Manzi

Scienza news

Cosmologia
La colonna sonora dell?universo
di Bernard Schutz e Stefano Vitale
L’osservazione delle elusive onde gravitazionali con nuovi e sofisticati esperimenti potrebbe finalmente farci ascoltare il «concerto dei suoni cosmici».

Medicina
Malattie in provetta
di Stephen S. Hall
Un uso creativo di cellule staminali ricavate da tessuti adulti promette di accelerare lo sviluppo di farmaci per patologie debilitanti

Esplorazione spaziale
Destinazione Mercurio
di Scott L. Murchie, Ronald J. Vervack, Jr., e Brian J. Anderson
Dallo scorso 18 marzo, il pianeta più vicino al Sole ha un satellite: la sonda MESSENGER della NASA, la prima a inserirsi nella sua orbita

Fisica
Diavoli, entropia e la corsa verso lo zero assoluto

di Mark G. Raizen
Un esperimento mentale del XIX secolo è diventato una tecnica di laboratorio per raggiungere temperature estremamente basse, e ha aperto la strada a nuove scoperte e applicazioni

Ambiente
Biocombustibili e uso del suolo

di Robert Edwards, Luisa Marelli e Fabio Monforti
L’espansione delle coltivazioni destinate alla produzione di biocombustibili di prima generazione rischia di far aumentare le emissioni di gas serra invece di diminuirle

Cambiamento climatico
La migrazione delle piogge

di Julian P. Sachs e Conor L. Myhrvold
Un gruppo di scienziati ha ricostruito le precipitazioni della fascia equatoriale negli ultimi 1200 anni e ha previsto come cambierà il clima tropicale entro il 2100

Archeologia
Nuove ipotesi su Stonehenge

di William Underhill
Un numero sempre maggiore di esperti ritiene che il celebre cerchio di pietre facesse parte di una struttura cerimoniale molto più ampia

Psicologia
Neurobiologia della forza d?animo

di Gary Stix
Dopo un lutto o un altro trauma emotivo, la maggior parte delle persone riesce a superare il dolore in tempi brevi. Qual è l?o rigine di questa capacità di resistere ai colpi della sorte?

Paleontologia
Trappola per dinosauri

di Paul C. Sereno
Una spedizione nel deserto del Gobi ha portato alla luce la scena di una morte di gruppo avvenuta 90 milioni di anni fa

Sanità globale
Non è una malattia da ricchi

Intervista di Mary Carmichael
Le recenti campagne sanitarie mondiali si sono concentrate su HIV, tubercolosi e malaria. Ma oltre metà dei casi di cancro è nei paesi a basso e medio reddito, spiega l?antropologo medico Paul Farmer

Coordinate
Esposti

di Mark Fischetti

Rudi matematici
Verso l’infinito, e oltre!

di Rodolfo Clerico, Piero Fabbri e Francesca Ortenzio

Libri & tempo libero

Povera scienza
Il profeta dei terremoti

di Paolo Attivissimo

Pentole & provette
L’aria nel pan di Spagna

di Dario Bressanini

Inoltre, con Le Scienze di maggio 2011, a richiesta e a pagamento:

– il 1° di sei DVD della collana “Le meraviglie dell’universo”, dal titolo “Vita e morte di una stella”.

Nell’universo c’è spazio per nani e giganti, come dimostra lo studio delle stelle. Nel loro album di famiglia si trovano astri sia con massa decine di volte più grande di quella del Sole sia con massa molto più piccola rispetto a quella solare. Tra questi estremi c’è una lunga evoluzione affascinante e turbolenta, per esempio le immani esplosioni che concludono la vita di alcune stelle, che ancora oggi ha diversi punti poco chiari. Al mondo degli astri è dedicato Vita e morte di una stella, il primo di sei DVD, in edicola a richiesta con il numero di maggio di «Le Scienze», della collana Le meraviglie dell’universo. Computer grafica, immagini satellitari inedite e interviste a scienziati illustreranno come nascono, come si evolvono e come muoiono le compagne del Sole, che da parte sua continuerà a brillare per altri cinque miliardi di anni. Dalle nane bianche alle stelle supergiganti, dalle enigmatiche vagabonde blu, vere e proprie stelle nomadi, alle supernove più potenti dell’universo, conoscere a fondo i diversi membri della famiglia degli astri è un tassello fondamentale sia per capire l’evoluzione del cosmo sia per comprendere come è nata la vita sulla Terra, figlia di elementi chimici sparsi nell’universo diversi miliardi di anni fa da lontane parenti del Sole.

I successivi appuntamenti mensili della collana Le meraviglie del cosmo, sempre a richiesta con la rivista, riguarderanno diversi temi: i pericoli che minacciano la fine delle Terra, dagli asteroidi alle comete, dai lampi di raggi gamma allo stesso Sole; le galassie aliene, cioè lo studio dei miliardi di galassie che accompagnano la nostra, la Via Lattea; i luoghi «pericolosi dell’universo», dai buchi neri alle fusioni tra galassie passando per oggetti bizzarri come pulsar e blazar; la ricerca di forme di vita extraterrestre intelligente; i segreti del Sole.

– il 49° titolo della collana “Biblioteca delle Scienze”, il libro “L’uomo dei quanti”, un ritratto di Richard Feynman curato da Lawrence Krauss e inedito in Italia.

Dal Progetto Manhattan all’elettrodinamica quantistica, dal Nobel per la fisica nel 1965 alla spiegazione del disastro del Challenger, fino all’anticipazione delle nanotecnologie, la vita scientifica di Richard Feynman ha attraversato la seconda metà del XX secolo lasciando come pochi altri un’impronta indelebile non solo sulla fisica, ma anche sull’immagine stessa dello scienziato.
Ma se oggi tutti conoscono il personaggio Feynman, grazie ai suoi scritti e alle molte biografie che gli sono state dedicate, «Richard Feynman divenne una leggenda per un’intera generazione di fisici molto prima che la gente comune sapesse chi era». Così dice Lawrence Krauss nell’introduzione del suo nuovissimo libro L’uomo dei quanti, inedito in Italia, che sarà in edicola con «Le Scienze» di maggio. A differenza di altri testi, in cui emerge soprattutto il fascino della figura umana di Feynman, L’uomo dei quanti prende spunto soprattutto dal lavoro scientifico del grande fisico di Far Rockaway per farcelo incontrare tra gli altri giganti del XX secolo, da Dirac a von Neumann, a Oppenheimer.
E così Krauss traccia un nuovo ritratto di Feynman, raccontandoci la storia dell’uomo che ha rotto tutte le regole per addomesticare una teoria che rompeva tutte le regole.

Infine, l’editoriale del direttore Marco Cattaneo.

Ciao, Enrico

Da giorni mi perseguitano, affastellandosi, i fotogrammi di quindici anni. Dell’allegria e delle amarezze, dei successi, della passione. Anche delle discussioni. Mai accese, queste. Sempre in punta di fioretto. Da cui regolarmente uscivamo ciascuno più saldo nelle sue ragioni, eppure più ricco. A volte, se posso osare, felice.
Enrico Bellone era un uomo umile e caparbio, la cui riservatezza sconfinava volentieri in una ritrosia discreta. Poi, all’i mprovviso, la sua voce profonda rompeva il silenzio e irrompeva nella conversazione catturando l?attenzione. Erano storie che arrivavano da lontano, da una cultura vasta ma mai erudita, da una riflessione intensa ma mai dottrinale. Così quell’uomo minuto conquistava la scena, qualunque scena, per allontanarsene in punta di piedi, lasciandoti lì ad ascoltare l?eco dei suoi pensieri.
Enrico se ne è andato nella notte tra il 15 e il 16 aprile. Della sua statura di storico e filosofo della scienza hanno parlato in molti, in questi giorni. Qualcuno ha ricordato la sua ostinata dedizione alla causa della cultura scientifica, che i lettori di queste pagine conoscono bene. Altri ne hanno sottolineato la lucidità di pensatore.
Così a me resta il piacere di riassaporare il suo fascino privato, quello che nel suo incessante peregrinare tra l’università e la redazione, tra convegni e festival, lo riportava al più presto nella sua Tortona, tra gli amici di sempre. Mi piace ricordare l’E nrico che vantava (si fa per dire) il tempo in cui aveva praticato da ala destra, sognando il grande Torino. Quello che rientrando dall’università, dopo la sua lezione, chiedeva gentile se potessimo portargli un panino. «Come?». «Mah? – rispondeva dopo una breve pausa – facciamo con il prosciutto». Sempre uguale, sempre lo stesso. E ancora quello che non vedeva l’ora che arrivasse l’estate per trasferirsi nella casetta di campagna, a godersi i suoi libri e i suoi affetti.
Sarà per questo che le due singole righe che più amo di tutti i suoi saggi – nella Premessa di Galilei e l’abisso – non hanno nulla a che vedere con la scienza, forse: «E poi viene il tempo in cui il lato in ombra del giardino è un posto buono per lavorare». È lì che l’ho sempre immaginato, prima che faccia sera. E quando gli ho detto che aveva regalato al suo Galileo uno splendido incipit letterario ha minimizzato, come al solito. Eppure sapeva che quello era il mio, privatissimo Enrico Bellone.
Da giorni – dicevo – mi perseguitano, affastellandosi, i fotogrammi di quindici anni. Lui mi direbbe, con un sorriso indulgente, che è il modo in cui il mio cervello «fabbrica, demolisce, ristruttura» la realtà, per usare le parole del suo libro appena uscito, Qualcosa, là fuori. Nelle righe finali c’è la sua ultima appassionata arringa in nome della «libera ricerca di base». La porteremo con noi, con il ricordo di un uomo semplice e straordinario.

Commenti»

1. Gabriele - 07/05/2011

Quanto costa il giornale con il supplemento DVD?

2. Tommybond - 13/05/2011

@ Gabriele : La rivista costa 3,90 euro mentre il dvd costa 6,90 euro…

@ Antonio : Il libro “L’uomo dei quanti” è il 49° e non il 50° come riporti nell’articolo…possiedo tutti i libri quindi sono sicuro della mia affermazione…


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: