jump to navigation

La corsa agli Emmy 2011 – Previsioni e pronostici 07/07/2011

Posted by 2345 in Cinema e TV, Emmy Awards, Premi, TV USA.
trackback

Domenica 18 settembre si terrà la cerimonia della 63esima edizione dei Primetime Emmy Awards che premierà i programmi televisivi di prima serata ed i loro protagonisti.
La cerimonia andrà in onda in diretta in tutti gli Stati Uniti, su FOX, e verrà condotta da Jane Lynch.
Intanto già da diversi giorni sono iniziate le votazioni che porteranno all’annuncio, il prossimo 14 luglio, della rosa dei candidati alle nomination scelti dai membri della Academy of Television Arts & Sciences.
Sono stati quindi pubblicati i nomi in ballottaggio e possiamo iniziare a fare qualche previsione su chi arriverà effettivamente in nomination. Esprimete pure nei commenti la vostra opinione e le vostre preferenze.


Le varie categorie e i possibili candidati.

MIGLIOR SERIE DRAMMATICA

Quest’anno la corsa a Miglior serie drammatica continuerà ad essere dominata dalle serie cavo. Negli ultimi due anni i canali cavo hanno ottenuto 10 dei 13 posti nella più prestigiosa delle categorie degli Emmy; e 13 di 19 sin dal 2008.
Per contrasto, tra il 2011 e il 2007, quando ancora dominavano i grandi network, ottennero solo nove nomination.
Il divario con i grandi canali è così ampio nel 2011 che The Good Wife (CBS) è l’unico telefilm in onda sui quattro network principali considerato con un’ottima possibilità di guadagnare una seconda nomination di fila da molti anni. Tra le altre serie meritevoli ci sono Friday Night Lights (NBC/DirecTV), Parenthood (NBC) e Blue Bloods (CBS); ABC è invece entrata in una fase di ricostruzione.
La triste realtà è che quest’anno i grandi canali, che hanno appena rinnovato il contratto con la Academy of Television Arts & Sciences per trasmettere gli Emmy per altri 8 anni, potrebbero essere tagliati quasi completamente fuori dalla categoria top delle serie drammatiche. E tutto questo a causa della continua programmazione aggressiva dei canali cavo, tra cui HBO tornato in forma con le novità Boardwalk Empire e Game of Thrones, e AMC che sforna un successo dietro l’altro, tra cui la veterana Mad Men e le novità The Killing e The Walking Dead; anche FX, che ha un record negativo agli Emmy, potrebbe entrare quest’anno in scena con Justified.

MIGLIOR SERIE COMEDY

Nella categoria Miglior serie comedy la favorita quest’anno è senza dubbio Modern Family che potrebbe ripetere l’exploit dell’anno scorso, riuscendo così in un’impresa ottenuta solo da un’altra sit-com ABC prima d’ora – Taxi – ben oltre 30 anni fa.
Glee non sembra avere alcuna speranza, dopo una seconda stagione poco convincente, mentre le due splendide sit-com NBC Community e Parks and Recreation, molto amate dalla critica ma con ascolti non brillanti – per non dire pessimi – hanno più di qualche chance di entrare in gara. Favorite anche The Office (grazie all’uscita di scena di Steve Carell), 30 Rock (che, pur avendo perso lo smalto delle prime stagioni, rimane una delle sit-com qualitativamente migliori in circolazione) e Cougar Town (che quest’anno, a dispetto di un titolo terribile e di un inizio disastroso, è diventato un solido show corale e non semplicemente la “sit-com di Courtney Cox”).
Nessuna delle novità di quest’anno – con l’eccezione forse della sola Aiutami Hope! – ha qualche possibilità di farcela mentre sono diverse le serie comedy cavo che potrebbero entrare in una categoria solitamente dominata dalle sit-com dei grandi network (l’unica serie cavo comedy che abbia mai vinto è stata Sex and the City nell’ormai lontano 2001). Tra le favorite The Big C (pur essendo una serie dramedy), per il tema delicato affrontato in maniera ironica e originale, Nurse Jackie (che l’anno scorso raccolse ben otto nomination) e Hot in Cleveland (show vecchia scuola forte delle recenti nomination ai SAG Awards e di un’immarcescibile Betty White).

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMMATICA

Con Bryan Cranston fuori dai giochi – Breaking Bad non è in gara quest’anno – la categoria di Miglior attore protagonista in una serie drammatica lascia il campo libero a nomi spesso in gara ma che non hanno mai vinto, come Hugh Laurie di Dr. House – Medical Division (che dal 2005 ha avuto ben 5 nomination di fila) o Jon Hamm di Mad Men (anche solo per la performance nell’incredibile episodio “Il compleanno”).
Tra le possibili sorprese c’è Kyle Chandler, con l’ultima stagione di Friday Night Lights, e un veterano della televisione come Tom Selleck, per la sua superba interpretazione in Blue Bloods.
Una scommessa certa è la nomination di Steve Buscemi per la sua splendida performance in Boardwalk Empire, mentre altri favoriti sono Timothy Olyphant per Justified, Jeremy Irons per The Borgias e Sean Bean per Game of Thrones.

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMMATICA

L’anno scorso tutti erano convinti che a vincere nella categoria Miglior attrice protagonista in una serie drammatica sarebbe stata Julianna Margulies per The Good Wife e invece l’Emmy è andato, dopo cinque nomination, a Kyra Sedgwick per The Closer. Quest’anno la favorita sembra essere Elisabeth Moss di Mad Men (da applausi la sua performance nell’episodio “Il compleanno”, incredibile passo a due con Jon Hamm) ma la Margulies è di nuovo in prima linea.
Kathy Bates è stata nominata ben sette volte, per vari progetti, senza mai vincere; il ruolo di protagonista della serie legale Harry’s Law potrebbe ora cambiare le cose.
Prima di The Killing era una perfetta sconosciuta, ma ora tutti amano Mireille Enos e il suo incredibile lavoro nella nuova – ennesima – gemma AMC.
Dopo essere stata – incredibilmente – snobbata l’anno scorso (ma fortunatamente i Golden Globe hanno in parte sopperito all’imperdonabile errore), Katey Sagal dovrebbe finalmente trovare il giusto riconoscimento, almeno con una nomination, per il ruolo di protagonista indiscussa di Sons of Anarchy.
Altre possibili nomination: Anna Paquin con True Blood, January Jones con Mad Men, Connie Britton con Friday Night Lights e Jeanne Tripplehorn con Big Love. Meno probabili Lauren Graham per Parenthood e Anna Torv per Fringe (i votanti agli Emmy non amano il genere sci-fi e bisogna risalire fino a Gillian Anderson con X-Files per trovare una vincitrice).

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY

L’anno scorso la categoria Miglior attore protagonista in una serie comedy è stata vinta, quasi a sorpresa, da Jim Parsons per la sua interpretazione nerd in The Big Bang Theory che ha praticamente sfilato dalle mani la terza statuetta consecutiva ad Alec Baldwin per 30 Rock. Quest’anno quasi certamente entrambi saranno di nuovo in gioco ma, complici due stagioni non fortissime delle rispettive sit-com, il favorito sembra essere Steve Carell che dopo cinque nomination potrebbe finalmente conquistare la statuetta per il suo ultimo anno a The Office.
Tra gli altri favoriti Joel McHale per Community (amata dalla critica e dai fan online), Matt LeBlanc per Episodes (Joey Tribbiani ha avuto tre nomination, senza mai vincerne una), Louis C.K. per Louie e Danny McBride per Eastbound & Down.

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY

Nella categoria Miglior attrice protagonista in una serie comedy non può mancare Tina Fey di 30 Rock. Quest’anno però, a detta tutti, saranno le signore di Showtime a dominare la scena: Edie Falco di Nurse Jackie (che potrebbe fare il bis dopo l’anno scorso), Laura Linney di The Big C e – anche se con meno possibilità – Toni Collette di United States of Tara.
Tra le altre favorite Courtney Cox con Cougar Town, Patricia Heaton con The Middle, l’inglese Tamsin Greig con Episodes, Amy Poehler con Parks and Recreation, Martha Plimpton per Aiutami Hope! e Melissa McCarthy di Mike & Molly.
Da segnalare, anche se ha scarse possibilità, la sempre troppo sottovalutata Kaley Cuoco di The Big Bang Theory.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMMATICA

Con la fine di Lost, si torna a respirare nella categoria Miglior attore non protagonista in una serie drammatica. L’assenza degli eternamente nominati Terry O’Quinn e Michael Emerson lascia due posti vacanti, che salgono a tre se si tiene conto che anche Aaron Paul di Breaking Bad è fuori dai giochi.
Questo lascia il campo libero a nuovi volti. Tra i favoriti: il trio maschile di The Good Wife – ovvero Alan Cumming, Josh Charles e Chris Noth – che ha uguali chance di ottenere una nomination; inoltre Walton Goggins di Justified, il giovane Max Burkholder di Parenthood (il primo personaggio regolare di una serie affetto dalla Sindrome di Asperger), Peter Dinklage di Game of Thrones, Vincent Kartheiser di Mad Men e Joel Kinnaman di The Killing.
Tra gli outsider: Michael Cudlitz per Southland e John Noble per il suo (perfetto) doppio ruolo a Fringe.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMMATICA

La categoria Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica è sempre una delle più competitive ma quest’anno, con Elisabeth Moss che concorre nella categoria da protagonista e Rose Byrne di Damages fuori dai giochi, vedremo nuovi volti in gara.
Tra le nomination quasi certe troviamo Archie Panjabi – già vincitrice dell’anno scorso – e Christine Baransky – da sempre amata agli Emmy – con The Good Wife, Margo Martindale per Justified (che è già data come vincitrice per quella che è stata definita la migliore performance femminile dell’anno), Michelle Forbes per The Killing, la giovane Kiernan Shipka e Christina Hendricks per Mad Men, Kelly MacDonald per Boardwalk Empire e Khandi Alexander per Treme.
Non meno meritevoli, anche se con meno possibilità, Regina King per Southland, Sara Ramírez per Grey’s Anatomy, Mae Withman per Parenthood e KaDee Strickland per Private Practice.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY

Una certezza nella categoria Miglior attore non protagonista in una serie comedy è che metà delle nomination saranno occupate da membri del cast di Modern Family.
Ty Burrell, Ed O’Neill (escluso ingiustamente l’anno scorso), Jesse Tyler Ferguson, Eric Stonestreet e il piccolo Nolan Gould si contendono tutti un posto in gara.
Tra gli altri favoriti John Krasinski e Ed Helms di The Office, Jack McBrayer di 30 Rock, Nick Offerman di Parks and Recreation, Danny Pudi di Community e Oliver Platt di The Big C.
Meno favoriti il vincitore dell’anno scorso Chris Colfer con Glee e Neil Patrick Harris che ha fatto doppietta l’anno scorso, ma non per il suo ruolo in How I Met Your Mother.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY

Dominata l’anno scorso da Glee, Modern Family e 30 Rock, la categoria Miglior attrice non protagonista in una serie comedy dovrebbe quest’anno riaprirsi ad altri show, tra tutti Cougar Town e Community.
Betty White di Hot in Cleveland e Mayim Bialik, nuova aggiunta al cast di The Big Bang Theory, sono date per certe insieme a Julie Bowen e Sofia Vergara di Modern Family.
Tra gli altri nomi possibili: Alison Brie e Yvette Nicole Brown da Community, Jane Lynch e Heather Morris da Glee, Busy Philipps da Cougar Town, Aubrey Plaza da Parks and Recreation, Merritt Wever e Eve Best da Nurse Jackie, Jenna Fischer con The Office e Jane Krakowski per 30 Rock.


E voi? Cosa ne pensate? Quale sarà l’attore o attrice che arriverà in nomination? Quale serie drammatica, commedia o sit-com volete che vinca?
Esprimete la vostra opinione nei commenti.
Noi ci ritroveremo qui con un nuovo appuntamento dopo l’annuncio dei candidati finali che sarà fatto dagli attori Melissa McCarthy (Mike & Molly) e Joshua Jackson (Fringe) il prossimo 14 luglio.
Potrete anche votare, tramite un sondaggio, i vostri vincitori.


Per news e aggiornamenti sulle notizie dalla TV statunitense visitate lo spazio settimanale “TV USA Gazette”.

Annunci

Commenti»

1. marcu_90 - 07/07/2011

Noto con piacere la possibilità che Parenthood ottenga qualche nomination….io spero per Mae Withman e il piccolo Max =) =)
Anche Sara Ramirez meriterebbe una nomination assieme a KaDee di PP (sicuro che nessuna delle 2 la riceverà)…. poi per il resto boh saranno sicuramente i canali via cavo a farla da padrone

2. enry - 07/07/2011

Ottimo post Paolo, bravo!
Dunque dunque… in quasi tutte le categoria la scelta è difficile quindi farò almeno un paio di nomi!
Miglior drama, Mad Men o The Good Wife.
Miglior Comedy, Modern Family o una tra The Big C e Nurse Jackie.
Miglior attore drama, Jon Hamm, punto.
Miglior attrice drama, Julianna Margulies o Elisabeth Moss (adoro January Jones ma nella scorsa stagione si è vista poco).
Miglior attore comedy, direi Alec Baldwin.
Miglior attrice comedy, è la categoria più combattuta… la sempre fantastica Tina Fey direi di no. Farei vincere una tra la Linney e la Collette.

3. enry - 07/07/2011

Ah, tra gli attori non protagonisti direi Cumming per TGW, ma Noble meriterebbe tanto. Tra le attrici invece la gara è combattutissima… vorrei che almeno una del cast di Grey’s o di PP venisse nominata ma so che è quasi impossibile. Per cui punto sulle donne di TGW e Mad Men.
Nel versante comedy invece se la giocano tutta gli attori e le attrici di Modern Family.

4. Fra - 07/07/2011

Spero proprio che Parenthood ottenga qualche nomination. Sopratutto perchè quest anno è stato un ottimo drama. Merita anche Lauren Graham che è veramente brava… non capisco perchè viene snobbata tutte le volte.
Spero vivamente che mad men non vinca ancora una volta. Basta anche altri show meritano premi direi!!

5. Rotator - 07/07/2011

MIGLIOR DRAMA
The Good Wife, se lo merita tutto (Mad Men è un grande show, e questo l’abbiamo capito. Adesso spero che venga dato spazio ad altre serie).

MIGLIOR COMEDY
Spero che venga premiata Community: intelligente e geniale come poche (anche perché la seconda stagione di MF non mi è piaciuta come la prima).

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA DRAMA
Quando glie lo diamo questo benedetto emmy a Laurie!?

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA DRAMA
Julianna Margulies.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA DRAMA
Alan Cumming

6. Marco83Marco - 07/07/2011

Ma com’è che Grey’s Anatomy, Desperate Housewives, Brothers and Sisters e One Tree Hill non se li filano quasi mai?? Ma hanno mai visto un episodio??
Hanno tutti un cast spettacolare, con attori di indubbie qualità che spaziano dal drama alla comicità in tutti gli episodi…
Bah, a me sembra che questi premi, così come gli Oscar, vengano assegnati a prodotti di nicchia snobbando altre produzioni più popolari ma con qualità nettamente superiori.
Spero che chi lavori nel settore non dia peso a queste finte premiazioni..

cescocesto - 07/07/2011

Grey’s e desperate ai tempi d’oro (prime stagioni delle due serie) ottennero varie nomination, che si sono via via ridotte negli anni di pari passo con il calo di qualità della serie. Ciò non toglie che attrici come la Oh, la Wilson e la Ramirez sarebbero comunque degne di candidatura (anche se hanno avuto le loro chance in passato).

Ps. prodotto di nicchia non è sinonimo di bassa qualità.. Molte serie cavo hanno il coraggio di osare e innovare, mentre i grandi network rimangono ancorati ai modelli del passato, ormai superati. E infatti gli ascolti e le premiazioni degli ultimi anni (soprattutto nel drama, dove innovare è molto piu importante che nelle comedy) premiano i canali via cavo.

Rotator - 07/07/2011

“Bah, a me sembra che questi premi, così come gli Oscar, vengano assegnati a prodotti di nicchia snobbando altre produzioni più popolari ma con qualità nettamente superiori.”

Ma prima di dire questa frase, hai mai visto almeno una serie via cavo (e in particolare quelle citate nell’articolo)? 0_o

@cescocesto
Per me non meritano la candidatura. Ma non perché non sono brave nel loro lavoro (sono bravissime tutte e tre!), solo che ormai, con il ruolo che gli è stato cucito addosso, non riescono più ad esprimere il loro vero potenziale. E questo è un peccato.

enry - 07/07/2011

Quello che dici è vero, però in alcuni episodi (la Ramirez nella puntata musical, la Wilson nel finale della scorsa stagione) riescono a fare/dare ancora delle interpretazioni davvero di alto livello (così come quella di Katherine Heigl nella stagione 5) che però poi vengono puntualmente ignorate.

7. cescocesto - 07/07/2011

Si notano alcune differenze rispetto agli anni scorsi, in primis la (probabile) totale scomparsa di Glee dalle candidature principali..

Drama: come osserva Paolo, se la giocheranno i canali via cavo, anche se spero che almeno the good wife tenga alta la bandiera dei network. Chissà se il prossimo anno la situazione sarà diversa con tutti i nuovi telefilm (soprattutto abc) in arrivo.

Comedy: mah, non mi sbilancio perché non seguo le serie nbc, ma punto su modern family e spero in una nomination per hot in Cleveland e the big c.

8. New_AMZ - 08/07/2011

A me stupisce che dopo 12 anni, neanche alla sua ultima stagione, Chris Meloni riesce ad ottenere almeno una possibilità di nomination per il suo ruolo in Special Victim Unit.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: