jump to navigation

Cinema Festival #248 – Box Office del 16-18 settembre 2011 – Il poster: The Rum Diary – Varie dal mondo del cinema (King of Heists; Lincoln; Last Vegas; i magnifici otto da Oscar; la crisi finanziaria al Festival di Roma) – Le uscite USA del 23 settembre 2011: Moneyball, Abduction, Machine Gun Preacher, Dolphin Tale, Killer Elite, Thunder Soul, Puncture 21/09/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema Festival, Film, Video e trailer.
trackback

cinemafestivalQuesto spazio amplia le informazioni già presenti negli altri appuntamenti dedicati al Cinema di questo blog, e propone le classifiche del box office italiano e statunitense dello scorso week-end, una nuova locandina di film prossimamente in uscita, le ultime notizie dal mondo della celluloide ed i trailer originali dei film in uscita nel prossimo week-end negli Stati Uniti (per i film in uscita in Italia visitate lo spazio settimanale Al cinema…).

BOX OFFICE ITALIA
Week-end 16-18 settembre 2011

Con oltre 2,6 milioni di euro arriva in vetta la commedia live-action con i personaggi in CGI “I Puffi” con Neil Patrick Harris; seconda posizione per la black-comedy “Carnage” con Kate Winslet; scende al terzo posto il film fantascientifico “Super 8” scritto e diretto da J.J. Abrams e prodotto da Steven Spielberg.
Gli incassi sono basati su dati Cinetel. Tra parentesi, accanto al titolo dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “I Puffi” (NE) 2.604.598 € (Tot. 2.604.598)
  2. “Carnage” (NE) 871.930 € (Tot. 871.930)
  3. “Super 8” (1) 776.144 € (Tot. 2.266.515)
  4. “Box Office 3D – Il film dei film” (3) 663.058 € (Tot. 1.811.670)
  5. “Kung Fu Panda 2” (2) 527.864 € (Tot. 11.802.102)
  6. “Crazy, Stupid, Love” (NE) 377.606 € (Tot. 377.606)
  7. “Contagion” (4) 370.808 € (Tot. 1.078.221)
  8. “The Eagle” (NE) 212.907 € (Tot. 212.907)
  9. “Terraferma” (8) 208.395 € (Tot. 707.064)
  10. “Il debito” (NE) 154.147 € (Tot. 154.147)

BOX OFFICE USA
Week-end
16-18 settembre 2011

Grande successo per la riedizione in 3-D del classico animato Disney “The Lion King”, che raccoglie 30 milioni di dollari in tre giorni; scende al secondo posto l’action “Contagion” con Matt Damon e Jude Law; terza posizione per l’action “Drive” con Ryan Gosling e Carey Mulligan.
Gli incassi sono basati su dati forniti da Box Office Mojo, e sono indicati in milioni di dollari. Tra parentesi, accanto al titolo originale dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “The Lion King 3D” (NE) 30,15 (Tot. 30,15)
  2. “Contagion” (1) 14,54 (Tot. 44,26)
  3. “Drive” (NE) 11,34 (Tot. 11,34)
  4. “The Help” (2) 6,51 (Tot. 147,43)
  5. “Straw Dogs” (NE) 5,12 (Tot. 5,12)
  6. “I Don’t Know How She Does It” (NE) 4,40 (Tot. 4,40)
  7. “The Debt” (4) 2,94 (Tot. 26,56)
  8. “Warrior” (3) 2,86 (Tot. 10)
  9. “Rise of the Planet of the Apes” (6) 2,65 (Tot. 171,65)
  10. “Colombiana” (5) 2,33 (Tot. 33,37)

IL POSTER
“The Rum Diary”

Nello spazio dedicato alle nuove locandine originali di prossimi film in uscita, questa volta ecco il poster del dramma “The Rum Diary”, in uscita nelle sale statunitensi il 28 ottobre 2011.
Il film, scritto e diretto da Bruce Robinson e basato sul romanzo di Hunter S. Thompson, è interpretato da Johnny Depp, Amber Heard, Aaron Eckhart, Giovanni Ribisi, Richard Jenkins, Amaury Nolasco, Marshall Bell, Michael Rispoli e Bill Smitrovich.

VARIE DAL MONDO DEL CINEMA
Una piccola rassegna stampa delle notizie degli ultimi giorni: le fonti sono elencate in coda.

  • JEREMY RENNER DA RAPINA
    Jeremy Renner da rapina. L’attore – riporta Deadline – sarà il protagonista di King of Heists, adattamento del romanzo-verità di J. North Conway. Cosa racconta? Il più grande colpo nella storia degli Stati Uniti, quello del 1878 al Manhattan Savings Institution che costò alle casse dell’istituto 3 milioni di dollari (tenendo conto dell’inflazione oggi sarebbero 50 milioni). Il romanzo racconta preparazione, sviluppo e realizzazione del piano. E il modo in cui i suoi autori vennero scoperti e catturati. Il leader della banda di criminali – che vivrà sul grande schermo proprio grazie a Jeremy Renner – era George Leonidas Leslie, architetto, sciupafemmine e rapinatore geniale (tanto da meritarsi il soprannome di “Re delle Rapinatori”). King of Heists sarà diretto dall’esordiente Will Staples. Per Jeremy Renner è un momento d’oro: presto lo vedremo in Mission: Impossible – Ghost Protocol, quindi in Hansel and Gretel: Witch Hunters, The Avengers e The Bourne Legacy.
  • IL “LINCOLN” DI SPIELBERG DOPO LE ELEZIONI USA
    Steven Spielberg inizierà in autunno in Virginia le riprese del suo biopic Lincoln, come sappiamo interpretato da Daniel Day-Lewis con Sally Field nei panni di sua moglie Mary Todd. Al quotidiano Orlando Sentinel Spielberg ha però dichiarato che l’uscita del film sarà volutamente successiva alle prossime presidenziali del 2012. La scelta è stata presa dal regista insieme alla Touchstone, distributrice dell’opera. “Non volevo che fosse strumentalizzato politicamente” è stata la ferma giustificazione di Spielberg, che persegue il progetto da tempo immemorabile.
  • JON TURTELTAUB A LAS VEGAS
    Regista del franchise di National Treasure (Il mistero dei Templari, Il mistero delle pagine perdute) e recentemente autore dell’Apprendista Stregone, di nuovo con l’amico di lunga data Nicolas Cage, Jon Turteltaub ha deciso di dirigere Last Vegas.
    Si tratta di un copione scritto ben due anni fa dal Dan Fogelman di Crazy Stupid Love e racconta di quattro amici che partono per Las Vegas allo scopo di festeggiare il matrimonio di uno di loro, Billy. Le cose degenerano quando Billy e Paddy, il vedovo del gruppo, s’innamorano entrambi di una cantante lì incontrata.
  • I MAGNIFICI OTTO DA OSCAR
    Sono otto i film che si sono candidati a essere giudicati dalla Commissione di Selezione istituita presso l’Anica su incarico dell’Academy Award. Si tratta di Corpo celeste di Alice Rohrwacher, Habemus Papam di Nanni Moretti, Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno, Noi credevamo di Mario Martone, Notizie degli scavi di Emidio Greco, Tatanka di Giuseppe Gagliardi, Terraferma di Emanuele Crialese e Vallanzasca – Gli angeli del male di Michele Placido.
    La Commissione di Selezione, composta da Nicola Borrelli (Direttore Generale Cinema – Ministero per i Beni e  le Attività Culturali), Marco Bellocchio (Regista), Martha Capello (Presidente AGPC – Associazione Giovani Produttori Cinematografici), Francesca Cima (Produttrice), Tilde Corsi (Produttrice), Paola Corvino (Presidente UNEFA – Unione Nazionale Esportatori Film e Audiovisivi), Valerio De Paolis (Distributore), Luca Guadagnino (Regista) e Niccolò Vivarelli (Giornalista) si riunirà il prossimo 28 settembre per lanciare la corsa del candidato italiano all’Oscar per il miglior film in lingua non inglese.
  • LA CRISI FINANZIARIA AL FESTIVAL DI ROMA
    La crisi finanziaria vista da Curtis Hanson, l’incoronazione di Richard Gere e l’incontro tra il pubblico e Michael Mann. Oltre, ovviamente all’antipasto di sangue con i vampiri di Twilight. Il Festival di Roma (27 ottobre – 4 novembre), dopo l’annuncio che il film di apertura sarà The Lady di Luc Besson, continua a scoprire le sue carte. Curtis Hanson (L.A Confindential, 8 Mile) protagonista nella capitale: il fallimento del colosso Lehman Brothers del 2008 è al centro del suo Too Big to Fail – Il Crollo dei Giganti, Fuori Concorso nella Selezione Ufficiale della kermesse. Il film-tv prodotto da HBO, prossimamente in onda su Sky Cinema, vanta un cast d’eccezione composto da William Hurt, Paul Giamatti, Bill Pullman, Cynthia Nixon, James Woods e Topher Grace e si ispira all’omonimo bestseller del giornalista Andrew Ross Sorkin, pubblicato in Italia da De Agostini. Il reporter del New York Times ha svelato i retroscena e gli scandali dietro la crisi ripercorrendo, nel thriller politico-finanziario, le drammatiche settimane in cui a Wall Street si decideva il destino dell’economia mondiale. Nel film William Hurt è Henry “Hank” Paulson, segretario del Tesoro ed ex Presidente e Amministratore Delegato di Goldman Sachs; Paul Giamatti è il Presidente della Federal Reserve Ben Bernanke; Billy Crudup è Timothy Geithner, Presidente della New York Federal Reserve Bank; Bill Pullman dà il volto al Presidente e Amministratore Delegato di JP Morgan Chase Jamie Dimon; James Woods veste i panni di “Dick” Fuld, CEO della Lehman Brothers.
    La sesta edizione del Festival consegnerà poi il premio Marc’Aurelio all’Attore a Richard Gere, il divo di Hollywood da sempre impegnato in battaglie umanitarie, protagonista di film popolari come American Gigolò, Ufficiale e gentiluomo, Pretty Woman e interprete per autori come Robert Altman, Akira Kurosawa, Sydney Lumet, Francis Ford Coppola, Todd Haynes, Terrence Malick. E sarà proprio la proiezione della copia restaurata del film Days of Heaven – I giorni del cielo (1978) di Malick a precedere l’incontro pubblico con Richard Gere. L’attore americano parlerà del rapporto con il regista ripercorrendo gli esordi della sua carriera.
    Fra gli appuntamenti della sezione L’Altro Cinema|Extra è in programma l’incontro con il grande regista americano Michael Mann, autore di film come L’Ultimo dei Mohicani e Heat – La sfida, che terrà una vera e propria Lezione di cinema. Sergio Rubini e Riccardo Scamarcio, invece, saranno protagonisti nella formula del Duetto, che negli anni passati ha visto dialogare sul palco dell’Auditorium Bertolucci e Bellocchio, Servillo e Verdone, Muccino e Tornatore, Margherita Buy e Silvio Orlando.
    Tra i film presentati nella stessa sezione, fuori concorso, la pellicola di James Marsh Project Nim (distribuito in Italia da Sacher e Feltrinelli). Il film del regista britannico, già vincitore dell’Oscar con Man on Wire, presentato nel 2008 sempre da Extra, racconta la vera storia di uno scimpanzé adottato da una famiglia di scienziati americani che finisce cavia di esperimenti scientifici. La pellicola, che negli Usa è stata accolta con grande interesse, dimostra come sia possibile raccontare fatti di cronaca con la stessa emozione di un romanzo. Marsh, che molti considerano l’autore di film e documentari di maggior talento delle ultime stagioni, farà parte della giuria di Extra che assegnerà il Premio Marc’Aurelio al Miglior Documentario.
    Infine, come nelle precedenti edizioni, gli appassionati di Twilight non resteranno delusi. La sezione Alice nella città organizzerà infatti un grande evento fra libri e cinema in occasione dell’uscita di The Twilight Saga: Breaking Dawn Parte I (distribuito in Italia da Eagle Pictures). Il pubblico potrà incontrare alcuni protagonisti del film – fra cui due componenti della famiglia Cullen, i vampiri Rosalie e Jasper Hale (interpretati da Nikki Reed e Jackson Rathbone) – vedere scene della pellicola che sarà nelle sale il prossimo 16 novembre e assistere alla lettura di brani del libro di Stephenie Meyer. Sempre nella sezione Alice nella città verrà proiettato Little Glory, quarto lungometraggio di Vincent Lannoo. La pellicola racconta la storia del diciannovenne Shawn interpretato da Cameron Bright, giovane attore canadese fra i protagonisti in passato della saga di Twilight.

(fonti: Cinematografo.it, ComingSoon – 19-21 settembre 2011)

IL WEEK-END USA
Le uscite del 23 settembre 2011

Ecco il trailer di ben sette film in uscita negli Stati Uniti venerdì prossimo (gli ultimi due titoli elencati usciranno solo in alcune zone del Paese).

“Moneyball”, dramma biografico sportivo Columbia Pictures diretto da Bennett Miller, con Brad Pitt, Robin Wright e Jonah Hill: il direttore generale della Oakland A Billy Beane (Pitt) cerca di mettere insieme una squadra di baseball utilizzando un software di analisi per formare la squadra.

“Abduction”, action Lionsgate diretto da John Singleton, con Taylor Lautner, Lily Collins e Alfred Molina: quando Nathan (Launter), che si è sempre sentito lontano dai suoi genitori, scopre di essere stato rapito da bambinom, inizierà a svelare un’ampia cospirazione e dovrà fuggire per cercare di sopravvivere…

“Machine Gun Preacher”, action biografico Relativity Media diretto da Marc Forster, con Gerard Butler, Michelle Monaghan e Michael Shannon: dopo aver scoperto Dio, Sam Childers (Gerard Butler) abbandona la sua vita da fuorilegge e si impegna per centinaia di bambini sudanesi costretti a diventare soldati.

“Dolphin Tale”, dramma familiare Warner Bros. Pictures diretto da Charles Martin Smith, con Morgan Freeman, Ashley Judd e Harry Connick Jr.: il giovane Sawyer Nelson (Nathan Gamble) fa amicizia con un delfino che ha perso la sua coda in una trappola. Ispirati dalla vicenda, tutti coloro che conoscono il ragazzo cercano di creare una protesi per il delfino, che diventerà a sua volta un motivo di ispirazione per le persone handicappate.

“Killer Elite”, action-thriller Open Road Films diretto da Gary McKendry, con Jason Statham, Clive Owen e Robert De Niro: un ex-membro (Jason Statham) della squadra Elite Special Air Service inglese è costretto a tornare in azione quando il suo mentore (Robert De Niro) viene catturato. Il suo compito sarà quelli di uccidere tre killer inviati dal loro leader (Clive Owen).

“Thunder Soul”, documentario musicale Roadside Attractions diretto da Mark Landsman, con la voce narrante di Jamie Foxx: gli ex-alunni della Kashmere High School di Houston tornano a casa dopo 35 anni per esibirsi in un concerto-tributo per il loro 92enne “Prof”, leader della band che ha trasformato il gruppo jazz in difficoltà della scuola in una roccaforte del punk all’inizio degli anni 1970.

“Puncture”, dramma Millennium Entertainment diretto da Adam Kassen e Mark Kassen, con Chris Evans, Mark Kassen e Vinessa Shaw: due giovani avvocati, uno dei quali è un drogato, si occupano di un caso che coinvolge un’infermiera di pronto soccorso punta da un ago contaminato mentre era in servizio. Mentre il caso viene approfondito, emergerà una cospirazione che metterà alla prova la coppia di avvocati.


Per approfondire quali nuovi film potete trovare ogni settimana in uscita nei cinema italiani visitate gli spazi “Cinema futuro” e “Al cinema…” del blog.

Annunci

Commenti»

1. zia-assunta - 21/09/2011

volevo segnalare che Glee concert movie 3D è 13mo pur essendo distribuito in soli 34 schermi (gli altri veleggiano dai 100 ai 400).
Bel concerto pieno di emozioni.


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: