jump to navigation

Intervista a Valentina De Poli, direttrice di “Topolino” 22/12/2010

Posted by Antonio Genna in Disney, Esclusive, Fumetti, Interviste, Topolino.
Tags: , , , , , , , , ,
6 comments

topolino

I lettori affezionati del blog sanno bene che periodicamente presento le varie pubblicazioni Disney in edicola e libreria: privilegio le testate per collezionisti, ma in casi particolari presento anche le iniziative dello storico settimanale italiano “Topolino”.
Adesso, poco prima delle vacanze natalizie, ho avuto il piacere di intervistare proprio colei che dal 2007 è la direttrice di “Topolino” (e di numerose altre testate Disney), Valentina De Poli, che ringrazio molto per la gentilezza e la disponibilità. Valentina ripercorre la sua carriera personale e racconta come (e se) è cambiato il mondo dei fumetti e il “suo” Topolino negli ultimi anni.

Prima di tutto, vuoi presentarti ai lettori di questo blog che non ti conoscono?
Mi chiamo Valentina De Poli, ho 42 anni, ho imparato a leggere con Topolino quando avevo 5 anni, e oggi ho l’onore di dirigere lo stesso settimanale a fumetti che è stato così importante per me, e continua a esserlo per i lettori più giovani e le loro famiglie da più o meno sessant’anni a questa parte. Qualcosa di più personale? Mi piace sciare, vorrei avere più tempo per nuotare, il mio film preferito è “Il grande Lebowski” dei fratelli Cohen, sto leggendo in inglese (argh!) “Ask the dust” di John Fante, ho un profilo Facebook che non riesco a seguire nemmeno sotto minaccia, un po’ per totale mancanza di tempo un po’ perché, in fondo, non mi piace tanto parlare di me… Ma con voi lo faccio volentieri!

Sei sempre stata appassionata di fumetti Disney? E quali altri fumetti annoveri tra le tue letture?
Ho passato varie fasi. Ho cominciato, come dicevo, con Topolino ma anche Asterix (passioni che non ho mai abbandonato), le mie prime letture “vere”. Sarà per questo che ho trovato sempre molto naturale leggere e usare i fumetti (ricordo molte ricerche scolastiche presentate con i balloon e le dida scritte a mano). Così come si legge un giornale o un libro, ecco… se trovo un fumetto lo leggo. E può piacermi oppure no. Non sono una “fissata”, ma una lettrice di fumetti appassionata e spontanea. (altro…)

Annunci

Il museo di Nunziante (34) – Il cofanetto LP della colonna sonora di “Fantasia” 14/12/2010

Posted by Antonio Genna in Disney, Il museo di Nunziante, Musica.
1 comment so far

Il museo di NunzianteSu mio invito, Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito ai film Disney e al cinema del passato e grande collezionista di cimeli, apre ogni tanto il suo “museo privato” per i visitatori di questo blog, per presentare uno dei reperti della sua collezione di rarità acquistate nei mercatini in giro per il mondo, veri pezzi unici da collezione che in pochi possono dire di conoscere.
Questa volta è il turno del raro cofanetto LP della colonna sonora del film “Fantasia”, pubblicato nel 1978 in occasione della riedizione stereofonica del film.
A seguire una presentazione della rarità scritta da Nunziante, che ringrazio come sempre per la collaborazione.

Ha appena festeggiato  i suoi primi settanta anni nello splendore dell’alta definizione, con l’uscita in blu ray: è un piacere dunque recensire questo piccolo gioiello del collezionismo disneyano, il box di 3 Lp edito nel 1978 in occasione della riedizione stereofonica di “Fantasia” , distribuito dalla CGD su etichetta Buena Vista, con numero di catalogo 3BV5009.
In un elegante cofanetto cartonato che in copertina riproduce il manifesto del film sono contenuti i 3 dischi ed un album illustrato con  testo ed illustrazioni riprese dal programma originale che veniva distribuito nelle sale americane in occasione delle proiezioni. (altro…)

Body of Proof, la nuova serie con Dana Delaney dal 25 gennaio 2011 in Italia su Fox Life, prima ancora che negli Stati Uniti su ABC 30/11/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Esclusive, TV ITA.
10 comments

Avevo anticipato già a fine agosto in questo post che quest’anno le nuove serie ABC Studios (Disney) ad andare in onda a ridosso dalla programmazione statunitense, con un doppiaggio accelerato per la trasmissione sui canali Fox, sarebbero state No Ordinary Family con Michael Chiklis (attualmente in onda con un episodio inedito ogni martedì sera su ABC, in onda otto giorni dopo su Fox il mercoledì alle 21.10) e Body of Proof, la serie con Dana Delaney nei panni di un neurochirurgo che dopo un incidente automobilistico diventa un medico legale.
La trasmissione USA di quest’ultimo telefilm, inizialmente prevista per ottobre il venerdì sera, è stata posticipata e partirà dal 29 marzo 2011: la Walt Disney Company ha allora deciso una mossa mai vista prima, e farà debuttare gli episodi finora ordinati e prodotti del telefilm (che – date le consuetudini statunitensi – sono 13, in attesa di constatare gli ascolti americani del telefilm) in alcuni Paesi europei, più precisamente Italia, Spagna e Ungheria, già nei mesi di gennaio e febbraio 2011, con altre partenze internazionali probabilmente annunciate a breve. (altro…)

Libri – Brunonia Barry “La ragazza che rubava le stelle”, dal 25 novembre in libreria: ecco il primo capitolo in anteprima 19/11/2010

Posted by Antonio Genna in Esclusive, Libri.
1 comment so far

Brunonia Barry, già autrice della “Lettrice bugiarda”, ha scritto un nuovo libro, che uscirà in Italia il prossimo giovedì 25 novembre: il titolo “La ragazza che rubava le stelle”, ed in altri Paesi ha avuto un enorme successo di pubblico e di vendite.
Al centro del racconto una storia di menzogne e misteri, amore e odio, violenza e redenzione ma anche di speranza, la speranza di trovare il proprio posto nel mondo. La protagonista è Zee Finch, giovane psicologa in carriera, una donna con un rapporto irrisolto con la madre che cerca di curarsi attraverso il suo lavoro di terapeuta e la cura dell’altro.
C’è qualcosa del passato di Zee che va risolto, troppi segreti alle sue spalle: la donna decide pertanto di far ritorno a casa nella cittadina di Salem, e tentare di riportare a galla un passato che in tanti sembrano voler far affondare.
Ladra di stelle, la protagonista del romanzo, ha anche un profilo personale su Facebook, con il quale potete diventare amici per conoscerla più da vicino.

Data l’attesa in Italia nei confronti del nuovo romanzo, grazie alla collaborazione di Garzanti di seguito potete scaricarne gratuitamente in anteprima esclusiva il 1° capitolo in formato PDF: vi basterà cliccare sull’immagine qui sotto.

A seguire, la trama del romanzo ed un profilo dell’autrice tratti dalla quarta di copertina del volume. (altro…)

Il museo di Nunziante (33) – Il disco Disney “La storia di Tron” 14/11/2010

Posted by Antonio Genna in Disney, Il museo di Nunziante, Musica.
add a comment

Il museo di NunzianteSu mio invito, Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito ai film Disney e al cinema del passato e grande collezionista di cimeli, ha accettato di aprire ogni tanto il suo “museo privato” per presentare uno dei reperti della sua collezione di rarità acquistate nei mercatini in giro per il mondo, veri pezzi unici da collezione che in pochi possono dire di conoscere.
Questa volta è il turno del raro disco Disney “La storia di Tron” (1983), pubblicato all’interno della collana Disney “Guarda , ascolta, leggi”.
A seguire una presentazione della rarità scritta da Nunziante, che ringrazio come sempre per la collaborazione.

Mentre gli appassionati di tutto il mondo attendono la prima del nuovo kolossal Disney in 3D “Tron Legacy”, seguito del celebre film del 1982 interpretato da Jeff Bridges e Bruce Boxleitner, ecco una chicca: il libro –disco a 45 giri del film originale,  realizzato per i bambini dalla Disneyland Records e tradotto, nel 1983, anche in Italia.
L’avvincente trama del film TRON, sulle vicende del giovane “creativo” Flynn, mago dei computer, risucchiato nel mondo virtuale dall’altra parte dello schermo video, è riassunta in 24 pagine illustrate a colori nella migliore tradizione di questa celebre collana Disney “Guarda , ascolta, leggi”, pubblicata in Italia da ormai 15 anni con grande successo. (altro…)

Il museo di Nunziante (32) – Il disco Disney “La storia di Raperonzolo” 24/10/2010

Posted by Antonio Genna in Disney, Il museo di Nunziante, Musica.
1 comment so far

Il museo di NunzianteSu mio invito, Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito ai film Disney e al cinema del passato e grande collezionista di cimeli, ha accettato di aprire ogni tanto il suo “museo privato” per presentare uno dei reperti della sua collezione di rarità acquistate nei mercatini in giro per il mondo, veri pezzi unici da collezione che in pochi possono dire di conoscere.
Questa volta è il turno del disco Disney “La storia di Raperonzolo” (1979), un anticipatore dell’adattamento Disney della fiaba dei fratelli Grimm che approderà nelle sale cinematografiche ad inizio dicembre.
A seguire una presentazione della rarità scritta da Nunziante, che ringrazio come sempre per la collaborazione.

Il prossimo 3 dicembre 2010 è in uscita il nuovo lungometraggio della Disney “Rapunzel, l’intreccio della torre” (“Tangled”, in originale), ispirato alla fiaba dei fratelli Grimm con le musiche di Alan Menken. In realtà Rapunzel – (Raperonzolo), la protagonista è stata già diverse volte inserita nel mondo Disney (troviamo la torre in cui è rinchiusa  anche nell’attrazione “Les Pays des contes des Fees” a Disneyland Paris): l’esempio forse meno conosciuto è questo bel disco-libro a 45 giri edito nel 1979 dalla Disneyland con la fiaba ed una canzone originale composta dal celebre musicista della Disney Tutti Camarata, “Lonely for Love –Rapunzel’s Song”, il cui testo italiano è stato composto ed interpretato da Paola Orlandi (la ricordiamo voce femminile solista per la versione italiana del tema principale del cartoon Disney “The small one” –L’asinello, distribuito da noi nel 1979 e corista in tante sigle di cartoni animati). (altro…)

Esclusivo – Dall’8 novembre cambia la numerazione dei canali di intrattenimento Sky, partono le versioni “+2” dei canali Fox 08/10/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Esclusive, TV ITA.
65 comments

Un’anteprima esclusiva di AntonioGenna.net Blog: dal prossimo lunedì 8 novembre 2010 arriverà una piccola rivoluzione per gli abbonati Sky, con una nuova numerazione dei canali di intrattenimento (caratterizzati dal numero “100”): da informate voci di corridoio, ecco in assoluta anteprima alcune delle novità più importanti, che mettono un po’ d’ordine nel caos dei canali e delle loro versioni ritardate nella programmazione.

  • Sky Uno rimane al canale 109, e verrà affiancato al 110 da Sky Uno+1 (attualmente alla posizione 116).
  • I canali Fox, già affiancati dalle versioni “+1” ritardate di un’ora, vedranno anche una nuova versione “+2” con programmazione ritardata di due ore: ai canali dal 111 al 119 si vedranno dunque nell’ordine Fox, Fox+1, Fox+2, Fox Life, Fox Life+1, Fox Life+2, Fox Crime, Fox Crime+1 e FoxCrime+2.
  • AXN rimane al canale 120, e la sua versione AXN+1 (attualmente alla posizione 135) si sposta al canale 121.
  • Comedy Central e la sua versione +1 (attualmente alle posizioni 117 e 131) si spostano rispettivamente ai canali 122 e 123.
  • Real Time (anche in onda sul digitale terrestre free, e attualmente alla posizione 118) si sposta al canale 126, e verrà affiancato da una nuova versione Real Time+1 al 127.
  • Fox Retro (attualmente alla posizione 121) trasloca al canale 131.
  • FX (attualmente al canale 119) trasloca alla posizione 132.
  • Il nuovo canale AXN Sci-Fi, che ho anticipato in questo post e che partirà proprio l’8 novembre 2010, approderà alla posizione 133.
  • Fantasy (per ora al canale 132) trasloca al 134.

Altri spostamenti e cambiamenti eventuali saranno annunciati nel corso delle prossime settimane.

Intervista – Giorgio Buscaglia: la calda estate e l’autunno di fuoco di Rai 2 22/09/2010

Posted by Antonio Genna in Animazione, Cinema e TV, Dr. House, Esclusive, Interviste, Lost, Supernatural, TV ITA.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
40 comments

Dopo gli ottimi risultati del prime-time e del pomeriggio seriale estivo, ho nuovamente intervistato Giorgio Buscaglia, responsabile della programmazione Cinema e Fiction di Rai 2: si parla dei risultati della “calda estate” della rete, dei telefilm dell’autunno che ci attendono, di cartoni animati, di sit-com e dello spazio “Rewind“, di un bilancio dell’inizio della stagione televisiva autunnale statunitense, con un ricordo finale del compianto Sergio Di Stefano.

Rai 2 ha ancora una volta ottenuto un ottimo terzo posto (dopo Rai 1 e Canale 5) nella media di share del prime-time estivo: come giudica questo risultato?
Ottimo. Personalmente sono contentissimo, se non altro perchè nonostante i Mondiali di calcio (tutti su Rai 1) Rai 2 ha tenuto alta la media del prime-time, dal 30 maggio all’ 11 settembre 2010 ha chiuso l’estate al 9,91%. Se la vogliamo dire tutta, abbiamo vinto tutte le settimane su Italia 1 (tranne una, quella dell’atletica in cui la programmazione di rete iniziava intorno alle 22.00) e nell’ anno 2010 siamo sopra le previsioni. Meglio di così!

Per quanto le compete, quali sono stati i punti di forza dell’estate della rete?
Faccio una premessa: da sempre l’estate il prodotto d’acquisto fa la parte del leone. Quest’anno abbiamo coperto 93 serate su 105 nel periodo suddetto. La forza è stata spalmare il prodotto in modo da poter chiudere la settimana Auditel con un una media di share ragguardevole. Faccio un esempio: sapevamo di avere il sesto anno di “Lost” e “Private Practice” all’ 8%, ma sapevamo anche che “Ghost Whisperer” avrebbe viaggiato intorno al 12% come l’accoppiata “Cobra 11” / “Lasko” (quest’ultimo una vera rivelazione), e il RaiDue Rewind di “NCIS” al 13%. Devo dire tutto ha funzionato, sopratutto la doppia collocazione pomeriggio-sera di “Ghost Whisperer”. (altro…)

Il museo di Nunziante (31) – L’albo a fumetti spagnolo di “Mary Poppins” 20/08/2010

Posted by Antonio Genna in Fumetti, Il museo di Nunziante.
1 comment so far

Il museo di NunzianteSu mio invito, Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito ai film Disney e al cinema del passato e grande collezionista di cimeli, ha accettato di aprire ogni tanto il suo “museo privato” per presentare uno dei reperti della sua collezione di rarità acquistate nei mercatini in giro per il mondo, veri pezzi unici da collezione che in pochi possono dire di conoscere.
Questa volta è il turno dell’albo a fumetti spagnolo del film Disney “Mary Poppins” (1965).
A seguire una breve presentazione scritta da Nunziante, che ringrazio come sempre per la collaborazione.

Un altro prestigioso numero della collezione DUMBO, il numero 4, del 1965 è dedicato al film Disney di grande successo MARY POPPINS. L’albo riproduce fedelmente l’originale americano della Whitman, anche nella copertina, che presenta celeberrime foto di scena degli attori Julie Andrews e Dick Van Dyke e grafica originale del titolo col celebre personaggino di Mary che fa da “I” al suo cognome Poppins.
L’albo è elegantemente rilegato in brossura in cartoncino, con copertina lucida, come tutti quelli della serie, ed è davvero un piccolo gioiellino. Altri “Classici” pubblicati nella serie sono stati Pinocchio, Biancaneve, Cenerentola, La spada nella Roccia, Pollyanna, 20.000 leghe sotto i mari. (altro…)

Il museo di Nunziante (30) – Un albo a fumetti spagnolo di Zio Paperone “¡Menudo Pajaro!” 13/08/2010

Posted by Antonio Genna in Fumetti, Il museo di Nunziante.
add a comment

Il museo di NunzianteSu mio invito, Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito ai film Disney e al cinema del passato e grande collezionista di cimeli, ha accettato di aprire ogni tanto il suo “museo privato” per presentare uno dei reperti della sua collezione di rarità acquistate nei mercatini in giro per il mondo, veri pezzi unici da collezione che in pochi possono dire di conoscere.
Questa volta è il turno dell’albo a fumetti “¡Menudo Pajaro!” (1972) con una storia di Zio Paperone, il popolare personaggio Disney, disegnata da Carl Barks.
A seguire una breve presentazione scritta da Nunziante, che ringrazio come sempre per la collaborazione.

La collezione “DUMBO” edita in Spagna dalla ERSA negli anni ’60 e ’70 è stata una delle più prestigiose pubblicazioni a fumetti edite in Europa con argomento disneyano. In essa è stata pubblicata una ampia selezione dei comic book americani editi dalla Whitman, con grandi e meravigliose copertine spesso esclusive. Hanno trovato posto nella collana anche le belle riduzioni in albo a fumetti di tanti lungometraggi Disney, animati e dal vero. (altro…)

Una nuova intervista esclusiva a Giorgio Buscaglia (Rai 2) 23/06/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Esclusive, Interviste, Lost, Serie cult, TV ITA.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
38 comments

Dopo la mia intervista del mese scorso a Piercarlo Guglielmi (Italia 1), ho pensato di rivolgere nuovamente delle domande a Giorgio Buscaglia, responsabile della programmazione Cinema e Fiction di Rai 2: con l’occasione, Buscaglia ha fatto un piccolo bilancio dell’ultima stagione, ha risposto su alcuni “casi” particolari degli ultimi mesi (come “L’ispettore Coliandro”), ha anticipato la programmazione dei prossimi mesi e ha fornito un suo breve parere personale sui telefilm della nuova stagione televisiva statunitense 2010/11, i cui episodi pilota – come altri addetti ai lavori – Buscaglia ha avuto modo di visionare a fine maggio a Los Angeles nel corso degli ultimi screenings.

Buongiorno. Come ho anche chiesto nella mia intervista al suo omologo di Italia 1 Piercarlo Guglielmi, quali ritiene siano stati i principali cambiamenti del panorama televisivo italiano nell’ultimo anno?
Senz’altro l’avvento del digitale. Questa volta sul serio. Un anno fa era inconcepibile sul telecomando del televisore della tv free sintonizzare tanti canali. A parte Rai, Mediaset e Telecom, il resto erano una miriade di piccole tv anonime. Oggi con o senza decoder integrato il momento della sintonizzazione è un momento ‘sacro’ che determina su quale tasto inserire il proprio canale preferito. La scelta è davvero vasta: 13 canali Rai, i Mediaset, i vari +1, La 5, La7d, Cielo. E poi: MTV+, RTL 102.5 e (nella mia zona qui a Roma) anche Tele Capri Television. Insomma, una rivoluzione che entro la fine dell’anno avrà raggiunto tutto il Nord Italia che potrà così vivere l’ebrezza di quello che è successo a Roma nel momento del ‘grande black-out’ con l’ accensione di canali tv importanti e dalla programmazione ricca. Non più anelli e tappeti ma programmi veri. Per questo Rai 4 ha avuto subito una visibilità straordinaria. Ora il problema è ordinare tutti questi canali in una numerazione che spero sia simile a quella di Sky. Forse per questo, se fossi in Sky mi preoccuperei se non altro per i canali cloni che potrebbero nascere a breve in free. (altro…)

Una nuova intervista esclusiva a Piercarlo Guglielmi (Italia 1) 20/05/2010

Posted by Antonio Genna in 24, American Dad, Animazione, Chuck, Cinema e TV, Dr. House, Esclusive, Heroes, I Griffin, I Simpson, Interviste, Serie cult, The Big Bang Theory, TV ITA.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
38 comments

Italia 1A circa un anno e tre mesi dall’ultima intervista, qualche giorno fa ho avuto modo di rivolgere altre domande a Piercarlo Guglielmi, Responsabile del Palinsesto e della Redazione Diritti di Italia 1, che ringrazio molto per la gentilezza e disponibilità.
Tanti, e sicuramente per molti interessanti, gli argomenti trattati questa volta, che comprendono un’analisi della TV italiana dell’ultimo anno, gli ascolti in calo di Italia 1, gli esperimenti degli ultimi mesi di programmazione abbinata di Dr. House con The Closer prima e Fringe poi, un piccolo “confronto a distanza” con RaiDue, le tante novità telefilmiche che arriveranno nei prossimi mesi, il ritorno tanto atteso in chiaro (con indicazioni più precise del solito!) di serie come Heroes, Ugly Betty e Dexter e della storica “Serata DOC” della rete.

Buona giornata. Una domanda iniziale è obbligatoria: dalla sua posizione di Responsabile del Palinsesto e della Redazione Diritti di Italia 1, quali ritiene siano stati i principali cambiamenti del panorama televisivo italiano dopo l’intervista che le avevo rivolto oltre un anno fa?
Buongiorno Antonio, e buongiorno a tutti. L’evidenza è sotto i nostri occhi: ci troviamo in uno scenario che sta cambiando con una rapidità impressionante, ed in modo esponenziale. Niente è come 5 anni fa, ma sono tante anche le differenze rispetto ad un anno fa. Tecnologie, piattaforme, dinamiche competitive, attori in gioco…un anno fa –ad esempio- avremmo mai ipotizzato un caso come quello di Cielo?
E’ uno scenario a volte disarmante, ma molto più spesso avvincente.  Italia 1 credo rappresenti il fronte di battaglia della vecchia televisione free, la prima linea e quindi quella più aggredibile, visto le caratteristiche del suo pubblico.  Anche il nostro lavoro sta cambiando, le logiche di costruzione del palinsesto e le tecniche di valutazione del prodotto devono evolversi seguendo la corrente. Pochi anni fa era sufficiente (se così si può dire)  monitorare il mercato, cercare il prodotto più interessante e programmarlo nel migliore dei modi possibile. Oggi le variabili sono cresciute di numero, sia a livello di scenario televisivo che di specifica valutazione editoriale;  occorre fare considerazioni più ampie (chi sfrutterà il prodotto? quando? quali le finestre?), che si sovrappongono alla classica tecnica di valutazione editoriale che considera l’analisi del genere (valore del crime, crisi del medical, etc), l’analisi del prodotto (cast, budget, ritmo, scrittura, etc) e la potenzialità della programmazione americana.
Spesso poi l’analisi di scenario va intrecciata a quella di prodotto (quale genere resiste meglio fino alla finestra free? e quale prodotto all’interno di un genere? Più “Mentalist” o “CSI”?). Insomma… molto più complicato di 5 anni fa ed ogni anno più complicato… ma trovarsi a vivere questo momento di cambiamenti e provare a crescere e modificare anche se stessi è comunque avvincente. (altro…)

Il museo di Nunziante (29) – L’albo a fumetti “L’urto dei titani” 16/04/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Film, Fumetti, Il museo di Nunziante.
2 comments

Il museo di NunzianteSu mio invito, Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito ai film Disney e al cinema del passato e grande collezionista di cimeli, ha accettato di aprire ogni tanto il suo “museo privato” per presentare uno dei reperti della sua collezione di rarità acquistate nei mercatini in giro per il mondo, veri pezzi unici da collezione che in pochi possono dire di conoscere.
Questa volta è il turno dell’albo a fumetti “L’urto dei titani” (1981), relativo al film “Scontro di titani” del quale è in uscita proprio oggi nelle sale italiane il remake modernizzato.
A seguire una breve presentazione scritta da Nunziante, che ringrazio come sempre per la collaborazione.

Sicuramente una rarità questo albo a fumetti pubblicato in Italia nell’autunno del 1981 dalla Euredit di Torino, che contiene la versione ufficiale a fumetti del film Metro-Goldwyn-Mayer “Clash of the Titans” (Scontro di titani), versione che fu pubblicata in un analogo albo americano dalla Golden Press, con i disegni di Dan Spiegle e la sceneggiatura di Mary Carey. (altro…)

Il museo di Nunziante (28) – La guida originale spagnola della riedizione del film “Via col vento” 04/11/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Film, Il museo di Nunziante.
2 comments

Il museo di NunzianteSu mio invito, Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito ai film Disney e al cinema del passato e grande collezionista di cimeli, ha accettato di aprire ogni tanto il suo “museo privato” per presentare uno dei reperti della sua collezione di rarità acquistate nei mercatini in giro per il mondo, veri pezzi unici da collezione che in pochi possono dire di conoscere.
Questa volta è il turno della guida originale spagnola del film “Via col vento” (1939), in occasione della sua riedizione degli anni 1977/78.
A seguire una breve presentazione scritta da Nunziante, che ringrazio come sempre per la collaborazione.

Altro fiore all’occhiello del listino CIC del 1977/ 78 la riedizione di Via col vento, che in Italia fu un grandissimo successo (ventesimo posto tra gli incassi nelle capozona, in una stagione in cui erano usciti “Incontri ravvicinati del terzo tipo” e “Guerre Stellari”. Questa è la guida pubblicitaria spagnola per quella stessa riedizione, che riprende, come sui manifesti, il celebre bozzetto ideato nel 1967 per la riedizione del film nel formato 70mm.
Oggi come allora, Via col vento rimane un classico intramontabile ed è imminente la sua distribuzione in Blu Ray disc, che permetterà agli spettatori di gustare la sua eccezionale fotografia in Technicolor in alta definizione. (altro…)

Il museo di Nunziante (27) – Il manifesto originale spagnolo del film “Per chi suona la campana” 25/10/2009

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Film, Il museo di Nunziante.
2 comments

Il museo di NunzianteSu mio invito, Nunziante Valoroso, uno dei massimi esperti italiani in merito ai film Disney e al cinema del passato e grande collezionista di cimeli, ha accettato di aprire ogni tanto il suo “museo privato” per presentare uno dei reperti della sua collezione di rarità acquistate nei mercatini in giro per il mondo, veri pezzi unici da collezione che in pochi possono dire di conoscere.

Questa volta è il turno del manifesto originale spagnolo CIC (anni ’70) del film “Per chi suona la campana”, classico del 1943 con Ingrid Bergman e Gary Cooper.
A seguire una breve presentazione scritta da Nunziante, che ringrazio come sempre per la collaborazione.

Prima del boom della televisione, molti film classici erano rieditati a cinema ogni tot numero di anni, sempre con grande successo di pubblico. E’ il caso di “Per chi suona la campana” celebre produzione Paramount in Technicolor del 1943, i cui diritti passarono alla MCA-Universal nel 1970. La  gloriosa casa di produzione non si lasciò sfuggire l’occasione e, nella seconda metà degli anni ’70 (in Italia nel 1978), Ingrid Bergman e Gary Cooper vissero ancora una volta sugli schermi la storia d’amore e morte descritta da Hemingway nel suo romanzo per i personaggi di Roberto e Maria. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: