jump to navigation

Cinema futuro (1.356): “Horror Movie” 14/08/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Video e trailer.
trackback
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end“Horror Movie”

Uscita in Italia: mercoledì 17 agosto 2011
Distribuzione: Eagle Pictures

Titolo originale: “Stan Helsing”
Genere: commedia / horror
Regia: Bo Zenga
Sceneggiatura: Bo Zenga
Musiche: Ryan Shore
Durata: 105 minuti
Uscita negli Stati Uniti: 27 ottobre 2009 (direttamente in DVD)
Sito web ufficiale (USA): cliccate qui
Sito web ufficiale (Italia): cliccate qui
Cast: Steve Howey, Diora Baird, Kenan Thompson, Leslie Nielsen, Desi Lydic, Kit Zenga, Darren Moore, Twan Holliday

La trama in breve…
STAN HELSING è un ragazzo di circa vent’anni, un adorabile perdente, che aspira a diventare cantante e lavora come cassiere in un negozio di video cassette di secondo ordine di Hollywood. E’ il giorno di Halloween e dopo aver svolto con successo la degradante mansione di uccidere un enorme scarafaggio a sei zampe nella doccia del bagno del negozio, gli viene assegnato il compito di consegnare una videocassetta alla madre del suo capo, mentre si dirige verso un grande party in maschera.
Stan entra in un minivan assieme ai suoi amici: TEDDY, un paffuto afro americano vestito da Superman; MIA, una bionda un po’ scema vestita da sexy cheerleader; l’ex ragazza di Stan, NADINE, vestita da nativa Americana.

Per la strada, nella macchina affianco alla loro, i ragazzi riconoscono una bambola terrificante che assomiglia tantissimo a “Chucky” – il personaggio dell’omonimo film horror – che, nello sconcerto generale, gli mostra il posteriore. Poco dopo, un autista di un camion, che sembra “Leatherface” di NON APRITE QUELLA PORTA, cerca di farli finire fuori strada. A questo punto è evidente che il gruppo di amici si è imbarcato in un viaggio a dir poco singolare.

Il motto di Stan nel bel mezzo di tutta questa situazione così surreale è “non farti coinvolgere”.

Dopo un po’, sempre lungo la strada, un cane attacca il loro van,  ferendosi e scatenando l’ira del suo padrone – un pazzo con gli occhi allucinati che assomiglia incredibilmente a Dennis Hopper.

Successivamente, i giovani si fermano per dare un passaggio ad un autostoppista  il quale, inizialmente appare mansueto e innocente, ma poi confessa di essere responsabile di una lunga lista di crimini per i quali è finito nel Penitenziario Statale di Chino, e dal quale è appena fuggito. Quando la situazione con l’autostoppista diventa allarmante, i ragazzi lo spingono fuori dal van in corsa, e così a stento riescono a salvarsi.

Alla fine arrivano di fronte al cancello di un’inquietante prigione di minima sicurezza, dove la guardia più vecchia del mondo gli spiega che si trovano a Stormy Night Estates, un luogo che in passato era stato il backlot degli studios cinematografici horror Stormy Night Pictures.

Ad una vicina stazione di benzina, il proprietario – che tiene un libro di Bram Stoker dietro alla cassa – asserisce che Stan assomiglia molto a Van Helsing, e che sicuramente è il discendente del famoso cacciatore di mostri. Col passare del tempo, alla stazione di benzina, la situazione diventa sempre più surreale, il gruppo di amici, infatti, scopre che il proprietario della pompa di benzina e sua moglie li hanno spiati attraverso un buco nel muro mentre usavano a turno il bagno. Mia confessa di essersi accorta che la stavano guardando e di aver messo su un piccolo show per loro.

Una volta fatto ritorno a Stormy Nights, Stan e il suo gruppo di amici vedono in un camion da gelataio un personaggio che assomiglia a Michael Jackson, intento a dare dei ghiaccioli ad un gruppo di ragazzini in cerca di dolcetti per la notte di Halloween.

Poco dopo, si fermano in un ristorante dove ordinano del cibo ad una vecchia cameriera. Mentre Stan è in bagno, una mano con gli artigli – tipo quella di Freddy Krueger – spunta da sotto la parete divisoria della toilette in cerca di un rotolo di carta igienica.

Il cameriere del ristorante mette in guardia il gruppo di amici affinché evitino di farsi trovare in città dopo la mezzanotte. Ma prima di andarsene, i ragazzi finiscono per farsi una cantatina al karaoke. A mezzanotte, fuori dal ristorante, i ragazzi osservano le luci del locale spegnersi e vedono con loro grande stupore tutte le persone che si trovano all’interno del ristorante trasformarsi in scheletri. Intanto, un mostro che assomiglia molto a Pinhead[1] sbuca fuori da una scatola  a sorpresa.

Mentre si trova in prigione, Stan tenta di usare il telefono, ma a rispondere all’altro capo della linea è niente di meno che la bambola che sembrava Chucky, che precedentemente i ragazzi avevano visto durante il loro viaggio in macchina. Improvvisamente, il telefono invia una scarica elettrica che fulmina sul posto Stan.

Nadine rianima Stan, quest’ultimo si risveglia ma non riesce più a ricordare il motivo per il quale si sono lasciati. A questo punto torniamo indietro nel tempo con un flashback e assistiamo al loro appuntamento in un ristorante fast food: Nel ristorante si sta svolgendo una rapina, un tavolo ha preso fuoco, c’è una carrozzina per neonati che cade giù per le scale e un uomo sta morendo soffocato a causa di un boccone di cibo. Vediamo Stan mangiare, totalmente noncurante di fronte a ciò che sta accadendo. E’ stato il suo motto “non farti coinvolgere” la ragione che ha spinto Nadine a lasciarlo.

Il gruppo di amici viene inseguito da un mostro che sembra Il Creeper[2], che li rincorre lungo una caverna sotterranea e poi in superficie, fino a che non giungono di fronte ad una chiesa. Il chierichetto della chiesa riconosce che Stan è Van Helsing – il famoso cacciatore di mostri. Il chierichetto pronuncia le parole: “E’ stato detto che alcuni sono nati per fare grandi cose, alcuni ci riescono mentre ad altri vengono imposte”. Il chierichetto li guida attraverso i cunicoli della chiesa, oltre un’antica scritta che dice: RELIQUIE DI PRODUCT PLACEMENT e degli scaffali di PRODOTTI DI DIVERSE MARCHE. Il chierichetto gli porge una grossa pistola spara acqua piena di acqua santa, che gli servirà per combattere contro i mostri.

Nella piazza fuori dalla chiesa, Stan e Teddy vedono le Spose di Dracula in lingerie Victoria Secret. Poi vengono inseguiti da Leatherface, armato della sua motosega, con la quale scolpisce le orecchie di Topolino sulla testa di un afro americano e taglia una pizza a fette.

Successivamente, il gruppo di amici si imbatte in una foresta pietrificata, mentre Leatherface continua ad inseguirli, almeno fino a quando non gli si rompe la motosega.

I ragazzi finiscono in una casa che sembra quella del film Psycho, dove evitano accuratamente una serie di stanze terrificanti. Mentre Nadine inizia a dire a Stan che sta conoscendo un lato di lui che non aveva mai notato, a Stan, Nadine e Teddy viene un gran sonno e tutti cadono addormentati, ed ecco che un mostro dalle fattezze di Freddy Krueger, con un guanto pieno di lame, li insegue per cercare di ucciderli. Ma i ragazzi si risvegliano e scappano dalla casa giusto in tempo.

Quando Stan vede un tizio con una maschera da hockey, pensa che questi possa essere il Jason di Venerdì 13 e così inizia a battersi contro di lui. Poi, una macchina stracolma di giocatori di  hockey inizia ad inseguirlo per aver pestato a sangue il portiere della loro squadra.

Poco dopo, per caso, i ragazzi si ritrovano sul set di un film di mostri, dove i mostri sono interpretati da delle porno star gay. Una guardia di sicurezza li scorta fuori, ma proprio in quel momento, il video che Stan aveva il compito di consegnare cade in terra e così scopriamo che si trattava di un video porno per gay. E allora capiamo che Stormy Night Pictures è uno studio cinematografico di film porno gay e che, evidentemente, la madre del capo di Stan lavora nel campo della pornografia gay. Presto i ragazzi scoprono che c’era una cabina telefonica in città, di cui Mia conosceva da sempre l’esistenza. Mentre aspettano un taxi, tutti i mostri del film iniziano a circondarli. A questo punto sbuca fuori Ryan Seacrest[3] che li invita tutti  quanti a partecipare ad American Idol.

I mostri cantano YMCA dei Village People. Stan canta “Lost Highway” di Bon Jovi. Alla fine, Stan deve battersi in duello contro ogni singolo mostro. Poi, lui e Nadine si rimettono assieme.

Stan torna al suo lavoro, ma solo brevemente, perché viene licenziato da Donald Trump in persona, e alla fine uccide un altro gigantesco scarafaggio nel bagno del negozio.

Finalmente ha trovato la sua vera vocazione: quella di cacciatore di mostri.


[1] N.d.T. Pinhead è uno dei Cenobiti protagonisti della serie cinematografica di Hellraiser

[2] N.d.T. Il Creeper è un personaggio della trilogia di “Jeepers Creepers“.

[3] N.d.T. Ryan John Seacrest è un conduttore televisivo statunitense.

Il trailer italiano:


Trame ed altre informazioni sono tratte dal materiale stampa relativo al film.
Per consultare le uscite dell’ultimo week-end italiano visitate lo spazio “Al cinema…”, per gli incassi del box office, trailer e notizie dal mondo del cinema andate allo spazio settimanale “Cinema Festival”.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: