jump to navigation

Cinema Festival #234 – Box Office del 12-14 agosto 2011 – Il poster: Machine Gun Preacher – I predatori del cinema perduto – Le uscite USA del 19 agosto 2011: One Day, Fright Night, Conan the Barbarian, Spy Kids: All the Time in the World in 4D, Griff the Invisible, Amigo 17/08/2011

Posted by Antonio Genna in Cinema e TV, Cinema Festival, Classifiche, Film, Video e trailer.
trackback

cinemafestivalQuesto spazio amplia le informazioni già presenti negli altri appuntamenti dedicati al Cinema di questo blog, e propone le classifiche del box office italiano e statunitense dello scorso week-end, una nuova locandina di film prossimamente in uscita, le ultime notizie dal mondo della celluloide ed i trailer originali dei film in uscita nel prossimo week-end negli Stati Uniti (per i film in uscita in Italia visitate lo spazio settimanale Al cinema…).

BOX OFFICE ITALIA
Week-end 12-14 agosto 2011

Incassi minimi nel week-end pre-Ferragosto: al primo posto arriva la commedia “I pinguini di Mr. Popper” con Jim Carrey; perde una posizione “Captain America – Il primo vendicatore” con Chris Evans; scende al terzo posto “Harry Potter e i doni della morte – Parte II” con Daniel Radcliffe. In classifica spuntano anche la novità “Hanna” e alcune anteprime di film in uscita nel prossimo week-end, come “Le amiche della sposa” e “Horror Movie”, oltre alla redistribuzione nei cinema digitali del classico musicale “Grease” con John Travolta.
Gli incassi sono basati su dati Cinetel. Tra parentesi, accanto al titolo dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “I pinguini di Mr. Popper” (NE) 661.474 € (Tot. 661.474)
  2. “Captain America – Il primo vendicatore” (1) 191.112 € (Tot. 5.788.335)
  3. “Harry Potter e i doni della morte – Parte II” (2) 164.041 € (Tot. 21.770.875)
  4. “Hanna” (NE) 122.293 € (Tot. 122.293)
  5. “Tekken” (3) 72.269 € (Tot. 406.530)
  6. “Le amiche della sposa” (NE) 65.364 € (Tot. 65.364)
  7. “Horror Movie” (NE) 48.906 € (Tot. 48.906)
  8. “Grease – Brillantina” (NE) 38.459 € (Tot. 38.855)
  9. “Cars 2” (4) 29.648 € (Tot. 10.354.558)
  10. “Almeno tu nell’universo” (NE) 20.591 € (Tot. 20.591)

BOX OFFICE USA
Week-end
12-14 agosto 2011

Si conferma in prima posizione il fantascientifico “Rise of the Planet of the Apes con James Franco e Andy Serkis; due novità sugli altri due gradini del podio, rispettivamente il dramma “The Help” con Emma Stone e l’horror-thriller “Final Destination 5” con Nicholas D’Agosto. Undicesima posizione, con 5,96 milioni di dollari, per il film musicale “Glee: The 3D Concert Movie”.
Gli incassi sono basati su dati forniti da Box Office Mojo, e sono indicati in milioni di dollari. Tra parentesi, accanto al titolo originale dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “Rise of the Planet of the Apes” (1) 27,83 (Tot. 105,20)
  2. “The Help” (NE) 26,04 (Tot. 35,91)
  3. “Final Destination 5” (NE) 18,03 (Tot. 18,03)
  4. “The Smurfs” (2) 13,73 (Tot. 101,77)
  5. “30 Minutes or Less” (NE) 13,33 (Tot. 13,33)
  6. “Cowboys & Aliens” (3) 7,81 (Tot. 81,67)
  7. “Harry Potter and the Deathly Hallows: Part 2” (6) 7,25 (Tot. 357,33)
  8. “Captain America: The First Avenger” (5) 7,21 (Tot. 156,97)
  9. “Crazy, Stupid, Love” (7) 7,05 (Tot. 55,52)
  10. “The Change-Up” (4) 6,30 (Tot. 25,83)

IL POSTER
“Machine Gun Preacher”

Nello spazio dedicato alle nuove locandine originali di prossimi film in uscita, questa volta ecco il poster del film action-biografico “Machine Gun Preacher”, in uscita in Gran Bretagna il 18 novembre 2011.
Il film, diretto da Marc Forster e scritto da Jason Keller, vede nel ricco cast Gerard Butler, Michelle Monaghan, Michael Shannon , Madeline Carroll, Kathy Baker, Joshua Drew, Justin Michael Brandt e Souleymane Sy Savane.

I PREDATORI DEL CINEMA PERDUTO
Dalle viscere della terra. Da magazzini sommersi dalla polvere, ai quattro angoli del globo. Da un archivio che nessuno aveva mai spulciato. Da un’eredità, una battaglia legale, un restauro. I capolavori perduti del cinema, interi o a spezzoni, vengono alla luce così. Per caso, per fortuna, per la tenacia di appassionati e studiosi. Gioielli poi destinati ai festival, agli extra dei dvd, qualche volta alle sale. E spesso la storia di questi ritrovamenti di grandi autori – da Alfred Hitchcock a Stanley Kubrick, da John Ford a Orson Welles, da Federico Fellini a Pier Paolo Pasolini – è avventurosa quanto il materiale recuperato: un vero e proprio film sul film.
Il dibattito sul valore di queste scoperte è aperto. Specie quando a saltare fuori non sono opere sconosciute, ma sequenze inedite di cult stranoti come La dolce vita: su blog e siti specializzati i cinefili si dividono tra gli entusiasti, convinti come Martin Scorsese che “ogni fotogramma sparito fa sparire un pezzetto della nostra cultura”; e gli scettici, secondo i quali una scena eliminata deve restare tale. Forse perché, come sosteneva il leone della vecchia Hollywood Howard Hawks, “se si fanno due riprese buone, poi se ne fanno due mediocri e una brutta”: alla faccia della sacralità dell’arte. Alcuni reperti, però, hanno un’importanza tale da mettere d’accordo entrambe le fazioni: pochi giorni fa, ad esempio, sono ricomparsi i primi tre rulli di The White Shadow (1923), diretto da Graham Cutts ma attribuibile a Hitchcock, che ne fu aiuto regista, sceneggiatore e scenografo. L’opera, storia di due gemelle dall’opposto temperamento, apparteneva a uno stock di 75 pellicole (tra cui Upstream di John Ford, dramma sentimentale del 1927) abbandonate da anni nell’Archivio cinematografico della Nuova Zelanda. Erano state donate nel 1993 dalla famiglia del defunto Jack Murtagh, un proiezionista che invece di distruggere le pellicole, come d’abitudine nei primi decenni del Novecento, le collezionava. Ma il riconoscimento è avvenuto solo adesso: “Uno dei ritrovamenti più significativi di sempre”, secondo David Sterritt, presidente della statunitense National Society of Film Critics. Qui in Italia sarà proiettato, il prossimo ottobre, alle “Giornate del muto” di Pordenone.
Spesso poi, i recuperi avvengono in modo rocambolesco. Come la scoperta, lo scorso dicembre, di quasi venti minuti inediti di 2001: Odissea nello spazio in una miniera di sale del Kansas (il sottosuolo è ideale per la conservazione dei vecchi film). Sequenze che Stanley Kubrick tagliò per rabbia, dopo una prima proiezione col pubblico andata malissimo. I fan del regista, adoratori feticisti di ogni suo ciak, ne discutono da anni. Peccato che la Warner Home Video, titolare dei diritti, abbia per ora deciso di non pubblicarle: “Il film così com’è rispecchia la volontà del suo autore – è scritto in un comunicato della società – e noi non lo vogliamo cambiare”.
Il caso più fortunato riguarda invece la comica A Thief Catcher (1914), titolo perduto della filmografia del Charlie Chaplin attore e interprete di Charlot, scovata per puro caso dal collezionista Paul Gierucki a una fiera dell’antiquariato. Mentre la caccia più tenace è quella che ha portato al ritrovamento della copia integrale di Metropolis, coi 28 minuti eliminati all’epoca, per motivi politici, contro la volontà di Fritz Lang: è rispuntata tre anni fa al Museo del cinema di Buenos Aires grazie alla testardaggine di un cinefilo, Fernando Pena. Da due decenni chiedeva ai curatori di controllare se nei loro magazzini ci fosse questo tesoro nascosto: e alla fine, forse per levarselo di torno, i responsabili hanno deciso di accontentarlo. Per la gioia di chiunque ami il cinema.
E quello delle pellicole sepolte in luoghi lontani è un elemento ricorrente. Racconta Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca nazionale di Bologna: “Uno dei posti più incredibili che ho visitato è la Cineteca di Montevideo: un magazzino quasi abbandonato; i custodi mi consegnarono le chiavi per entrare e trovai di tutto. Ad esempio una versione mai vista, non censurata, di Diario di una donna perduta con Louise Brooks”. Non solo scenari esotici, però. A volte il bottino, banalmente, arriva da un lavoro di restauro: “L’anno scorso, mentre ripulivamo La dolce vita, abbiamo ritrovato la penultima versione del film, montata da Fellini, con quindici minuti in più. Compare un’intera scena con Mastroianni, che anticipa sorprendentemente i toni intimisti di 8½”. Ci sono poi casi di recupero ben più estremi, come quello che ha riguardato La rabbia (1963). Una bella fetta della straordinaria prima parte (documentaristica) del film, diretta da Pier Paolo Pasolini, fu eliminata dai produttori; ma tre anni fa Giuseppe Bertolucci l’ha ricostruita in base alle indicazioni della sceneggiatura originale, servendosi di immagini di repertorio dell’Istituto Luce. Un’operazione coraggiosa, per salvare una grande opera dall’oblio.
E chissà se dal buio emergerà The Other Side of the Wind, l’ultima fatica incompiuta di Orson Welles, con protagonista John Huston nel ruolo di un vecchio regista. Il film è al centro di un intrigo internazionale, una disputa sui diritti che ha coinvolto negli anni la moglie di un produttore iraniano (Welles ottenne fondi dal fratello dello Scià di Persia), l’attrice croata sua ultima compagna, la figlia Beatrice, il cineasta Peter Bogdanovich. In gennaio fu annunciato che la querelle si sarebbe risolta in poche settimane, sbloccando finalmente il film. Invece nulla: il capolavoro, maledetto come colui che lo girò, resta nel limbo dei “quasi” ritrovati.
(fonti: “La Repubblica”, 14 agosto 2011 – articolo di Claudia Morgoglione)

IL WEEK-END USA
Le uscite del 19 agosto 2011

Ecco il trailer di sei film in uscita negli Stati Uniti venerdì prossimo (gli ultimi due titoli citati usciranno soltanto in zone limitate del Paese).

“One Day”, dramma romantico Focus Features diretto da Lone Scherfig, con Anne Hathaway, Jim Sturgess e Patricia Clarkson: dopo aver trascorso insieme la notte della loro laurea al college, vedremo come sono le vite di Dexter (Sturgess) e Emma (Hathaway) ogni anno nella stessa giornata. A volte i due saranno insieme in quel giorno, altre volte non lo saranno…

“Fright Night”, horror-comedy Walt Disney Studios Motion Pictures diretta da Craig Gillespie, con Anton Yelchin, Colin Farrell e David Tennant: il liceale Charley Brewster (Yelchin) sospetta che il suo nuovo vicino di casa Jerry Dandrige (Farrell) sia un vampiro, responsabile per una serie di recenti assassini. Quando nessuno gli crede, nè la madre, nè la fidanzata, nè il migliore amico, Charley chiede aiuto all’esperto di vampiri Peter Vincent (Tennant) per togliere di mezzo Jerry.

“Conan the Barbarian”, action avventuroso Lionsgate (in uscita in contemporanea anche in Italia) diretto da Marcus Nispel, con Jason Momoa, Rachel Nichols e Rose McGowan: il muscoloso guerriero Conan (Momoa) vuole vendicare l’assassinio di suo padre e il massacro del suo intero villaggio.

“Spy Kids: All the Time in the World in 4D”, action fantastico Dimension Films diretto da Robert Rodriguez, con Jessica Alba, Jeremy Piven e Joel McHale: un’ex-spia (Alba) torna alla sua antica professione per fermare il cattivo Timekeeper (Piven) ed il suo malvagio piano per dominare il mondo. Ad aiutarla saranno i suoi due figliastri, che non hanno idea sul passato della matrigna, ed alcuni “Spy Kids” veterani.

“Griff the Invisible”, commedia Indomina Releasing scritta e diretta da Leon Ford, con Ryan Kwanten, Maeve Dermody e Marshall Napier: Griff (Kwanten), un impiegato  che di notte si traveste da supereroe vedrà cambiare la sua esistenza nobile ma solitaria quando incontra una scienziata (Dermody) che condivide la sua passione per l’impossibile.

“Amigo”, dramma storico Variance Films diretto da John Sayles, con Joel Torre, Chris Cooper e Garret Dillahunt: durante la guerra tra Filippine e America all’inizio del XX Secolo, il sindaco di un villaggio (Torre) cerca di mantenere la pace mentre le truppe statunitensi guidate dal col. Hardacre (Chris Cooper) vogliono impadronirsi della sua posizione.


Per approfondire quali nuovi film potete trovare ogni settimana in uscita nei cinema italiani visitate gli spazi “Cinema futuro” e “Al cinema…” del blog.

Commenti»

1. enry - 18/08/2011

Quanto deve essere trash e inutile il nuovo Conan…


Lascia il tuo commento...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: