jump to navigation

RetroGaming (7) – “Donkey Kong” 25/01/2008

Posted by Antonio Genna in RetroGaming, Video e trailer.
1 comment so far

“Donkey Kong”In questo spazio ripropongo alcuni storici titoli del mondo dei videogame grazie a qualche bel filmato attinente al gioco sotto esame.
Questa volta è il turno di un vero classico, “Donkey Kong”, rilasciato nel 1981 dalla Nintendo, e primo esempio videoludico nel genere platform: il gioco consiste nel muovere il protagonista attraverso una serie di piattaforme, superando gli ostacoli che gli si presentano davanti. In merito alla storia, c’è poco da dire: il protagonista è Mario (inizialmente chiamato Jumpman), e deve salvare Pauline, una damigella in pericolo che è stata catturata da una scimmia gigante, Donkey Kong. Sia Mario (l’idraulico protagonista tra gli altri del successivo “Super Mario Bros.”) che Donkey Kong sono successivamente diventati due dei più importanti personaggi creati da Nintendo.
Il videogioco è stato uno degli ultimi sforzi della Nintendo per riuscire a penetrare nel mercato nordamerican: per riuscirci, il presidente Hiroshi Yamauchi assegnò il progetto ad un giovane game designer, Shigeru Miyamoto, che ispirato da personaggi come King Kong e Braccio di Ferro sviluppò il gioco insieme con Gunpei Yokoi, capo ingegnere della Nintendo. I due introdussero innovazioni estreme per l’epoca, utilizzando la grafica per caratterizzare i personaggi ed integrando nel gioco un sistema multilivello.
“Donkey Kong” finì per essere un enorme successo, sia in Giappone che negli Stati Uniti. Mentre la Nintendo permise l’utilizzo dei personaggi alla Coleco per lo sviluppo di versioni del gioco per le diverse piattaforme e console, altre aziende evitarono di pagare diritti ed utilizzarono i personaggi del videogame ovunque, da programmi televisivi ad alimenti per ragazzi; inoltre, nel giugno 1982 la Universal tentò (e perse) una causa accusando la Nintendo di aver violato il copyright del loro “King Kong”. Furono proprio il successo di “Donkey Kong” e la vittoria contro la Universal in aula a spingere in alto la Nintendo nel mercato dei videogiochi degli anni 1980/90.
Vi propongo di seguito un esempio del gameplay del videogioco, in questo caso su console NES:

(altro…)

RetroGaming (6) – “Day of the Tentacle” 11/01/2008

Posted by Antonio Genna in RetroGaming, Video e trailer.
5 comments

“Day of the Tentacle”In questo spazio ripropongo alcuni storici titoli del mondo dei videogame grazie a qualche bel filmato attinente al gioco sotto esame.
Questa volta tocca ad un classico delle avventure grafiche LucasArts, “Day of the Tentacle” (nome intero: “Maniac Mansion: Day of the Tentacle”). Rilasciato nel 1993 per DOS e Mac OS, è l’ottavo videogioco ad usare l’interfaccia grafica SCUMM (inventata proprio per l’antesignano “Maniac Mansion”); progettato da Dave Grossman e Tim Schafer, il videogame ha la particolarità di essere stato uno dei primi rilasciati anche su CD-ROM (oltre che sui classici floppy disk) ad utilizzare dialoghi parlati per la sua intera durata.
Ambientato cinque anni dopo i fatti accaduti in “Maniac Mansion”, il videogame segue le vicende di Bernard Bernoulli, un tipico nerd, che torna alla villa con i suoi due coinquilini Hoagie e Laverne. Purtroppo una delle due creature del dottor Fred Edison, il Tentacolo Viola, si è nutrito degli scarichi tossici della villa, sviluppando due braccia ed un notevole desiderio di dominazione dell’universo: Bernard ed i suoi due amici dovranno porvi rimedio tornando nel passato, utilizzando una toilette portatile trasformata da Edison in macchina del tempo, per cercare di impedire al tentacolo viola di bere gli scarichi. Purtroppo non tutto va come previsto: utilizzando un diamante finto nella macchina, Hoagie rimane bloccato 200 anni nel passato, dove incontrerà personalità storiche come George Washington e Benjamin Franklin; Laverne invece si ritroverà 200 anni in un futuro in cui il Tentacolo Viola è riuscito nel suo intento di dominare il pianeta. Con Bernard rimasto nel presente ed in cerca di un diamante vero per far funzionare la macchina del tempo, sia Hoagie che Laverne dovranno tornare alle rispettive macchine del tempo e connetterle ad una valida alimentazione per riunirsi con Bernard e fermare il Tentacolo.
Il videogame utilizza con molta opportunità i tre flussi temporali separati: molti enigmi del gioco si possono risolvere soltanto se una determinata azione viene compiuta in un’epoca, in modo da influenzare le epoche successive, e i tre protagonisti, impersonati alternativamente (e alla fine tutti insieme!) dal giocatore, si scambiano spesso oggetti tra loro, anche se si trovano in epoche diverse. Davvero divertente e ricco di spunti comici inattesi, ed ancora una gioia visiva 15 anni dopo la sua prima distribuzione.
Vi propongo di seguito il filmato introduttivo del gioco:

(altro…)

RetroGaming (5) – “Full Throttle” 03/01/2008

Posted by Antonio Genna in RetroGaming, Video e trailer.
3 comments

“Full Throttle”In questo spazio ripropongo alcuni storici titoli del mondo dei videogame grazie a qualche bel filmato attinente al gioco sotto esame.
Questa volta è il turno di “Full Throttle”, avventura grafica “motociclistica” per PC e Mac sviluppata e distribuita nell’aprile 1995 da LucasArts (in Italia il videogame era adattato e distribuito da C.T.O., e nel 2007 è stato ripubblicato da Activision). Si tratta del decimo gioco ad utilizzare l’interfaccia grafica “SCUMM”, sebbene con opportuni aggiornamenti. Il gioco è stato progettato da Tim Schafer (già ideatore dello splendido “Day of the Tentacle”), e merita una segnalazione l’adeguata e ben realizzata colonna sonora dei The Gone Jackals, caso raro di utilizzo di musica già esistente da parte della LucasArts. Ottimo il doppiaggio originale (che per la prima volta non era “fatto in casa”, ma vedeva la partecipazione di professionisti del settore come Maurice LaMarche e Tress MacNeille) e sufficiente quello italiano (con Gabriele Duma e Riccardo Rovatti): unici veri difetti l’eccessiva linearità del gioco e la sua breve durata.
La vicenda è incentrata su Ben Throttle, capo di una banda di motociclisti, i Polecats. In un futuro semi-apocalittico, Ben e la sua banda si ritrovano al bar “Kick Stand”, dove incontrano Malcolm Corley, presidente fondatore dell’ultima azienda manifatturiera motociclistica del Paese, la Corley Motors, ed ex-motociclista a sua volta. Ad un tratto, il vice presidente della Corley Motors, Adrian Ripburger, entra nel bar e parla con Ben in privato, offrendo alla sua banda di apparire all’incontro annuale degli azionisti. Ben rifiuta, e viene messo fuori combattimento dagli sgherri di Ripburger, che sembra avere interesse a diventare il capo dell’azienda…
Ecco di seguito il filmato introduttivo in italiano:

(altro…)

RetroGaming (4) – “Indiana Jones and the Fate of Atlantis” 04/12/2007

Posted by Antonio Genna in RetroGaming, Video e trailer.
1 comment so far

“Indiana Jones and the Fate of Atlantis”In questo spazio ripropongo alcuni storici titoli del mondo dei videogame grazie a qualche bel filmato attinente al gioco sotto esame.
Oggi torniamo alle avventure grafiche con un altro capolavoro, “Indiana Jones and the Fate of Atlantis”, sviluppato e pubblicato nel 1992 da LucasArts. Settimo gioco ad utilizzare l’interfaccia grafica SCUMM, il videogame è sempre stato considerato come il quarto capitolo delle vicende di Indiana Jones, archeologo avventuriero interpretato sul grande schermo dall’attore Harrison Ford, dopo il film “Indiana Jones e l’ultima crociata” (1989). Come ormai è noto, il quarto film di Indiana Jones arriverà al cinema nel maggio 2008 e sarà “Indiana Jones e il regno del Teschio di Cristallo”, sempre interpretato da Ford e diretto da Steven Spielberg.
La copertina del gioco, che presento a fianco, è stata disegnata da William L. Eaken, in emulazione dello stile di Drew Struzan, disegnatore dei manifesti dei primi tre film della saga.
“Fate of Atlantis” è ambientato nel 1939, alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale: il dottor Henry “Indiana” Jones porta al suo amico Marcus Brody e ad uno sconosciuto sig. Smith una statuetta di un idolo dal museo del Barnett College: Smith punta una pistola ad Indy e Marcus e fugge con la statua. Si scoprirà che Smith è Klaus Kerner, agente del Terzo Reich che è interessato a degli scavi in Islanda, dove Indy aveva già lavorato per una spedizione archeologica con la sua ex-collega di Boston Sophia Hapgood. Sophia adesso ha perso interesse nell’archeologia ed è diventata una medium, organizzando seminari su Atlantide e comunicando con il dio atlantideo Nur-Ab-Sal: Indy va a trovarla a New York per avvisarla del pericolo, e i due scoprono che Klaus è entrato nella sua stanza, rubando tutti i suoi manufatti tranne una collana che la donna porta sempre con sè.
Indy e Sophia saranno protagonisti di diverse tappe in giro per il mondo, che li porteranno a trovare l’accesso segreto al continente perduto di Atlantide.
Ecco prima di tutto il filmato con lo svolgimento interattivo della parte introduttiva del gioco:

(altro…)

RetroGaming (3) – “Super Mario Bros.” 27/11/2007

Posted by Antonio Genna in RetroGaming, Video e trailer.
9 comments

“Super Mario Bros.”In questo spazio ripropongo alcuni storici titoli del mondo dei videogame grazie a qualche bel filmato attinente al gioco sotto esame.
Oggi è protagonista un classico platform, “Super Mario Bros.”. Ideato da Shigeru Miyamoto, e sviluppato e pubblicato dalla Nintendo nel 1985 per la console NES (Nintendo Entertainment System), il videogame ha segnato un cambiamento nel modo in cui venivano concepiti i giochi, ed è il primo gioco per console del suo genere ad avere uno scorrimento orizzontale dell’azione.
E’ quasi inutile ricordare la trama: l’idraulico italiano Mario deve salvare una Principessa dal malvagio re Koopa, e nell’impresa è aiutato dal fratello Luigi in una modalità a due giocatori. Per salvare la principessa, i fratelli dovranno conquistare gli otto mondi del regno in cui il gioco è ambientato: in ciascuno di essi, Mario (o Luigi) devono riuscire ad arrivare al castello e sconfiggere uno dei malvagi sottoposti del re, impadronendosi dunque di quel mondo. Nell’ottavo ed ultimo castello, i fratelli troveranno ad attenderli la Principessa.
“Super Mario Bros.” è il videogame più venduto della storia, come certificato dal Guinness World Records, ed ha aiutato l’enorme successo iniziale del NES, ispirando successivamente un’infinità di giochi-imitazione, oltre a cinque seguiti diretti e diverse derivazioni per tutte le console di casa Nintendo (da Game Boy e Super Nintendo a Gamecube e Wii).
Inconfondibile il tema musicale di Koji Kondo, che probabilmente riconoscerà anche chi non ha mai giocato ad una delle versioni del videogame.
Di seguito vi propongo un video di “Super Mario Bros.” risolto in cinque minuti: se eravate rimasti bloccati in un punto senza riuscire a tirarvene fuori, adesso avrete finalmente la soluzione completa. :)

RetroGaming (2) – “Monkey Island 2: LeChuck’s Revenge” 21/11/2007

Posted by Antonio Genna in RetroGaming, Video e trailer.
3 comments

In questo spazio ripropongo alcuni storici titoli del mondo dei videogame grazie a qualche bel filmato attinente al gioco sotto esame.
“Monkey Island 2: LeChuck’s Revenge”Oggi un vero classico delle avventure grafiche: si tratta di “Monkey Island 2: LeChuck’s Revenge”, sviluppato e pubblicato nel 1991 da LucasArts. E’ il secondo gioco della serie “Monkey Island” (partita nel 1990 con “The Secret of Monkey Island” ed al momento arrivata al quarto capitolo con il gioco 3-D “Fuga da Monkey Island” del 2000), e complessivamente è il sesto gioco LucasArts ad utilizzare l’interfaccia grafica “SCUMM” (ovvero “SCreen Utility for Maniac Mansion”, primo gioco LucasArts ad utilizzarla) ed il primo gioco ad utilizzare il sistema sonoro “iMUSE”. Il progetto del gioco è stato seguito da Ron Gilbert, Tim Schafer e Dave Grossman
Al centro del gioco è l’aspirante pirata Guybrush Threepwood, che si ritroverà a che fare con il pirata fantasma LeChuck e con la sua ex-fiamma Elaine Marley. Alla fine il videogame è risultato essere uno dei più popolari e meglio realizzati giochi d’avventura LucasArts, ricevendo però alcune critiche per il suo finale abbastanza ambiguo e inatteso.
Prima di tutto vi propongo l’introduzione tratta dalla versione italiana del gioco:

(altro…)

RetroGaming (1) – “Prince of Persia” 19/11/2007

Posted by Antonio Genna in RetroGaming, Video e trailer.
3 comments

In questo spazio ripercorrerò alcuni storici titoli del mondo dei videogame proponendovi qualche bel filmato attinente al gioco sotto esame.
“Prince of Persia”Oggi partiamo con “Prince of Persia”, uno storico platform single-player che ha aperto la via ad una lunga serie, prodotto e distribuito da Brøderbund nel 1989. Il gioco, uno dei primi per PC a cui io abbia mai giocato, è stato progettato da Jordan Mechner per computer Apple II, e successivamente convertito per tante altre piattaforme, come Amiga, PC-DOS, NES, Game Boy, Macintosh e Sega Mega Drive: il gioco ha segnato un grande balzo in avanti nella qualità dell’animazione per i giochi da computer, grazie al processo del rotoscopio utilizzato da Mechner, che permetteva di controllare che tutti i movimenti dei personaggi fossero realistici.

Vi propongo qui sotto l’introduzione ed il primo livello completo del videogame, da rivedere sicuramente con nostalgia.

(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: