jump to navigation

Ieri e oggi in TV 23/05/2011 – Ascolti TV di domenica 22 maggio 2011: 4,2 milioni (18,19%) per la fiction in replica su Giovanni Falcone; 3,2 milioni (12,86%) per Report sul precariato giovanile; 3 milioni (12,41%) per il film Penelope; appena 1,8 milioni (7,44%) su Canale 5 per la prima del film No problem; chiude in prime-time a 1,4 milioni (5,58%) Quelli che il calcio e… con Simona Ventura 23/05/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Ieri e oggi in TV, TV ITA.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
2 comments

IERI E OGGI IN TV #1.747
23 maggio 2011

Come ogni giorno, in base ai dati forniti da Auditel, vi presento gli ascolti dei programmi di prima serata di ieri, ed una guida completa ed aggiornata a cosa ci aspetta questa sera sui canali in chiaro e a pagamento. Non sono indicati i telegiornali; tutti gli orari ed i titoli indicati possono variare senza preavviso.

DOMENICA 22 MAGGIO 2011

FIERI SERA… Quasi 4,2 milioni per la riproposizione in un’unica serata su Rai 1 della fiction “Giovanni Falcone – L’uomo che sfidò Cosa Nostra” con Massimo Dapporto ed Elena Sofia Ricci; 3,2 milioni su Rai 3 per una puntata dedicata al precariato giovanile del programma giornalistico “Report” con Milena Gabanelli; ben 3 milioni per Italia 1 grazie alla replica del film fantastico “Penelope” con Christina Ricci; deludentissima Canale 5, con una misera platea di 1,8 milioni (7,44%) per la prima visione del film commedia “No problem” con Vincenzo Salemme; 1,8 milioni anche per Rete 4 con il doppio episodio inedito serale della soap tedesca “Tempesta d’amore” con Lorenzo Patanè; soltanto 1,4 milioni per la puntata conclusiva del varietà sportivo di Rai 2 “Quelli che il calcio e…”, che ha segnato l’addio dopo dieci anni della conduttrice Simona Ventura, e che ha commentato l’ultimo turno del campionato di Serie A 2010/11; infine, oltre 750.000 spettatori medi per La 7 con il film thriller “Linea di sangue” con Dennis Quaid.

LA PRIMA SERATA (ore 20.30 – 22.30)

PUBBLICO SHARE %
4.511.000 17,61
1.498.000 5,85
3.643.000 14,22
769.000 3,00
10.421.000 40,68
2.421.000 9,45
2.677.000 10,45
1.871.000 7,30
2.128.000 8,31
9.130.000 35,64
664.000 2,59
1.823.000 7,11
3.581.000 13,98
TOTALE 25.619.000 100,00

Di seguito, i dati di ascolto di ieri sera delle principali reti in chiaro, con qualche approfondimento particolare, e per concludere una guida alla TV di questa sera. (altro…)

Rai, i palinsesti autunnali 2010 16/06/2010

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Comunicati, Palinsesti TV, TV ITA.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
30 comments

Sono stati presentati ieri ai pubblicitari i palinsesti dell’autunno 2010 delle tre prime reti Rai: questo post, presentando esclusivamente le informazioni e le descrizioni dei programmi diffuse agli organi di stampa, vi fornisce diverse anticipazioni. Considerate comunque che tutto può cambiare fino all’effettiva trasmissione dei programmi indicati.

LA PROGRAMMAZIONE AUTUNNALE DI RAI1: L’INTRATTENIMENTO, L’APPROFONDIMENTO, IL RACCONTO DELLA FICTION, L’ASCOLTO DELLA SOCIETA’, LO  SPORT E  LA SFIDA DEL GRANDE TEATRO PER CONFERMARE  LA MISSION DI RETE GENERALISTA.
Il 2009 e il 2010 sono stati caratterizzati dal processo di transizione dalla televisione   analogica a quella digitale, con la conseguente moltiplicazione dei canali televisivi disponibili e l’ampliamento dell’offerta televisiva. In questo scenario, che vede la competizione fra le emittenti sempre più serrata, Rai1 accentua il suo ruolo di canale generalista, ridefinendo obiettivi e contenuti.
Forte dei risultati acquisiti anche nell’All Digital, senza rinunciare alla qualità della sua offerta e  alla sua funzione di “servizio pubblico”, la Rete  accentuerà i caratteri di sobrietà, autorevolezza, attenzione alle tematiche sociali e culturali.
Si conferma anche la  capacità di Rai1 di “sperimentare” la qualità in prima serata, come è avvenuto, ad esempio, con  la lirica nel recente Concerto dall’Arena di Verona  e come avverrà con il grande teatro di Eduardo De Filippo portato in televisione, Promessi Sposi l’opera di Michele Guardì e Rigoletto da Mantova.
Nello scenario digitale che vede l’ingresso di numerosi competitor, con offerte tematiche e di genere, la Rete coglie l’esigenza di sviluppare il rapporto diretto con il pubblico per coglierne le istanze e per rappresentarne le dinamiche socio-culturali, in altre parole per svolgere un nuovo ruolo di socializzazione.
Dunque una linea editoriale vincente, sia nelle nuove offerte, sia nella riproposizione dei format tradizionali e della grande fiction (dall’inizio del 2010 la Rete si è aggiudicata 20 delle 23 delle settimane di programmazione, con 3 pareggi rispetto al competitor diretto).
Su queste premesse, la Rete intende sviluppare la sua offerta televisiva autunnale per esprimere il massimo della competitività. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: