jump to navigation

TV – “Report” su Rai 3 – Primavera 2011 – (7) “Generazione a perdere” 22/05/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Report - RaiTre, TV ITA.
trackback

Questa sera alle ore 21.35 su Rai 3 prosegue l’edizione primaverile di “Report”, il programma di inchieste ed approfondimenti condotto da Milena Gabanelli.
Ecco il sommario della puntata di stasera, tratto dal sito web del programma: l’inchiesta “Concorso nel reato” è stata curata da Sabrina Giannini.

L’Italia non è un paese per giovani, o meglio non lo è più da un pezzo. Perché il nostro paese non riesce più a progettare il proprio futuro? Un paese nel quale gli anziani hanno superato numericamente i giovani, non solo perché si e’ allungata la vita ma perché da più di 30 anni si fanno meno figli a causa di ripetute crisi economiche scaricate sempre sulle fasce più deboli della società e per mancanza di adeguate politiche di welfare. Se facciamo un paragone con la Francia, un paese demograficamente confrontabile con l’Italia e con adeguate politiche di welfare, da noi manca all’appello un’intera fascia generazionale: 4 milioni di giovani tra i 25 e i 35 anni. Dobbiamo quindi pensare che per chi decide le strategie politiche del nostro Paese i giovani contino poco, dal punto di vista politico siano invisibili, salvo poi giocarsi il loro stato di precarietà nelle campagne elettorali, promettendo loro un futuro migliore che non arriva mai. E allora ai ragazzi non rimane che “mettere la collera nella valigia” e andare via. La nuova emigrazione è fatta di laureati, ricercatori che non ritorneranno indietro perché trovano solo all’estero un’adeguata collocazione. Lasciando alle spalle un Paese che sta erodendo il risparmio privato per mantenere i figli, sempre più povero di risorse umane, sempre più vecchio.

A seguire, il servizio “L’Italia a Bruxelles” di Maria Maggiore.

L’Italia è uno dei Paesi fondatori dell’Unione Europea, eppure nel corso degli anni abbiamo perso terreno e considerazione a Bruxelles. Dal 2004 in poi abbiamo perduto tutti i posti di comando, ma anche quelli chiave destinati ai funzionari, ingranaggi vitali per far funzionare le istituzioni. E’ diventato ormai un problema strutturale, conseguente alla scomparsa di quell’ Italia europeista che ha portato in passato proposte concrete per far avanzare i progetti. Il risultato è che siamo al traino di Francia e Germania, che fanno man bassa di politiche e decisioni chiave

Inoltre, per lo spazio “Com’è andata a finire?”, un aggiornamento sull’inchiesta “La banda del buco” di Bernardo Iovene, trasmessa lo scorso 3 aprile 2011.

Infine, per lo spazio “C’è chi dice no”, un servizio dedicato a “Daniele Kihlgren” di Giuliano Marrucci.

Daniele Kihlgren è un imprenditore italo svedese che 10 anni fa ha deciso di investire tutto il suo patrimonio nel recupero dei piccoli borghi italiani abbandonati, restituendo loro la vecchia anima. Ha cominciato da Santo Stefano di Sessanio (AQ), trasformando un’intera borgata in un albergo diffuso, dove atmosfera, mobili, tessuti e ricette riportano indietro di oltre 100 anni. Un progetto che ora sta trainando la ripresa economica dell’intero paese, nonostante il terremoto. Il suo sogno è ora quello di salvare altri borghi abbandonati del centro-sud Italia

Annunci

Commenti»

1. avv. chiara magni - 23/05/2011

Nella interessante puntata di ieri 22 maggio vi siete dimenticati di menzionare i precari giudici onorari. In particolare i giovani giudici di pace sono veri giudici con competenze proprie e lavorano per lo Stato in nero e a cottimo.
E da giovani giudici di pace nominati stanno diventando vecchi…grazie per l’attenzione Chiara Magni un “giovane” giudice di pace


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: