jump to navigation

Stranezze dal mondo (82): l’albero più antico 18/04/2008

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

L\'albero più anticoLeif Kullman, botanico all’università Umea (in Svezia), ed il suo team hanno eseguito una datazione al carbonio 14 in un laboratorio specializzato di Miami (Florida) delle radici più antiche di un albero appartenente ad un gruppo che si trovava in un angolo remoto al confine tra Norvegia e Svezia. Grande è stata la sorpresa constatando che l’albero, e quasi certamente anche le altre piante di quel gruppo hanno un’età di circa 8.000 anni, e dunque si tratta dei più antichi organismi viventi oggi conosciuti sulla Terra.
L’albero, un abete rosso, risale ad un’epoca in cui l’Europa era quasi interamente coperta da ghiacci dopo la fine dell’ultima glaciazione.
Fino ad ora il più antico albero noto ai botanici era “Matusalemme”, un pino Bristlecone che vive vicino Las Vegas, sulle pendici della White Mountains, che ha un’età di circa 5.000 anni. Altri alberi monumentali vecchi di migliaia di anni si trovano in Iran, dove un cipresso ha superato i 4.000 anni d’età, ed in Cile.

Stranezze dal mondo (81): all’asta la fotografia più antica del mondo 31/03/2008

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

 La fotografia più antica

Quella che il prossimo 7 aprile sarà battuta all’asta dalla casa Sotheby’s a New York pare essere la fotografia più antica del mondo, realizzata vent’anni prima della foto più antica finora conosciuta. Si tratta di un “disegno fotogenico”, ovvero della traccia impressa da una foglia d’albero su un foglio di carta sensibile esposto alla luce. Il realizzatore è anonimo: per diversi anni, con altri cinque simili fogli, è stato attribuito all’inglese William Henry Fox Talbot, l’inventore del processo negativo-positivo, e datato 1839. Tutto è cambiato però dopo la scoperta di una piccola “W” scritta a inchiostro in un angolo: ciò ha fatto venire in mente allo storico della fotografia Larry Schaaf, studioso di Talbot consultato da Sotheby’s, che dovrebbe invece trattarsi del risultato di uno degli esperimenti condotti a partire dall’ultimo decennio del 1700 da Thomas Wedgwood, industriale britannico della ceramica morto nel 1805, con gli amici Humphry Davy e James Watt.

Stranezze dal mondo (80): il concerto più breve della storia 19/02/2008

Posted by Antonio Genna in Musica, Record e stranezze, Trivia.
4 comments

Il concerto più breve della storiaI White Stripes (popolarissimi in Italia per la canzone – diventata un tormentone calcistico – “Seven Nation Army”), hanno tenuto il 16 luglio 2007 in Canada, nella cittadina di St. John’s, il concerto più breve della storia. Meg e Jack White sono saliti sul palco e hanno suonato una sola nota, salutando poi il numeroso pubblico presente ed informandoli che con la nota suonata lì, oltre a realizzare il concerto più breve della storia della musica, sono riusciti a suonare in ogni provincia e regione canadese.
Vi propongo qui sotto il video che testimonia l’evento.

Libri – “Guinness World Records 2008” 18/12/2007

Posted by Antonio Genna in Libri, Record e stranezze, Trivia.
add a comment

Guinness World Records 2008Fin dall’apertura di questo blog spesso parlo dei record stabiliti nel mondo all’interno dello spazio Stranezze dal mondo: giunti in prossimità di fine anno, segnalo allora l’uscita dell’edizione 2008 del libro Guinness World Records (Mondadori, 292 pagine, edizione italiana a cura di Studio Editoriale Maurizio Orlandi, prezzo 28 €), quest’anno con una speciale copertina composta da 205 elementi ottici disposti in uno schema a vortice su una lamina metallica sopra la carta, il cui sviluppo ha richiesto più di un anno.
Il progetto dell’ex-“Guinness dei Primati” è nato nel 1951, quando sir Hugh Beaver, amministratore delegato delle birrerie Guinness, dopo una battuta di caccia alla volpe discusse con i suoi amici e pensò ad un’enciclopedia che stabilisse con certezza i record mondiali: nel 1955 uscì la prima edizione del volume che ebbe subito un grande successo, contribuendo al tempo stesso alla promozione della birra Guinness nel mondo. Gli editori sono ormai cambiati, ma in omaggio alla tradizione si continua ad utilizzare il nome originario.
L’edizione di quest’anno continua ad aggiornare ed aumentare la serie di primati curiosi, istruttivi e sorprendenti della tradizione Guinness, aggiungendo e migliorando più di 1.500 nuovi record. Tra le altre novità: un rinnovamento completo del parco fotografico, alcune pagine speciali “fluorescenti” che si illuminano al buio (dedicate agli animali luminosi e ai più raccapriccianti), ed altri alcuni paginoni pieghevoli che quest’anno sono dedicati al Guinness World Records Day 2006, ai record adrenalinici, agli animali e l’uomo, e ai campioni olimpici. Inoltre, un’approfondita introduzione spiega come si fa a diventare primatisti e quali sono le procedure di approvazione e le persone che stanno dietro il Guinness World Records.
Riproduco qui sotto una miniatura di due pagine (in versione originale) dedicate alle tecniche anticrimine, una tra le novità di questa edizione.

Tecniche anticrimine

Stranezze dal mondo (79): il cestino gigante 16/12/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

Il cesto gigante

I 500 impiegati della Longaberger, azienda costruttrice di cestini realizzati a mano, vanno a lavorare ogni mattina negli uffici di questo enorme cestino, che in realtà è un edificio a sette piani costruito una decina d’anni fa.

Stranezze dal mondo (78): asta record per la Magna Charta 09/12/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

Magna Charta

Il prossimo 18 dicembre alla casa d’aste Sotheby’s di New York sarà battuta all’asta una copia molto rara delle 17 copie della Magna Charta Libertatum, il documento composto da 2.500 parole scritte in latino e firmato nel 1215 dal re d’Inghilterra Giovanni SenzaTerra, che ha avuto una notevole influenza nel processo storico che ha portato alle odierne leggi costituzionali.
Come riporta il quotidiano “New York Times”, la copia in vendita risale al 1297, è l’unica che si trova negli Stati Uniti ed è attualmente di proprietà del miliardario texano Ross Perot, che la acquistò nel 1984 per 1,5 milioni di dollari. Le altre copie della Charta sono in possesso dei governi britannico e australiano, e di varie istituzioni ecclesiastiche ed universitarie nel Regno Unito. Secondo la casa d’aste, la copia della Magna Charta potrebbe essere venduta a una cifra compresa tra i 20 e i 30 milioni di dollari.

Stranezze dal mondo (77): la casa-water 15/10/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
add a comment

La casa-water

Ecco il singolare progetto di Sim Jae-Duck, coreano settantaquattrenne, che dopo esser nato nel bagno di casa ha sempre avuto un’ossessione per i bagni ed è adesso arrivato a costruire una villa a forma di water di oltre 400 metri quadri, situata in mezzo ad un parco e costata ben 1,6 milioni di dollari!
Sim Jae-Duck ha inoltre fondato nel 1999 la Korea Toilet Association, ed il prossimo 11 novembre, in concomitanza con l’inaugurazione della villa-water, darà il via alla World Toilet Association, che promuoverà l’utilizzo di toilette igieniche e confortevoli, soprattutto nei Paesi più poveri.

Stranezze dal mondo (76): lo schermo TV al plasma più grande 04/10/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

Lo schermo al plasma più grande

Nel corso di un’importantissima fiera elettronica asiatica a Chiba, il colosso giapponese Matsushita ha presentato lo schermo televisivo al plasma più grande del mondo, chiamato “Viera” ed esteso circa 103 pollici.
Oltre allo schermo record, raffigurato nell’immagine qui sopra, sono state presentate diverse altre novità come il registratore Blu-ray “DIGA”, che può mantenere filmati ad alta definizione per 18 ore consecutive grazie ai 50 Gbyte di memoria integrati.

Stranezze dal mondo (75): 12 milioni di dollari ad un cane 02/09/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
2 comments

12 milioni di dollari ad un caneLa ricchissima Leona Helmsley, scomparsa lo scorso 20 agosto all’età di 87 anni e ex-proprietaria dell’Empire State Building, ha lasciato un testamento che ha fatto indispettire i suoi nipoti: gran parte dei soldi sono infatti andati in beneficenza, e la donna ha lasciato una cospicua quota del suo patrimonio, ben 12 milioni di dollari, a Trouble, la sua piccola maltese.
L’intero patrimonio della donna, oltre 4 miliardi di dollari, è stato suddiviso in piccola parte tra altri parenti e amici, ma a due nipoti sono andati “soltanto” cinque milioni di dollari a testa (a patto che vadano, almeno una volta l’anno, a far visita alla tomba del padre), altri due nipoti sono rimasti a bocca asciutta e al fedele autista sono andati soltanto 100.000 dollari.
La donna era stata soprannominata “la regina del male” per il modo in cui trattava i suoi dipendenti, e tra le ultime volontà ha incaricato il fratello Alvin Rosenthal (ereditario di 15 milioni di dollari) di prendersi cura della piccola Trouble, che alla morte verrà seppellita accanto alla munifica padrona.

Stranezze dal mondo (74): il casinò più grande 29/08/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
add a comment

The Venetian

Si trova a Macao, ex-colonia portoghese da otto anni tornata alla Cina, il casinò più grande del mondo: inaugurato dal miliardario americano Sheldon Adelson, il casinò “The Venetian Resort” è costato ben 2,4 miliardi di dollari e vanta 3.000 stanze (con 3.400 slot machines) su una superficie di 945.000 metri quadri.
Il nome del casinò deriva, come si può vedere dall’immagine in alto, dalla presenza di alcuni importanti luoghi del panorama veneziano, con gondolieri, canali ed anche una riproduzione del campanile di San Marco. Questo casinò il più grande edificio asiatico ed il secondo edificio più grande al mondo, dopo la sede americana della Boeing.

Stranezze dal mondo (73): tutti nudi 08/08/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

Tutti nudi

Un gruppo di 218 persone, uomini e donne, si è spogliato per il fotografo della Repubblica Ceca Saudek. Le fotografie sono state realizzate a Olomuc City (in Moravia), nei pressi di un castello del XVII secolo.

Stranezze dal mondo (72): gli occhiali di John Lennon all’asta 19/07/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

Gli occhiali di John Lennon all’asta

Il sito web 991.com, specializzato in vendita di reperti rock, da vinili a memorabilia delle rockstar, ha messo fino a fine luglio all’asta un paio di occhiali da vista appartenuti all’ex-Beatle John Lennon, alla modica cifra di 1,5 milioni di dollari!
I preziosi occhiali erano stati indossati da Lennon nel giugno 1966, quando i Beatles si esibirono in cinque concerti alla Budokan Hall di Tokyo, luogo ritenuto però sacro e pertanto inviolabile dalla musica per alcuni fanatici religiosi che mandarono varie minaccie al gruppo inglese. Fu in quell’occasione che i Beatles trascorsero parecchio tempi chiusi nel loro hotel di Tokyo con l’amico fotografo Bob Whitaker e l’interprete Junishi Yore, e in quell’occasione Lennon fece amicizia con Yore, che donò a John un set di tazze in rame ricevendo in cambio in dono questo paio di occhiali indossati sul palco. Fu Yore, in segno di rispetto, a togliere le lenti scure dalla montatura degli occhiali il giorno in cui Lennon venne ucciso a New York nel 1980.

Stranezze dal mondo (71): una villa da record 11/07/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

Una villa da record

E’ stata messa in vendita a Beverly Hills per 165 milioni di dollari: si tratta di una splendida villa, già di proprietà del magnate dell’editoria statunitense William Randolph Hearst, che l’aveva comprata per 129.000 dollari nel 1947.
La villa, costruita negli anni 1920, si estende per ben due ettari e mezzo a nord della celebre Sunset Boulevard, e tra le sue caratteristiche comprende 29 camere da letto, tre piscine, un cinema/teatro e una discoteca. La villa ha anche ospitato alcune riprese del primo film della saga “Il Padrino”.

Stranezze dal mondo (70): il ponte con la campata centrale più lunga 19/06/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
1 comment so far

Il ponte con la campata centrale più lunga

E’ stato appena inaugurato in Cina orientale, nella provincia di Jiangsu, e collega le città di Nantong e Suzou: si tratta del ponte Sutong, sospeso sul fiume Yangtze. Il ponte detiene adesso il record del mondo per la più lunga campata centrale, pari a ben 1.088 metri di distanza tra i due principali piloni, e supera il precedente detentore, il ponte giapponese Tatara Ohashi, che misurava “soltanto” 890 metri.

Stranezze dal mondo (69): il primo incidente a 105 anni 17/05/2007

Posted by Antonio Genna in Record e stranezze, Trivia.
add a comment

Il primo incidente a 105 anniSheila Thomson è una nonnina inglese di ben 105 anni, nata il 19 aprile 1902, che non ha mai avuto un incidente nella sua lunga storia al volante… fino ad ora. Domenica scorsa, infatti, la donna con la sua Peugeot 106 blu ha strisciato la fiancata di un auto in sosta durante una manovra di parcheggio mentre stava recandosi in parrocchia, a suo dire perchè la strada in cui transitava era troppo stretta, intaccando così i suoi punti della patente rimasti intatti dal 1936 ad oggi.
Da segnalare che la donna, vedova da una ventina d’anni, non ha mai sostenuto l’esame per conseguire la patente, dato che non era obbligatorio fino alla metà degli anni Trenta.
Sheila comunque, che percorre circa 24 chilometri ogni domenica per andare in chiesa da almeno sessant’anni, ha affermato di voler continuare a guidare finchè ne avrà le forze.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: