jump to navigation

TeleNews #68 – Lieve malore per Gerry Scotti – Canale 5 anticipa Italia’s Got Talent, ma senza Cucciari – Scontro tra Sallusti e Belpietro a In Onda – Elisabetta Canalis al Ballando con le stelle statunitense – La TV in edicola: Ezio Greggio – Fiorello: ritorno su Rai 1 da lunedì 14 novembre 19/08/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Giornali e riviste, TeleNews, TV ITA.
trackback

Lo spazio “TeleNews – Notizie dal mondo della televisione” propone una rassegna stampa – segnalando le fonti di provenienza – di notizie ed argomenti vari legati al mondo dello spettacolo e della televisione italiana e straniera, e che non hanno trovato posto in altri appuntamenti abituali del blog.
Se avete segnalazioni da fare, lasciate il vostro messaggio qui.

  • Lieve malore per Gerry Scotti
    Lieve malore di Ferragosto per Gerry Scotti che, dopo alcuni accertamenti medici, ha ripreso le sue vacanze. Il popolare conduttore non si è sentito bene (non è chiaro se per il caldo, per un episodio di labirintite o per una congestione) mentre si trovava a Netro, piccolo centro a cavallo tra il Biellese e l’Eporediese, per passare il giorno di festa a casa dei genitori della sua compagna Gabriella.

    Al momento del malore Scotti si trovava nella casa di campagna dove si rifugia abitualmente nei weekend. Dovendo partire in questi giorni per una crociera in barca nel Mediterraneo che prevedeva anche un viaggio aereo per raggiungere l’imbarcazione, Scotti si è rivolto al suo medico di fiducia che gli ha consigliato di fare alcuni accertamenti nel piu’ vicino ospedale, quello di Biella.
    Dalle analisi fatte non è emerso nulla che potesse trattenerlo dall’affrontare il viaggio e la vacanza . Così, dopo essere stato dimesso dall’ospedale dopo meno di 24 ore, a metà giornata del 16 agosto, il conduttore di Canale 5 si è messo subito in viaggio per raggiungere la localita’ d’imbarco e godersi, come previsto, dei giorni di relax in barca.

    (fonte: TgCom, 18 agosto 2011)

  • Canale 5 anticipa “Italia’s Got Talent”, ma senza Cucciari
    Canale 5 anticipa la messa in onda in inverno della terza edizione di Italia’s Got Talent. La casa di produzione Fascino P.g.t. e’ gia’ a lavoro per selezionare i partecipanti della nuova edizione (la terza) di Italia’s Got Talent, ”format – si legge in una nota- che ha sbancato l’auditel e che ha visto la partecipazione di Gerry Scotti, Maria De Filippi e Rudy Zerbi in qualita’ di giudici e Simone Annicchiarico e Geppy Cucciari alla conduzione”.
    ”Quest’ ultima -prosegue la nota- a causa degli impegni presi con il canale La7 e data l’anticipazione della messa in onda non potra’ rinnovare la sua presenza sul palco del Talent”. La Fascino P.g.t che co-produce il programma ”ringrazia Geppy per l’impegno, la professionalita’ e la simpatia con cui ha affrontato le due edizioni trasmesse”, conclude la nota.
    (fonte: Adnkronos, 16 agosto 2011)

  • Scontro tra Sallusti e Belpietro a “In Onda”
    Questione di liberalismo o più banalmente di copie? La manovra “socialista” o “comunista” del governo regala un nuovo e inedito capitolo della faida infinita tra “Libero” e “Giornale”, i due quotidiani più letti dai berlusconiani. Il primo, fondato da Vittorio Feltri, è di proprietà della famiglia romana degli Angelucci. Il secondo è controllato da Paolo Berlusconi, il fratello del premier. Ma stavolta Feltri, protagonista di un incredibile andirivieni tra le due redazioni (oggi è al “Giornale”), non c’entra nulla.
    A darsele di brutto sul ring della pancia di destra, incazzata per la tassa di solidarietà in nome della rivoluzione liberale, sono i due ex “secondi” del Diretùr. Da un lato Maurizio Belpietro, numero uno di “Libero”. Dall’altro Alessandro Sallusti, direttore responsabile del “Giornale”. Lo scontro è andato in diretta su La 7 mercoledì sera, al programma “In Onda” di Luisella Costamagna e Luca Telese. Ed è stato Sallusti a dare addosso a Belpietro, colpevole di fare titoli e articoli contro la manovra, guidando la fronda del Pdl: “Io trovo un’analogia tra le posizioni espresse da Belpietro e quelle di Bersani e Di Pietro. Anzi Di Pietro mi sembra più moderato di Belpietro”.
    Il direttore di “Libero” non ha tirato la gamba indietro e si è buttato nella rissa, rinfacciando a Sallusti che Nicola Porro, vicedirettore del “Giornale” per l’economia, scrive le stesse cose sul blog ma non sul quotidiano, per la serie “Cavaliere non ci sono parole”. Osserva Belpietro col suo ghigno da mastino: “Anche Porro è come Bersani e Di Pietro?”.
    La lite continua e affronta un’altra questione cruciale. Belpietro: “Qualcuno non vuole raccontare la verità a Berlusconi. Ecco, caro Cavaliere, te la diciamo noi che ti conosciamo da più anni di chi ti parla adesso. Io non voglio assistere al suicidio del centrodestra. Così il premier perde 500mila voti”. Ribatte Sallusti: “Significa che tu consideri dei deficienti gli elettori di centrodestra, una manica di egoisti irresponsabili che non comprendono quando è il momento di fare sacrifici”. Uno spettacolo vero, che aumenta il caos e le lacerazioni nella maggioranza, ormai ridotta a una guerra per bande. Anche giornalistiche.
    E quando si tratta di “Libero” e “Giornale” la guerra è soprattutto di copie. Il conflitto va avanti da undici anni, da quando Feltri portò in edicola “Libero” il 18 luglio del 2000. Oggi la differenza reale tra i due giornali cugini che si odiano è di circa 50mila copie: 105mila per Belpietro, 155mila per Sallusti. Entrambi in calo costante, hanno ripreso un po’ di fiato in questa convulsa estate politico-economica ma è il “Giornale” ad avere i nervi più fragili, come dimostra il paragone di Sallusti su Belpietro come Bersani.
    Il primo motivo è che l’ultimo ritorno di Feltri da “Libero” non avrebbe portato copie (si sperava almeno in 20-30mila). Il secondo è legato all’attualità: Belpietro cavalca l’onda della destra anti-manovra mentre il “Giornale” non può farlo. Lo dimostra anche la schizofrenia di Sallusti e Feltri su Giulio Tremonti: prima la minaccia di un metodo Boffo, poi la difesa del ministro dell’Economia, infine di nuovo gli avvertimenti: “Non è più tempo di primedonne”. E ieri, per la cronaca, Feltri ha ricordato che l’unico regime italiano a non aver accumulato debito è stato quello di Benito Mussolini. Giusto per non farsi mancare niente.
    (fonte: “Il Fatto Quotidiano”, 19 agosto 2011 – articolo di Fd’e)

  • Elisabetta Canalis al “Ballando con le stelle” statunitense
    Continua il sogno americano di Elisabetta Canalis. E chi credeva che dopo la fine della storia con George Clooney la sua carriera fosse in declino si sbagliava di grosso. Perché l’ex velina sarà una delle celebrità della versione statunitense di “Ballando con le stelle” (“Dancing with the star”). La conferma ufficiale arriverà il 29 agosto quando verrà annunciato il cast, ma per il sito “E! Entertainment” ci sarebbe già l’accordo.

    Dopo la smentita della partecipazione della ex velina al talent show “American Idol” è chiara la ragione della trasferta hollywoodiana di Eli che potrebbe essere già all’opera con i preparativi per la 13esima edizione dello show americano che prenderà il via il 13 settembre, il secondo programma più visto della tv a stelle e strisce.
    C’è attesa, quindi, per la performance della showgirl che non aveva del tutto convinto nel balletto con Gianni Morandi a Sanremo 2011 sulle note di “Pulp fiction” nei panni di Uma Thurman. Adesso avrà tutto il tempo per rifarsi.

    (fonte: TgCom, 18 agosto 2011)

LA TV IN EDICOLA

“SORRISI E CANZONI TV” n°34/2011
Nel numero in edicola Ezio Greggio afferma di aver rifiutato la conduzione del Festival di Sanremo e di preferire il cinema.

Alle affermazioni di Greggio risponde Giancarlo Leone, responsabile della Direzione Intrattenimento di Viale Mazzini: “La Rai non ha mai fatto alcuna proposta ad Ezio Greggio nè per Sanremo nè per altri programmi televisivi. Aggiungo, non soltanto non l’ha mai fatta, ma non ha neanche mai pensato di fare una simile proposta. Spiace che ad Ezio Greggio vengano attribuite dichiarazioni che immagino non possa, in buona fede, aver mai reso”.
(fonte: Adnkronos, 17 agosto 2011)

IL VIDEO

  • Fiorello: ritorno su Rai 1 da lunedì 14 novembre
    E’ lunedì 14 novembre il giorno del grande ritorno di Fiorello su Rai 1. E’ lo stesso showman, negli spot in onda in questi giorni su Radio1 Rai, a svelare la data di partenza del nuovo programma.
    ‘Faccio la voce impostata perchè in tempi non crisi non si puo’ aver uno speaker”
    , scherza l’artista, annunciando che ‘Buon varieta” continua in tv.
    Il titolo potrebbe essere dunque lo stesso dello show evento del teatro Sistina, trasmesso in diretta da Radio1. Le puntate previste sono quattro.
    (fonte: Ansa, 16 agosto 2011)

A seguire, un servizio del Tg1 con l’intervento di Fiorello al fianco del direttore generale Lorenza Lei in occasione della presentazione dei palinsesti autunnali Rai.


Segnalazioni da proporre per questo spazio? Lasciate qui il vostro messaggio.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: