jump to navigation

Cinema futuro (1.368): “Le regole della truffa” 23/08/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Video e trailer.
trackback
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end “Le regole della truffa”

Uscita in Italia: venerdì 26 agosto 2011
Distribuzione: Eagle Pictures

Titolo originale: “Flypaper”
Genere: commedia / crime
Regia: Rob Minkoff
Sceneggiatura: Jon Lucas, Scott Moore
Musiche: John Swihart
Durata: 87 minuti
Uscita negli Stati Uniti: 19 agosto 2011
Sito web ufficiale (USA): nessuno
Sito web ufficiale (Italia): cliccate qui
Cast: Patrick Dempsey, Ashley Judd, Pruitt Taylor Vince, Matt Ryan, Tim Blake Nelson John Ventimiglia, Jeffrey Tambor, Mekhi Phifer

La trama in breve…
Tripp Kennedy (Patrick Dempsey) si ritrova in banca nel bel mezzo di una doppia rapina messa  in atto da due diverse gang: la prima è una gang di hacker informatici professionisti e ben attrezzati. Gli altri sono solo una coppia di fannulloni squattrinati intenzionati a… scassinare il bancomat.
Ha inizio una sparatoria e Tripp, per proteggere la bella ed intelligente cassiera Kaitlin (Ashley Judd), la afferra per le gambe per farla cadere a terra.
E’ fine giornata e il sistema di sicurezza effettua la procedura di chiusura, bloccando tutti nell’edificio.  Si fa notte ed inizia un gioco assurdo e divertentissimo fra gatto e topo mentre Tripp e Kaitlin tentano di salvare la situazione, riuscendo a non farsi  uccidere ed evitando di innamorarsi… o quasi.

NOTE DEL REGISTA
di Rob Minkoff

“A volte, durante le riprese di Le regole della truffa mi ricordava la discesa vertiginosa di Alice  nella tana del coniglio quando le cose diventavano sempre più curiose. Avevo incontrato gli scrittori Jon Lucas e Scott Moore in un caffè a Los Angeles per parlare di un altro progetto. Questo accadeva qualche mese prima dell’uscita di  Una notte da leoni, un film che ha dato  un’altra definizione alla parola “commedia”. Le regole della truffa è stata la loro prima collaborazione. Fin dall’inizio, mettere insieme le finanze e mettere insieme tutti gli elementi, è stato un po’ come l’inseguimento frustrante dello sfuggente Coniglio Bianco in  “Alice nel Paese delle Meraviglie”.
“Solo dopo che è salito a bordo Patrick Dempsey, come interprete e produttore, il lavoro ha preso piede. Durante il nostro primo incontro Patrick mi disse che vedeva il ruolo di Tripp Kennedy come l’opportunità per mettere da parte il suo personaggio di McDreamy e sfidare la parte creativa di sé. Durante tutta la produzione ha sempre incoraggiato la troupe, me incluso, a prendere dei rischi creativi. Voleva che il nostro fosse un laboratorio dove qualsiasi cosa e tutto sarebbe stato tentato per oltrepassare i limiti. Ed è quello che abbiamo fatto. Dopotutto, nella sceneggiatura c’erano più trovate esplosive di quante ne potesse partorire la stravaganza di David Mamet. E pensare che io avevo costruito la mia reputazione dirigendo film con animali parlanti, film per famiglia! Ma avevo sempre sognato di fare una commedia dark, un po’ inquietante, e l’energia sovversiva di Le regole della truffa mi ha inevitabilmente coinvolto”.
“Le riprese sono iniziate a Baton Rouge durante un’ondata di caldo soffocante che ha coinciso con la colossale fuoruscita del petrolio  della Bp. Ogni mattina mi svegliavo con le notizie in diretta, scene orrende di petrolio che fuoriusciva da quel tubo rotto e minaccioso. E’ stato una specie di incubo, non capivo perché le immagini venivano continuamente trasmesse.
L’albergo abbandonato che abbiamo usato per le riprese, distrutto dall’uragano Katrina, era squallido e odorava di muffa, ricordava molto l’albergo visto in Shining. Molti di noi erano sicuri che ci fossero fantasmi che si aggiravano per i corridoi.  Durante la pre-produzione, ho chiamato il mio amico d’infanzia George Hickenlooper (è stata l’ultima volta che ci siamo parlati) per avere una sua opinione su un supervisore locale di effetti speciali che dovevamo assumere. All’uomo mancavano due incisivi e il suo accento del sud mi ricordava uno di quei boscaioli nel film  Un tranquillo weekend di paura. George aveva già lavorato con lui e mi ha suggerito di continuare a cercare qualcun’altro. Gli sarò sempre grato per quel consiglio prezioso”.
“Con tre settimane di pre-produzione ed un entusiasmo sconfinato, siamo riusciti a mettere insieme un incredibile gruppo di attori; Ashley Judd, Tim Blake Nelson, Pruitt Taylor Vince, Mekhi Phifer, Rob Huebel, Octavia Spencer e Jeffrey Tambor, oltre a molti altri. Abbiamo tutti iniziato con grandi speranze e molto entusiasmo, ma il gran caldo e la mancanza di aria condizionata ci ha scoraggiati e spesso volevamo ucciderci a vicenda, una situazione perfetta considerando che molti personaggi sarebbero dovuti morire prima della fine del film.”

Il trailer italiano:


Trame ed altre informazioni sono tratte dal materiale stampa relativo al film.
Per consultare le uscite dell’ultimo week-end italiano visitate lo spazio “Al cinema…”, per gli incassi del box office, trailer e notizie dal mondo del cinema andate allo spazio settimanale “Cinema Festival”.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: