jump to navigation

TV – La serie animata “SLASH://” su Rai 2 29/05/2011

Posted by Antonio Genna in Animazione, Cinema e TV, Comunicati, TV ITA.
trackback

Da questa mattina, ogni domenica alle ore 07.45 circa Rai 2 propone “SLASH://”, nuova serie animata ideata da Gruppo Alcuni e coprodotta con Rai Fiction composta da 26 episodi di 20 minuti l’uno.
Il cartone racconta le fantastiche avventure di Paula, Matilde, Chen, Tomoya e Isaia, cinque ragazzi che scoprono i poteri fantastici di una pietra che consente loro di viaggiare nello spazio servendosi della rete di Internet. Ma la stessa scoperta è stata fatta anche dal Cobra… e i nostri eroi dovranno mettere in campo tutta la loro intelligenza e astuzia per impedirgli di compiere i suoi piani malvagi.
A seguire, il comunicato che presenta la serie e i suoi personaggi.

Dal 29 maggio alle 7.45 ogni domenica su Rai 2 in PRIMA VISIONE TV

il nuovo cartoon di Gruppo Alcuni: “SLASH://”.

Una grande produzione Gruppo Alcuni / RAI Fiction rivolta ai ragazzi

che ha attivato anche un sito internet per aumentare il divertimento.

SLASH:// 26 X 20’ – Coproduzione Gruppo Alcuni / RAI Fiction.
Regia: Sergio Manfio – sceneggiatura: Sergio e Francesco Manfio.

Produttore RAI: Sonia Farnesi – Produttore esecutivo Gruppo Alcuni: Francesco Manfio.

Dopo lo straordinario successo riscosso al MIPCOM di Cannes, con vendite alle Tv di tutto il mondo, sbarca finalmente in Italia SLASH://, la nuova serie ideata da Gruppo Alcuni, che andrà in onda in PRIMA VISIONE TV da domenica 29 maggio alle 7.45.

Per la società trevigiana – leader in Europa nella produzione di cartoni animati per ragazzi – si tratta di un importante traguardo che gli consente di aggiungere alla propria offerta un nuovo e importante segmento, quello rappresentato dalle ragazze e dai ragazzi dagli 8 ai 12 anni.

E’ proprio a loro che si rivolge SLASH://, una serie che coniuga avventura e divertimento in un duello appassionante tra i 5 protagonisti e il Cobra, tutto giocato sul filo della rete telematica grazie alla rete web che fornisce lo spunto per ogni avventura e costituisce una novità mondiale.

E’ stato attivato inoltre un sito che dà tutte le informazioni sugli episodi e sulle location dove si svolgono, sui ragazzi protagonisti e sul loro avversario, per partecipare più attivamente alle avventure narrate.

LE PREMESSE DELLA SERIE

Nella prima puntata facciamo conoscenza con PAULA, MATILDE, CHEN, TOMOYA e ISAIA, i giovani simpatici protagonisti della serie, che stanno per concludere il loro soggiorno di studio in un college in Toscana. Prima di ripartire per casa è d’obbligo una eccitante spedizione notturna al castello abbandonato di Borgo del Merlo, un luogo che gli insegnanti hanno proibito di visitare.

I ragazzi entrano nel castello e riescono a scoprire un passaggio segreto abilmente nascosto da una finta porta di natura acustica: per aprirla è necessario emettere una certa nota che attiva il meccanismo di apertura. Entrati in quello che si rivela essere il laboratorio di un monaco alchimista vissuto nell’800, Sigismondo da Pietrasanta, Isaia rompe una pietra verde e prima di tornare al college ogni ragazzo ne raccoglie un pezzo come ricordo.

In questo momento facciamo conoscenza con il Cobra, il “cattivo” della serie. Il cobra è sempre accompagnato dai suoi due dobermann, che con i loro dialoghi costituiscono una presenza costante e molto divertente nella serie, e si fa aiutare da 2 scagnozzi piuttosto pasticcioni.

Approfittando del passaggio aperto dai ragazzi anche il Cobra riesce a entrare nel laboratorio e a trovare la pietra lungamente cercata… solo che è rotta! Pensando che il danno sia stato fatto da uno dei suoi cani ne prende anche lui un pezzo e torna nel suo covo, che si trova proprio in una delle segrete del castello.

Ma perché il Cobra stava cercando la pietra verde?

Con un flashback vediamo il Cobra, giovane ricercatore universitario, che nel corso dei suoi studi aveva scoperto che Sigismondo da Pietrasanta era in grado di viaggiare sfruttando le virtù della pietra verde. Proprio a causa di questa scoperta lo studioso era stato preso in giro dalla comunità scientifica e da molti colleghi, e ora è animato da un fortissimo spirito di vendetta: tiene d’occhio tutti quelli che – nel passato – gli hanno fatto un torto, vero o presunto che sia, ed è pronto a intervenire sfruttando ogni occasione per regolare i conti.

Tornato nel suo covo il Cobra prova a connettersi col sito della biblioteca dell’Università e vi si trova fisicamente dentro: ha scoperto i poteri della pietra verde, che permetteva di viaggiare nello spazio a Sigismondo e che ora, rotta in mille pezzi, consente ancora di viaggiare, però tramite la rete di internet. Una particolarità della pietra verde che il Cobra scopre subito è che nessun oggetto può essere portato fuori da un sito… ma a quello penseranno Smilzo e Botte, i suoi scagnozzi, dopo che lui avrà provveduto a nascondere in loco ciò che gli interessa rubare.

Il primo oggetto di cui il Cobra vuole impossessarsi è la famosissima Maschera d’oro di Tutankhamon custodita nel British Museum.

Nel frattempo Isaia, appassionato di archeologia, una volta tornato a casa visita proprio il suo sito preferito, quello del British Museum, e con stupore vi si trova trasportato fisicamente dentro. In questo modo scopre, non visto, i loschi movimenti del Cobra e rimette a posto la maschera d’oro nascosta, che il giorno dopo Smilzo e Botte avrebbero dovuto trafugare.

Molto stupito per la scoperta dei poteri della pietra verde Isaia contatta gli amici e tutti e 5 si ritrovano nel castello vicino al campus. Qui si rendono conto di avere a che fare con un individuo molto pericoloso che potenzialmente, grazie alla pietra verde, può agire in tutto il mondo.

Quella dei ragazzi protagonisti è quindi una grande responsabilità: devono fermarlo senza farsi scoprire, e di puntata in puntata si avvicineranno sempre più alla sua identità, cosa che farà anche il Cobra, in una sorta di “rimpiattino” sempre più emozionante.

I PERSONAGGI PRINCIPALI DELLA SERIE

MATILDE – Matilde vive a Firenze e studia chitarra classica. E’ una ragazza molto intelligente, osservatrice, studiosa, un po’ timida… in definitiva molto diversa dalla cugina Paula. Nelle avventure che vive insieme agli amici spesso le sue acute riflessioni costringono il gruppo a fermarsi e ad affrontare il problema da un altro punto di vista per riuscire a risolverlo.

PAULA – Paula abita a Barcellona e suona la batteria: i suoi assoli trascinanti e spettacolari sono famosi perché riescono a risvegliare i vicini nel raggio di chilometri! Paula, cugina di Matilde, è davvero un maschiaccio e, nel tentativo di fermare il Cobra, grazie alla sua simpatia riesce a trascinare i suoi amici anche in quelle che si rivelano imprese difficili o pericolose.

CHEN – Chen viene da Pechino e suona la marimba. Anche lei, come Paula, è molto atletica ed è appassionata di arti marziali. La vediamo infatti spesso praticare il Tai Chi Chuan, sempre accompagnata dal fedele cincillà Cin che sta appollaiato sulle sue spalle. Dato che Isaia sembra innamorato di lei, Chen ne approfitta molto spesso per farsi aiutare…

ISAIA – Isaia abita a Los Angeles e suona la chitarra elettrica. Vera mente informatica del gruppo, amante dell’archeologia, grande appassionato di videogiochi, poco o per nulla sportivo, innamorato di Chen in modo abbastanza palese (cosa per cui tutti gli altri del gruppo lo prendono un po’ in giro): queste le sue caratteristiche. Quasi in ogni puntata Isaia si scontra con Cin, il piccolo animale da compagnia di Chen, che lui chiama “topo variopinto” facendolo arrabbiare moltissimo!

TOMOYA – Tomoya abita in un piccolo villaggio in Tibet e suona l’esraj, uno strumento ad arco a metà strada tra sitar e saranghi. Appassionato naturalista e grande conoscitore di piante e animali, Tomoya sforna, ma più spesso inventa, un proverbio per ogni occasione. Quasi sempre l’occasione è offerta dall’amico Isaia, che viene canzonato bonariamente per il suo essere troppo “cittadino” e quindi alieno da ogni questione che riguarda la natura, gli animali, ecc. I proverbi di Tomoya molto spesso si contraddicono ma… nessuno degli amici ci vede un problema!

CIN – L’animaletto di compagnia di Chen è un piccolo cincillà, un buffo roditore che vive sulla sua spalla ma… non azzardatevi a chiamarlo “topo variopinto”, come fa Isaia, perché l’animale si offende facilmente e si dimostra molto vendicativo! In realtà Cin è un animaletto molto intelligente e spesso aiuta i ragazzi a tirarsi fuori dai guai.

COBRA – Il Cobra è un personaggio intelligente e molto pericoloso perché è spinto dal desiderio di vendetta nei confronti di tutti quelli che – durante gli anni dell’Università – lo avevano preso in giro a causa dei suoi studi su Sigismondo da Pietrasanta e la pietra verde. Sotto il Castello di Borgo del Merlo il Cobra ha trovato l’antico laboratorio del Monaco e lo usa come covo segreto per i suoi esperimenti e le sue ricerche. Di puntata in puntata quest’uomo si avvicina sempre più all’identità dei ragazzi che stanno rovinandogli i piani, in un gioco sottile e inquietante di astuzia, abilità e… fortuna!

SMILZO & BOTTE – Sono i due sciocchi collaboratori del Cobra. Vivono in simbiosi e compiono sempre insieme le loro incursioni in giro per il mondo, cercando di ubbidire con tanta buona volontà ed entusiasmo agli ordini del loro capo. Smilzo & Botte si considerano uno il braccio e l’altro la mente… anche se non sappiamo bene chi interpreti quale ruolo! Purtroppo per il Cobra i suoi aiutanti sono degli inguaribili pasticcioni, e ci divertono con i loro dialoghi francamente surreali.

Numero 1 & Numero 2 – Sono i dobermann del Cobra e costituiscono una presenza costante e molto divertente nella serie. I due cani sono accomunati dall’amore per il loro padrone, anche se Numero 1 è più incline a dargli ragione, qualsiasi cosa accada, mentre Numero 2 è più critico nei suoi confronti. I due animali battibeccano in continuazione tra loro in modo spassoso. Sono molto divertenti anche i loro commenti e le riflessioni filosofiche sull’essere cani… e scopriamo che a volte Numero 2 vorrebbe essere nato gatto!!!
La serie è stata sviluppata anche grazie al finanziamento ottenuto con il Programma MEDIA dell’Unione Europea.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: