jump to navigation

Edicola – “Quattroruote”, maggio 2011: l’auto elettrica tra le tante vittime di Fukushima? 24/04/2011

Posted by Antonio Genna in Auto e moto, Quattroruote.
trackback

E’ in edicola il numero 667 – Maggio 2011 del mensile “Quattroruote” (Editoriale Domus, prezzo di copertina 5 €), del quale vi propongo di seguito la copertina ed una presentazione dei principali contenuti.

QUATTRORUOTE MAGGIO: LE CONSEGUENZE DEL TERREMOTO DI FUKUSHIMA

1) NIENTE VERNICI PERLATE PER LE AUTO DI TUTTO IL MONDO

Nel primo mese post terremoto sono 500.000 le auto mai nate in Giappone di cui 260.000 del Gruppo Toyota: lo rivela Quattroruote che in un servizio dedicato alle conseguenze del tragico sisma spiega cosa stia succedendo a tutto il mondo “iperconnesso” dell’auto.
Non solo Toyota, ma la maggior parte dei costruttori automobilistici (fra gli altri Ford, General Motors, Honda e Peugeot-Citroen) ha già ridotto o interrotto la produzione di alcuni impianti per “risparmiare” i pezzi più rari provenienti dagli stabilimenti distrutti o evacuati. Sette gli impianti fermi in Giappone per Renault – Nissan. Un denominatore comune per tutti i costruttori era la Merck unica azienda – con un unico impianto situato nella prefettura di Fukushima – capace di regalare alle vetture l’effetto perlato tipico di alcune vernici. Fabbrica evacuata, scorte di pigmento Xirallic finite e una previsione di quattro-otto settimane per rimettere in attività la catena produttiva se e quando verrà riaperto il sito. Al di là delle vernici, si stima che per carenza di componenti di qui a luglio verranno prodotte 1,5 milioni di auto in meno in Giappone e 3,5 milioni in tutto il mondo.

2) L’AUTO ELETTRICA FRA LE TANTE VITTIME?

L’inevitabile battuta d’arresto nel ricorso all’energia nucleare, a seguito del disastro di Fukushima, potrebbe avere ripercussioni negative anche sul futuro dell’auto elettrica. Lo sostiene Quattroruote, sottolineando come l’eventuale rinuncia al nucleare implichi una minor disponibilità di energia a basso costo nelle ore notturne: quelle prevedibilmente più utilizzate per la ricarica delle vetture elettriche. Inoltre, se venisse a mancare l’elettricità prodotta dall’atomo (fra le poche fonti che non liberano anidride carbonica nell’atmosfera) il bilancio complessivo delle emissioni di CO2 legate all’utilizzo delle auto elettriche finirebbe per avvicinarsi sensibilmente a quello delle vetture convenzionali, e soprattutto a quello delle ibride. Di conseguenza verrebbe quanto meno ridimensionato uno dei vantaggi sostanziali delle elettriche, visto che ben difficilmente la quantità di energia elettrica di origine nucleare potrà essere rimpiazzata in tempi brevi da altre sorgenti “a emissioni zero”.

Di seguito, un’esclusiva tratta dal sito web della rivista.

ESCLUSIVA QUATTRORUOTE.IT

CON IL FEDERALISMO L’IMPOSTA PROVINCIALE DI TRASCRIZIONE RADDOPPIA

L’imposta più iniqua che c’è non lascia, anzi raddoppia. Con il decreto sul federalismo regionale, un’altra tegola sta per piombare sulla testa degli automobilisti italiani: l’imposta provinciale di trascrizione, il balzello che si è costretti a pagare alla propria provincia ogni volta che si acquista un’auto nuova, invece di essere abolita sarà equiparata a quella che si paga quando si acquista una macchina usata. E quindi non sarà più di importo fisso.
La nuova norma è contenuta nella bozza di decreto legislativo “in materia di autonomia di entrata delle Regioni a statuto ordinario e delle province”, approvato dal governo il 31 marzo scorso e attualmente all’esame della Presidenza della Repubblica. Tutti i dettagli in esclusiva sul sito di quattroruote.it http://www.quattroruote.it/notizie/legal/aumento-dell-ipt-un-altra-mazzata-agli-automobilisti.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: