jump to navigation

Cinema Festival #220 – Box Office del 6-8 maggio 2011 – Al via il 64° Festival di Cannes – Il poster: Conan the Barbarian – Varie dal mondo del cinema (dal 1° luglio Warner distribuisce i film Sony; Benigni nel nuovo Allen?; è morta Dana Wynter) – Le uscite USA del 13 maggio 2011: Bridesmaids, Priest, Everything Must Go, Hesher, Go for It!, Skateland 10/05/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema Festival, Classifiche, Film, In Memoriam, Video e trailer.
trackback

cinemafestivalQuesto spazio amplia le informazioni già presenti negli altri appuntamenti dedicati al Cinema di questo blog, e propone le classifiche del box office italiano e statunitense dello scorso week-end, una nuova locandina di film prossimamente in uscita ed i trailer originali dei film in uscita nel prossimo week-end negli Stati Uniti (per i film in uscita in Italia visitate lo spazio settimanale Al cinema…).

BOX OFFICE ITALIA
Week-end 6-8 maggio 2011

Domina gli incassi “Fast & Furious 5”, action con Vin Diesel e Paul Walker che raccoglie poco meno di 5 milioni di euro nei primi cinque giorni di uscita (con la più alta media per copia, 6.243 euro, in 533 sale); scende in seconda posizione “Thor”, diretto da Kenneth Branagh ed interpretato da Chris Hemsworth; terza posizione per il dramma romantico “Come l’acqua per gli elefanti” con Robert Pattinson, e quarto posto per “Machete” di Robert Rodriguez, ambedue sotto i 400.000 euro. Fuori dalla Top 10 alcune novità italiane dello scorso week-end: 11° “Tatanka” con Clemente Russo (88.127 €), 16° “Il primo incarico” con Isabella Ragonese (21.890 €), 18° l’horror “Hai paura del buio” di Massimo Coppola (16.387 €).
Gli incassi sono basati su dati Cinetel. Tra parentesi, accanto al titolo dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Fast & Furious 5” (NE) 3.327.301 € (Tot. 4.900.734)
  2. “Thor” (1) 1.083.387 € (Tot. 5.770.830)
  3. “Come l’acqua per gli elefanti” (NE) 379.453 € (Tot. 379.453)
  4. “Machete” (NE) 329.226 € (Tot. 329.226)
  5. “Source Code” (3) 326.690 € (Tot. 1.372.861)
  6. “Rio” (2) 231.009 € (Tot. 6.110.831)
  7. “Habemus Papam” (5) 214.224 € (Tot. 4.824.977)
  8. “Senza arte né parte” (NE) 178.563 € (Tot. 178.563)
  9. “Faccio un salto all’Avana” (4) 155.008 € (Tot. 2.642.620)
  10. “Limitless” (6) 140.771 € (Tot. 3.557.553)

BOX OFFICE USA
Week-end 6-8 maggio 2011

Irrompe in prima posizione il fanta-action “Thor” con Chris Hemsworth; scende al secondo posto “Fast Five”, quinto capitolo della saga “Fast & Furious” con Vin Diesel e Paul Walker; in terza posizione la commedia “Jumping the Broom” con Paula Patton e Laz Alonso.
Gli incassi sono basati su dati forniti da Box Office Mojo, e sono indicati in milioni di dollari. Tra parentesi, accanto al titolo originale dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Thor” (NE) 65,72 (Tot. 65,72)
  2. “Fast Five” (1) 32,44 (Tot. 139,77)
  3. “Jumping the Broom” (NE) 15,21 (Tot. 15,21)
  4. “Something Borrowed” (NE) 13,94 (Tot. 13,94)
  5. “Rio” (2) 8,50 (Tot. 115,20)
  6. “Water for Elephants” (4) 6,06 (Tot. 42,08)
  7. “Madea’s Big Happy Family” (3) 4,17 (Tot. 47,08)
  8. “Soul Surfer” (7) 2,30 (Tot. 36,88)
  9. “Prom” (5) 2,21 (Tot. 7,59)
  10. “Hoodwinked Too! Hood vs. Evil” (6) 2,04 (Tot. 6,87)

AL VIA IL 64° FESTIVAL DI CANNES

Mancano poche ore al via del 64° Festival di Cannes, che quest’anno propone un cartellone ricchissimo di maestri e una quantità di star che assicureranno glamour e riflettori sempre accesi sul tapis rouge. Già il film d’apertura, Midnight in Paris di Woody Allen vanta un cast stellare composto da Owen Wilson, Kathy Bates, Adrien Brody, Marion Cotillard, Rachel McAdams ed una partecipazione straordinaria ’presidenziale’: quella di Carla Bruni. Al momento, però, è confermata la presenza sulla Croisette del regista e di tutto il cast, tranne quella della premiere dame, sulla cui possibile maternità continuano a rincorrersi voci. Che sia o no a Cannes la partecipazione della Bruni regalerà alla pellicola che aprirà mercoledì ufficialmente la kermesse un’illuminazione mediatica enorme.
Per quanto riguarda il concorso la qualità di gran parte dei 20 registi invitati è fuori discussione: oltre agli italiani Nanni Moretti (Habemus Papam) e Paolo Sorrentino (This Must Be the Place), c’é anche il Pedro Almodovar in salsa horror con La piel que habito. Tra i “grandi” in competizione ci saranno pure gli attesi Terrence Malick (The Tree of Life), Lars von Trier (Melancholia), i fratelli Dardenne (Le gamin au vélo), Aki Kaurismaki (Le havre), Takashi Miike (Ichimei), Nicolas Winding Refn (Drive), Nuri Bilge Ceylan (Bir Zamanlar Anadolu’Da) e Radu Mihaileanu (La source des femmes).
Si contenderanno la Palma d’Oro poi Bertrand Bonello (L’apollonide – Souvenirs de la maison close), Alain Cavalier (Pater), Joseph Cedar (Hearat Shulayim), Naomi Kawase (Hanezu no tzuki), gli esordienti Julia Leigh (Sleeping Beauty) e Markus Schleinzer (Michael), Maiwenn (Polisse) e Lynne Ramsay (We Need to Talk About Kevin). Mentre il ventesimo titolo, annunciato come da tradizione solo pochi giorni fa, è il francese The Artist di Michel Hazanavicius.
Ad aggiudicare la Palma d’oro e gli altri premi del concorso principale sarà la giuria internazionale presiduta da Robert De Niro, al fianco del quale sono stati chiamati la star di Sherlock Holmes Jude Law, l’attrice americana Uma Thurman e il popolare regista e produttore Johnny To. Con loro il regista francese Olivier Assayas, autore del bellissimo biopic Carlos, l’attrice e produttrice argentina Martina Gusman, la produttrice cinese Nansun Shi, la critica e scrittrice norvegese Linn Ullmann e il regista Mahamat-Saleh Haroun, originario del Ciad, premiato a Cannes lo scorso anno per il suo A Screaming Man.
Moretti e Sorrentino, nel commentare la loro partecipazione, si sono mostrati cauti: “Sono stato diverse volte a Cannes, con Ecce bombo più di 30 anni fa, con La stanza del figlio una decina di anni fa e poi con Il Caimano cinque anni fa ma mai per raccontare l’Italia ai francesi. Non ho mai pensato di raccontare l’Italia ai francesi, per questo ci sono i tg e i siti internet e non credo che loro aspettino un mio film per sapere com’è l’Italia”, ha detto il regista di Habemus Papam. “Il film deve piacere: regista, attori e credenziali esterne non fanno punteggio”, ha messo le mani avanti Sorrentino, che porta a Cannes This Must Be The Place, interpretato da quel Sean Penn che da presidente nel 2008 attribuì a Il Divo il Gran Premio della Giuria.
Accattivanti anche i nomi di “Un Certain Regard” dove, dopo il film d’apertura di Gus Van Sant (Restless), figurano tra gli altri Bruno Dumont (Hors Satan), Robert Guediguian (Les neiges du Kilimandjaro), Hong Sangsoo (The Day He Arrives), Kim Ki-duk (Arirang) e il russo Andrey Zvyagintsev (Elena). A questi si è aggiunto nelle ultime ore Be Omid e Didar (Good Bye) diretto dall’iraniano Mohammad Rasoulof. L’annuncio dell’arrivo del film di Rasoulof è stato dato insieme a quello della presenza – fuori concorso – di un film di Jafar Panahi, In Film NIST (Questo non è un film). Entrambi i film sono stati girati in semi-clandestinità ed entrambi i registi stanno affrontando un processo in Iran, che in primo grado ha portato alla loro condanna a 6 anni e al divieto di girare film per 20 anni. Il film di Panahi sarà proiettato il 20 maggio e racconta come, per mesi, il regista ha atteso il verdetto della Corte d’appello. Attraverso la rappresentazione di un giorno in vita sua, Jafar Panahi, coadiuvato nella regia da Mojtaba Mirtahmasb (documentarista ed ex assistente alla regia di Panahi), offrono una panoramica della situazione attuale del cinema iraniano. Il Festival di Cannes ha diffuso anche una lettera ricevuta dal Panahi, in cui si legge: “La realtà di essere vivo e il sogno di mantenere in vita il cinema ci ha motivato a passare attraverso le limitazioni esistenti nel cinema iraniano… E’ nostro dovere non lasciarci sconfiggere e trovare soluzioni”. Gilles Jacob e Thierry Fremaux hanno definito la spedizione dei due film iraniani a Cannes, mentre il processo ai due registi è ancora in corso, “un atto di coraggio, insieme a un messaggio artistico incredibile”. La giuria di Un Certain Regard sarà presieduta da Emir Kusturica e composta da: l’attrice transalpina Elodie Bouchez, il critico del Guardian Peter Bradshaw, il responsabile creativo del Tribeca Geoffrey Gilmore e il direttore del Morelia Festival, la messicana Daniela Michel.
La giuria che decreterà, invece, la migliore opera prima (“Camera d’Or”) sarà composta dal regista sudcoreano Bong Joon-Ho (presidente), il critico francese Daniele Heymann, il capo del Magyar Filmunio Eva Vezer, il direttore della fotografia Robert Alazraki, il manager di Cinedia Laboratory Daniel Colland, il regista Jacques Maillot e il critico Alex Masson.
Fuori concorso, a parte Woody Allen, ci saranno anche Pirates of the Caribbean: On Stranger Tides di Rob Marshall e il nuovo film da regista di Jodie Foster, The Beaver. Nessun italiano figura al Certain Regard né nel programma della 50° Semaine de la critique, dove il Presidente di giuria è il coreano Lee Chang-dong. I cortometraggi e i mediometraggi in gara saranno invece giudicati dalla giuria presieduta da Jerzy Skolimowski.
Le proiezioni speciali saranno La guerre est déclarée di Valérie Donzelli (Francia), film d’apertura della Semaine, Walk Away Renée di Jonathan Caouette (USA/Francia/Belgio) e My Little Princess di Eva Ionesco (Francia), film del 50° anniversario. Il film di chiusura, infine, è Pourquoi tu pleures? di Katia Lewcowicz (Francia). L’Italia si rifarà però con la Palma d’Oro onoraria a Bernardo Bertolucci. Il regista italiano è il terzo regista nella storia del festival di Cannes a ricevere un riconoscimento simile: nel 2002 era toccato a Woody Allen, nel 2009 a Clint Eastwood ma la novità, da quest’anno, è che il premio verrà istituzionalizzato e attribuito a ogni edizione. “La qualità dei sui lavori, che appare oggi in tutta la sua unicità e vastità, la forza del suo impegno e i legami che li uniscono, rendono Bertolucci il primo legittimo destinatario della Palma d’Oro onoraria”, hanno dichiarato in una nota Gilles Jacob e Thierry Fremaux, rispettivamente presidente e direttore del Festival di Cannes, nel dare l’annuncio del premio. La cerimonia di premiazione è in calendario mercoledì 11 maggio, alla presenza del Presidente di Giuria Robert De Niro che aveva lavorato con Bertolucci in Novecento.
Cannes renderà omaggio anche ad un altro grande del cinema, questa volta francese: Jean-Paul Belmondo. La 64° edizione della kermesse francese (11-22 maggio) dedicherà infatti una serata speciale al celebre protagonista di Fino all’ultimo respiro e Il bandito delle undici: il 17 maggio sarà infatti proiettato, alla presenza dello stesso Belmondo (definito da Gilles Jacob e Thierry Fremaux “uno dei più grandi attori francesi di tutti i tempi”), il documentario Belmondo, Itineraire diretto da Vincent Perrot e Jeff Domenech, a cui farà seguito una festa. Un altro spazio all’Italia sarà concesso dalla sezione Cannes Classics dove è stato invitato il primo film di Elio Petri, L’assassino del 1961, restaurato dalla Cineteca di Bologna e dal Museo Nazionale del Cinema di Torino per concessione della Titanus. La pellicola, riversata in digitale presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna, sarà in programma il 20 maggio, alle ore 20. Il restauro è parte integrante del progetto di valorizzazione del fondo Elio Petri, che Paola Pegoraro Petri ha donato al Museo Nazionale del Cinema di Torino nel 2007, comprendente l’intero archivio personale del regista costituito da documenti, sceneggiature, fotografie, appunti e corrispondenza.
A chiudere il 64° Festival di Cannes, il 22 maggio, sarà la pellicola di Les bien-aimés di Christophe Honoré che verrà proiettata dopo la cerimonia in cui il presidente di giuria Robert De Niro e il resto dei giurati assegneranno la Palma d’Oro e gli altri premi.
Les bien-aimés (il titolo internazionale è The Beloved) è una commedia sulla cui trama non si hanno ancora moltissime notizie: si sa però che la storia si sviluppa in diverse città del mondo e in vari decenni dell’ultimo secolo, dalla Praga degli anni ’60 alla Londra degli anni ’80, dal mondo dopo l’11 settembre fino alla Parigi dei nostri giorni, dove gli attori cantano su composizioni di Alex Beaupin. Nel cast stellare del film figurano Catherine Deneuve e sua figlia Chiara Mastroianni, Ludivine Sagnier, Milos Forman, Louis Garrel e Michel Delpech.
(fonte: Cinematografo.it, 9 maggio 2011)

IL POSTER
“Conan the Barbarian”

Nello spazio dedicato alle nuove locandine originali di prossimi film in uscita, questa volta ecco il poster del film fantastico “Conan the Barbarian”, in uscita negli Stati Uniti – anche in 3-D – il 19 agosto 2011.
Il film, diretto da Marcus Nispel e scritto da Thomas Dean Donnelly, Joshua Oppenheimer e Sean Hood, è basato sul personaggio creato da Robert E. Howard, e vede nel cast Jason Momoa, Rachel Nichols, Stephen Lang, Rose McGowan, Saïd Taghmaoui, Ron Perlman, Leo Howard, Steven O’Donnell e Raad Rawi.
Al centro del racconto la storia di Conan (Jason Momoa), e del suo avventuroso viaggio nel continente di Hyboria nel tentativo di vendicare l’assassinio di suo padre ed il massacro del suo intero villaggio.

DAVID DI DONATELLO 2010-2011, I VINCITORI
Li ho elencati in questo post.

VARIE DAL MONDO DEL CINEMA
Una piccola rassegna stampa delle notizie degli ultimi giorni: le fonti sono elencate in coda.

  • DAL 1° LUGLIO WARNER DISTRIBUIRA’ I FILM SONY IN ITALIA
    Warner Bros. Pictures International e Sony Pictures Releasing International hanno sottoscritto un nuovo accordo di distribuzione in Italia: è stato annunciato oggi da Rory Bruer, Presidente Worldwide Distribution Sony Pictures Releasing e da Veronica Kwan-Rubinek, Presidente Warner Bros. Pictures International Distribution.
    In base ai termini stabiliti nell’accordo, Warner Bros. Pictures International distribuirà in Italia i film della Sony Pictures a partire dal 1° Luglio 2011. Questo accordo strategico rafforza le forti relazioni commerciali che Sony e Warner hanno stabilito con altre società nel mondo, inclusi i preesistenti ed attuali accordi tra le due compagnie in Portogallo e Turchia.
    La nuova organizzazione distributiva garantirà importanti risparmi alla Sony, che chiuderà la sua sede di Roma. “Riteniamo che questa decisione sia la più funzionale ed efficiente per continuare ad offrire il nostro prodotto ai cinema ed al pubblico in Italia”, ha affermato Bruer. “Abbiamo un ottimo rapporto con la Sony attraverso le nostre attuali collaborazioni e siamo entusiasti di distribuire il prodotto Sony nel mercato italiano”, ha dichiarato Kwan -Rubinek.
  • ROBERTO BENIGNI NEL NUOVO FILM DI WOODY ALLEN?
    Il tam tam via web è partito, ma una conferma dai diretti interessati non è ancora arrivata: parliamo ovviamente della notizia – partita presumibilmente dagli States (il sito Deadline dovrebbe essere la fonte) – secondo cui Roberto Benigni sarà tra i protagonisti del prossimo lavoro di Woody Allen, The Wrong Picture. Si tratta del film che il regista newyorkese inizierà a girare a Roma ad agosto e che avrà nel cast – oltre allo stesso Allen – Alec Baldwin, Penelope Cruz, Jesse Eisenberg (la star di The Social Network) ed Ellen Page (Juno). Probabile che insieme a Benigni (se sarà confermata la sua partecipazione) altri attori italiani verranno coinvolti nel progetto. “Roma vive nei miei sogni e nel mio cuore da decenni, come Londra, Parigi, New York, Barcellona”, aveva dichiarato qualche tempo fa Allen, che sarà il prossimo 11 maggio a Cannes per l’apertura ufficiale del festival, dove presenterà Midnight in Paris.
  • ROMAN POLANSKI AL LAVORO PER “TRUE CRIME”
    Roman Polanski e’ ormai un uomo libero, dopo la mancata estradizione negli Stati Uniti e la cessazione delle misure restrittive che lo tenevano agli arresti domiciliari in Svizzera per il presunto stupro di una tredicenne nel 1977. A impegnarlo e’ il lavoro per un ennesimo thriller, in attesa dello ‘sbarco’ a Venezia.
  • IL NUOVO FILM DI PAUL THOMAS ANDERSON
    Ottime notizie per i fan di Paul Thomas Anderson. Il regista de Il Petroliere ha infatti trovato i finanziamenti, e si appresta a girare il suo nuovo film, precedentemente intitolato The Master e al momento senza titolo, che affronterà il tema della religione. Ma c’è di più: protagonisti già scritturati sono Philip Seymour Hoffman, habitué del regista, e Joaquin Phoenix nel suo atteso ritorno al cinema.
    Secondo Deadline, la storia è incentrata su Hoffman che interpreta un personaggio sul genere del fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard. Tornato a casa dopo aver prestato servizio, in orribili circostanze, nella Seconda Guerra Mondiale, l’uomo inizia a riscoprire se stesso. Per questo, crea una religione che attrae altre persone alla ricerca di un significato nel mondo. Tra i suoi seguaci ci sarà anche il personaggio di Phoenix.
    Il budget è di 35 milioni di dollari, e Anderson sta cercando un’attrice protagonista, per cui si fanno i nomi di Madisen Beaty, ma anche delle più note Amy Adams e Laura Dern.
  • “THE BEAVER” FLOP NEGLI USA
    Il pubblico americano ha tutt’altro che riempito le 22 sale dove è stato proiettato nel week-end The Beaver, il film di Jodie Foster con Mel Gibson che sarà presentato al festival di Cannes fuori concorso il 17 maggio. Secondo il sito Box Office Mojo, la media per sala di 4.727 dollari (per un totale di quasi 104.000) lo piazza al 62mo posto tra gli incassi nel primo week end delle 139 pellicole considerate dal sito uscite in un numero ristretto di sale prima della distribuzione a tappeto. Ad esempio Black Swan alla sua prima uscita ristretta nel dicembre scorso incassò 80.000 dollari per sala.
    The Beaver, che è costato 21 milioni di dollari, sarà distribuito a tappeto in America a partire dal 20 maggio, dopo essere passato a Cannes. Non è ancora chiaro se Gibson, che nel film interpreta un uomo d’affari depresso che riesce a comunicare solo attraverso un orsacchiotto marionetta, si deciderà a partire per la Croisette, dopo essere stato al centro di numerosi scandali, ultimo dei quali gli insulti sessisti e razzisti alla sua ex Oksana Grigorieva.
  • “THE LAST DAYS OF AMERICAN CRIME”
    F. Gary Gray ha accettato di dirigere The Last Days of American Crime, un film con Sam Worthington rimasto a lungo in una specie di limbo produttivo. E’ dal 2009 che l’attore infatti si è impegnato a interpretare il film tratto dalla graphic novel omonima (all’epoca ancora inedita).
    La storia scritta da Rick Remender si svolge in un’America in cui gli scienziati del governo sono pronti ad emanare un segnale in grado di fermare l’impulso a commettere crimini. Un ladro professionista decide di sfruttare il momento per commettere un’ultima rapina.
    Karl Gajdusek è al lavoro sull’ultima versione della sceneggiatura.
  • E’ MORTA L’ATTRICE DANA WYNTER
    L’attrice statunitense Dana Wynter, star del cult movie della fantascienza ”L’invasione degli ultracorpi”, e morta all’eta’ di 79 anni per una insufficienza cardiaca. L’annuncio della scomparsa, che risale a giovedi’ scorso in California, e’ stato dato oggi dal figlio Mark Bautzer al ”Los Angeles Times”. Bellezza eterea e aristocratica, nata l’8 giugno 1931 a Berlino da una famiglia britannica, Wynter inizio’ la carriera di attrice cinematografica ad Hollywood nel 1951.

(fonti: Adnkronos/Cinematografo.it, Ansa, ComingSoon – 9-10 maggio 2011)

IL WEEK-END USA
Le uscite del 13 maggio 2011

Ecco il trailer di sei film in uscita negli Stati Uniti venerdì prossimo: gli ultimi quattro titoli citati usciranno soltanto in zone limitate del Paese.

“Bridesmaids”, commedia Universal Pictures diretta da Paul Feig, con Kristen Wiig, Maya Rudolph e Rose Byrne: scelta da una sua amica come damigella d’onore, l’addolorata e dal cuore infranto Annie (Wiig) cerca di farsi strada nei costosi e bizzarri rituali con uno strano gruppo di damigelle.

“Priest”, action-horror Screen Gems diretto da Scott Charles Stewart, con Paul Bettany, Cam Gigandet e Maggie Q: un prete (Bettany) disobbedisce alle leggi della chiesa per ritrovare i vampiri che hanno rapito sua nipote.

“Everything Must Go”, comedy-drama Lionsgate scritto e diretto da Dan Rush, con Will Ferrell, Rebecca Hall e Christopher Jordan Wallace: dopo che Nick Halsey (Ferrell) perde il suo lavoro, il resto della sua vita comincia a crollare quando sua moglie lo lascia e lui ricomincia a bere. La chiave per la sua rinascita potrebbe essere la vendita dei suoi oggetti personali sul prato di casa con l’aiuto di due vicini, Samantha (Hall) e Kenny (Wallace)…

“Hesher”, dramma Newmarket Films diretto da Spencer Susser, con Joseph Gordon-Levitt, Devin Brochu e Natalie Portman: un giovane solitario e anti-sociale (Gordon-Levitt) inizia ad abitare nel garage di una famiglia colpita dal dolore. Nonostante sia un ospite non invitato con problemi di rabbia ed abitudini discutibili, Hesher finirà per fare da mentore al giovane TJ (Brochu), che ha altri problemi per conto suo.

“Go for It!”, dramma Pantelion Films diretto da Carmen Marron, ed interpretato da Aimee Garcia, Al Bandiero e Jossara Jinaro: la giovane Carmen Salgado (Garcia), cresciuta a Chicago, viene incoraggiata ad inseguire i suoi sogni iscrivendosi ad una scuola di ballo…

“Skateland”, dramma Freestyle Releasing diretto da Anthony Burns, con Shiloh Fernandez, Ashley Greene e Heath Freeman: nel Texas orientale dei primi anni 1980, eventi drammatici costringono il diciannovenne Ritchie Wheeler (Fernandez), manager di una pista di pattinaggio, ad effettuare dei cambiamenti alla sua vita tutto sommato comoda…


Per approfondire quali nuovi film potete trovare ogni settimana in uscita nei cinema italiani visitate gli spazi “Cinema futuro” e “Al cinema…” del blog.

Commenti»

1. enry - 10/05/2011

Sempre benissimo Thor e Fast 5…


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: