jump to navigation

Le sigle dei programmi TV (10): le sigle Rai dei film 13/11/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Musica, Sigle Programmi TV, TV ITA.
13 comments

“Al cinema in famiglia”Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
Questo nuovo appuntamento speciale non è dedicato ad un programma specifico, ma ad una raccolta delle sigle che hanno introdotto e chiuso gli spazi cinematografici Rai negli anni 1980/90.
Partiamo dalla storica sigla di “LunedìFilm”, ciclo cinematografico del lunedì sera di RaiUno. La musica è stata scritta da Lucio Dalla e dagli Stadio (ed è presente con il titolo “Lunedì Cinema” nel CD “Canzoni alla radio” degli Stadio, pubblicato nel 1986), con Lucio Dalla in voce e Ricky Portera alla chitarra; la versione video della sigla che presento sotto è quella utilizzata da RaiUno per circa un ventennio, fino al 2002, quando è cambiata la grafica che ancora oggi si può vedere nelle settimane in cui la prima rete Rai programma un film al lunedì.

(altro…)

Annunci

Le sigle dei programmi TV (9): gli stacchi pubblicitari Rai 10/10/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Musica, Pubblicità, Sigle Programmi TV, TV ITA, Video e trailer.
5 comments

Stacco pubblicitario RaiQuesto spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
Questo appuntamento speciale non è dedicato ad un programma specifico, ma ad una raccolta degli stacchetti che hanno introdotto e chiuso gli spazi pubblicitari Rai nell’ultimo trentennio. Dall’anno 2000 lo stacchetto è fondamentalmente costituito dal logo della rete (RaiUno, RaiDue, RaiTre) con tema musicale unico (sostituito nel 2004), ma in precedenza sia le immagini che le musiche cambiavano periodicamente, come potrete constatare o ricordare tramite questo video:

Tra gli altri che appaiono nel video qui sopra, i “bumper” più noti degli anni 1980/90 sono l’ “ombrello” e le “vele” (apparsi tra il 1986 e il 1988), il “sipario” (usato tra il 1988 e il 1990), la “matita” e le “trottole” (durati dal 1990 al 1993) e le “spirali” e i “tricolori” (utilizzati dal 1993 al 2000).

(altro…)

Le sigle dei programmi TV (8): “Giochi senza frontiere” 12/07/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Sigle Programmi TV, TV ITA, Video e trailer.
13 comments

“Giochi senza frontiere”Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
E’ oggi protagonista “Giochi senza frontiere” (titolo internazionale francese “Jeux Sans Frontières”), storico torneo televisivo tra le nazioni europee che ha debuttato nel maggio 1965 (all’epoca andava in onda sul secondo canale Rai il mercoledì in seconda serata) ed è proseguito con una nuova edizione ogni estate (a parte gli anni dal 1983 al 1987) fino al 1999.
Realizzato dall’European Broadcasting Union (EBU, consorzio formato tra gli altri da Rai, TSI, ADR, RTP, SSR e ORTF), il gioco vedeva ogni settimana una serie di gare tra squadre di diverse cittadine dei Paesi europei in gara, spesso relative a usi, costumi e località del Paese ospite della settimana (con il classico “Fil rouge” in ogni puntata).
L’idea del programma venne addirittura dal generale Charles de Gaulle, che sperava che i giovani francesi e tedeschi si incontrassero in una serie di gare divertenti per rinforzare l’amicizia tra i due Paesi: nel 1965, tre francesi (Pedro Brime, Jean-Louis Marest e Claude Savarit) estesero con successo l’idea ad altri Paesi europei, e nacquero così i “Giochi senza frontiere”. Nella prima edizione (chiamata “Inter Nations Games”) parteciparono squadre provenienti da Francia, Germania Federale, Belgio ed Italia, con arbitraggio neutrale della Svizzera. Sono rimasti celebri i due giudici internazionali del programma, Gennaro Olivieri e Guido Pancaldi.
Ogni nazione partecipante fino al 1995 ha ospitato una puntata dei giochi itineranti, negli anni Ottanta trasmessa in diretta-differita e presentata dal conduttore del Paese (tra i presentatori italiani più noti delle tante edizioni del programma Giulio Marchetti, Enzo Tortora, Michele Gammino, Claudio Lippi, Ettore Andenna, Maria Teresa Ruta e Mauro Serio). Dal 1996 si è scelta invece, per motivi economici, una sede fissa per ogni edizione (tra le altre la Palazzina di caccia di Stupinigi – Torino nel 1996, Budapest nel 1997 e Trento nel 1998).
Negli anni Novanta l’interesse nei confronti della manifestazione è progressivamente calato, fino alla chiusura avvenuta nel 1999: complessivamente l’Italia è il Paese che ha partecipato a più edizioni estive, ben trenta (tutte quelle realizzate), vincendo 4 volte (nel 1970, 1978, 1991 e 1999), mentre sono 20 le nazioni che si sono avvicendate nei vari anni. (altro…)

Le sigle dei programmi TV (7): “Drive In” 21/06/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Humour, Musica, Sigle Programmi TV, TV ITA, Video e trailer.
10 comments

“Drive In”Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
E’ oggi sotto i riflettori “Drive In”, varietà comico degli anni d’oro di Italia 1 trasmesso dal 14 ottobre 1983 al 1988, inizialmente il venerdì sera e dal 1984 nella storica collocazione domenicale delle ore 20.30 (il programma è stato in seguito riproposto sull’ex-canale satellitare Happy Channel, e più brevemente qualche estate fa su Canale 5).
Ideato da Antonio Ricci e diretto da Giancarlo Nicotra (solo prima edizione) e Beppe Recchia, il varietà era ambientato in un finto drive-in, con parecchie automobili, giovani e la partecipazione delle “ragazze fast-food”, sexy e maggiorate, per certi versi antesignane delle varie veline e letterine della televisione italiana, capitanate da Tinì Cansino e supervisionate prima da Carmen Russo e successivamente da Lory Del Santo.
Il programma era ricco di sketch satirici di vario tipo, tenuti insieme proprio grazie al drive-in gestito dai soci Gianfranco D’Angelo ed Enrico Beruschi, che cercavano di fregarsi a vicenda con l’aiuto del debuttante Ezio Greggio.
Tantissimi i comici italiani che hanno esordito sul palcoscenico di “Drive In”: tra gli altri, ricordo Giorgio Faletti (nei panni del “ragazzo dei giumbotti”, della guardia giurata Vito Catozzo, di Carlino da Passerano Mormorito e di Suor Daliso), Enzo Braschi (il “paninaro”, entrato di diritto nel linguaggio dei ragazzi degli anni Ottanta), Sergio Vastano (nel ruolo dello studente universitario calabrese e dello yuppie), Carlo Pistarino (nei panni dell’autista dell’autobus, del fotografo e dell’agente di viaggi), Francesco Salvi (nel ruolo del camionista e del metallaro), Zuzzurro e Gaspare (con le loro vicende del “commissario” Zuzzurro), i Trettrè (con il loro commissariato di polizia), i Gatti di Vicolo Miracoli. (altro…)

Le sigle dei programmi TV (6): “Bim Bum Bam” 01/06/2007

Posted by Antonio Genna in Animazione, Cinema e TV, Sigle Programmi TV, TV ITA.
29 comments

“Bim Bum Bam”Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
Sono oggi protagoniste la sigle di “Bim Bum Bam”, storico contenitore per ragazzi delle reti Fininvest / Mediaset, in onda su Italia 1 dal 4 luglio 1982 al 1991 e dal 1997 al 2002, e su Canale 5 dal 1991 al 1997. Il classico orario di trasmissione era dal lunedì al venerdì alle ore 17.00 (in seguito ore 16.00), a cui poi si aggiunse uno spazio nella domenica mattina.
Il programma, nato senza conduttori, ha visto quasi subito l’arrivo di tre presentatori, Paolo Bonolis, Sandro FedeleMarina Morra, che fino a tempo prima conducevano il programma per ragazzi “3,2,1… contatto!” su RaiUno. Nel 1983, dopo che Fininvest acquistò Italia 1, partì una nuova edizione del programma: dal 12 settembre 1983 rimase soltanto Bonolis, affiancato da Licia Colò e dal pupazzo rosa di pezza Uan (mascotte di Italia 1 animata dal Gruppo 80, con la voce di Giancarlo Muratori); alla fine della stagione Licia Colò lasciò la trasmissione (per condurre “Buona domenica” su Canale 5, e passare in seguito a “Geo & Geo” su RaiTre), e venne sostituita a partire dal 1985 da Manuela Blanchard (nella foto sopra con Bonolis e Uan). Il trio ha condotto gli anni più memorabili del programma, con angoli come “Uanatan Dimensione avventura” (parodia di “Jonathan” con Ambrogio Fogar) e finte telepromozioni (la “caciotta fetecchia”).
Nel 1990 Bonolis lasciò la conduzione per passare a programmi più “adulti” (tra i primi programmi importanti, il quiz “Urka!” su Italia 1, condotto nel primo pomeriggio con Luca Laurenti), e fu prima affiancato e poi sostituito da molti altri (Roberto Ceriotti, Carlotta Pisoni Brambilla, Debora MagnaghiCarlo Sacchetti, Marco Bellavia, e il nuovo pupazzo Ambrogio con la voce di Daniele Demma), con la conduzione dei quali però il programma non godette più della stessa popolarità (anche se sono da ricordare in questo periodo alcune sit-com parodia come “Bat-Roberto” con Roberto Ceriotti).
Pian piano “Bim Bum Bam” ha finito per diventare un semplice contenitore di cartoni animati in cui i momenti in studio erano diventati pure televendite, e subendo la concorrenza di RaiUno (con varietà come “Big!” e “Solletico”), per sparire definitivamente nel 2002. (altro…)

Le sigle dei programmi TV (5): “Bis” 09/05/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Sigle Programmi TV, TV ITA.
12 comments

“Bis”Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
E’ oggi protagonista la sigla di “Bis”, uno dei primi quiz italiani della fascia mattutina trasmesso su Canale 5 dall’ottobre 1981 al maggio 1990 dal lunedì al venerdì alle ore 12.00.
Condotto da Mike Bongiorno, anche ideatore del gioco insieme a Ludovico Peregrini, e diretto da Mario Bianchi e successivamente dalla “contessina”Anna Rosa Gavazzi, il quiz vedeva la partecipazione di due concorrenti, che dovevano cimentarsi nella risoluzione di un rebus nascosto dietro un tabellone numerato con 36 caselle. Le caselle andavano scoperte a due a due, trovando le coppie di premi uguali.
Data la popolarità del quiz, la Editrice Giochi di Milano ne realizzò un diffuso gioco in scatola, prodotto in tre edizioni.

(altro…)

Le sigle dei programmi TV (4): “Deejay Television” 17/04/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Sigle Programmi TV, TV ITA.
5 comments

“Deejay Television”Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
E’ oggi protagonista la sigla di “Deejay Television”, storico programma musicale italiano trasmesso su Italia 1 dal 1984 al 1989. Ideato da Claudio Cecchetto come appendice della neonata emittente Radio Deejay, la trasmissione, prima nella TV italiana a trasmettere unicamente videoclip musicali, è stata nei suoi sei anni di vita un appuntamento fisso del pomeriggio del canale, dove andava in onda dal lunedì al venerdì alle 14.30, dal 1984 al 1987 anche con un’appendice il sabato alle 23.30 (per una speciale “Video Night” di due ore) e la domenica pomeriggio (con “Domenica Deejay”, due ore di rimontaggi della settimana). In estate andava in onda una versione “Deejay Beach” del programma, da Riccione o da Ibiza, di durata un’ora.
Tra i conduttori delle varie edizioni tanti esordienti diventati in seguito personalità della musica, dello spettacolo e della conduzione radiofonica: oltre a Cecchetto, segnalo Gerry Scotti, Linus, Albertino, Amadeus, Jovanotti, Leonardo Pieraccioni, Sandy Marton e Tracy Spencer.
Il programma dava la possibilità di ascoltare le canzoni trasmesse in stereofonia: era sufficiente azzerare l’audio (monofonico) della televisione nel corso della trasmissione dei video, ed alzare l’audio della radio, che trasmetteva contemporaneamente il programma (su Radio Deejay, ovviamente). Molti big stranieri della musica anni ’80 sono stati ospitati in studio: tra gli altri, i Guns N’Roses, Boy George, Samantha Fox, Terence Trent D’Arby e Brian Ferry.
Nel maggio 1989 il programma chiuse definitivamente a causa di problemi legati al riordino del sistema radiotelevisivo italiano, in seguito sistemato grazie alla Legge Mammì (pagina di Wikipedia sull’argomento); già negli ultimi anni, però, il programma era variato, diventando prima un quiz musicale con Amadeus e poi un programma di notizie musicali con Linus e la partecipazione di Leonardo Pieraccioni.
Propongo qui sotto il video della sigla tratta da una puntata del 1984 del programma, quando a condurre c’era Gerry Scotti (che si vede brevemente sul finire del video).

Le sigle dei programmi TV (3): “Portobello” 23/03/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Sigle Programmi TV, TV ITA.
2 comments

“Portobello” (immagine dall’edizione 1982)Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
E’ oggi protagonista la sigla di “Portobello”, un altro storico programma della televisione italiana già in onda nella sua versione originale dal maggio 1977 al 1983 con ben sette edizioni, e dopo un’interruzione dovuta al caso giudiziario di cui fu ingiustamente oggetto il conduttore è tornato brevemente dal 20 febbraio al 26 giugno 1987, sempre in prima serata su RaiDue.
A condurre lo storico “mercatino del venerdì” era Enzo Tortora: al centro del programma, in onda dagli studi della Fiera di Milano (da cui già andava in onda lo storico “Lascia o raddoppia” con Mike Bongiorno), uno spazio con alcuni inserzionisti che proponevano le loro idee geniali agli spettatori, e che ricevevano in cabina le loro offerte per l’acquisto dei brevetti fino a quando “Big Ben ha detto stop!”. Presenti anche alcuni spazi fissi, come “Cuori d’arancio”, rubrica per cuori solitari, e “Dove sei?”, che si proponeva di trovare persone scomparse anni prima di “Chi l’ha visto?”. (altro…)

Le sigle dei programmi TV (2): “Uno Mattina” 13/03/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Sigle Programmi TV, TV ITA.
10 comments

“Uno Mattina”Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
E’ oggi protagonista “Uno Mattina”, storico programma della mattina di RaiUno che il 22 dicembre 1986 alle ore 07.20 inaugurò la programmazione mattutina Rai con un mix di notizie (in collaborazione con il Tg1) ed intrattenimento, con spazi dedicati a bambine e casalinghe. La prima edizione era condotta da Piero Badaloni e Elisabetta Gardini; quest’ultima venne sostituita nella seconda edizione da Livia Azzariti, diventata il perno del programma per parecchi anni. Dal 1992 il programma va in onda ininterrottamente per tutto l’anno, con un’edizione estiva da giugno a settembre.
Dopo tanti conduttori che si sono alternati per periodi più o meno lunghi alla guida (cito tra gli altri Puccio Corona, Antonella Clerici, Paola Saluzzi, Melba Ruffo di Calabria, Amedeo Goria, Ilaria Moscato, Monica Leofreddi, Filippo Gaudenzi, Annalisa Manduca, Stefano Ziantoni, Rodolfo Baldini, Monica Maggioni), il programma è condotto oggi da Luca Giurato, Eleonora Daniele, Paolo Giani ed Elisa Anzaldo. (altro…)

Le sigle dei programmi TV (1): “Il pranzo è servito” 07/03/2007

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Sigle Programmi TV, TV ITA.
11 comments

“Il pranzo è servito”Questo spazio si affianca a “Le sigle delle serie TV”, e presenta invece le sigle di storici programmi della TV italiana.
Il primo appuntamento è dedicato a “Il pranzo è servito”, storico quiz di Canale 5 del quale avevo già avuto modo di parlare qui.
La storia: il gioco ha debuttato su Canale 5 il 13 settembre 1982, dove andava in onda dal lunedì al venerdì alle ore 12.40 con la conduzione di Corrado Mantoni (nella foto la festa per la 500a puntata del programma, con Corrado, la valletta Linda Lorenzi e la partecipazione di Raimondo Vianello e Lino Banfi) diventando fin da subito, grazie al suo meccanismo semplice e alla cordialità e affabilità del conduttore, uno dei punti di forza dell’inedita fascia di programmazione meridiana di Canale 5.
Dal 1990 la conduzione è passata a Claudio Lippi, e dall’agosto 1992 a Davide Mengacci, con cui il quiz è anche andato in onda per qualche mese nel pomeriggio di Rete 4 con il titolo “La cena è servita”, prima di chiudere definitivamente. Molti auspicano ancora un ritorno del quiz, ed esiste anche un sito web che raduna gli appassionati italiani, ed in cui potrete trovare una storia più approfondita del gioco.
Ecco la storica sigla delle prime annate del quiz:

(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: