jump to navigation

Edicola – “National Geographic Italia” vol.28 n°3, settembre 2011: “Il ponte che non c’è” 02/09/2011

Posted by Antonio Genna in Fotografie, National Geographic Italia, Natura.
trackback

E’ in vendita in edicola al prezzo di 4,50 € il numero di Settembre 2011 – Vol. 283 del mensile “National Geographic Italia”, edito da Gruppo Editoriale L’Espresso e certificato dal marchio “National Geographic”, autorevole in campo divulgativo storico e geografico.
A seguire, la copertina del numero ed un comunicato che ne presenta i principali contenuti.

Il numero di SETTEMBRE 2011:
“Il ponte che non c’è”

Il ponte che non c’è
di Francesco Merlo   fotografie di Alessandro Gandolfi
Lo Stretto di Messina continua a dividere la Sicilia dal Continente. Anacronismo o benedizione?Piccola è bella
di Cynthia Gorney   fotografie di John Stanmeyer
Grazie alla forza delle donne, la famiglia brasiliana si è ristretta e l’economia è cresciuta.

Casa famiglia
di Charles Siebert  fotografie di Michael Nichols
In Kenya, nel centro di recupero dove gli elefantini orfani vengono accuditi e studiati.

Gli antichi signori del Sahara
di Peter Gwin   fotografie di Brent Stirton
Nomadi e ribelli, i Tuareg lottano per sopravvivere nel Nordafrica in tumulto.

Selvaggi per sempre
di Verlyn Klinkenborg   fotografie di Michael Melford
Il Parco dei Monti Adirondack, nello Stato di New York, è un modello di equilibrio tra uomo e natura.

Se avessimo le ali…
di Nancy Shute
Da Leonardo da Vinci in avanti, l’uomo ha sempre sognato di volare da solo. A che punto siamo?

Inoltre, nel numero di settembre:
VISIONS
La mia foto

NOW

Fitoterapia ieri e oggi
2011, l’odissea delle foreste
Potere alle donne
Fiumi Celesti
Tre milioni di stelle
Una mummia perfetta
Via l’acqua
Predatori protetti

NEXT
Un’altra forma di vita sulla Terra
A tempo di fitness
Il miele che uccide i batteri

A seguire, un messaggio del direttore Marco Cattaneo.

Dal direttore
Sono passati quarant’anni precisi da quando il Governo presieduto da Emilio Colombo ha autorizzato l’istituzione di una società per la progettazione, la realizzazione e la gestione di un “collegamento stabile viario e ferroviario” tra la Sicilia e la Calabria. In una parola, il ponte. Di cui favoleggiava già Ferdinando II di Borbone nel 1840, prima di rinunciare all’impresa per non gravare sulle pur floride finanze del Regno delle Due Sicilie.
E trent’anni pure sono trascorsi dalla costituzione della Stretto di Messina SpA. Ma tra proclami e polemiche il ponte sullo Stretto rimane – per ora – un mito non meno popolare di Scilla e Cariddi,
i mostri che secondo Omero ne custodivano le sponde.
Eppure attorno a quel braccio di mare non sono nati soltanto miti e leggende. Attraverso lo Stretto, proprio come le correnti dello Ionio e del Tirreno, si incontrano, si arruffano, si confondono culture e organismi marini, agrumi e tradizioni. Fino a farne un’entità a sé, che unisce non meno di quanto divida.
Alle parole del catanese Francesco Merlo, uno dei più apprezzati giornalisti italiani, e alle immagini di Alessandro Gandolfi abbiamo affidato il compito di raccontarci quel mondo. Per scoprire che, se mai davvero ci sarà, il ponte segnerà forse la fine dell’era dei ferry boat. Ma non potrà turbare il fascino ancestrale dello Stretto di Messina.

In allegato opzionale, a richiesta e a pagamento:

  • il terzo volume  del “Corso completo di fotografia”, dal titolo “Paesaggi”;
  • il DVD video “Il mio 11 settembre”, le immagini e i ricordi a dieci anni dall’attentato delle Torri Gemelle di New York di chi è sopravvissuto e di chi ha lavorato nei soccorsi.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: