jump to navigation

F1 2011 (1) – G.P. d’Australia – Tutto come prima, vince Vettel davanti ad Hamilton; terzo un sorprendente Petrov, primo russo sul podio; quarto Alonso, nono Massa 27/03/2011

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
add a comment

Formula 1Un mondiale 2011 iniziato come da copione, con il campione del mondo Sebastian Vettel partito in pole position, rimasto in testa per l’intera gara e vittorioso per la prima volta in carriera nel G.P. d’Australia, con una Red Bull ancora imprendibile per le altre scuderie.
Tante le sorprese dietro di lui: i tifosi della Ferrari sono rimasti piacevolmente stupiti dalla monoposto che non va così male come si poteva pensare, anche se le posizioni finali dei due piloti sono state un po’ deludenti, con un quarto posto per Fernando Alonso, partito male e protagonista di una buona rimonta, ed una nona posizione per Felipe Massa, partito meglio del compagno e poi penalizzato come lui da tre soste ai box, una in più dei primi tre classificati. Dietro Vettel, sul podio sono giunti Lewis Hamilton (McLaren), che ha compiuto gli ultimi venti giri con il fondo della sua vettura che dopo un fuoripista strisciava sull’asfalto, e il sorprendente russo Vitaly Petrov (Lotus Renault), che è riuscito a tenere dietro di sè Alonso ed ha amministrato meglio di tutti la gara, unico pilota ad eseguire un solo pit-stop in un gran premio in cui gli pneumatici si sono usurati meno del previsto.
Tanti i duelli e sorpassi di questa gara: in parte è stato merito delle nuove norme, anche se l’utilizzo nelle parti finali del giro dell’ala mobile è servito a poco, in parte è stato dovuto alle nuove gomme Pirelli, che con le nuove mescole permettono strategie diverse. Ci si chiede quale KERS montino le due Red Bull, dato che oggi Vettel e Webber non lo hanno mai utilizzato, pare per “problemi tecnici”…
Da segnalare la quindicesima posizione dell’italiano Jarno Trulli; l’altro italiano Vitantonio Liuzzi, così come il compagno di squadra alla HRT Narain Karthikeyan, non ha nemmeno preso parte alla gara per mancata qualifica. Doppio deludente ritiro, infine, per le Mercedes di Michael Schumacher e Nico Rosberg.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali. (altro…)

Formula 1, al via la stagione 2011 26/03/2011

Posted by Antonio Genna in Comunicati, Formula 1, Sport, TV ITA.
add a comment

Formula 1Domattina, alle 08.00 italiane (trasmissione televisiva esclusiva per l’Italia su Rai 1, e per la prima volta anche in alta definizione sul digitale terrestre), partirà a Melbourne il G.P. d’Australia con cui parte la nuova stagione 2011 del Mondiale di Formula 1, ovvero la 62a stagione in cui si assegnerà il Campionato Piloti e la 54a del Campionato Costruttori.
Il calendario comprenderà 19 gran premi, con l’introduzione del G.P. dell’India e la cancellazione del G.P. del Bahrain (che avrebbe dovuto aprire la stagione due settimane fa, ma che è stato cancellato per ragioni di sicurezza in seguito alle rivolte che si sono sviluppate nel mondo arabo; entro il 1° maggio si deciderà se la gara sarà recuperata in un’altra data nel corso della stagione).
La Ferrari punta alla vittoria del mondiale dopo due stagioni deludenti, anche se dalle qualifiche di questo primo gran premio si osserva che è ancora enorme il distacco dalle Red Bull: pole position del campione del mondo Sebastian Vettel, mentre Fernando Alonso partirà soltanto quinto e Felipe Massa addirittura ottavo.
Varie le modifiche al regolamento: prima di tutto, è stato abolito l’articolo 39.1 del regolamento sportivo che vietava l’adozione di ordini di scuderia, ed è stato deciso un inasprimento delle penalizzazioni nel caso di comportamento scorretto in pista dei piloti; inoltre, è stata vietata l’effettuazione di sorpassi nella pit lane.
Sul fronte pneumatici, ora la Pirelli è il nuovo fornitore unico (per i prossimi tre anni):  gli pneumatici sono assegnati per sorteggio, ed il numero di treni di gomme d’asciutto assegnati ad ogni pilota per ciascun fine settimana di gara è stato ridotto da 14 a 11. I piloti riceveranno tre set (due della mescola prime e una delle option) per le prime due sessioni di prove libere, e dovranno restituire uno dei tre set. Gli altri otto treni verranno forniti per il resto del weekend ma ciascun pilota dovrà restituire almeno un treno, per ciscuna delle due specifiche. Se il pilota non utilizzerà entrambi i tipi di gomme in gara, verrà escluso dalla classifica; inoltre, se una gara viene sospesa prima del termine fissato, e il pilota non è stato capace di utilizzare entambe i tipi di coperture, subirà una penalizzazione di trenta secondi. (altro…)

Cinema futuro (1.176): “Senna” 06/02/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema futuro, Formula 1, Sport, Video e trailer.
1 comment so far
Cinema futuro - Il cinema del prossimo week-end“Senna”

Uscita in Italia: venerdì 11 febbraio 2011
Distribuzione: Universal Pictures Italy

Titolo originale: “Senna”
Genere: documentario / biografico / sportivo
Regia: Asif Kapadia
Sceneggiatura: Manish Pandey
Musiche: Antonio Pinto
Durata: 88 minuti
Uscita in Brasile: 12 novembre 2010
Uscita in Gran Bretagna: 3 giugno 2011
Sito web ufficiale (Brasile): cliccate qui
Sito web ufficiale (Italia): cliccate qui
Cast: Ayrton Senna (immagini d’archivio), Alain Prost, Neyde Senna, Viviane Senna, Galvão Bueno, Frank Williams, Ron Dennis, Milton da Silva, Jackie Stewart, Sid Watkins, Gerhard Berger, Nelson Piquet, Nigel Mansell, Michael Schumacher, Rubens Barrichello, Damon Hill, Bernie Ecclestone

La trama in breve…
Era una domenica del giugno 1984, al Gran Premio Automobilistico di Monaco. Sotto un diluvio torrenziale, sul circuito prendeva posizione una delle più straordinarie griglie di partenza nella storia delle gare automobilistiche. In pista quel giorno c’erano almeno sei futuri campioni del mondo, compresi il recente campione del mondo Keke Rosberg; uno stoico, impavido inglese di nome Nigel Mansell; l’austriaco Niki Lauda, due volte Campione del Mondo; il roboante Nelson Piquet, anche lui due volte Campione del Mondo; e l’uomo soprannominato ‘Il Professore’, il francese Alain Prost, che verrà di lì a poco considerato da molti il pilota più completo di tutti i tempi. In tredicesima posizione nella griglia di partenza, nel frattempo, lontano dalle attenzioni nella sua Toleman, c’era uno spigoloso e focoso giovane pilota, appena alla sua sesta gara di Formula 1.
Mentre i motori rombavano e i piloti sfrecciavano sulle strade della città, l’uomo in tredicesima posizione si faceva largo tra tutti, dimostrando una tecnica da virtuoso ed un coraggio fuori dal comune, mentre sorpassava ad una ad una tutte le vetture che lo precedevano, compresa quella di Prost al 23° giro. Quell’uomo era Ayrton Senna, che faceva il suo ingresso nel mondo della Formula Uno con una gara spettacolare. (altro…)

Libri – Orazio Giuffrida “Le auto vittoriose della Formula 1” 31/01/2011

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Fotografie, Libri.
add a comment

Domenica 13 marzo partirà in Bahrein la stagione 2011 del mondiale di Formula 1, e pochi giorni fa la Ferrari ha presentato la sua nuova vettura in gara, la F150: nell’attesa di continuare a seguire le vicende automobilistiche in pista, vi consiglio uno splendido volume rilegato di grande formato che servirà agli appassionati per ripercorrrere la storia della competizione. Si tratta di “Le auto vittoriose della Formula 1” (L’Airone – Gremese Editore,290 pagine, prezzo di copertina 29 € – Acquista “Le auto vittoriose della Formula 1” su Amazon.it), curato dall’architetto romano ed appassionato di motori Orazio Giuffrida, con introduzione e commenti di Claudio Porrozzi e fotografie di Riccardo Domenichelli.
Il volume ripercorre la storia delle monoposto vincitrici della Formula 1 dal 1950 a oggi sotto un profilo visuale del tutto inedito, utilizzando le immagini commentate delle loro perfette riproduzioni in scala, frutto di una preziosa collezione privata per la prima volta fotografata ed offerta al grande pubblico in questa veste. (altro…)

Fermo immagine (192): F150, la Ferrari del Mondiale 2011 29/01/2011

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Fotografie, Sport.
1 comment so far

E’ stata presentata ufficialmente ieri a Maranello la F150, il nuovo bolide di casa Ferrari che sarà portato in pista dalla coppia Fernando Massa – Fernando Alonso nel corso del Mondiale 2011 di Formula 1.
La vettura presentata oggi ha ancora l’alettone anteriore della vecchia monoposto, la coda provvisoria e tanti particolari da definire: è però un vero omaggio al made in Italy e un inno alla nostra tecnologia, con una grande bandiera tricolore sull’alettone e vari riferimenti al 150° anniversario dell’unità d’Italia, tra cui lo stesso nome.
Il team principal della scuderia, Stefano Domenicali, ha detto: “La F150 nasce con un obiettivo molto semplice, che non voglio nominare, dobbiamo solo raggiungerlo. Partiamo da una stagione dove abbiamo vissuto momenti difficili, ma anche belli. Abbiamo una squadra motivata, si è rinnovata senza stravolgimenti ma con la logica di miglioramenti. Abbiamo una coppia di piloti affiatata che ha voglia di dimostare il proprio valore. La F150 nasce da regolamenti diversi e quindi si parte dalla base dell’affidabilità. Lo sviluppo quotidiano sta andando avanti e la vettura che vedrete in Bahrain per la prima gara sarà diversa di quella dei primi test di Valencia. Un benvenuto alla Pirelli che avrà davanti una sfida difficile, ma sapra fare del proprio meglio. Speriamo di riprenderci con gli interessi quello che abbiamo perso ad Abu Dhabi”.

F1, G.P. di Abu Dhabi – La Ferrari sbaglia tutto: Sebastian Vettel vince la gara e il mondiale piloti 14/11/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
3 comments

Formula 1Sebastian Vettel è il campione del mondo 2010, a soli 23 anni di età il più giovane nella storia della Formula 1: la Ferrari ha finito per marcare molto stretto Mark Webber, finendo per favorire il suo compagno di squadra.
Vettel, che già partiva in pole position, è rimasto quasi per l’intero G.P. di Abu Dhabi in testa, tranne nel periodo in cui – in attesa del proprio pit stop – era in testa Jenson Button, arrivato terzo sul traguardo dietro il compagno di squadra Lewis Hamilton.
Il ferrarista Fernando Alonso era invece terzo in qualifica, e subito dopo il via si è ritrovato quarto, passato da Button, ma sempre davanti a Webber, quinto. Al 13° giro Mark Webber va ai box per un cambio gomme molto anticipato, all’apparenza dovuto al fatto che nel giro precedente aveva sfiorato con la gomma il guard-rail del circuito: dopo aver richiamato subito Felipe Massa ai box (che per tutta la gara è rimasto bloccato dietro il giovane spagnolo Alguersuari senza riuscire a superarlo, risultando di scarsissimo aiuto per l’impresa), il team Ferrari richiama Alonso per l’unico cambio gomme della gara. Alonso riesce a tornare in pista davanti a Webber, ma lo spagnolo rientra in gara nelle retrovie, in mezzo al traffico delle altre monoposto, in un circuito dove già lo scorso anno si erano visti in totale 4 sorpassi. La gara di Alonso è finita lì, e il pilota è rimasto bloccato fino alla fine dietro la Renault del russo Petrov, che già aveva cambiato le gomme poco dopo il via approfittando di un ingresso della safety car per un incidente senza conseguenze tra Liuzzi e Schumacher che aveva costretto ambedue i piloti al ritiro. A fine gara Alonso arriva soltanto settimo, dietro Rosberg, Kubica (che anche dopo il pit stop è riuscito a rientrare davanti ad Alonso, dato il grande vantaggio accumulato nel frattempo) e Petrov; soltanto decimo Felipe Massa.
Nel frattempo, Vettel continuava a spingere, sempre con pista libera davanti a lui, con tempi record sia con gomme fredde che con gomme calde, prima tenendo a bada Hamilton, e poi senza nemmeno questo pensiero quando Hamilton stesso, dopo il ritorno in pista dai box, è rimasto parecchi giri dietro la Renault del polacco Kubica, anche in questo caso senza possibilità di sorpasso.
La Red Bull, dopo il titolo costruttori, ottiene anche quello piloti: Vettel, che mai nel corso dell’anno si era trovato da solo in testa al mondiale, vince con appena 4 punti di guadagno su Alonso, a cui bastava appena un quarto posto per conquistare il mondiale. Per la Ferrari solo un terzo posto nel mondiale costruttori: l’ultimo ferrarista a vincere il titolo iridato fu il finlandese Kimi Raikkonen nel 2007.
Il commento del presidente Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, a fine gara: “Sono orgoglioso di questa Ferrari: abbiamo perso all’ultima gara per pochi punti, quando forse eravamo convinti di non perdere e questo fa più male. Alonso è un pilota fortissimo, e se oggi non ha vinto il Mondiale non è per colpa sua. Dire che siamo giù di morale è poco: oggi sarebbe bastato tenere la posizione o chiudere al quarto posto, avremmo vinto in ogni caso il Mondiale. E’ andata così, Vettel ha avuto una macchina migliore della nostra. La Red Bull ha avuto quest’anno molte opportunità e oggi anche noi ne abbiamo avuta una. Non tutto ha funzionato perfettamente, ma nessuno avrebbe mai pensato che saremmo partiti all’ultima gara in testa”.
A seguire, un riepilogo conclusivo delle classifiche mondiali. (altro…)

F1, G.P. del Brasile – Doppietta Red Bull, ma Vettel precede Webber; Alonso è terzo ed è ancora leader del mondiale piloti; la Red Bull vince il campionato costruttori 07/11/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
add a comment

Formula 1A San Paolo, la Red Bull conquista l’ennesima doppietta della stagione al G.P. del Brasile ed ottiene con una gara di anticipo la vittoria del mondiale costruttori, la prima dopo appena sei anni di partecipazione al campionato di Formula 1. La doppietta di oggi, prova di forza della scuderia, è però arrivata con un ordine di piloti infelice per la Red Bull: a vincere è stato Sebastian Vettel, attualmente terzo in classifica, e secondo è stato Mark Webber, a cui un maggior numero di punti avrebbe fatto sicuramente più comodo in chiave mondiale piloti. Terza posizione per Fernando Alonso, che dopo le qualifiche di ieri partiva quinto, e che con i punti guadagnati mantiene la vetta della classifica mondiale con 8 lunghezze di vantaggio su Webber e 15 su Vettel, ad una settimana dalla conclusione del campionato 2010 con la gara di Abu Dhabi.
Quarta posizione per Lewis Hamilton, quinto il suo compagno di squadra Jenson Button, e sesta la Mercedes di Nico Rosberg che ha preceduto il suo compagno più esperto Michael Schumacher; ottavo Nico Hulkenberg, autore di una strepitosa ed insperata pole position della Williams ieri in un circuito in cui non aveva mai corso; nono Kubica, decimo Kobayashi.
Pessima gara per l’altro ferrarista Felipe Massa, soltanto quindicesimo e penalizzato da un doppio pit stop consecutivo ad inizio gara per colpa dei meccanici che gli avevano avvitato male uno pneumatico.
La scelta di evitare ordini di scuderia penalizzerà la Red Bull nel mondiale piloti? Intanto la gara di oggi era già praticamente decisa dopo pochi giri, con distacchi enormi di Vettel e Webber su tutti gli altri, ed Alonso un po’ penalizzato dietro Hulkenberg che poi ha imperiosamente passato. La tranquillità è finita al 51° giro, quando per un incidente Liuzzi ha distrutto la sua Force India causando l’ingresso della safety car: il gruppo è stato compattato, ma mantenendo i piloti doppiati in mezzo al gruppo, per cui alla ripartenza poco è cambiato, e le posizioni sono rimaste le stesse, con Vettel primo di gran carriera ed Alonso sempre più vicino ma mai in grado di impensierire Webber.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali. (altro…)

F1, G.P. di Corea – Alonso vince e vola in testa al mondiale; secondo Hamilton e terzo Massa; annegano le Red Bull di Vettel e Webber 24/10/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
4 comments

Formula 1Una gara entusiasmante e ricca di colpi di scena: Fernando Alonso ha vinto l’inedito G.P. di Corea, seguito da Lewis Hamilton e dall’altro ferrarista Felipe Massa, volando in testa al mondiale piloti, un risultaot impensabile rispetto a qualche gara fa.
Nessuna delle due Red Bull è riuscita ad arrivare al traguardo: ad inizio gara è stato Mark Webber, precedente leader in classifica, a sbagliare e finire sul cordolo e contro un muro; a pochi giri dalla fine è stato invece Sebastian Vettel a ritirarsi per l’esplosione del suo motore. Una tragedia per la Red Bull, dato che Vettel partiva in pole position, e ha dominato l’intera gara rimanendo sempre davanti ad Alonso.
La gara è stata condizionata pesantemente dal maltempo: una prima partenza ritardata di 10 minuti dietro la safety car ha visto la corsa interrotta con bandiera rossa dopo 3 giri per scarsa visibilità in pista; dopo tre quarti d’ora di pausa, un’altra partenza dietro la safety car per una quindicina di giri, prima che la corsa vera e propria potesse prendere il via. Le condizioni della nuova pista di Yeangam hanno deluso, con scarso drenaggio dell’acqua sull’asfalto e grandi pozzanghere: fin da subito Vettel stacca Webber, tallonato da Alonso e Hamilton, mentre più indietro Michael Schumacher, sempre a suo agio sotto la pioggia, ha eseguito diversi ottimi sorpassi. Dopo l’errore pesante di Webber, che uscendo di pista ha colpito e causato il ritiro di un incolpevole Rosberg, autore fino a quel momento di un’ottima gara grazie ai buoni settaggi Mercedes, Alonso ha continuato a non mollare Vettel, ed è riuscito a rimanergli vicino grazie ad altri ingressi in pista della safety-car, causati da altri incidenti a piloti nelle retrovie. Alonso ha messo sotto pressione Vettel, che gli ha risposto al ritmo di giri veloci; al 44° giro l’evento clou della gara, con un fumo proveniente dal motore di Vettel, Alonso e Hamilton che riescono a passarlo e il motore dell’ultima Red Bull rimasta in gara che esplode.
E’ stata dunque fallimentare la politica Red  Bull di non avere una prima guida, mantenendo sullo stesso piano Vettel e Webber, che hanno finito per stare l’uno contro l’altro, pregiudicando anche il discorso sul mondiale costruttori, che oggi poteva chiudersi in anticipo di due gare ma che ora è completamente riaperto.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali. (altro…)

F1, G.P. del Giappone – Doppietta Red Bull con Vettel e Webber, buon terzo posto di Alonso 10/10/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
1 comment so far

Formula 1Torna a comandare la Red Bull, che trionfa con un’ennesima doppietta a Suzuka nel corso del G.P. del Giappone, condizionato dalla pioggia ieri (le qualifiche si sono disputate poche ore prima della gara, nella notte tra sabato e domenica in Italia) e oggi invece con pista asciutta: pole position e primo al traguardo Sebastian Vettel, così come era accaduto un anno fa, e seconda posizione per Mark Webber, attuale leader del mondiale, che comunque proprio all’ultimo giro ha ottenuto il primato di giro più veloce dell’intera gara, strappandolo al compagno di squadra.
Terzo Fernando Alonso, che al via si era fatto superare dal polacco Robert Kubica (poi ritiratosi per uno pneumatico della sua Renault fissato male e perso in pista); male Felipe Massa, ritiratosi nel corso del primo giro dopo aver speronato, e costretto all’ennesimo ritiro, Vitantonio Liuzzi.
Dietro Alonso sono arrivati nell’ordine Button, Lewis Hamilton (a lungo quarto, poi rallentato tantissimo da un grave problema al cambio – nuovo di zecca, che lo aveva fatto arretrare di cinque posizioni alla partenza – che gli impediva di mettere la terza marcia), Michael Schumacher, lo scatenatissimo giapponese Kobayashi (al debutto in Formula 1 davanti al pubblico di casa), Heidfeld, Barrichello e Buemi.
Pneumatico fissato male anche per Nico Rosberg, che è riuscito a tenere a bada a lungo il compagno di squadra Schumacher fino a quando una gomma posteriore gli è volata via.
Fuori dai giochi mondiali Massa, matematicamente impossibilitato a vincere il titolo quest’anno: a tre gare dalla fine, i giochi rimangono stretti tra Webber, Alonso, Vettel, Hamilton e Button.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali. (altro…)

F1, G.P. di Singapore – Trionfa Alonso, sempre in testa e in lotta con Vettel; secondo ritiro consecutivo per Hamilton, decimo Massa 26/09/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
2 comments

Formula 1Nella notte di Singapore, a vincere è ancora una volta Fernando Alonso, che dopo la pole position conquistata ieri (la seconda di fila) ottiene un’altra vittoria rimanendo in testa dall’inizio alla fine, in un caldo torrido con un G.P. di Singapore durato due ore piene e condizionato in parte dal doppio ingresso della safety car a causa di vetture incidentate in pista. La classifica vede ora Alonso a soltanto 11 punti da Mark Webber, e addirittura con 9 punti di vantaggio su Lewis Hamilton.
Dietro Alonso le due favoritissime Red Bull: Sebastian Vettel per tutta la gara ha lottato con Alonso a suon di giri veloci, giungendo sotto il secondo di ritardo da lui nell’ultimo giro, ma non è mai riuscito a superarlo; Webber grazie al suo terzo posto ha mantenuto la vetta della classifica mondiale. Risultato deludente per le McLaren: quarto Jenson Button, fuori invece Hamilton (ed è il suo secondo ritiro consecutivo dopo Monza) a causa della brutalità di Button che cercava di difendere la sua terza posizione da un sorpasso quasi avvenuto.
Pessima la gara di Felipe Massa: il brasiliano, partito ultimo a causa di problemi elettronici alla sua Ferrari che gli hanno impedito di completare ieri le qualifiche, non è riuscito ad aiutare più di tanto la squadra venendo superato da Kubica a pochi giri dal termine, anche a causa delle gomme più usurate, e giungendo soltanto decimo.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali. (altro…)

F1, G.P. d’Italia – Week-end perfetto della Ferrari: trionfa Fernando Alonso, davanti a Button e Felipe Massa 12/09/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
1 comment so far

Formula 1Un week end perfetto per la Ferrari davanti al pubblico italiano di Monza, coronato da un’ottima gara che vede primo Fernando Alonso e terzo Felipe Massa: importantissimo risultato per la corsa al titolo mondiale, che permette ad Alonso di risalire al terzo posto, con 166 punti, dietro Webber e Hamilton.
Alonso, che ha commentato il trionfo dicendo “E’ la vittoria più bella della mia carriera insiema a Barcellona del 2006”, partiva dalla pole position (che mancava alla Ferrari da due anni), ma l’avvio è andato male e si è ritrovato subito dietro Jenson Button. Alonso è rimasto incollato dietro al pilota McLaren per metà gara, ed ha aspettato la sosta ai box per riprendersi – grazie alla bravura dei meccanici Ferrari – il comando della corsa e portare a casa la vittoria, davanti a Button e a Massa, che ha svolto un ottimo lavoro di gregario dopo una partenza più brillante del compagno di squadra con cui ha sfiorato il contatto.
Deludente invece il week-end delle Red Bull, che hanno ottenuto appena un quarto ed un sesto posto con Vettel e Webber: proprio Vetter ha disputato quasi l’intera gara con le gomme morbide Bridgestone, cambiando obbligatoriamente con gli pneumatici duri soltanto nell’ultimo giro. Pessimo risultato per Lewis Hamilton che ingenuamente dopo il via si è scontrato con Massa ed è stato costretto al ritiro: la McLaren si consola poco con il secondo posto di Button.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali. (altro…)

F1, G.P. del Belgio – Hamilton vince e torna in testa al mondiale, sul podio Webber e Kubica; quarto Massa, ritiro per Alonso 29/08/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
add a comment

Formula 1A Spa-Francorchamps torna a ruggire Lewis Hamilton, il pilota McLaren, che ha dominato la gara tornando in vetta alla classifica mondiale piloti: Hamilton è stato favorito dalla goffa partenza in pole position di Mark Webber e dalla fortuna di esser riuscito a tornare in pista dopo un’uscita a causa della pioggia, conquistando diversi giri veloci e riuscendo a rimanere in testa anche dopo l’ingresso della safety car.
Buona comunque anche la gara di Webber che, dopo la brutta partenza  in cui è stato superato da ben cinque vetture, ha saputo rimontare ed ha ottenuto un meritato un secondo posto: male invece il suo compagno di squadra Sebastian Vettel, che al 17° giro, a causa di un azzardatissimo sorpasso ai danni di Jenson Button, ha tolto di mezzo quest’ultimo e subito una penalità di drive-through con passaggio a velocità ridotta ai box. Ottima gara per il polacco Robert Kubica, con un terzo posto davvero meritato (anzi, era secondo, ma è stato superato ai box da Webber); quarto Felipe Massa, che senza strafare è riuscito a salvare l’onore della Ferrari in vista del G.P. d’Italia (Fernando Alonso, invece, partito in decima posizione e tamponato nei primi giri, aveva rimonta fino all’8° posto, poi si è ritirato per un testacoda causato dalla pioggia caduta nelle ultime nove tornate di gara); quinta posizione per la Force India di Adrian Sutil, che è riuscito a tenere dietro di sè le Mercedes di Nico Rosberg e Michael Schumacher; ottavo il giapponese Kamui Kobayashi su Sauber, nono Petrov, decimo lo spagnolo Alguersuari. Gli italiani in gara: undicesimo Vitantonio Liuzzi su Force India, penultimo invece Jarno Trulli su Lotus.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali aggiornate. (altro…)

F1, G.P. d’Ungheria – Incredibile gara e trionfo di Mark Webber; Alonso secondo davanti a Vettel, quarto Massa 01/08/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
add a comment

Formula 1A Budapest, eccezionale G.P. d’Ungheria per le Red Bull: dopo la superiorità manifestata nell’intero week-end, e dopo la pole position di Sebastian Vettel di ieri, è stato invece il suo compagno di squadra Mark Webber a vincere a suon di giri record; seconda posizione per il ferrarista Fernando Alonso, davanti a Vettel, che dopo una giusta penalità di drive through subita dopo aver lasciato troppo spazio fra lui e Webber in regime di safety car (per danneggiare Alonso), è rimasto per oltre venti giri dietro lo spagnolo, non riuscendo a superarlo pur essendo più veloce di lui.
Ad inizio gara è stato Vettel a staccare di Alonso al ritmo di un secondo al giro, dopo l’ingresso della safety car per detriti in pista è invece diventata la gara di Webber, che a differenza di tutti gli altri ha ritardato enormemente il pit stop correndo per quaranta giri con le gomme morbide, e guadagnando un distacco abissale che gli ha permesso di rimanere davanti ad Alonso dopo la sosta ai box. Webber arriva in testa al mondiale con quattro vittorie nel 2010, mentre il più giovane Vettel, nonostante le tre pole position di fila, non riesce a portare a casa l’ennesima vittoria.
Molto positiva la gara di Alonso, autore di una partenza fulminante che gli ha permesso di superare Webber e stare secondo dietro Vettel, mantenendo un ritmo elevato anche se non paragonabile alle formidabili Red Bull: solo la Ferrari è riuscita a tenere il ritmo di queste ultime e, nonostante l’ingresso in pista della safety car che ha annullato tutti i distacchi, alla fine Webber ha doppiato tutti dal settimo classificato in poi: il quarto classificato, il ferrarista Felipe Massa, oggi autore di una gara senza guizzi, è arrivato con ben 27 secondi di ritardo…
Pessima gara per le McLaren, oggi doppiate e con un ottavo posto per Button ed un ritiro per Hamilton a causa di problemi al cambio. Brutta manovra di Michael Schumacher, che per difendere un decimo posto (doppiato!) a fine gara ha stretto inutilmente sul muretto dei box il suo ex-compagno di squadra Rubens Barrichello, non riuscendo nemmeno ad evitare il sorpasso: per un campione del calibro di Schumacher davvero una manovra stupida, che gli è costata a fine gara una penalizzazione di dieci posizioni nel prossimo G.P. del Belgio, che per Schumi sarà ancora una gara senza punti.
Infine, gli italiani in gara: 13° Vitantonio Liuzzi, 15° Jarno Trulli, che finalmente è riuscito a giungere al traguardo – con 3 giri di ritardo – con la sua Lotus.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali aggiornate. (altro…)

F1, G.P. di Germania – Doppietta Ferrari con Alonso e Massa (con un sorpasso delle polemiche…) 25/07/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
add a comment

Formula 1Ad Hockenheim, grande gara per la Ferrari che ottiene la seconda doppietta di questa stagione al G.P. di Germania. Tutto è nato dalla partenza di Vettel, che aveva ottenuto ieri la pole position: nel tentativo di chiudere Fernando Alonso al via, Vettel ha lasciato campo libero a Felipe Massa che si è posizionato saldamente in testa. La Ferrari è rimasta così in prima e seconda posizione praticamente fino a fine gara, anche dopo l’unica sosta ai box, anche se un episodio avvenuto al 49° giro ha generato nuove polemiche: quando Massa era al comando, dai box il suo ingegnere Rob Smedley gli ha fatto notare che Alonso era più veloce di lui, un messaggio evidente che gli suggeriva di farlo passare, cosa che puntualmente è avvenuta poco dopo. Dato che gli ordini di scuderia sono vietati, anche se dalla Ferrari si sono affrettati a spiegare che “il sorpasso di Alonso e Massa è un sorpasso fra compagni di squadra, perché Alonso era un po’ più veloce ed è riuscito a passare”, cosa in effetti vera, a fine gara la Ferrari è stata penalizzata con una multa di 100mila dollari e deferita al Consiglio mondiale della FIA, che esaminerà il caso in una riunione straordinaria e in data da stabilire.
Ad ogni modo, Alonso ha chiuso la gara davanti a Massa e Vettel, che non è mai riuscito ad impensierire troppo i ferraristi e che comunque, proprio all’ultimo giro, ha ottenuto il primato del giro veloce in pista, infranto spesso nel corso della gara da Alonso e Massa; al quarto posto ai piedi del podio si sono piazzate le due McLaren di Lewis Hamilton e Jenson Button, davanti alla Red Bull dell’australiano Mark Webber; settimo posto per la Renault del polacco Robert Kubica, mentre le due Mercedes dei tedeschi Nico Rosberg e Michael Schumacher hanno chiuso in ottava e nona posizione, doppiati davanti al pubblico di casa; decimo il russo Vitaly Petrov al volante della Renault. Sedicesimo, e a due giri dalla vetta, l’italiano Vitantonio Liuzzi; ennesimo ritiro a poche curve dal via invece per Jarno Trulli.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali aggiornate. (altro…)

F1, G.P. di Gran Bretagna – Trionfa Webber, dietro di lui Hamilton e Rosberg; Ferrari da dimenticare 11/07/2010

Posted by Antonio Genna in Formula 1, Sport.
1 comment so far

Formula 1A Silverstone, l’australiano Mark Webber domina il G.P. di Gran Bretagna conquistando il quinto successo in carriera (il terzo di quest’anno) con la sua imprendibile Red Bull: una gara perfetta, iniziata con una velocissima partenza ai danni del suo compagno di squadra Sebastian Vettel, attaccato al via anche da Lewis Hamilton e, dopo una foratura, costretto a tornare ai box e ripartire dalle retrovie. Al via, brutta partenza di Fernando Alonso, che si è ritrovato subito da terzo a quinto, e il compagno di squadra Felipe Massa, toccandolo, ha forato la gomma posteriore destra ed è dovuto tornare ai box.
Gara di contenimento per Hamilton, che alla fine ha mantenuto la seconda posizione, ottenendo con la sua McLaren tempi vicini a quelli della Red Bull; dietro di lui, l’ottimo Nico Rosberg, che riporta sul podio la Mercedes Gp, già Brawn Gp nella scorsa stagione; fuori dal podio, ma a punti, Jenson Button (McLaren-Mercedes) autore di una grande rimonta, il veterano Rubens Barrichello (Williams), il bravo giapponese Kamui Kobayashi (Sauber), Vettel, Adrian Sutil (Force India), Michael Schumacher (Mercedes Gp) e Nico Hulkenberg (Williams). A condizionare la gara, un ingresso della safety car per rimuovere dei detriti in pista, che ha permesso – tra gli altri – a Vettel di annullare l’enorme svantaggio capitatogli per il problema al via.
Da sottolineare il ritorno a punti per ambedue le Williams, ed anche la buona gara del polacco Robert Kubica, bloccato da un problema alla trasmissione che gli ha negato un probabile podio.
Malissimo le Ferrari: Alonso ha chiuso al 14° posto, pur avendo ottenuto alla fine il giro più veloce (1′ 30” 874), e subito dietro di lui Massa. L’episodio più discusso della gara riguarda proprio Alonso: al 28° giro, la direzione gara decide di penalizzare il pilota spagnolo con un drive-through per un taglio di chicane durante il sorpasso a Kubica di dieci giri prima. Il taglio c’è stato, ma è stato un po’ provocato dallo stesso Kubica che ha spinto Alonso fuori pista per evitare un contatto. La comunicazione, oltre che molto tardiva, è arrivata quando Kubica si era già ritirato, e quando è stata schierata la safety car per la presenza di detriti in pista: Alonso ha potuto effettuare il suo drive-through dopo il rientro della safety car ai box, quando il gruppo di vetture si era completamente ricompattato, finendo in coda al gruppo a metà gara. Una punizione sproporzionata, e comminata nel momento in cui Alonso non poteva più restituire la posizione a Kubica a causa del ritiro di quest’ultimo.
A seguire, un riepilogo delle classifiche mondiali aggiornate. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: