jump to navigation

Libri – Marcel Coderch, Núria Almiron “Il miraggio nucleare” 31/05/2011

Posted by Antonio Genna in Libri, Scienza e tecnologia.
trackback

E’ in vendita nelle librerie l’interessante volume “Il miraggio nucleare. Perché l’energia nucleare non è la soluzione ma parte del problema” (Bruno Mondadori; titolo originale “El espejismo nuclear”, traduzione di Ximena Rodriguez;  232 pagine, prezzo di copertina 18 € – Acquista “Il miraggio nucleare” su Amazon.it), scritto  di Marcel Coderch, ingegnere del MIT e uno dei massimi esperti europei in campo energetico, e Núria Almiron, giornalista scientifica e docente all’Università di Barcellona.
Secondo gli autori del saggio, l’energia nucleare non risolve il problema energetico perché sono ancora lontani dallo scioglimento i quattro nodi insoluti – sicurezza, proliferazione degli armamenti, gestione delle scorie, costi – che hanno sempre rallentato la diffusione del nucleare. Non bastano nemmeno le promesse che vengono diffuse dai fautori dell’industria nucleare, che propongono di resuscitarla presentando l’energia che da essa deriva come la soluzione al mutamento climatico, come chiave per l’autonomia energetica e come risposta al progressivo esaurirsi delle sempre più care riserve di petrolio.
Mentre c’è una maggiore consapevolezza dei problemi legati alla sicurezza (timore di guasti, errori umani, catastrofi naturali, attentati), alla proliferazione degli armamenti (paura di non riuscire a neutralizzare la deriva militare di un’industria civile) e alla gestione delle scorie (in Italia, per esempio, non è mai stato costruito un impianto di stoccaggio definitivo per le scorie a media-bassa attività accumulate e, così come quelle ad alta attività immagazzinate in Piemonte, vengono trasportate all’estero a caro prezzo), ad essere sottovalutato è il fattore economico.
Le centrali nucleari non sono un’opzione economicamente competitiva, dato che in regime di libero mercato i privati non hanno mai raccolto la sfida, rimasta sempre a carico dello Stato e quindi di tutti noi.
Investire su una centrale nucleare richiede non solo un’enorme quantità di capitali iniziali con lunghi tempi di messa in opera e di ammortizzazione, ma impone di affrontare il costante dilatarsi delle scadenze e di conseguenza quello dei costi preventivati, di accettare condizioni bancarie molto sfavorevoli e di sostenere altissime spese di manutenzione e gestione. Tutto ciò a fronte della scarsa disponibilità di informazioni riguardo ai costi reali di costruzione di altre centrali nucleari e dell’impossibilità di prevedere le fluttuazioni dei prezzi delle materie prime su un arco temporale così ampio, oltre che della mancanza di istituti assicurativi che possano coprire la responsabilità civile nonostante le ingenti spese previste per la sicurezza della centrale stessa.
Non vanno nemmeno trascurati i costi di smantellamento al termine del ciclo di vita della centrale: nel 2007 il Regno Unito ha dovuto stanziare 125 miliardi di euro per i prossimi 125 anni a tal fine, e dato il lungo periodo di tempo è realistico pensare che i costi lieviteranno.
Perchè i cittadini, tramite lo Stato, dovrebbero lanciarsi in questa impresa? Secondo gli autori è significativo che, nonostante l’aumento del fabbisogno energetico, nel primo decennio del nuovo secolo siano state avviate meno centrali nucleari di quante ne siano state chiuse.

Commenti»

1. ginti - 31/05/2011

Il nucleare è una grande bidone.
Ho preso questo libro questo weekend, lo consiglio di cuore a tutti, per non dimenticare e per ricordarci cosa è il nucleare. Titolo: Chernobyl, Scatti dall’Inferno
Lo vendono anche online su Feltrinelli o Amazon ad esempio http://bit.ly/j8ZrlK


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: