jump to navigation

TeleNews #57 – Michele Santoro lascia la Rai, accordo consensuale: passaggio a La 7 con una prima serata e due seconde serate settimanali? – Modifiche ai palinsesti autunnali Rai, in forse Perego e Cuccarini 06/06/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, TeleNews, TV ITA.
trackback

Lo spazio “TeleNews – Notizie dal mondo della televisione” propone una rassegna stampa – segnalando le fonti di provenienza – di notizie ed argomenti vari legati al mondo dello spettacolo e della televisione italiana e straniera, e che non hanno trovato posto in altri appuntamenti abituali del blog.
Se avete segnalazioni da fare, lasciate il vostro messaggio qui.

  • Michele Santoro lascia la Rai, accordo consensuale: passaggio a La 7?
    La Rai e Michele Santoro “hanno convenuto di risolvere il rapporto di lavoro, riservandosi di valutare in futuro altre e diverse forme di collaborazione”. E’ quanto si legge in una nota di viale Mazzini. “Rai e Michele Santoro – prosegue la nota – hanno inteso definire transattivamente il complesso contenzioso – da troppo tempo pendente – altrimenti demandato alla sede giudiziaria. Si è ritenuto infatti di far cessare gli effetti della sentenza del Tribunale di Roma, confermate in appello, in materia di modalità di impiego di Michele Santoro, recuperando così la piena reciproca autonomia decisionale”.
    Con ogni probabilità, il giornalista, come si andava da tempo vociferando, dalla prossima stagione sarà impegnato con La7. Anche dal versante della concorrenza Enrico Mentana per il momento frena. “E’ una situazione ancora magmatica e fluida. Domani sentiremo cosa dirà Santoro. Questo è il momento in cui bisogna stare tranquilli e cauti ed aspettare”, dice il direttore del Tg de La7 riferendosi alla conferenza stampa di fine stagione annunciata dallo stesso Santoro e dal direttore dei Rai2 Massimo Liofredi per domani. A quanto s’apprende, la trattativa con La7 sarebbe a un livello tale da essere definita ‘seria’ e non un semplice pour-parler o un primo studiarsi a vicenda: molti punti chiave sarebbero già stati fissati circa un eventuale arrivo di Santoro alla rete. Ma, sostengono i ben informati, non è del tutto rimossa l’ipotesi che Santoro resti a gravitare nella galassia Rai seppure con un ruolo completamente diverso da quello attuale.
    La scelta del divorzio era comunque sempre più nell’aria, dopo che anche le indiscrezioni sul prossimo palinsesto autunnale di Rai2 avevano confermato la mancanza di Annozero dalle trasmissioni in programma.  Proprio questa mattina c’è stato l’incontro tra il vice direttore generale Antonio Marano, responsabile per l’offerta televisiva, e i direttori di Rai1, Rai2 e Rai3. Sempre stando alle indiscrezioni che trapelano da viale Mazzini, sarebbe fallito il tentativo del direttore di Raitre, Paolo Ruffini, di allungare il programma di Fabio Fazio Che tempo che fa al lunedì. Confermato anche l’orario, che secondo alcuni avrebbe potuto subire una piccola riduzione sul finale per favorire la seconda tranche del prime time di Raitre. Nei palinsesti sarebbero confermati poi Ballarò, Report e Parla con me, programmi per i quali manca ora la definizione dei contratti.
    Le scelte del consiglio di amministrazione sembrano comunque destinate a portarsi dietro una lunga scia di polemiche. Secondo quanto riferisce l’Adnkronos, i direttori di Rai1, Rai2 e Rai3 sarebbero sul piede di guerra per le modifiche ai palinsesti autunnali da loro illustrati mercoledì scorso al Cda. Mauro Mazza, Massimo Liofredi e Paolo Ruffini avrebbero scritto una dura lettera all’intero consiglio d’amministrazione sottolineando di avere appreso delle modifiche solo in un secondo momento e non al momento delle loro presentazione dei palinsesti.
    (fonte: Repubblica.it, 6 giugno 2011)
  • Santoro lascia la Rai, è divorzio
    La Rai e Michele Santoro divorziano e «hanno convenuto di risolvere il rapporto di lavoro, riservandosi di valutare in futuro altre e diverse forme di collaborazione». È quanto si legge in una nota di Viale Mazzini. «Rai e Michele Santoro – prosegue la nota – hanno inteso definire transattivamente il complesso contenzioso – da troppo tempo pendente – altrimenti demandato alla sede giudiziaria. Si è ritenuto infatti di far cessare gli effetti della sentenza del Tribunale di Roma, confermate in appello, in materia di modalità di impiego di Michele Santoro, recuperando così la piena reciproca autonomia decisionale».
    LA STAGIONE AUTUNNALE – Nel tardo pomeriggio era prima trapelato che nei palinsesti della prossima stagione autunnale non compariva la trasmissione di Michele Santoro, Annozero. In mattinata c’era stato l’incontro tra il vice direttore generale Antonio Marano, responsabile per l’offerta televisiva, con i direttori di Rai1, Rai2 e Rai3. E a quanto ancora si apprende, il programma di Michele Santoro era previsto nel progetto di Liofredi, direttore di Rai2. In sede però di confronto in Cda, con l’intero dossier palinsesti nelle mani del direttore generale Lorenza Lei, Annozero non risultava presente. Un’ora dopo si è capito il perché: Santoro e la Rai hanno scelto strade diverse e hanno deciso di non lavorare più insieme, senza escludere però collaborazioni future.
    IL PASSAGGIO A LA7 – È molto probabile a questo punto che il conduttore passi a La7. A quanto riferisce l’Agi la trattativa con La7 sarebbe a un livello tale da essere definita seria e non un semplice pour-parler o un primo studiarsi a vicenda: molti punti chiave sarebbero già stati fissati circa un eventuale arrivo di Santoro alla rete. Ma non del tutto rimossa è l’ipotesi che Santoro resti a gravitare nella galassia Rai, ovvero avviare un accordo di collaborazione tra l’azienda pubblica radiotelevisiva e il conduttore, e su questo innestare l’avvio o il proseguimento di programmi targati Santoro. Tra l’altro nei giorni scorsi era stata sollevata dal consigliere Rizzo Nervo l’ipotesi di prevedere una sorta di clausola di non concorrenza per un periodo, ad esempio un biennio, come di solito avviene nelle aziende da cui manager di prima fascia si congedano per proseguire altrove la propria attività. Michele Santoro ha convocato una conferenza stampa per domattina alle 11 allo Studio 3 di Via Teulada, ufficialmente per fare il punto di fine stagione, ma è evidente che parlerà del suo futuro e di quello di Annozero.
    «EDITTO BULGARO»- «È chiaro a tutti che Michele Santoro va via perchè considerato dai vertici Rai come ospite sgradito nonostante il suo grande successo del 21% di share fisso in un canale che di media raggiunge l’8%. È una scelta suicida da parte dei vertici aziendali, che va contro la volontà degli italiani e contro la qualità del servizio pubblico radiotelevisivo». Lo afferma il portavoce dell’Idv Leoluca Orlando. «È evidente – aggiunge – che in Rai vige ancora «l’Editto Bulgaro» nei confronti di giornalisti come Santoro e di altre libere trasmissioni.
    GLI ALTRI PALINSESTI – Per il resto, nelle proposte del Dg portate al Cda in corso a Viale Mazzini, risultano poche modifiche rispetto a quelle portate dai direttori di rete: un nodo riguarderebbe lo spostamento di «Che tempo che fa» di Fabio Fazio al lunedì, come chiesto dal direttore di Raitre Paolo Ruffini. Ma rimane ancora molta incertezza sugli altri contratti da rinnovare («Parla con me» di Serena Dandini, «Report» di Milena Gabanelli e Giovanni Floris per «Ballarò»), seppure i programmi figurino in palinsesto.
    (fonte: Corriere.it, 6 giugno 2011)
  • Santoro lascia la Rai, salta “Annozero”
    La Rai e Michele Santoro divorziano. Il rapporto di lavoro tra l’azienda di viale Mazzini e il popolare giornalista e conduttore è stato risolto. È stata una risoluzione consensuale, come fa sapere la stessa azienda. In un comunicato è infatti precisato che la Rai e Santoro «hanno inteso definire transattivamente il complesso contenzioso – da troppo tempo pendente – altrimenti demandato alla sede giudiziaria». Viene sottolineato che «si è ritenuto infatti di far cessare gli effetti della sentenza del Tribunale di Roma, confermate in appello, in materia di modalità di impiego di Michele Santoro, recuperando così la piena reciproca autonomia decisionale». Le parti hanno quindi convenuto di risolvere il rapporto di lavoro, «riservandosi di valutare in futuro altre e diverse forme di collaborazione». ’Annozero’, quindi, non è inserito nel palinsesto autunnale di Rai2. I palinsesti delle tre reti generaliste sono all’esame del Cda di viale Mazzini. In mattinata c’era stato l’incontro tra il vice direttore generale Antonio Marano, responsabile per l’offerta televisiva, con i direttori di Rai1, Rai2 e Rai3.
    E a quanto si apprende, il programma di Michele Santoro era previsto nel progetto di Liofredi, direttore di Rai2. In sede però di confronto in Cda, con l’intero dossier palinsesti nelle mani del direttore generale Lorenza Lei, ’Annozero’ non risulterebbe presente. Tra le ipotesi c’è quella che sia legato al fatto che non è ancora chiaro se Santoro resti o meno dipendente Rai oppure si profili per lui una diversa soluzione professionale sempre in ambito Rai o, ancora, in altri ambiti della televisione italiana e quindi il format non avrebbe possibilità di restare sugli schermi della tv pubblica. Nel frattempo Michele Santoro ha convocato una conferenza stampa per domattina alle 11 allo Studio 3 di Via Teulada, ufficialmente per fare il punto di fine stagione ma è probabile che si parlerà di un passaggio imminente a La7.
    Fabio Fazio con “Che tempo che fa”, invece, figura nei palinsesti autunnali della Rai ma con la stessa collocazione delle passate stagioni, sabato e domenica sera in prime time su Raitre. E’ quanto risulta, a quanto si apprende, dalle proposte del Dg Lorenza Lei portate in Cda dopo quelle dei direttori di rete che, stamani, hanno incontrato il vice direttore con delega al prodotto, Antonio Marano. Non è passata quindi la proposta del direttore di Raitre, Paolo Ruffini, di allungare il programma a lunedì. Confermato l’orario, che secondo alcuni avrebbe potuto subire una piccola riduzione sul finale per favorire la seconda tranche del prime time di Raitre. Nei palinsesti sarebbero confermati Ballarò, Report e Parla con me, programmi per i quali manca ora la definizione dei contratti.
    (fonte: LaStampa.it, 6 giugno 2011)
  • Vauro: da questa Rai mi aspetto di tutto
    «Da questa Rai ci si può aspettare qualsiasi cosa». Così vignettista Vauro, editorialista fisso di «Anno Zero» e amico di lunga data di Michele Santoro, ha commentato la risoluzione del rapporto tra il conduttore e la tv pubblica. A LA7 CON MICHELE – «Il rapporto tra la Rai è Annozero in questi anni è stato difficile, lo sanno tutti – ha detto Vauro raggiunto al telefono dal sito Affari Italiani.it – Da questa Rai ci si può aspettare qualsiasi cosa, anche questa notizia. Peccato, perchè finalmente due settimane fa mi avevano fatto firmare il contratto, con mesi di ritardo…». «Michele ha dovuto difendersi da tante pressioni» ha aggiunto Vauro dicendosi disponibile a seguire Santoro a La7: «Nel caso ci andrei, è normale».
    (fonte: Corriere.it, 6 giugno 2011)
  • Contratto biennale per una prima serata e due seconde serate?
    L’addio di Michele Santoro, come avevamo subodorato, ha origine dal propabile “no” della Cassazione a mandare “Annozero” in onda per obbligo giudiziario, quindi ha fatto due conti e ha preferito portarsi a casa un bel gruzzolo, pare intorno a 3 milioni di euro per togliere il disturbo. E traslocare – la Rai non ha imposto o non è riuscita ad imporre nessuna esclusiva – in casa di Telecom Italia.
    A La 7 il “canaro” Giovanni Stella ha preparato un contratto biennale per una prima serata settimanale e due seconde serate. Non si sa a quale cifra. Ma, come è già capitato a Mentana, sarà in base ai punti dello share.
    (fonte: Dagospia.com, 6 giugno 2011)
  • Modifiche ai palinsesti autunnali Rai, in forse Perego e Cuccarini
    Tra le modifiche apportate dalla direzione generale alle bozze messe a punto dai direttori di rete e in discussione oggi nel cda Rai, diverse riguardano la programmazione del pomeriggio. Per quanto riguarda Raiuno, in particolare, non sarebbero confermati il programma quotidiano del pomeriggio ‘Se..a casa di Paola’, condotto da Paola Perego sostituito da Veronica Maya con ‘Verdetto Finale’.
    La domenica, invece, non ci sarebbero anche ‘Domenica in… onda’ di Lorella Cuccarini, che sarebbe sostituita da una fiction in replica, e ‘Domenica in.. Amore’ condotto da Sonia Grey. Il direttore Mauro Mazza, nella riunione in programma questa mattina con il vice direttore generale Antonio Marano, avrebbe preso atto delle modifiche e sarebbe uscito senza replicare.
    Avrebbe quindi scritto ai consiglieri per segnalare le ragioni delle sue scelte. In ambienti della rete si fa notare che “per la prima volta nella storia della Rai, il palinsesto di Rai2 sarebbe avvantaggiato rispetto a quello di Rai1, perché manderebbe in onda nel pomeriggio programma in diretta contro repliche o registrazioni”.
    Nel pomeriggio di Rai2, anche in questo caso con alcune modifiche rispetto alle indicazioni del direttore Massimo Liofredi, sarebbero infatti confermati ‘Pomeriggio sul 2’ con Caterina Balivo, Lorena Bianchetti e Milo Infante, mentre la domenica dovrebbe continuare ad andare in onda Quelli che il calcio, condotto ancora da Simona Ventura.
    Per quanto riguarda il palinsesto di Rai3 – si apprende da fonti del consiglio – la direzione generale non avrebbe accettato la proposta del direttore Paolo Ruffini di mandare in onda ‘Che tempo che fa’ anche il lunedì, confermando quindi solo le puntate di sabato e domenica.
    (fonte: Ansa, 6 giugno 2011)

Segnalazioni da proporre per questo spazio? Lasciate qui il vostro messaggio.

Annunci

Commenti»

1. Alan - 06/06/2011

no comment


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: