jump to navigation

Un calcio… al week-end (5) – 10 e 11 marzo 2007 11/03/2007

Posted by Antonio Genna in Articoli, Sport, Un calcio… al week-end.
trackback

Un calcio… al week-endEcco un nuovo appuntamento con lo spazio settimanale sul gioco più amato dagli italiani, “Un calcio… al week-end”, curato dal mio amico Carlo, che già si interessa di sport (ma non solo) nel suo blog e che scrive articoli sull’argomento per il sito web RealSoccer.
Ecco un quadro degli avvenimenti dell’ultimo week-end calcistico nazionale.

Derby all’Inter. Crolla la Juve col Brescia

28ª giornata in Serie A e Inter che si conferma imbattuta, dopo la vittoria per 2-1 contro il Milan. Era il derby attesissimo di Ronaldo contro la sua ex società, e proprio il brasiliano ha realizzato la rete del vantaggio nel primo tempo con un gran sinistro da fuori. Nella ripresa viene fuori l’Inter e con essa Ibrahimovic, che prima porge l’assist del pareggio a Cruz (appena entrato) e poi realizza il definitivo vantaggio con un preciso destro su assist dello stesso argentino, che sfrutta una grave ingenuità di Jankulovski. Il vantaggio sulla Roma resta immutato, dal momento che i giallorossi nel posticipo serale hanno superato l’Udinese per 3-1 con una bella doppietta di Totti (il primo gol su rigore) e Perrotta. Asamoah ha provato, al 24’della ripresa, a riaprire la gara per i friulani.
MakinwaSempre più grande la Lazio, che batte 3-2 la Reggina in trasferta e aggancia il Palermo al quarto posto. Le reti per i biancocelesti sono state di Manfredini, Pandev e Makinwa (nella foto), per la Reggina a segno Tedesco e Foggia. Non è un mistero che ora gli aquilotti puntino ad un posto in Champions League. Continuando così un posto tra i primi quattro non sarà un miraggio. La Fiorentina blocca il Palermo 1-1 tra le polemiche (espulsi Guidolin e Zaccardo). Le discussioni sono nate dal gol del vantaggio di Mutu mentre il palermitano Guana era a terra dopo un lieve infortunio. Inevitabili le proteste dei siciliani, che hanno trovato il pareggio con un grandissimo gol dell’esordiente Cavani con un destro sotto l’incrocio.
In coda, Ascoli e Parma appaiate a 19 punti occupano ora insieme l’ultima piazza. I marchigiani hanno colto un’importante vittoria a Siena grazie ad un autogol sfortunato di Bertotto, mentre gli emiliani pareggiano 1-1 contro l’Atalanta con la rete all’88’ del difensore Coly. Entrambe le squadre ora sono a 5 punti dalla salvezza (Chievo e Messina, che oggi hanno pareggiato, sono infatti a 24 punti) e il loro cammino, a 10 turni dal termine, è sempre più in salita.
In classifica, l’Inter continua a comandare con 16 punti sulla Roma. I milanesi sono a 73 con i capitolini che seguono a 57 punti. Seguono Lazio e Palermo a 46, Empoli a 42 e Milan a 40 (Lazio -3, Milan -8, Palermo una gara in più).
Tra i marcatori, sempre più solo Francesco Totti che vola a 18 (con 4 rigori). Subito dietro Toni con 15 marcature. Poi Bianchi (2 rig) a 14 e Ibrahimovic e Mutu (2 rig) a 13.

La 27ª giornata di serie B riserva non poche sorprese e goleade. La sorpresa più grande è il crollo della Juventus contro il Brescia nel campo neutro di Mantova (nello stesso stadio era arrivata l’altra sconfitta dei bianconeri). Il risultato finale è di 3-1, maturato tutto nel primo tempo. SerafiniGravissimi gli errori difensivi degli uomini di Deschamps che hanno permesso a Serafini (nella foto) di realizzare una tripletta (comunque bellissime la sue reti, una addirittura in rovesciata). Per la Juve momentaneo pareggio di Del Piero, ancora a segno su punizione. La squadra è apparsa piuttosto svogliata e priva di ogni idea. La sconfitta è apparsa dunque meritatissima. Il Napoli, subito dietro, non ne approfitta e pareggia 1-1 a Rimini. Le reti, entrambe su rigore, sono state segnate da Calaiò e da Jeda, una per tempo. I partenopei si portano dunque a -1 dai bianconeri. Piacenza e Bologna battono rispettivamente Treviso e Bari e vanno al terzo posto, superando il Genoa fermato ad Arezzo (0-0). In fondo, goleada per 6-2 del Modena nello scontro diretto a Pescara (doppiette di Tamburini e Pinardi, poi gol di Bruno, Vantaggiato, Sforzini e Rigoni). Gli abruzzesi ora si allontanano pericolosamente dalla salvezza, restando ancorati a quota 19, a 6 lunghezze da Crotone, Verona e proprio Modena.
In classifica, comanda sempre la Juventus a 49 punti, subito dietro il Napoli a 48. Poi Piacenza e Bologna 44, Genoa 43, Mantova 42, Rimini 40 (Juventus -9).
Tra i marcatori, Del Piero (1 rig) sale a quota 15, seguito da Bellucci (3 rig) a 12. Dietro di loro, Papa Waigo a 11 e Calaiò (4 rig) a 10.

Pubblicità

Commenti»

No comments yet — be the first.

Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: